La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DemoCenter-Sipe Centro di Trasferimento Tecnologico Incontro Commissione Formazione Ricerca e Innovazione Commissione Formazione Ricerca e Innovazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DemoCenter-Sipe Centro di Trasferimento Tecnologico Incontro Commissione Formazione Ricerca e Innovazione Commissione Formazione Ricerca e Innovazione."— Transcript della presentazione:

1 DemoCenter-Sipe Centro di Trasferimento Tecnologico Incontro Commissione Formazione Ricerca e Innovazione Commissione Formazione Ricerca e Innovazione Fondazione Cassa di Risparmio di Modena 28 aprile 2011

2 CHI SIAMO

3 COMPANY PROFILE DemoCenter-Sipe è una società consortile espressione di Imprese, Istituzioni e Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e di Bologna Camera di Commercio di Modena 63 Aziende del settore manifatturiero e del terziario avanzato 11 Associazioni d’Impresa 4 Fondazioni Bancarie 1 Istituto di Credito 10 Istituzioni Pubbliche

4 COMPONENTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Alberto Mantovani PresidenteAlberto Mantovani Presidente Glauco Fregni V. PresidenteGlauco Fregni V. Presidente Angelo Oreste AndrisanoAngelo Oreste Andrisano Paolo BonarettiPaolo Bonaretti Elio CirelliElio Cirelli Luca GozzoliLuca Gozzoli Giovanni ZanasiGiovanni Zanasi

5 COMPOSIZIONE SOCIETARIA

6 MISSION E STRATEGIA

7 DEMOCENTER-SIPE MISSION Il trasferimento di Democenter- Sipe all’interno del Campus come scelta strategica Valorizzare le competenze e le tecnologie dell’Ateneo verso le imprese e gli Enti del territorio per facilitarne l’innovazione e supportarne la crescita competitiva.

8 Strategia: LA TRIPLICE ELICA COME MODELLO DI INNOVAZIONE Circolo virtuoso fra Istituzioni, Università ed imprese, attivato da Centri di Trasferimento Tecnologico ISTITUZIONI IMPRESE DEMOCENTER UNIVERSITA’

9 MODELLO INTEGRATO DI INNOVAZIONE LA TRIPLICE ELICA UNIVERSITA’ e CENTRI DI RICERCA ricerca di base e ricerca non necessariamente finalizzata al mercato ISTITUZIONI regolamento e favoriscono processi innovativi per aumentare il valore per il territorio di riferimento IMPRESE sviluppo e commercializzazione di soluzioni innovative DEMOCENTER-SIPE servizi e progetti per 1.valorizzare i risultati delle ricerca; 2.favorire l’innovazione nelle imprese; 3.portare valore al territorio ModelloOperativo

10 MODELLO OPERATIVO Raccolta dei bisogni delle imprese e accesso all’Università da parte delle imprese Collaborazioni non esclusive con Università Individuazione servizi; competenze Favorire l’incontro Gestione progettoIndividuazione risorse Collocazione di DemoCenter-Sipe nel polo universitario marketing della ricerca per l’università tutta Istituzioni

11 LE NOSTRE FUNZIONI

12 PROGETTI ISTITUZIONALI Progetti Europei Sviluppare progetti di cooperazione e network internazionali e promuovere progetti di sviluppo territoriale Progetti Territoriali

13 TRASFERIMENTO TECNOLOGICO 1. Valorizzare la ricerca, le conoscenze, promuovere le competenze ed i laboratori di UNIMORE e della Rete delle università Spin-Off Laboratori dell’Università di MO e RE e DEMO Laboratori di Rete Regionale Alta Tecnologia INTERMECH – PROMINER Portafoglio idee Tecnologie brevetti

14 TRASFERIMENTO TECNOLOGICO 2. Servizi innovativi Intelligence tecnologica Check-up tecnologico Project Management Alta Formazione Problem Solving tecnologico Finanza innovativa

15 ALTA FORMAZIONE E CREAZIONE D’IMPRESA Master Universitari Incubatore virtuale Promuovere Master Universitari, corsi aziendali ed interaziendali alle imprese del territorio ed affiancare le neoimprese con percorsi di consulenza specialistica Executive Master rete di incubatori di idee In Making Intraprendere

