La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 4.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 4."— Transcript della presentazione:

1 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 4

2 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 2 Periferiche di input Le unità periferiche di input sono i dispositivi che permettono di immettere nel computer dati e comandi.

3 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 3 La sua funzione è quella di immettere nel sistema sequenze di caratteri e comandi. La tastiera più utilizzata è la Qwerty, il cui nome è dato dalla sequenza delle lettere dei primi 6 tasti. Periferiche di input: Tastiera

4 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 4 Il mouse indica, seleziona e sposta oggetti. Il mouse ha almeno due pulsanti posti sulla parte superiore. Ultimamente trovano ampia diffusione i mouse ottici. Periferiche di input: Mouse

5 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 5 E un dispositivo di puntamento. Lo spostamento del puntatore si ottiene facendo ruotare con le dita la sfera presente al suo interno. Il trackball può essere dotato di due o tre pulsanti aventi le stesse funzioni di quelli del mouse. Periferiche di input: Trackball

6 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 6 Dispositivo di puntamento: lo spostamento del puntatore si ottiene facendo scorrere il polpastrello di un dito su una superficie piana di piccole dimensioni. Periferiche di input: Touchpad

7 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 7 Il Joystick, o leva di comando, è costituito da una leva manovrabile manualmente munita di due o più pulsanti. Viene utilizzato soprattutto nei videogiochi. Periferiche di input: Joystick

8 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 8 Dispositivo che permette di realizzare lacquisizione digitale di fotografie, disegni e testi sotto forma di file immagine. Possiamo associare luso dello scanner a quello di programmi di riconoscimento dei caratteri, (detti OCR, Optical Character Recognition) o di elaborazione delle immagini. Periferiche di input: Scanner

9 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 9 E un lettore di codici a barre, ossia un dispositivo capace di leggere caratteri rappresentati da sequenze di linee verticali. Esempio: codici a barre sulle confezioni dei prodotti in un negozio. Periferiche di input: Penna ottica

10 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 10 Il microfono consente di acquisire in forma digitale un suono Periferiche di input: Microfono

11 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 11 Lettore di caratteri magnetici. Consente di leggere i caratteri registrati magneticamente. Esempio: banda magnetica delle tessere bancomat. Tastiera del telefono: in applicazioni di home banking come linserimento del numero del proprio conto corrente, lautolettura dei contatori dellacqua, della luce, del gas. Macchine fotografiche e le telecamere digitali. Periferiche di input: altri dispositivi

12 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 12 Periferiche di output Le periferiche di output sono le unità che ricevono dati dal computer.

13 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 13 Il monitor (o VDU - Visual Display Unit) : traduce in immagini i dati ricevuti dalla scheda grafica del computer. Le immagini sono costituite da puntini luminosi chiamati pixel. La risoluzione dello schermo è data dal numero di pixel che il monitor può visualizzare. Lunità in cui si misurano le dimensioni di un monitor è il pollice che equivale a circa 2,6 centimetri. Periferiche di output: Monitor

14 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 14 La stampante permette di ottenere una copia cartacea dei dati elaborati dal computer. Esistono vari tipi di stampanti: - stampanti ad aghi, in cui i caratteri e la grafica sono generati da un insieme di punti prodotti dal contatto tra la carta ed un nastro inchiostrato, mediante la pressione di piccoli aghi metallici contenuti in una testina mobile. Periferiche di output: Stampante

15 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 15 - stampanti a getto dinchiostro, in cui i caratteri e la grafica sono generati da microscopiche gocce di inchiostro espulse sulla carta da ugelli contenuti in una testina mobile. - stampanti laser, in cui i caratteri e la grafica sono generati con un processo simile a quello usato nelle fotocopiatrici. Periferiche di output: Stampante

16 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 16 Il plotter è un dispositivo simile alla stampante che consente di stampare su fogli di grandi dimensioni. Comunemente i plotter sono impiegati soprattutto nel campo scientifico per la produzione di grafici bidimensionali o nella grafica digitale. Periferiche di output: Plotter

17 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 17 Alcune periferiche di output come le casse, gli altoparlanti e le cuffie trovano un grande utilizzo nelle applicazioni multimediali e permettono di avere un output sonoro. Periferiche di output: Altri dispositivi

