La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 5.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 5."— Transcript della presentazione:

1 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 5

2 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 2 Programmi, ovvero insiemi di istruzioni eseguite dal computer. Si divide in due categorie: –software di sistema DOS Windows Unix Linux Mac Operating System –software applicativo Pacchetto Microsoft Office Software

3 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 3 Software di sistema (Sistema Operativo) La sua funzione fondamentale è di gestire tutti i componenti del computer e di fornire linterfaccia tra il computer e lutente. Fanno parte del sistema operativo: il supervisore, che si occupa di caricare i programmi in memoria e di gestire le unità periferiche; i programmi che correggono gli errori; i programmi che si occupano di gestire le librerie di archivi elettronici; i programmi che si occupano di definire la configurazione hardware del sistema.

4 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 4 Software di sistema (Sistema Operativo) Le statistiche sui prodotti di mercato maggiormente in uso riportano per il 2008 questa situazione:

5 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 5 general purpose per affrontare temi di carattere generale, ad esempio,lautomazione dufficio,la progettazione, il publishing, la multimedialità. per la soluzione di problemi specifici in attività gestionali: –fatturazione, contabilità, paghe e stipendi, gestione dei magazzini, conti correnti bancari, anagrafe comunale. programmi multimediali che utilizzano contemporaneamente più tipi di dati: testi, immagini, animazioni, filmati, suoni. Aree di impiego: –editoria elettronica, insegnamento e autoistruzione, presentazioni, supporto al marketing e alle vendite. Software applicativo

6 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 6 Software applicativo Le statistiche sui prodotti di maggiormente in uso riportano per il 2008 questa situazione:

7 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 7 (G.U.I., Graphic User Interface) Linterfaccia visuale può essere utilizzata con programmi di base e con programmi applicativi e presuppone la disponibilità del mouse. Vantaggi : simboli e icone sono di facile comprensione; non è necessario ricordare la sintassi dei comandi associati alle varie funzioni; gli stessi simboli possono essere utilizzati in applicazioni diverse e diventare così degli standard.

8 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 8 Software applicativo Le statistiche sui motori di ricerca maggiormente in uso riportano per il 2008 questa situazione:

9 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 9 Analisi: studio del problema e individuazione della soluzione. Programmazione: il programma viene scritto utilizzando il linguaggio utente (esempio Basic), ossia un insieme di regole, di comandi e di vocaboli il più vicino possibile al modo di esprimersi dellutente. Viene in questo modo realizzato il programma sorgente; Fasi di sviluppo di un software Traduzione: conversione del programma nel linguaggio macchina, ossia nel linguaggio proprio dellelaboratore. Il programma tradotto si chiama programma oggetto. I programmi di traduzione utilizzati sono: – il compilatore, che traduce lintero programma – linterprete che traduce ed esegue una istruzione dopo laltra Test: il programma viene verificato mediante casi di prova per individuare e correggere possibili errori.

10 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 10 sw sorgenteeoggetto Prof. S.Razzicchia SW linguaggio soluzione di un problema scritta in un linguaggio tecnico dalluomo stessa soluzione tradotta dal sw linguaggio affinche possa essere eseguita dal computer

11 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 11 sw sorgenteeoggetto Scritto secondo le regole del linguaggio Comprensibile per personale specializzato Corregibile da personale specializzato NON eseguibile dal computer Tradotto secondo le regole del linguaggio Comprensibile solo dal computer NON Corregibile Eseguibile dal computer

12 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 12 Quiz

13 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 13 L'interfaccia grafica GUI a. Rende piu' intuitiva l'interazione con il computer b. Rende piu' veloce l'esecuzione dei programmi c. E' piu' complicata da usare perche' puo' essere usata solo dagli specialisti d. Non consente l'uso del mouse Un software applicativo è: a. Un programma gestionale particolare b. Un linguaggio di programmazione c. Un programma scritto a uso degli utenti, per far eseguire un particolare compito al computer

14 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 14 Cosè il sistema operativo? a. Un software applicativo b. Un software applicativo a uso aziendale c. Un software di sistema che gestisce le risorse hardware e software del computer Quale delle seguenti fasi dello sviluppo del software viene eseguita per prima? a. Compilazione b. Test c. Analisi d. Programmazione

15 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 15 Quali tra i seguenti sono sistemi operativi? a. Unix b. Internet Explorer c. Outlook Express d. Windows


Scaricare ppt "Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 5."

Presentazioni simili


Annunci Google