16 ALCUNI NOSTRI PROGETTI

17 Sistema di perforazione per micro-pali interamente elettrico Obiettivo: Un’impresa vuole sviluppare una nuova famiglia di macchine di perforazione per micro-pali Approccio tecnologico: Sostituire per quanto possibile componenti e azionamenti idraulici e motori endotermici con sistemi elettrici o più in generali meccatronici Attività: 1.Analisi dei vincoli brevettuali e analisi di fattibilità (in collaborazione con UNIMORE) 2.Scouting delle competenze all’interno di UNIMORE e a livello internazionale 3.Creazione di un business plan modulare per i diversi aspetti e le strategie di sviluppo perseguibili; 4.Definizione di 3 differenti progetti utilizzati per 3 richieste di finanziamento pubblico: o“Bando per Reti di Imprese” – Regione Emilia Romagna: sviluppo di una rinnovata e più efficiente collaborazione con la filiera di produzione e co-design (approvato); oEureka-Eurostars – Europe: R&S sugli aspetti meccanici (valutazione in corso) oResearch for SMEs – Europe: sviluppo degli azionamenti elettrici e meccatronici (valutazione in corso)

18 INNOVA DAY Obiettivi: 1.Dare valore al territorio attraverso l’intercettazione e la valorizzazione di idee innovative, start-up, spin-off ad alto contenuto tecnologico e di conoscenza 2.Portare valore all’imprese Attività Coinvolgimento di Università, Istituzioni ed imprenditori che operano nel territorio Nelle due edizioni sono state: intercettate più di 120 tra start-up, spin-off e idee d’impresa coinvolti più di 50 imprenditori locali e 30 potenziali finanziatori coinvolti più di 400 partecipanti realizzati più di 350 incontri di business Risultati incontri one to one 2.Manifestazioni di interesse: N. 2 start-up disponibili ad insediarsi sul territorio su n. 4 start di interesse di imprese N. 7 collaborazioni attivate su n. 4 start-up interesse di investitori 3.N. 1 impresa che ha partecipato all’edizione 2010 è oggi incubata in un’azienda metalmeccanica della provincia di MO che ha investito nel suo capitale sociale 4.N. 2 imprese che hanno partecipato all’edizione 2009 sono state oggetto di investimenti da parte di business angels

19 MASTER IN INTERNAZIONALIZZAZIONE D’IMPRESA 2° EDIZIONE Soggetti promotori: Università di Modena e Reggio Emilia ICE - Istituto del Commercio estero Regione Emilia-Romagna Democenter-Sipe: Incaricato di promozione, tutoraggio d’aula e gestione degli stage Obiettivi: Supportare le imprese della regione Emilia-Romagna nel loro processo di internazionalizzazione. Creare figure professionali innovative che operino nel mercato globale. Allievi: 17 candidati e 12 selezionati con laurea in Ingegneria, Scienze Agrarie, Chimica e tecnologie farmaceutiche, Architettura Stage: 11 aziende ospitanti di cui 7 in Emilia-Romagna 9 stage all’estero presso ICE (Canada, Usa, Corea, Svezia, Danimarca, Germania) 4 allievi confermati presso l’azienda ospitante 5 hanno trovato altre opportunità lavorative

20 -20- Come nasce: L'idea per lo sviluppo di modelli dinamici e cinematici per l’avanzamento della tecnologia dei robot nasce da partner internazionali con cui Democenter collabora da tempo Come si sviluppa Democenter individua in collaborazione con l’Università Modena e Reggio Emilia una impresa sul territorio potenzialmente interessata all’idea progettuale Il progetto Il progetto approvato mette a disposizione contributi all’impresa per attività di ricerca e dimostrazione svolte in collaborazione con i ricercatori UNIMORE. Progetti UE: COMET

21 PROGETTI LOCALI: PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATO ALLA VALORIZZAZIONE ED ALLO SVILUPPO PRECOMPETITIVO DI PRODOTTI TIPICI DELL’AGROALIMENTARE Sottoprogetti: 1.Azioni di supporto all’innovazione e alla ricerca 2.Qualificazione dei prodotti e loro tracciabilità 3.Sistemi di gestione ambientale con valorizzazione e recupero da sottoprodotti dell’industria agroalimentare

