La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giulio Barcaroli Comitato metodologie 17 novembre 2010 La standardizzazione dei processi di produzione nella statistica ufficiale: iniziative a livello.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giulio Barcaroli Comitato metodologie 17 novembre 2010 La standardizzazione dei processi di produzione nella statistica ufficiale: iniziative a livello."— Transcript della presentazione:

1 Giulio Barcaroli Comitato metodologie 17 novembre 2010 La standardizzazione dei processi di produzione nella statistica ufficiale: iniziative a livello internazionale ed allinterno dellIstituto

2 La standardizzazione dei processi Il nuovo modello di business per il Sistema Statistico Europeo - Contributo e il ruolo della metodologia La comunicazione della Commissione Reingegnerizzazione dei Sistemi di Produzione delle statistiche europee: una visione per il prossimo decennio" (2009) presenta un nuovo approccio globale al metodo di produzione di statistiche europee con lo scopo di migliorarne l'efficienza complessiva.

3 La standardizzazione dei processi Metodologia: individuare e progettare i processi generalizzati di produzione di dati (specificazione per ogni fase dei metadati di input, output e elaborazione) individuazione delle migliori pratiche (repository) sviluppare metodi per passaggi-chiave del processo di produzione (integrazione dei dati, analisi...) e per ottimizzare i processi complessi definizione di specifiche per strumenti generalizzati conoscenze metodologiche e gestione delle competenze Infrastruttura IT e strumenti: architettura IT distribuita e standard per lo sviluppo cooperativo sviluppo e condivisione di strumenti informatici sviluppo di architetture metadati-driven tenendo conto delle linee guida tecniche e statistiche per SDMX

4 Iniziative per la standardizzazione A livello di Istituti nazionali di Statistica: -CBS (standardizzazione dei metodi) - Statistical Network Strategy Framework (Australia, Canada, Netherlands, New Zealand, UK) A livello Nazioni Unite: - UNECE inventory of Statistical Standards A livello europeo: -sponsorship sulla standardizzazione; -ESSnet

5 CBS (standardizzazione dei metodi) Statistics Netherlands sta costruendo un repository di metodi (Methods series). Website: Attualmente comprende 30 metodi (in olandese, ma è prevista la traduzione).

6 CBS (standardizzazione dei metodi) Per ogni metodo è previsto un template: 1.breve descrizione 2.applicabilità 3.descrizione dettagliata 4.esempio 5.caratteristiche 6.indicatori di qualità Tutti i metodi sono organizzati in tre grandi categorie: input throughput output

7 CBS (standardizzazione dei metodi) InputTroughputOutput Dati amministrativiCodificaNumeri indice Disegno del questionario EditingMetodi di standardizzazione Tecniche di raccolta dati ImputazioneTrattamento della stagionalità FieldworkRiponderazione per mancata risposta Macro-integrazione CampionamentoMatchingStatistical Disclosure Control PanelMicro-integrazioneTavole di mortalità e survival analysis Test e indagini pilotaTrattamento outlier rappresentativi Visualizzazione dei dati Stima basata da modello Analisi del trend

8 CBS (standardizzazione dei metodi)

9 Statistical Network Strategy Framework Modalità di lavoro del Network:. indipendenza dei membri;. associazione volontaria. leadership distribuita. legami flessibili Obiettivo dello Statistical Network: armonizzazione dei metodi statistici, dei sistemi e delle capacità tra gli Istituti partecipanti

10 Registro (Inventory) degli standard (UNECE) Scopo Un sistema di Knowledge Center e di riferimento per gli standard internazionali di statistica Uno strumento di analisi per individuare le aree che richiedono gli standard statistici, e di individuare gli standard di sovrapposizione La base per la Commissione di statistica per la gestione del sistema globale di norme statistiche. Campo di applicazione Pubblicazioni metodologiche Classificazioni statistiche internazionali Norme pubblicate al di fuori del sistema statistico internazionale, ma ampiamente utilizzata da organizzazioni di statistica (ad esempio le norme ISO) Norme adottate dagli organismi statistici globali o regionali, comprese le versioni regionali di standard globali. Informazioni sulle versioni precedenti di norme, se questi sono ancora utilizzati Esclude standard che vengono utilizzati solo all'interno di un paese o di un'organizzazione Tempi condizioni di riferimento dettagliate e un prototipo funzionante da febbraio 2011 La versione finale che sarà presentato alla Commissione di statistica in febbraio 2012

