La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anno scolastico 2014/2015 – Classe V^E Progetto GAL curato dalla: Biologa nutrizionista: Dott.ssa Teresa Loiacono Docente di scienze: Antonia Fiore Docente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anno scolastico 2014/2015 – Classe V^E Progetto GAL curato dalla: Biologa nutrizionista: Dott.ssa Teresa Loiacono Docente di scienze: Antonia Fiore Docente."— Transcript della presentazione:

1 Anno scolastico 2014/2015 – Classe V^E Progetto GAL curato dalla: Biologa nutrizionista: Dott.ssa Teresa Loiacono Docente di scienze: Antonia Fiore Docente di italiano: Flora Longobardo Docente di sostegno: Anna Grisanti PLESSO LUCIANI

2 “ Dobbiamo partire dal cibo come ricchezza, come scambio, come cultura …” ” “Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato e cotto ciò che mangio”. “Dobbiamo partire dal cibo come ricchezza, come scambio, come cultura. Solo proteggendo il nostro cibo possiamo pensare di salvaguardare le nostre risorse e il pianeta che ci ospita. La produzione, la distribuzione e il consumo di cibo ci coinvolge in maniera totale”. (Carlo Petrini)

3 Mangiamo per crescere, mangiamo per permettere al nostro corpo di rigenerarsi, mangiamo perché abbiamo bisogno di energia. Fonte di energia sono gli alimenti.

4 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Il nostro organismo non ha bisogno delle stesse quantità di ogni grande gruppo di alimenti. Alcuni vanno mangiati in quantità maggiore e altri in quantità minore. Osserva questa piramide !

5 I PRINCIPI NUTRITIVI DEGLI ALIMENTI I NUTRIENTI o principi nutritivi sono le sostanze contenute negli alimenti, che il nostro organismo utilizza per vivere. Essi sono: le proteine, i grassi, i carboidrati, i minerali, le vitamine, l’acqua, le fibre.

6 LE PROTEINE Le PROTEINE sono componenti essenziali del corpo umano: dopo l’acqua, sono il componente presente in maggiore quantità nell’organismo umano (16% del peso corporeo di un adulto). Servono a costruire, mantenere e rinnovare tutti i tessuti dell’organismo e a fabbricare altre sostanze che hanno importantissime funzioni. Sono fonti energetiche alternative.

7 QUALI ALIMENTI CONTENGONO LE PROTEINE? Gli alimenti che contengono le proteine nobili sono di origine animale: tutti i tipi di carne, tutti i tipi di pesci, di molluschi, di crostacei, le uova, il latte, il formaggio, lo yogurt. Gli alimenti che contengono le proteine povere sono di origine vegetale: tutti i tipi di legumi (fagioli, fave, ceci, piselli, lenticchie), tutti i tipi di cereali e i loro derivati (grano, mais, riso, soia, polenta, pane, pasta, semolino). Le proteine dei cereali mangiate insieme alle proteine dei legumi, diventano proteine nobili.

8 Chiamati anche zuccheri o glucidi sono sostanze organiche formate da atomi di Carbonio, Idrogeno e Ossigeno e forniscono il carburante al nostro organismo, che li brucia per produrre energia disponibile in poco tempo. SI SUDDIVIDONO IN Carboidrati semplici o ZUCCHERI Si trovano soprattutto nello zucchero, nel miele, nella marmellata, negli sciroppi, nei canditi, nei dolci, ma in piccole quantità anche nella frutta, nei succhi di frutta e nel latte. Sono un importante combustibile del corpo umano e danno l’energia che le cellule del corpo utilizzano facilmente e rapidamente. Carboidrati complessi o AMIDO. L’AMIDO è un’importante fonte di energia e il costituente principale del pane, della pasta, del riso, delle patate. Sono costituiti dall’unione di tante unità più semplici (chiamate glucosio). Proprio per questa struttura, rilasciano energia al corpo umano più lentamente. I CARBOIDRATI

9 I GRASSI I grassi, chiamati anche lipidi, sono sostanze organiche molto simili agli zuccheri per la loro composizione chimica, sono infatti composti da atomi di Carbonio, Idrogeno e Ossigeno. La loro funzione principale è quella di riserva energetica, da cui l'organismo può attingere nei momenti di bisogno e, per questo, vengono accumulati nel tessuto adiposo distribuito nella varie parti del corpo. Possono essere sia di origine animale, sia di origine vegetale.