22 PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATO ALLA VALORIZZAZIONE ED ALLO SVILUPPO PRECOMPETITIVO DI PRODOTTI TIPICI DELL’AGROALIMENTARE 1.Azioni di supporto all’innovazione e alla ricerca 10 tavoli tecnici e 43 incontri 5 tavoli istituzionali (imprese-istituzioni) 2 borse di studio 6 seminari 1 corso di formazione (300 ore) 2 nuovi progetti internazionali 3 nuovi progetti di ricerca locali 10 report / analisi / studi di fattibilità 211 incontri one-to-one 2 innovazioni di processo / prodotto 1 prototipo

23 2. Qualificazione dei prodotti e loro tracciabilità Report analisi delle esigenze delle imprese e mapping degli strumenti Review normativa e Pubblicazione su buone prassi e procedure di autocontrollo Sperimentazioni: a)geo-referenziazione dei nodi della filiera e condivisione con i clienti in base al lotto b)tracciabilità con raccolta dati automatico in uno stabilimento di macellazione PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATO ALLA VALORIZZAZIONE ED ALLO SVILUPPO PRECOMPETITIVO DI PRODOTTI TIPICI DELL’AGROALIMENTARE

24 3.Sistemi di gestione ambientale con valorizzazione e recupero da sottoprodotti dell’industria agroalimentare Report buone prassi e tecnologie Studi di fattibilità: a)gestione di un sistema integrato pubblico-privato b)modello di business per recupero dei sottoprodotti di un caseificio Case study: sistemi di gestione ambientale con valorizzazione e recupero da sottoprodotti dell’industria agroalimentare PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATO ALLA VALORIZZAZIONE ED ALLO SVILUPPO PRECOMPETITIVO DI PRODOTTI TIPICI DELL’AGROALIMENTARE

25 RISULTATI PER IL TERRITORIO Attivate 2 borse di studio Collaborato alla realizzazione di un corso di formazione (300 ore) “ Tecnico alimentare nel settore della lavorazione delle carni” Sviluppato: 2 nuovi progetti internazionali coinvolgendo imprese ed enti del territorio: a)TechFood (running) b)AssistSME (non finanziato) 3 nuovi progetti di ricerca regionali 2 innovazioni di processo / prodotto a)Materiale per il packaging b)Sistema di gestione rintraciabilità Prototipo software per il marketing a Km 0

26 FOLLOW UP Recupero dei sottoprodotti e risparmio energetico: la produzione del futuro Ottimizzazione della gestione della logistica delle merci e del personale

27 PROGETTI LOCALI: MODENA INNOVA Contattate 550 aziende, principalmente nel settore manifatturiero Eseguiti 61 audit Effettuate 56 azioni di supporto all’innovazione Coinvolti 5 Dipartimenti UNIMORE

28 MODENA INNOVA RISULTATI PER IL TERRITORIO 41 interventi in azienda con l’Università, oltre il 50% non aveva mai avuto contatti; 23 interventi hanno attivato continuità di collaborazione con l’Università; 2 idee sono in fase di brevettazione; 13 aziende hanno dato avvio allo sviluppo di un nuovo prodotto; 3 aziende da conto terzi hanno iniziato a sviluppare un proprio prodotto; Si è costituita un’aggregazione di imprese che ha presentato un progetto per il bando reti

29 MODENA INNOVA FOLLOW UP Il progetto sta dimostrando che si può fare innovazione e ricerca anche nelle piccole imprese Il passo successivo potrebbe essere quello di portare ricerca e innovazione in aggregazioni di piccole imprese(4-5)

30 NUOVA PROPOSTA ICT e Web2.0 per la valorizzazione dei prodotti tipici locali e per il marketing territoriale Ricerca di modelli di business e di soluzioni tecnologiche innovative a supporto delle politiche locali per il marketing territoriale e per la valorizzazione dei prodotti tipici (ad esempio per i settori Agroalimentare, ICT, Motoristico e Turismo-cultura, …)

31 NUOVA PROPOSTA ICT e Web2.0 per la valorizzazione dei prodotti tipici locali e per il marketing territoriale Articolata in 4 ambiti di intervento: 1.Sistemi di fidelizzazione e Social network 2.Geo-referenziazione e Augmented Reality 3.Sentiment analysis e Opinion mining 4.Nuovi Sistemi Pagamento

