La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FATTORI AMBIENTALI SUOLO ACQUA ARIA FLORA FAUNA BIODIVERSITA PAESAGGIO 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FATTORI AMBIENTALI SUOLO ACQUA ARIA FLORA FAUNA BIODIVERSITA PAESAGGIO 1."— Transcript della presentazione:

1 FATTORI AMBIENTALI SUOLO ACQUA ARIA FLORA FAUNA BIODIVERSITA PAESAGGIO 1

2 IL VALORE SOCIALE DEI FATTORI AMBIENTALI E MISURATO DAL VALORE ECONOMICO TOTALE 2

3 DISPONIBILITA A PAGARE (DAP) - PREZZO DI MERCATO – SURPLUS DEL CONSUMATORE Prezzo 0 P* Quantità PaPa PbPb (1)= Spesa totale (2)= Surplus del consumatore (1)+(2) = Beneficio totale (2) (1) 3

4 PREZZO DI MERCATO E DISPONIBILITA A PAGARE La disponibilità a pagare è la somma della spesa totale per lacquisto di un bene più la rendita del consumatore Il prezzo di mercato non comprende il valore delle esternalità e dei beni pubblici 4

5 ESTERNALITA Esternalità positiva (economia esterna) Beneficio che un agente economico determina a favore di un terzo senza riceverne compenso Esternalità negativa (diseconomia esterna) Danno che un agente economico procura a un terzo senza corrispondere risarcimento 5

6 CONSEGUENZA DELLE ESTERNALITA Vengono prodotti meno benefici e più danni di quanto le persone desidererebbero Prima causa del fallimento del mercato 6

7 TIPOLOGIE DI ESTERNALITA IN AGRICOLTURA 7

8 BENI PUBBLICI In economia, un bene pubblico è un bene che è difficile, o impossibile, produrre per trarne un profitto privato. Per definizione, un bene pubblico è caratterizzato da:economiabeneprofitto Assenza di rivalità nel consumo - il consumo di un bene pubblico da parte di un individuo non implica l'impossibilità per un altro individuo di consumarlo, allo stesso tempo (si pensi ad esempio a forme d'arte come la musica, o la pittura); Non escludibilità nel consumo - una volta che il bene pubblico è prodotto, è difficile o impossibile impedirne la fruizione da parte di consumatori (si pensi ad esempio all'illuminazione stradale). Beni pubblici puri possiedono in senso assoluto tali proprietà. D'altra parte, poiché i beni pubblici puri sono rari (sebbene includano importanti casi quali il sistema dei diritti di proprietà o la difesa nazionalediritti di proprietàdifesa nazionale 8

9 CONSEGUENZE DEI BENI PUBBLICI Sollecitano il comportamento del free rider (scroccone), quindi non conviene produrne nella quantità desiderata dalle persone Seconda causa di fallimento del mercato 9

10 CAUSE DEL FALLIMENTO DEL MERCATO 1.Esternalità 2.Beni pubblici 3.Carenza di conoscenza e informazione 4.Orizzonte temporale lungo e problemi intergenerazionali 10

11 VALORE ECONOMICO TOTALE Valore Economico Totale (VET) = Valore dUso Reale (VUR) + Valore dOpzione (VO) + Valore dEsitenza (VE) 11

12 VALORE DUSO REALE Utilità che si trae dalluso del bene: Prodotti ottenuti dalla coltivazione della terra Prodotti spontanei (raccolta di funghi, pesca caccia ecc) Benessere fisico e spirituale ricavato da una passeggiata in campagna 12

13 VALORE DOPZIONE Utilità derivata dalluso potenziale del bene: Uso personale Uso di altri per i quali si prova un sentimento di simpatia e solidarietà: parenti, amici, conterranei, umanità Uso futuro (irreversibilità, incertezza, unicità): discendenti, generazioni future 13

14 VALORE DESISTENZA Visione non antropocentrica Riconoscimento di un valore intrinseco di esistenza indipendente dalluso che se ne può fare. LUomo come custode della Natura 14

15 METODI DI VALUTAZIONE DEL VET Preferenze rilevate 1.Valore edonico 2.Costo del viaggio Preferenze espresse 1.Valutazione contingente 15

16 VALORE EDONICO Il valore degli immobili (terreni e fabbricati) dipende da: Utilità diretta (produzione agricola, alloggio) Servizi (trasporti, scuole, centri commerciali, luoghi per il tempo libero) Qualità ambientale (parchi, aria pulita, paesaggio ecc.) 16

17 DETERMINAZIONE DEL VALORE EDONICO A) Stima dellincidenza della qualità ambientale sul valore dellimmobile B) Stima della disponibilità a pagare per la qualità ambientale 17

18 A) Stima dellincidenza della qualità ambientale sul valore dellimmobile Stima mediante regressione multipla della seguente funzione: Vi = f (U,S,A) dove: Vi = valore dellimmobile U = utilità diretta S = Servizi A = qualità ambientale 18

19 STIMA DELLINCIDENZA DELLA QUALITA AMBIENTALE SUL VALORE DELLIMMOBILE Prezzo della proprietà, PP Livello di inquinamento Qualità ambientale, E Pendenza di PP P P 19

20 STIMA DELLA DISPONIBILITA A PAGARE PER LA QUALITA AMBIENTALE La disponibilità a pagare per la qualità ambientale è ricavata dalla pendenza della curva Valore immobiliare/qualità ambientale 20

21 STIMA DELLA DISPONIBILITA A PAGARE PER LA QUALITA AMBIENTALE Livello di inquinamento Qualità ambientale, E A B PP, D AP D AP 0 F G E0E0 PI 0 PI I EIEI Pendenza di PP 21

