La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Informatica Abacus. Quando è nata la specializzazione ? –La specializzazione di Informatica è presente allITIS da quasi 20 anni, è stata istituita infatti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Informatica Abacus. Quando è nata la specializzazione ? –La specializzazione di Informatica è presente allITIS da quasi 20 anni, è stata istituita infatti."— Transcript della presentazione:

1 Informatica Abacus

2 Quando è nata la specializzazione ? –La specializzazione di Informatica è presente allITIS da quasi 20 anni, è stata istituita infatti nellA.s. 1985/86. I programmi sono sempre quelli di 20 anni fa? –Ovviamente no; la tipologie delle materie insegnate ed i programmi hanno subito varie modificazioni fino allattuale struttura denominata Informatica Abacus. Quante classi fanno oggi parte della specializzazione? –Nell'anno scolastico la specializzazione comprende 8 classi

3 Linformatica è presente in ogni specializzazione della scuola! –E vero! La diffusione dei calcolatori in ogni settore dell'attività umana ha spinto ad introdurre insegnamenti informatici in ogni indirizzo di studi degli Itis. Cosa differenzia quindi la specializzazione di Informatica dalle altre? –Mentre l'informatica appresa altrove è al servizio di altre discipline e tecnologie lo studente "Abacus" è condotto a fare un passo in avanti, specializzandosi nello studio del dialogo tra uomo e computer e nello studio del dialogo tra un computer e altri computer collegati in rete.

4 Analisi di sistemi di vario genere e progettazione dei programmi applicativi Progettazione software di sistemi industriali e di telecomunicazione Sviluppo di software per applicazioni di vario genere (sistemi di automazione e di acquisizione dati, banche dati, calcolo tecnico scientifico, sistemi gestionali) Progettazione di sistemi di elaborazione dati, anche in rete locale Sviluppo di applicazioni Internet

5 Le lezioni si svolgono nelle aule del reparto nuovo Un terzo delle ore di lezione vengono svolte in laboratorio In laboratorio sono sempre presenti due docenti (linsegnante della disciplina e lInsegnate Tecnico Pratico)

6

7 Tutti i laboratori sono dotati di Personal Computer collegati in rete dai quali è possibile l'accesso alla rete di Istituto e l'accesso Internet. Le attrezzature dei vari laboratori sono all'avanguardia, tanto che questi vengono richiesti per corsi di formazione e di specializzazione da parte di enti e istituzioni extra scolastiche.

8

9

10

11

12 Materie di studioIII annoIV annoV anno Religione - Attività alternative111 Lingua e lettere italiane333 Storia ed Educazione civica222 Educazione Fisica222 Lingua straniera (Inglese)333 Matematica6(2)5(2)4(2) Calcolo probabilità e statistica3(1) Elettronica e telecomunicazioni5(3) 6(3) Informatica6(3) Sistemi elab.e trasmiss. informazioni5(3)6(3) Totale ore settimanali36(12) Fra parentesi le ore di laboratorio Quadro orario

13 I contenuti delle discipline

14 Informatica

15 In terza si studiano le basi delanalisi e della programmazione facendo uso principalmente del linguaggio C e C++. In quarta si studiano le strutture dati più complesse e si forniscono le basi della programmazione a oggetti (in C++ e Java) In quinta si studia la gestione dei Data Base; si opera in rete locale e in Internet. In laboratorio si usano i linguaggi SQL, Visual Basic, ASP.

16 In tutto il corso del triennio si progettano e realizzano siti Internet interattivi e si usano i linguaggi HTML, javascript e la tecnologia ASP. Nel quinto anno è prevista unattività comune con le altre materie d'indirizzo al fine di realizzare tesine e approfondimenti per l'esame di stato. Sia al 3 o che al 4 o che al 5 o anno 6 ore di lezione di cui 3 di laboratorio

17 Fondamenti di programmazione –Codici e codifica dell'informazione –Algoritmi e loro rappresentazione –Variabili e costanti Fondamenti di linguaggio C –Introduzione al linguaggio C –Tipi di dati semplici –Tipi di dati strutturati –Algoritmi notevoli Fondamenti di programmazione di pagine web –Internet –Il software per i servizi di rete –I linguaggi per la rete