32 NUOVA PROPOSTA ICT e Web2.0 per la valorizzazione dei prodotti tipici locali e per il marketing territoriale 1. Sistemi di fidelizzazione e Social network promozione consorzio prodotti tipici modenesi sperimentazione per la promozione di tour aziende del motoristico, tour pavarotti, tour enogastromici, tour culturali (il romanico, i musei, …), … sperimentazione di strumenti di fidelizzazione con incentivi per negozi (ristoranti alberghi aziende): ad esempio voucher 30 euro con 6 buoni sconti per arte, mare, natura, enogastronomia, cicloturismo, eventi, … 2. Geo-referenziazione e Augmented Reality ricerca tecnologie sviluppo contenuti e sperimentazione, ad esempio del duomo/ghirladina e/o un museo, …

33 NUOVA PROPOSTA ICT e Web2.0 per la valorizzazione dei prodotti tipici locali e per il marketing territoriale 3. Sentiment analysis e Opinion mining Monitoraggio comportamento utenti/visitatori dove fanno i check-in le opinioni sui luoghi analisi della percezione dei diversi punti di forza ricerca: come trasformare i visitatori in turisti 4. Nuovi Sistemi Pagamento ricerca delle tecnologie sperimentazione (esempio casa natale Enzo Ferrari)

34 ALTRI ESEMPI DI IDEE PER PROGETTI DI RICERCA (INTERESSE IMPRESE - COMPETENZE UNIMORE) VIDEO SURVEILLANCE e VIDEO 3D Prof. Cucchiara CNA (Anna Tavernari) Short Spring School in Surveillance S4 (17-19 Maggio 2011) SIMULAZIONE e ROBOTICA Prof. Andrisano Imprese nel settore dell’automazione e dei controlli automatici Comet (EU FP7 – NMP) ENERGIA (assessing energy usage) CNA Energy-wise (EU UK/09/LLP-LdV/TOI-163_283) ICT e RETI di IMPRESE Prof. Bonfatti Lapam Imprese ICT SENSORI ED ELETTRONICA PER LA QUALITA’ DELLA VITA Prof. Rovati Imprese Biomedicale

35 NUOVA PROPOSTA VOUCHER INTERNAZIONALI PER L’ACCOMPAGNAMENTO SUL MERCATO DI START- UP HI-TECH E SPIN-OFF UNIVERSITARI Scouting sul territorio di start-up hi-tech e spin-off universitari Il progetto prevede l’individuazione sul territorio della Provincia di Modena di 3 start-up ad alto contenuto tecnologico e di conoscenza e spin-off universitari caratterizzate da innovatività ed alto potenziale di crescita mediante l’adizione di un modello di analisi e di valutazione basato sulle migliori best practice presenti in ambito nazionale e internazionale. In questa fase è di particolare interesse il coinvolgimento del mondo universitario quale bacino di innovazione e di tecnologie avanzate: essenziale è la collaborazione con i Dipartimenti delle Università. Accelerazione d’impresa individuazione del valore del progetto d’impresa; individuazione del modello di business; acquisizione di strumenti e conoscenze relative ai beni intangibili alla loro valorizzazione focalizzando l’attenzione su licensing e accordi per la cessione di brevetti, marchi e know-how; coaching finalizzato all’acquisizione di consapevolezza relativa agli obiettivi d’impresa e alla loro realizzazione; formazione finalizzata all’investor readiness ovvero e mettere l’impresa nella condizione di presentare in modo adeguato il proprio progetto di business a potenziali partner economici e finanziari Accompagnamento verso la costruzione di partnership l’individuazione di reti internazionali alle quali le start-up ad alto contenuto tecnologico e di conoscenza e gli spin-off universitari potranno accedere per facilitare il loro incontro con potenziali partner industriali, economici e finanziari e con consulenti di alto profilo in grado di apportare know how e di favorire l’accesso al mercato; la realizzazione di un tour di incontri con i potenziali partner internazionali individuati come target di riferimento per la costruzione di reti din conoscenza, di reti commerciali e per il fund rising.

36 DemoCenter-Sipe Centro di Trasferimento Tecnologico GRAZIE PER L’ATTENZIONE!


Scaricare ppt "DemoCenter-Sipe Centro di Trasferimento Tecnologico Incontro Commissione Formazione Ricerca e Innovazione Commissione Formazione Ricerca e Innovazione."

Presentazioni simili


Annunci Google