10 Le vitamine sono tante e tutte diverse. Non forniscono energia ma sono indispensabili per favorire il buon funzionamento dell’organismo. Sono presenti soprattutto nei vegetali. Le liposolubili. A, D, E, K si ritrovano nei cibi che contengono grassi (tuorlo d’uovo, carne, pesce, frutta secca e oli vegetali). Le idrosolubili, vitamine del gruppo B e C, si ritrovano sia nel mondo animale che vegetale. La natura ci offre tanta vitamina C (agrumi) in inverno e vitamina A (frutti e ortaggi di colore arancione) in primavera/estate, per offrirci protezione verso le malattie da raffreddamento e protezione dai raggi solari. LE VITAMINE

11 I SALI MINERALI Sono il ferro, il calcio, il potassio, il fosforo e tanti altri. Sono presenti sia nei cibi vegetali sia in quelli animali e, come le vitamine, sono indispensabili e non forniscono energia. Ricorda : il ferro dei legumi per essere assorbito al meglio dal nostro organismo ha bisogno della presenza della vitamina C. Inoltre si raccomanda di non associare mai il ferro col calcio perché i due minerali entrerebbero in competizione durante l’assorbimento.

12 LE PREFERENZE DEGLI ALUNNI DI V^E Abbiamo raccolto in questo grafico le nostre preferenze alimentari.

13 QUESTI SONO I PRODOTTI DELLA NOSTRA REGIONE

14 Vi presentiamo adesso alcune delle ricette tipiche della nostra cucina. Per adesso gustatele con i vostri occhi! LE NOSTRE RICETTE

15 SPAGHETTI CON FAGIOLINI E SUGO (Lucia) Ingredienti per 4/6 persone Fagiolini 400 g Spaghetti 200 g Pepe e sale q. b. Salsa di pomodori 500g Scalogno 35g Olio extravergine di oliva q. b. PROCEDIMENTO : Spuntate le estremità dei fagiolini e lavateli. Tritate lo scalogno, scaldate l’olio extravergine in una padella e fate soffriggere lo scalogno tritato. Appena lo scalogno sarà imbiondito, aggiungete i pomodori a pezzi, salate, pepate e fate cuocere a fuoco moderato per 10 / 15 minuti. Nel frattempo fate bollire l’ acqua in una pentola capiente, salatela e unite i fagiolini. Trascorsi 2-3 minuti unite la pasta nella stessa pentola dove cuociono i fagiolini e fate cuocere tutto insieme fino a che la pasta non sarà al dente. Scolate e unite la pasta e i fagiolini al sugo direttamente in padella. Saltate tutto insieme per un minuto. Servite la pasta coi fagiolini ancora caldi.

16 Ingredienti: 400 g di pomodori ben maturi ma sodi; 1 o più spicchi di aglio; una manciata di foglie di basilico; olio extravergine di oliva; peperoncino rosso piccante; 360 g di pasta, sale, parmigiano reggiano grattugiato. PROCEDIMENTO: Lavate i pomodorini e tagliateli a dadini, eliminando i semi. Metteteli in una ciotola con l’aglio schiacciato oppure tagliato a fettine o spremuto, ed il basilico lavato, asciugato e strappato con le mani. Aggiungete, se lo si utilizza, il peperoncino, sale e olio di oliva. Lasciate riposare per un paio di ore al fresco. Lessate la pasta in acqua salata e aggiungete i pomodorini preparati nella ciotola e del parmigiano grattugiato. La crudaiola è pronta per essere servita. Buon appetito! LA CRUDAIOLA (Dominga)

17 TROCCOLI CON ASPARAGI E COZZE (Luigi) Ingredienti per 5 persone   0.5 kg di troccoli   1kg di cozze   pomodorini   asparagi a piacere PROCEDIMENTO: Mettete in un tegame olio e aglio. Aggiungete le cozze sgusciate con la loro acqua filtrata e i pomodorini. In una padella mettete olio, aglio e asparagi e fateli amalgamare. A parte cocete la pasta al dente e unitela nel tegame delle cozze agli asparagi e al prezzemolo tritato; mescolate il tutto aggiungendo un po’ di olio evo.

