La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2009 : nuovo quadro dellimmigrazione in Italia e in Piemonte SINTESI Ufficio pastorale migranti Diocesi di Torino Direttore : Don Fredo Olivero.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2009 : nuovo quadro dellimmigrazione in Italia e in Piemonte SINTESI Ufficio pastorale migranti Diocesi di Torino Direttore : Don Fredo Olivero."— Transcript della presentazione:

1 2009 : nuovo quadro dellimmigrazione in Italia e in Piemonte SINTESI Ufficio pastorale migranti Diocesi di Torino Direttore : Don Fredo Olivero

2 indice Contesto globalizzazione : - Conseguenze villaggio globale - Prima definizione di immigrato - Flusso migratorio Italia di emigrati : regolarizzazione Italia Piemonte Scuola in Piemonte Europa a 27 Mondo del lavoro Nascite Identikit immigrato Emergenza rifugiati I clandestini Caratteristiche popolazione immigrata Perché partono? Investimenti pubblici Conclusioni Siti Internet

3 Globalizzazione Nel villaggio globale comunicazioni, commercio e finanza circolano liberamente

4 Conseguenze villaggio globale Società più sviluppate economicamente + classe dirigente terzo mondo Persone escluse dai benefici che diventano emigranti economici

5 Immigrato ? Prima definizione Persone che non accettano lemarginazione e tentano una via di uscita per diventare cittadini attivi del villaggio globale ( = migranti ) Persone richiedenti rifugio, vittime di fame, siccità, guerre (= rifugiati)

6 Flusso migratorio La grande maggioranza (57%) è interna alle aree mondiali di crisi (sud del mondo): Africa subsahariana, Medioriente, Sud est asiatico, Paesi ex unione sovietica, Sud America.

7 ITALIA DI EMIGRATI 26 MILIONI DI ESPATRI IN 100 ANNI (3/5 da Centro Nord) IN 100 ANNI (3/5 da Centro Nord) OGGI GLI ITALIANI ALLESTERO OGGI GLI ITALIANI ALLESTERO SONO 40 MILIONI SONO 40 MILIONI (27 MILIONI IN BRASILE) (27 MILIONI IN BRASILE) GRANDE ESPERIENZA GRANDE ESPERIENZA MIGRATORIA INTERNA MIGRATORIA INTERNA

8 Italia 2002 – 2003 : Regolarizzazione Legge BOSSI-FINI : domande SANATORIA ECCEZIONALE 2 settori : domestico,industriale Graduatoria città : Milano,Roma,Torino,Napoli,Brescia Torino: 20% di nati nel 2005 da genitori stranieri

9 Italia In 7 anni ha triplicato il numero di stranieri passando da 1,3 a quasi 5 milioni

10 Piemonte Dopo Lombardia,Lazio,Veneto,Toscana, Dopo Lombardia,Lazio,Veneto,Toscana, Emilia Romagna cè il Piemonte con stranieri (Torino ). Emilia Romagna cè il Piemonte con stranieri (Torino ). Comuni con maggior presenza : Comuni con maggior presenza : Bra,Alessandria,Mondovì,Asti,Novara, Bra,Alessandria,Mondovì,Asti,Novara, Casale,Alba,Fossano,Savigliano. Casale,Alba,Fossano,Savigliano. In provincia di Torino: In provincia di Torino: Moncalieri,Pinerolo,Ivrea Moncalieri,Pinerolo,Ivrea

11 Piemonte 2 Solo il 10% degli immigrati ha più di 45 anni, il resto è in età attiva al lavoro e fertile Solo il 10% degli immigrati ha più di 45 anni, il resto è in età attiva al lavoro e fertile Ringiovanimento popolazione Ringiovanimento popolazione

12 Piemonte 3 Occupati : 44% industria 42% servizi (famiglie) 8% commercio 6% agricoltura

13 Scuola in Piemonte A.S ,7% dellinfanzia 8,7% dellinfanzia 10,2 primaria 10,2 primaria 9,6 sec. I GRADO 9,6 sec. I GRADO 5,8 sec II GRADO 5,8 sec II GRADO 50% CRISTIANI 50% CRISTIANI 35% MUSULMANI 35% MUSULMANI 15% ALTRE RELIGIONI 15% ALTRE RELIGIONI Vedi slide nascite

14 Europa a 27 1) Germania 2) Francia 3) Spagna – Italia ( ) 4) Inghilterra 27 milioni in totale, nuovi ingressi allanno (Italia ) da Europa est, Maghreb,ex colonie inglesi e America latina (Peru, Ecuador). In Italia 190 nazionalità (160 a Torino !)

