La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le radiazioni ionizzanti Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le radiazioni ionizzanti Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia."— Transcript della presentazione:

1 Le radiazioni ionizzanti Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

2 Lo spettro elettromagnetico Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

3 Esposizione alle radiazioni Le radiazioni ionizzanti sono da sempre parte dellambiente Insieme alle sorgenti radioattive naturali presenti nella crosta terrestre e alla radiazione cosmica, le sorgenti realizzate dalluomo contribuiscono alla nostra continua esposizione alle radiazioni ionizzanti Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

4 Esposizione alle radiazioni ionizzanti paesi avanzati Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

5 Un tubo radiogeno, durante il suo funzionamento, emette un fascio di raggi X che investe il corpo del paziente, lo attraversa e ne fuoriesce, indebolito in intensità, ma non in energia, per formare limmagine radiologica. Tali fotoni possono essere assorbiti dal mezzo che attraversano depositando localmente la loro energia. Si definisce Dose Assorbita il rapporto tra lenergia di radiazione impartita ad un certo volume divisa per la sua massa; si misura in Gray (Gy) Concetto di dose in radiologia Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

6 La definizione di esposizione per motivi professionali comporta la accettazione della possibilità di assorbire una dose ma non ne comporta la necessità. Il sistema di radioprotezione nella esposizione professionale ha lo scopo di ridurre per quanto possibile la dose assorbita. I limiti di dose stabiliti per legge sono un riferimento non una giustificazione per lesposizione. Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

7 Il T.S.R.M. è un professionista, laureato, che col suo operato favorisce la radioprotezione del paziente e di conseguenza tutela anche se stesso. Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

8 La radioprotezione è la scienza che studia gli effetti della radiazione al fine di tutelare la salute delluomo e di salvaguardare lambiente Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

9 I principi fondamentali della radioprotezione pratica In pratica la limitazione delle dosi assorbite si ottiene con i 3 grandi principi: Tempo Distanza Schermatura Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

10 Minore è il tempo di esposizione minore è la dose assorbita Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

11 La distanza: esempio – radiografie ai letti Distanza: 4 m Una radiografia con 110 kV p 20 mAs comporta un assorbimento di dose di circa nSv a 4 m di distanza (nostre misure): occorrono circa radiografie per avere una dose pari a 6 mSv – limite di dose per personale esposto per ragioni professionali in categoria B; occorrono circa 5000 radiografie per avere una dose di 0.1 mSv – minima dose misurabile dai servizi di dosimetria personale. Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

12 La schermatura Un materiale posto lungo la traiettoria di un fascio di fotoni ne diminuisce lintensità. Su questo principio si basa la schermatura. La schermatura è sempre da utilizzare quando tempo di esposizione e distanza dalla sorgente non bastano a ridurre sufficientemente la dose assorbita. Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

13 Barriere Murarie Strutture edilizie, stanze dedicate, …… Strutture edilizie, stanze dedicate, ……Strutturali paratie mobili, schermi allapparecchiatura, …… paratie mobili, schermi allapparecchiatura, ……Personali camici piombiferi, occhiali, guanti, collari tiroidei. camici piombiferi, occhiali, guanti, collari tiroidei. Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

14 VETRO PIOMBIFERO DI 2 mm CAMICI PIOMBIFERI DI 0.5 mm PARETI E PORTE PIOMBATE Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

15 SALA TC UNA SALA DIAGNOSTICA PRESENTA TUTTE LE BARRIERE UNTILI ALLA RADIOPROTEZIONE CAMICE PIOMBIFERO VETRO PIOMBATO PARETI PIOMBATE PORTA PIOMBATA SCHERMI INTERNI NELLAPPARECCHIATURA Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

16 La legge tutela gli operatori e i pazienti Monitoraggio delle dosi assorbite (dosimetria) Controllo dei luoghi di lavoro (radioprotezione ambientale) Controllo di qualità delle apparecchiature Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

17 Le dosi assorbite dagli operatori sono costantemente monitorate Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia

18 NON BISOGNA AVERE PAURA DELLE RADIAZIONI LE RADIAZIONI, SE LE CONOSCI, E METTI IN PRATICA I PRINCIPI DELLA RADIOPROTEZIONE SONO SICURAMENTE MENO DANNOSE DEI DANNI PRODTTI DA: Viaggi in aereo Esposizioni prolungate ai raggi solari AlcoolFumoDroga Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia


Scaricare ppt "Le radiazioni ionizzanti Dr. Danna Giovanni TSRM Servizio di Fisica Sanitaria Spedali Civili di Brescia."

Presentazioni simili


Annunci Google