18 Tecniche avanzate di programmazione imperativa –La complessità computazionale degli algoritmi –Strutture dati dinamiche La programmazione orientata agli oggetti –Introduzione alla OOP: definizioni e concetti fondanti –La OOP con C++ –La OOP con Java Tecniche avanzate di programmazione web –Progettazione di un sito –Applet e web

19 Tecniche di organizzazione degli archivi –Archivi di dati Progettazione di database –Progettazione del software –Il modello dei dati –Le basi di dati Ambienti software per database –Il linguaggio SQL –La tecnologia Microsoft Access –Interfacce per database Web e database –Architettura client-server –Programmazione client-server per l'accesso a database

20 Il corso di Sistemi (cioè Sistemi per l'elaborazione e la trasmissione delle informazioni) nel triennio Informatica Abacus affronta, nelle tre classi, i seguenti temi: –Architetture degli Elaboratori e programmazione Assembler –Architetture dei Sistemi Operativi e programmazione in linguaggio C –Architetture delle Reti e programmazione in vari linguaggi (Visual Basic, CGI, Java, C, HTML ecc..)

21 una buona competenza sulla conoscenza, sul funzionamento e sulla manutenzione degli apparati interni (Hardware) di un elaboratore; una buona competenza per quanto riguarda la conoscenza, l'installazione, la configurazione e il funzionamento dei Sistemi Operativi (MsDos, Windows, Linux); una buona competenza sulla conoscenza, uso e programmazione di apparati e software di Rete (reti locali LAN e reti geografiche tipo Internet). Una buona parte del corso viene anche dedicata a problemi relativi l'interfacciamento con periferiche e la loro gestione (dal Joystick a sistemi a microprocessore su schede di I/O).

22 La materia viene svolta spesso in Laboratorio, la cui dotazione prevede un calcolatore per studente e ogni elaboratore connesso in rete, sia interna (intranet) che esterna (internet). Spesso le lezioni di laboratorio consistono di esercitazioni che possono anche essere svolte, in parte, a casa; non di rado le esercitazioni consistono in veri e propri programmi che gli studenti devono organizzare, scrivere e relazionare. Talvolta l'attività di laboratorio è svolta a gruppi

23 La quinta classe, di norma, deve sempre produrre una serie di approfondimenti per l'Esame di Stato, che gli studenti seguono sia singolarmente che in gruppo. La materia di Sistemi è spesso deputata alla revisione e alla cura del materiale d'esame e alla presentazione dei materiali prodotti dagli studenti.

24 Terza Classe: MsDos, MsWindows98, MsWindows2000 Pro, Ms MASM (Assembler), Borland TASM (Assembler), Borland C Quarta Classe: MsWindows98, Linux, MsWindows2000 Pro, MsDevStudio 6.0 (C, C++, VisualBasic), Borland C ( C ), JGPP e Rhide (C, C++). Quinta Classe: MsWindows98, Linux, MsWindows2000 Pro e Server, MsDevStudio 6.0 (C, C++, VisualBasic, InterDev), DreamWeaver, MsFrontPage 2000.

25 Le finalità della materia Elettronica nella specializzazione informatica sono quelle di fornire agli studenti i principi fondamentali della disciplina ponendo particolare attenzione a quegli argomenti che sono più strettamente connessi alle problematiche dellinformatica.

26 In particolare allinizio della terza classe si affronta lo studio dei fondamenti dellElettrotecnica con le regole, le leggi e i principi relativi. Nel secondo quadrimestre si inizia lo studio dellElettronica digitale, combinatoria e sequenziale per acquisire padronanza dei sistemi a logica cablata.

27 Nella classe quarta si continua con lo studio delle memorie, dei sistemi a logica programmabile in generale. Particolare riguardo si pone allanalisi dei sistemi basati su un microprocessore Intel che, pur appartenendo alla vecchia generazione, in quanto cuore del primo PC rimane un esempio molto importante per la comprensione dei più recenti modelli di microprocessore. Si passa quindi allo studio dei sistemi analogici con amplificatori operazionali e convertitori analogico – digitali. A questo argomento è dedicato praticamente lintero secondo quadrimestre che si conclude con alcuni cenni ai trasduttori più importanti per dare unidea più completa possibile di cosa sia un sistema di acquisizione dati.