15 Il mondo del lavoro Favola metropolitana : gli immigrati non lavorano 73% tasso di attività lavorativa (pagano il 20% delle pensioni che quasi nessuno percepisce..) Nei servizi alla persona sono oltre 1 milione le donne lavoratrici Il numero di nuovi occupati nei settori delledilizia, dei servizi alla persona e dellagricoltura è in forte crescita. Fra 30 anni con questi ritmi si raggiunge la parità

16 nascite 2,51 tasso di natalita per ogni donna immigrata (donne italiane 1,26) A scuola tra 20 anni saranno quanto gli italiani…

17 Identikit immigrato Nellimmaginario collettivo è il disperato * In realtà si tratta di GIOVANI e ADULTI che nel proprio paese hanno casa e lavoro (classe media, operai qualificati,diplomati,piccoli proprietari terrieri, insegnanti,..) 12% laureato 28% diplomato 33% licenza media La metà sono donne Ha una buona capacità di adattamento

18 * EMERGENZA RIFUGIATI I disperati,le vittime di povertà,fame,violenza,disoccupazione si fermano nel proprio paese,spostandosi al max. dalla campagna alla città.. (VEDI SLIDE FLUSSO MIGRATORIO) Esiste una realtà emergenziale che emigra con visto e poi si ferma,che si lega ai viaggi organizzati dalla criminalità, ma costituisce una minoranza. Ai richiedenti asilo va data unaccoglienza dignitosa

19 Clandestini Gli emigrati per mare (presentati dai media come il problema) sono il 2% di tutti gli arrivi. Per rinviarli in patria si spende l80% dei fondi destinati agli stranieri

20 Caratteristiche popolazione immigrata Famiglie Famiglie Presenza massiccia di giovani adulti (50% donne) Presenza massiccia di giovani adulti (50% donne) Dispersa nel territorio Dispersa nel territorio Inserita per il 10% nel mercato del lavoro Inserita per il 10% nel mercato del lavoro Composta da minori Composta da minori

21 Perché partono ?? Poverta paesi sud del mondo Poverta paesi sud del mondo Guerre Guerre Acquisire beni non raggiungibili Acquisire beni non raggiungibili da chi resta da chi resta Fame Fame Disoccupazione Disoccupazione RAGIONI UFFICIALI

22 Perché partono ?? RAGIONI REALI - Ricerca FUTURO MIGLIORE - Sogno OCCIDENTE RICCO - LIBERTA e DIRITTI UMANI - Pari dignità UOMO-DONNA - Fuga ZONE DI GUERRA - Dimostrazione di essere UOMO-DONNA RIUSCITI - Cittadini attivi del VILLAGGIO GLOBALE

23 Investimenti pubblici 2005 : 144 MILIONI DI EURO 29 a sostegno 115 per contrastare limmigrazione irregolare (CPT,..) Per rimpatriare irregolari si sono spesi 1000 euro a testa, per integrare 4 milioni di regolari si sono spesi 13 euro a testa * *Senza volontariato la situazione sarebbe drammatica

24 Conclusioni PER AFFRONTARE IL PROBLEMA CI VUOLE UNA NUOVA POLITICA MIGRATORIA PROPOSTE : CONCEDERE VISTO PER RICERCA LAVORO RINNOVO PERMESSI AGLI ENTI LOCALI NUOVA FORME DI TRATTENIMENTO PER IDENTIFICAZIONE IL MIGRANTE E UNA RISORSA SE DIVENTA CITTADINO SE DIVENTA CITTADINO

25 siti di interesse


Scaricare ppt "2009 : nuovo quadro dellimmigrazione in Italia e in Piemonte SINTESI Ufficio pastorale migranti Diocesi di Torino Direttore : Don Fredo Olivero."

Presentazioni simili


Annunci Google