11 ESS sponsorship on standardisation Costituzione, a partire dal 2011, di un board di Istituti nazionali di statistica del Sistema Statistico Europeo, che dia impulso e coordini le iniziative tese a favorire la standardizzazione del sistema, secondo la vision del La sponsorship prenderà come input i risultati del lavoro dellESSnet Preparation of standardisation che inizierà le attività entro il 2010, e favorirà il lancio di ESSnet multiannuali fino al 2013.

12 ESSnet di prossima attuazione 1.ESSnet Preparation of standardisation; 2.ESSnet Memobust (Methodology for modern business statistics). Il primo ESSnet ha la responsabilità di produrre un quadro definitorio degli standard secondo diverse categorie: considerando ad esempio il livello di rispetto (dalla regola stringente alla linea-guida), oppure la natura dello standard (metodologico, tecnico, infrastrutturale, organizzativo). Il secondo ESSnet punta ad aggiornare il Manuale per la progettazione e limplementazione delle indagini sulle imprese del 1997.

13 Iniziative allinterno dellIstituto Nellambito del progetto Stat2015, che prevede un ridisegno complessivo dei processi dellIstituto nazionale di statistica da qui al 2015, una delle attività previste è la produzione di una nuova versione dei Manuali delle tecniche di indagine, pubblicati circa venti anni fa. Il Comitato di Innovazione e Ricerca ha dato lincarico al Comitato Metodologico di procedere a definire una struttura draft di tali manuali entro la fine di questo anno. Riteniamo che sia il caso di inquadrare questa iniziativa nel quadro più ampio di tutte quelle già in corso, o di prossima attuazione, che abbiamo sin qui illustrato.

14 Proposta di lavoro (1) La nuova versione dei Manuali di tecniche di indagine non necessariamente deve essere, come la precedente, basata sulla produzione di volumi tradizionali. Al contrario, lidea di un repository di standard, linee-guida, pratiche raccomandate e strumenti generalizzati, organizzato secondo le fasi del GSBPM, meglio risponde alle esigenze di accessibilità, reperibilità, utilizzabilità per lutenza, e facilità di aggiornamento per i responsabili. La responsabilità di procedere alla costruzione di questo repository deve essere assunta dalla Rete dei metodologi nel suo complesso. In particolare, dovranno essere i Centri di competenza (anchessi, in linea di massima, strutturati secondo le più importanti fasi del GSBPM) ad occuparsi della implementazione e gestione di un tale repository.

15 Proposta di lavoro (2) In particolare, ogni Centro di competenza dovrà garantire, nel proprio ambito di competenza, e tenendo conto di tutte le iniziative internazionali già effettuate, in corso e di prossima attuazione: lindividuazione di standard, linee-guida, pratiche raccomandate e strumenti che meglio assicurino efficacia ed efficienza nei processi; la loro messa a disposizione per tutta la statistica ufficiale, ISTAT e SISTAN. Allinterno della prossima riunione del Comitato Metodologie (metà dicembre) verrà presentata una nota che riguarderà le modalità implementative ed i tempi previsti per la realizzazione di quanto appena illustrato. Una volta approvata, la nota verrà presentata al Comitato Innovazione e Ricerca, e costituirà il piano di lavoro di riferimento.


Scaricare ppt "Giulio Barcaroli Comitato metodologie 17 novembre 2010 La standardizzazione dei processi di produzione nella statistica ufficiale: iniziative a livello."

Presentazioni simili


Annunci Google