22 COSTO DEL VIAGGIO Stima la disponibilità a pagare la qualità ambientale in funzione della spesa sostenuta per visitare un determinato sito Viene generalmente utilizzato per valutare parchi e luoghi ricreativi ubicati fuori città 22

23 COSTO DEL VIAGGIO APPROCCIO ZONALE 1.Si suddivide il bacino di utenza in fasce concentriche poste a distanza crescente dal sito 2.Si calcola per ciascuna fascia lincidenza percentuale dei visitatori sulla popolazione totale 3.Si rileva e si calcola il costo mediamente sostenuto dai visitatori provenienti da ciascuna fascia 4.Si stima la funzione tra la percentuale di visitatori (Si) e il costo sostenuto (Ci) Si = f (Ci) 5.Utilizzando la funzione trovata si ricalcolano le percentuali di visitatori considerando un biglietto dingresso progressivamente crescente 6.Larea sottesa alla nuova funzione trovata rappresenta il surplus del consumatore 7.Capitalizzando il surplus si ottiene il valore ricreazionale del sito 23

24 COSTO DEL VIAGGIO APPROCCIO ZONALE Dati rilevati Zone (x)(y) Costo totale (tcz)% visitatori (Vz) 150,870, ,430, ,500, ,660, ,210, ,650,004 24

25 COSTO DEL VIAGGIO APPROCCIO ZONALE Esempio di elaborazione dei dati Costo bigliettoN° Vis Zona 1AGGREGATO

26 DETERMINAZIONE DEL COSTO DEL VIAGGIO Il costo del viaggio comprende: Il costo del mezzo di trasporto (generalmente automobile) Costi aggiuntivi (pedaggi, parcheggi, pranzo ecc.) Costo del tempo impiegato (costo opportunità) 26

27 VALUTAZIONE CONTINGENTE Consiste nella creazione di un mercato virtuale nel quale un campione rappresentativo di fruitori può esprimere la disponibilità a pagare per beni non scambiabili sul mercato 27

28 VALUTAZIONE CONTINGENTE FASI 1.Definizione del mercato virtuale 2.Rilevazione delle offerte 3.Calcolo della disponibilità a pagare 4.Stima della curva di domanda 5.Calcolo del valore complessivo 6.Valutazione della rispondenza dei risultati 28

29 VALUTAZIONE CONTINGENTE IDENTIFICAZIONE DEL MERCATO Scelta della popolazione che si ritiene influenzata dal bene (locale, nazionale, internazionale) Identificazione del campione e della modalità dellintervista (face to face, internet, postale, telefonica) Scelta della numerosità del campione ( ) 29

30 VALUTAZIONE CONTINGENTE DESCRIZIONE DEL MERCATO Descrizione dettagliata e realistica del bene oggetto di valutazione ed esplicitazione del mezzo di pagamento: biglietto di ingresso, tassa, finanziamento pubblico, o di organismi privati senza scopo di lucro 30

31 VALUTAZIONE CONTINGENTE RILEVAZIONE DELLE OFFERTE Sono rilevate mediante questionario nel quale sono assunte informazioni riguardanti lintervistato (età, professione, reddito, struttura famiglia ecc.) Per la disponibilità a pagare sono previste diverse modalità di rilevazione che possono influenzare notevolmente i risultati: Offerta libera Proposta di un valore progressivamente crescente fino alla determinazione del valore massimo accettato Scelta nellambito di un intervallo di valori Accettazione o rifiuto di un valore fisso predeterminato 31

32 VALUTAZIONE CONTINGENTE CALCOLO DELLA DISPONIBILITA A PAGARE Si assume il valore medio o mediano eliminando le risposte strategiche o di protesta (valori molto elevati o prossimi allo zero) e incoerenti con le altre risposte al questionario che in sostanza derivano dal rifiuto o dallincomprensione allesperimento 32

33 VALUTAZIONE CONTINGENTE STIMA DELLA FUNZIONE DI DOMANDA Ha lo scopo di valutare linfluenza sulla disponibilità a pagare di alcune variabili significative (reddito, età grado di istruzione, facilità di fruizione del bene ecc) per verificare il grado di coerenza dellesperimento 33

34 VALUTAZIONE CONTINGENTE CALCOLO DEL VALORE COMPLESSIVO Il valore totale si ottiene moltiplicando il valore medio o mediano per il numero di persone o famiglie della popolazione prescelta Il valore trovato viene capitalizzato per un orizzonte temporale, generalmente illimitato 34

35 VALUTAZIONE CONTINGENTE VALUTAZIONE DELLA RISPONDENZA DEI RISULTATI Lattendibilità dei risultati è valutata in relazione ai seguenti parametri: Numerosità delle risposte strategiche o di protesta Grado di realtà del mercato virtuale Confronto con altri esperimenti 35

36 VALUTAZIONE CONTINGENTE PUNTI CRITICI 1.Incorporamento: salvare un esemplare di balena come simbolo di tutte le balene o addirittura di tutti gli animali in pericolo di estinzione 2.Frequenza di risposte strategiche causate dallipoteticità del mercato; questo inconveniente può essere limitato strutturando bene lesperimento (forme di elicitazione) 3.Elevato costo dovuto alla numerosità richiesta delle interviste 36


Scaricare ppt "FATTORI AMBIENTALI SUOLO ACQUA ARIA FLORA FAUNA BIODIVERSITA PAESAGGIO 1."

Presentazioni simili


Annunci Google