18 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 18 Periferiche input e output Periferiche che svolgono sia le funzioni di input che di output tra cui: modem, apparecchio per la trasmissione di dati lungo le linee telefoniche;

19 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 19 touchscreen schermi sensibili al tatto, su cui è possibile selezionare le opzioni presenti sullo schermo utilizzando il dito come puntatore; Periferiche input e output

20 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 20 dispositivi che hanno la possibilità sia di leggere che di scrivere caratteri magnetici (es. terminali selfservice bancari); Periferiche input e output

21 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 21 Dispositivi di memoria caratterizzati da una capacità di immagazzinare dati molto elevata, grazie alla quale le informazioni, i programmi e i dati presenti nella memoria RAM possono essere memorizzati in maniera permanente. Memorie secondarie o di massa

22 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 22 Memorie di massa: Disco rigido Disco rigido o hard disk. E per dimensione il più importante esempio di memoria secondaria; la sua capacità arriva a decine di gigabyte (Gb). E formato da dischi magnetici rigidi posti allinterno di un rivestimento protettivo. I dati sono registrati in forma magnetica.

23 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 23 Memorie di massa: Floppy disk E il supporto di memorizzazione più diffuso per trasferire dati da un computer ad un altro, sono economici e facili da trasportare; la quantità di informazioni memorizzabile è limitata ( dischetti da 3,5 pollici con capacità di 1,44 Mb).

24 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 24 CD (circa 700 Mb). Ci sono tre tipi differenti di cd: CD-ROM (compact disk-read only memory) - non possono essere masterizzati dallutente ma solo letti un numero illimitato di volte; CD-R (compact disk recordable)- possono essere masterizzati una sola volta e successivamente letti un numero illimitato di volte; CD-RW (compact disk re-writable) - possono essere sia masterizzati che letti innumerevoli volte. Memorie di massa: CD e DVD Dischi a lettura ottica

25 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 25 il DVD (digital versatile disk) può contenere da un minimo di 4.7 GB ad un massimo di 17 GB di informazioni. Ne esistono diverse tipologie: Scrivibili (una sola volta) riscrivibili (più volte) pre-registrati (non scrivibili). Un DVD può contenere audio, video o dati, ad esempio sotto forma di programmi multimediali. Memorie di massa: CD e DVD Dischi a lettura ottica

26 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 26 zip disk - stesso aspetto del floppy ma capacità di megabyte; data-cartridge, cartucce a nastro magnetico utilizzate per fare delle copie di backup dei dischi rigidi; Memorie di massa: altri supporti

27 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 27 Nastri su cui vengono registrati dati e programmi in modo sequenziale; per pervenire alle informazioni desiderate bisogna prima scorrere le informazioni precedenti Memorie di massa: Nastri magnetici

28 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 28 Le unità di memoria mobili (penne USB) che vengono collegate al computer tramite la porta USB (universal serial bus). Hanno forme diverse e capacità variabili da 32 MB a 4GB. Memorie di massa: Pen drive

29 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 29 Formattazione Prima di essere utilizzati per la prima volta, i dischi magnetici devono essere formattati, vale a dire predisposti alla registrazione dei dati. Loperazione può essere eseguita anche successivamente, per pulire il disco da tutte le registrazioni effettuate in precedenza. La formattazione svolge le seguenti funzioni: cancella gli eventuali dati registrati in precedenza; verifica se le aree di registrazione non hanno difetti; prepara le aree di registrazione per limmissione di nuovi dati.

30 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 30 Nel case sono normalmente alloggiati i seguenti componenti: la Motherboard, la base sulla quale vengono fissati tutti gli altri componenti lUnità Centrale di Elaborazione la Memoria centrale,lhard disk, il floppy disk, il lettore CD. Altre unità presenti possono essere: la porta di tipo USB (Universal Serial Bus), che collega unità periferiche di tipo digitale a elevata velocità; il bus, i componenti che costituiscono il canale per la trasmissione dei dati tra le varie unità; il masterizzatore.

31 Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 31 Quiz


Scaricare ppt "Univ. Studi di Roma FORO ITALICO Prof. Stefano Razzicchia 1 UNIVERSITA STUDI DI ROMA FORO ITALICO Corso di Laurea Triennale INFORMATICA Lez. 4."

Presentazioni simili


Annunci Google