18 TORTINO DI ASPARAGI (Mirea) Ingredienti: 2 Rotoli di pasta sfoglia pronta un mazzo di asparagi un porro fiori zucca 500 ml di besciamella sale e olio evo PROCEDIMENTO: Pulite e tagliate a rondelle molto sottili il porro. Versate due cucchiaini di olio in una padella e fatelo rosolare. Pulite e tagliate a rondelle gli asparagi. Fate lo stesso con i i fiori di zucca, sfilettandoli in parti più piccole. Aggiungete gli asparagi al soffritto di porro. Salate e lasciate cuocere per circa 20 minuti. 3 minuti prima della cottura degli asparagi unite anche i fiori di zucca. Prendete una teglia di 20 cm circa di diametro e foderatela con carta da forno. Ricavate un disco di pasta sfoglia e ricoprite il fondo e i bordi della teglia. Riempite la torta rustica con le verdure, quindi versateci dentro anche la besciamella. Ricoprite con un altro disco di pasta sfoglia, ripiegandoci sopra i bordi. Spennellate con un po’ di latte la superficie della torta rustica e cocete per 15 minuti in forno già caldo a 180 gradi.

19 POMODORI RIPIENI DI TONNO E RISO (Martina) Ingredienti 30 g di formaggio grana grattugiato 2 cucchiai di olio evo una spolverizzata di pane grattugiato q.b. di pepe e sale 400 g di pomodori, 1 ciuffetto di prezzemolo 50 g di ricotta fresca 80 g di riso 80 g di tonno sott’olio sgocciolato Procedimento Per prima cosa mettere a cuocere il riso nell’acqua bollente, precedentemente salata. Nel frattempo, tagliate a metà 4 pomodori maturi ma sodi partendo dal picciolo. Con la punta del coltello, incidete la polpa del pomodoro, lasciando un margine di circa 1 cm; rimuovete i semini e mettete la polpa in un contenitore. L’operazione può essere facilitata con lo scavino oppure con un semplice cucchiaino. Disponete sulla pirofila in vetro i pomodori privati della polpa, aggiustate di sale e pepe ed irrorate con un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando il riso sarà pronto (al dente), scolatelo e riponetelo in una ciotola. Con l’aiuto di un cucchiaio di legno, mescolatevi la polpa di pomodoro a pezzettini (precedentemente rimossa), la ricotta, il tonno, un cucchiaio di pane grattugiato ed un po’ di formaggio grana grattugiato. Completate con un po’ di prezzemolo tritato finemente. A questo punto riempite i pomodori scavati con questo impasto, spolverate con una manciata di pane grattugiato ed infornate per circa 20 minuti a 180°C.

20 INSALATA DI CIPOLLE DI ACQUAVIVA D. FONTI (Andrea) Ingredienti: 3 cipolle rosse pomodori per insalata aceto olio e sale PROCEDIMENTO : Prendere una cipolla di Acquaviva (ottima per le sue proprietà organolettiche) e fatela a fette. Lasciatela in ammollo per un paio d’ore. Scolatela e subito dopo raccoglietela in una ciotola insieme a 3 o 4 pomodori, tagliati a pezzi. Condite con aceto, olio e sale.

21 MELANZANE RIPIENE (Elisa) Ingredienti per 6 persone: 6 melanzane 200 gr di mortadella 2 pomodori spezzettati 80 gr di provola 30 gr di pecorino 100 gr di mollica di pane 16 foglie di basilico, ½ di origano (a piacere); olio extravergine di oliva, sale, pepe macinato PROCEDIMENTO: Tagliate a metà nel senso della lunghezza le melanzane, svuotatele con un cucchiaio e tagliate la polpa a dadini, cocetela, quindi, in una padella unita a un filo d’olio (si può aggiungere anche aglio tritato o schiacciato). Cotta, versatela in una ciotola aggiungendo la mortadella tritata, i pomodori spezzettati, la provola, il basilico e la mollica di pane ben strizzata; mescolate con cura. Riempite con questo composto le melanzane, adagiatele in una teglia da forno, leggermente unta di olio, e spolverizzatele con formaggio e pan grattato. Cocetele nel forno a 180° per 20 minuti. Servitele ancora fumanti.