28 Nella classe quinta si affronta lo studio dei circuiti lineari in regime sinusoidale per arrivare allanalisi dei segnali complessi e infine allutilizzo dei filtri. Successivamente lattenzione è rivolta ai sistemi di comunicazioni TDM e FDM (con alcuni cenni ai mezzi trasmessivi più importanti) e ai modem, almeno nelle loro caratteristiche essenziali. Durante tutto il corso degli studi si fa uso di computer per la simulazione del funzionamento dei circuiti, che naturalmente vengono anche realizzati in pratica in laboratorio.

29 Il programma dei tre anni è uguale per tutte le specializzazioni: Anche il monte ore è lo stesso e gli insegnanti di materie letterarie, allinizio di ogni anno scolastico, stabiliscono un programma comune. Durante il corso del triennio vengono effettuate visite guidate in Pinacoteca nellambito delle manifestazioni di Scuola in Galleria. Al quinto anno sono previste tesine e/o approfondimenti (anche interdisciplinari) da presentare allesame di stato. Italiano e Storia

30 A differenza delle altre specializzazioni, in Informatica Abacus è previsto solo linsegnamento della lingua Inglese, pertanto gli studenti che provengono dalla sezione di Francese faranno allinizio dellanno scolastico corsi di apprendimento. Il programma ha come finalità la conoscenza e luso dellInglese tecnico, per cui, dopo un terzo anno in cui si rinforzano le conoscenze linguistiche e grammaticali di base, al quarto e quinto anno lattenzione si pone sui termini tecnici specifici dellinformatica per arrivare a leggere e tradurre manuali di informatica e sistemi. Inglese

31 Entrambe queste discipline sono funzionali alle materie tecniche. Matematica prevede argomenti che sono comuni a tutte le specializzazioni e approfondimenti negli argomenti che vengono utilizzati in materie come sistemi e elettronica. Statistica (e Calcolo delle probabilità) è invece una materia specifica solo per lindirizzo informatico. Matematica e Statistica

32 Con lo studio della statistica gli allievi imparano a gestire grandi quantità di dati (che dovranno poi implementare in informatica). Mentre con calcolo delle probabilità imparano a gestire lincertezza che verrà poi interpretata nelle altre discipline come errore o disturbo nella trasmissione dei dati. Entrambe le discipline (Matematica e Statistica) prevedono poi ore di laboratorio in cui sgli studenti affrontano problemi specifici delle discipline (esempio la risoluzione di equazioni, il calcolo di medie, etc.) utilizzando i linguaggi di programmazione imparati in informatica. Matematica e Statistica

33 Collaborare con le aziende che producono i software più diversi, finalizzati ad esempio alla gestione dei sistemi automatici, delle banche dati, della contabilità delle imprese. Progettare pacchetti software complessi e curare la loro realizzazione anche coordinando equipe di programmatori. Collaborare a progetti riferiti a piccoli sistemi di elaborazione dati e allo sviluppo di risorse informatiche di piccole e grandi realtà produttive. Assistenza agli utenti finali e consulenza tecnica sono parte integrante del futuro lavoro del perito informatico. Occupazione

34 L'indirizzo di studi informatico "Abacus" offre l'opportunità di scegliere anche percorsi universitari; i corsi di laurea normalmente scelti sono Informatica e Ingegneria Informatica e la predisposizione allo studio di altre discipline tecniche di indirizzo offre l'opportunità di seguire con profitto i corsi anche di Ingegneria Elettronica, Statistica e Matematica.

35 Informatica.itis.pr.it


Scaricare ppt "Informatica Abacus. Quando è nata la specializzazione ? –La specializzazione di Informatica è presente allITIS da quasi 20 anni, è stata istituita infatti."

Presentazioni simili


Annunci Google