22 CALZONE DI CIPOLLA (Antonello) Ingredienti per il ripieno: 500 g di cipolla di Acquaviva; 150 g di olio extravergine di oliva; un cucchiaio di ricotta forte; una manciata di formaggio pecorino. Ingredienti per l’impasto: 1\2 kg di farina ; 150 g di oli extravergine di oliva; sale e acqua q.b.. PROCEDIMENTO: Affettate la cipolla e fatela cuocere a fuoco lento con olio e sale in un tegamino coperto da un coperchio per 4-5 ore circa e aspettate che le cipolle si raffreddino. Aggiungete la ricotta forte e il formaggio. Mescolate il composto sino ad ottenere un impasto omogeneo. Versate la farina sul tavoliere. Fate un buco nella farina a forma di fontana e versate acqua calda e olio. Impastate il tutto per ottenere un panetto. Usate la spatola per dividere il panetto in due parti. Stendete con il matterello la prima parte del panetto. Prendete l’impasto e sistematelo nella teglia da forno. Versate il ripieno nella teglia. Versate un po’ di farina per stendere l’altra parte del panetto sempre con il matterello. Stendere il secondo panetto per ricoprire il ripieno. Riscaldare il forno per farlo diventare caldo. Infornare il tutto nel forno a circa gradi per circa mezzora. Controllate il calzone perché, una volta diventato dorato bisogna sfornarlo.

23 PISELLI CON LE UOVA (Gianpaolo) Ingredienti per 4 persone 600 g di piselli freschi 400 ml di brodo di carne 40 g di olio extra vergine di oliva ½ cipolla 2 uova 50 g di pecorino grattugiato 120 g di pane a fette tostato Procedimento Far appassire la cipolla finemente tritata in olio d’ oliva, aggiungete i piselli, salate e continuate a cuocere a fuoco moderato ed a pentola coperta per circa 10 minuti, aggiungete il brodo di carne e portate a cottura. Cinque minuti prima di togliere dal fuoco versate nella minestra un battuto fatto con le uova e il formaggio grattugiato. Servite la minestra con fette di pane tostate.

24 ORECCHIETTE CON LE CIME DI RAPA ( Valentina) Ingredienti: 400 g di orecchiette fresche; 1,5 kg di cime di rapa; 4 filetti di acciughe sotto sale; 2 spicchi di aglio; 1 peperoncino rosso piccante; olio extra vergine d’ oliva q.b.; sale fino q.b. PROCEDIMENTO: Lavate con cura le rape, staccando solo le cime tenere. Portate a ebollizione l’acqua in una pentola, salatela e immergete le cime di rapa e subito dopo le orecchiette. Nel frattempo scaldate in una padella cinque cucchiai di olio insieme agli spicchi d’aglio sbucciati e il peperoncino sminuzzato. Rosolate bene il tutto e aggiungete le acciughe, private dal sale di conservazione e tagliare a pezzetti; schiacciate leggermente per scioglierle nel condimento. Scolate le orecchiette al dente e le cime di rapa. Versate entrambe nella padella con il condimento, fate saltare brevemente a fuoco vivace e servite subito, aggiungendo se necessario poco olio evo.

25 ZUPPA DI CECI NERI (Michela) Ingredienti per 4 persone: 300 gr di ceci neri 2 spicchi d’alio 2 foglie di alloro fresco 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva e sale PROCEDIMENTO: Mettete a bagno il giorno prima i ceci neri con un pizzico di bicarbonato. Riempite una pentola con acqua fredda, versate i ceci neri dopo averli sciacquati ben bene, aggiungete l’aglio, le foglie di alloro e un cucchiaio di olio. Cocete a fuoco moderato per 1 ora. Serviteli caldi con un filo d’olio a crudo.

26 ZUPPA DI FAVE NOVELLE (Paola) Ingredienti  Fave  olio  sale PROCEDIMENTO: Prendete le fave novelle e cocetele, finita la cottura fatele raffreddare e mettetele in un piatto, condite con olio e sale. Le fave sono il legume meno calorico e una miniera di antiossidanti, fibre, preziose vitamine e sali minerali.

27 MARMELLATA DI CILIEGIE (Gabriel) Ingredienti 2 kg di ciliegie 750 g di zucchero 1 limone PROCEDIMENTO: Lavate, snocciolate e tagliate a metà le ciliegie e versatele in una pentola abbastanza ampia e dai bordi alti. Aggiungete il succo di limone e cocete per 20 minuti girando con un cucchiaio di legno o una spatola. Aggiungete lo zucchero e continuate a cuocere mescolando di tanto in tanto, cercando di schiacciare con il mestolo le ciliegie. Di tanto in tanto togliete la schiuma che si forma in superficie con una schiumarola. Non appena le ciliegie si saranno sfaldate bene passatele, col passaverdura con il dischetto a fori medi. In questo modo si otterrà una marmellata liscia, ma con molto scarto. Se la si preferisce a pezzi, saltate questo passaggio. Rimettete a bollire la marmellata per 1 ora, 1 ora e mezza girando frequentemente fino a che non si sarà addensata per bene. Per capire quando è pronta basta metterne un cucchiaio su di un piatto, inclinarlo e vedere come scivola via. Se è pronta non deve scivolare via velocemente.

28 TORTA ALLE CILIEGIE (Valentina) Ingredienti: Pasta frolla 300 g di farina “00”, 110 g di burro morbido; 2 cucchiai di zucchero; 2 albumi; 1 limone o 1 stecca di vaniglia; sale fino e zucchero a velo q.b.; PROCEDIMENTO: Per la pasta frolla, disponete la farina a fontana su una spianatoia e incorporate al centro il burro a pezzetti, lo zucchero, gli albumi, la scorza grattugiata di limone e un pizzico di sale fino. Impastate velocemente con le mani, formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. Stendere la pasta con l’ aiuto di un matterello e con 2/3 del composto, inserite in uno stampo imburrato e infarinato. Per la farcitura, lavate e denocciolate la ciliegie tagliandole a metà. In una ciotola, riunite: le ciliegie, lo zucchero, il succo e la scorza di limone grattugiata e la noce moscata. Riempite fino al bordo la base della torta con le ciliegie ( scolatele, se necessario ), ricoprite con la pasta rimasta, sigillate bene i bordi e con un coltellino praticate, sulla superficie delle incisioni per favorire la cottura all’ interno. Cocete in forno preriscaldato a 160° C per circa 50 minuti. Sfornate, spolverizzate con zucchero a velo e inserite nelle incisioni date succo rilasciato dalle ciliegie durante la cottura. Servite la torta calda ma non bollente con alcune ciliegie per decorare. Farcitura  2 vaschette di ciliegie mature;  80 g di zucchero; 1 limone;  1 cucchiaino di noce moscata ;

29 VINCOTTO DI FICHI SECCHI (Valentina) Ingredienti: fichi freschi maturi q.b.; acqua q.b.; PROCEDIMENTO: Mettete i fichi in un pentolone e schiacciateli con le mani. Ricoprite i fichi di acqua e fateli cuocere fino a quando saranno ridotti in poltiglia. Trasferite il composto in uno o più sacchi di juta, (fate attenzione a non scottarvi ). Costruite con dei tronchi una specie di “patibolo” dove si appende il sacco pieni di fichi cotti. Indossate dei guantoni da lavoro e strizzare il sacco fino all’ultima goccia di vincotto. Raccogliete il succo ricavato in una pentola, mettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco moderato. Quando il vincotto comincerà ad addensarsi abbassate la fiamma a minimo e continuate la cottura. Più il vincotto sarà denso, più a lungo si conserverà. Per verificare il grado di cottura bisogna prendere una cucchiaiata, versarlo in un piatto e lasciarlo raffreddare; il vincotto sarà pronto quando, pur inclinando il piatto, il vincotto rimane piuttosto aderente al piatto. Quindi togliete dal fuoco e lasciatelo raffreddare completamente prima di imbottigliarlo (ben chiuso) per riporlo in dispensa.

30 LA COLVA (Nicole) Ingredienti: 1/2 Kg di grano 150 gr di gherigli di noci 1 grappolo di uva bianca spellato e privato dei noccioli frutto di un melograno cioccolato fondente a pezzetti (quantità a seconda dei gusti) vincotto q.b. PROCEDIMENTO: Mettete a bagno il grano una sera prima rispetto al giorno in cui si vuole effettuare la preparazione. Il giorno dopo bollite il grano con acqua e una punta di sale Aggiungete tutti gli altri ingredienti e mescolate amalgamando con il vincotto. A piacere la ricetta può essere variata aggiungendo: 150 gr di nocciole tostate e fatte a pezzetti, 150 gr di mandorle tostate e fatte a pezzetti, 150 gr di fichi secchi tagliati a pezzetti.

31 LE NOSTRE CARTELLATE (Davide) Ingredienti: 500 g di semola rimacinata un pugno di farina “00” ½ bicchiere di olio ½ bicchiere di vino bianco; zucchero o cannella; vincotto PROCEDIMENTO: Unite tutti gli ingredienti, precedentemente olio e vino bianco messi a bollir con un pizzico di sale. Impastate, se serve aggiungere un po’ di farina e un po’ di acqua calda. Con un matterello stendete la sfoglia molto fine, tagliando delle strisce. Unite i lembi a distanza di un pizzico di dita con indice e pollice. Girate su se stessa la striscia unendo la massa in alcuni punti. Riportate le cartellate su un panno e fartele asciugare per 24 ore. Si possono friggere in olio bollente e colarle o cuocerle in forno. Mettete a bollire il vincotto diluito con un po’ di vino bianco o spumante, quando bolle immergete le cartellate ricoprendole con il vincotto per qualche minuto. Scolatele, mettetele in un vassoio e aggiungete dello zucchero o cannella e buccia di limone grattugiata. Raffreddate sono pronte per essere servite.

32 MOUSSE DI FRAGOLE (Elisa) Ingredienti: 400 gr di fragole 100 gr di zucchero 200 ml di panna per dolci PROCEDIMENTO: Lavate le fragole ed eliminate loro il picciolo, poi asciugatele per bene e tagliatele a pezzi. Mettete le fragole in un mixer con lo zucchero e frullate tutto. Mettete la panna fresca in un’ampia ciotola e mantenetela ben soda. Aggiungete alla panna i 2/3 della purea delle fragole. Mescolate con un cucchiaio, con un movimento dal basso verso l’alto per non smontare il tutto. Prendete 4 coppe, versate nel fondo la purea di fragole rimasta, ricoprite con la mousse e mettete in frigo per 30 minuti. Decorate le coppe con pezzi di fragole e foglioline di menta e servite.

33 MUFFIN ALLE FRAGOLE (Francesca) Ingredienti: 280 g di farina 150 g di fragole 3 cucchiai di lievito per dolci 120 g di zucchero 250 ml di latte intero 90 g di burro 20 fragole per stampini 1 pizzico di sale 1 bustina di vanillina Preparazione Visto che questa è una ricetta molto veloce impostiamo il forno a 200 c e imburriamo gli stampini per 12 muffin. Quando il forno raggiunge la temperatura mettiamo in una grande ciotola la farina, il lievito in polvere, la vanillina ed un pizzico di sale. Laviamo e tagliamo le fragole in un'altra ciotola, sbattiamo leggermente le uova, il latte e il burro fuso. Uniamo, quindi, gli alimenti secchi agli alimenti liquidi, Mescoliamo il tutto per amalgamarli. Mettiamo un cucchiaio di pastella in un pierrot, disponiamo le fettine di fragola intorno al pierrot e inforniamo per circa 25 minuti ed ecco subito i nostri muffin alla fragola.

34 Vi invitiamo a continuare il viaggio di Corto Circuito consumando alimenti a Km 0 !


Scaricare ppt "Anno scolastico 2014/2015 – Classe V^E Progetto GAL curato dalla: Biologa nutrizionista: Dott.ssa Teresa Loiacono Docente di scienze: Antonia Fiore Docente."

Presentazioni simili


Annunci Google