La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 FORMAZIONE GENERALE SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROGETTI: E-CIBUS UM, MITIC.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 FORMAZIONE GENERALE SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROGETTI: E-CIBUS UM, MITIC."— Transcript della presentazione:

1 1 FORMAZIONE GENERALE SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROGETTI: E-CIBUS UM, MITIC

2 2 ELENCO DEGLI ARGOMENTI Storia del Servizio civile Volontario: dall'obiezione di coscienza al servizio civile; I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale.

3 3 ELENCO DEGLI ARGOMENTI Storia del Servizio civile Volontario: dall'obiezione di coscienza al servizio civile; I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. L'organizzazione del servizio civile: l'Ufficio Nazionale.

4 4 ELENCO DEGLI ARGOMENTI Storia del Servizio civile Volontario: dall'obiezione di coscienza al servizio civile; I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Il Servizio Civile Volontario in Italia e all'estero: ambiti e settori d'intervento. L'organizzazione del servizio civile: l'Ufficio Nazionale.

5 5 ELENCO DEGLI ARGOMENTI Storia del Servizio civile Volontario: dall'obiezione di coscienza al servizio civile; I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Il Servizio Civile Volontario in Italia e all'estero: ambiti e settori d'intervento. L'organizzazione del servizio civile: l'Ufficio Nazionale. Il volontario: conoscenze, competenze, ambiti d'intervento, atteggiamenti e buone prassi, il learning by doing, il lavoro di gruppo.

6 6 Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile

7 7 LEGGE 31 MAGGIO 1975 N. 191: NUOVE NORME PER IL SERVIZIO DI LEVA (GURI N. 154 DEL 13 GIUGNO 1975) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile

8 8 LEGGE 31 MAGGIO 1975 N. 191: NUOVE NORME PER IL SERVIZIO DI LEVA (GURI N. 154 DEL 13 GIUGNO 1975) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Concessione del ritardo annuale dalla prestazione del Servizio alle Armi per motivi di studio (art. 19)

9 9 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile

10 10 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile risponde al dovere costituzionale di difesa della Patria e ordinato ai fini enunciati nei "Principi fondamentali" della Costituzione (art. 1)

11 11 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile rispondente al dovere costituzionale di difesa della Patria e ordinato ai fini enunciati nei "Principi fondamentali" della Costituzione (art. 1) l'obiettore può indicare le proprie scelte in ordine all'area vocazionale e al settore d'impiego (art. 4 comma 2)

12 12 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile I cittadini che prestano servizio civile ai sensi della presente legge godono degli stessi diritti dei cittadini che prestano il servizio militare di leva (art. 6 comma 1)

13 13 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile I cittadini che prestano servizio civile ai sensi della presente legge godono degli stessi diritti dei cittadini che prestano il servizio militare di leva (art. 6 comma 1) Riconoscimento dell'anzianità lavorativa (art. 6 comma 2)

14 14 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile I cittadini che prestano servizio civile ai sensi della presente legge godono degli stessi diritti dei cittadini che prestano il servizio militare di leva (art. 6 comma 1) Riconoscimento dell'anzianità lavorativa (art. 6 comma 2) valutato nei pubblici concorsi con lo stesso punteggio che le commissioni esaminatrici attribuiscono per i servizi prestati negli impieghi civili presso enti pubblici (art. 6 comma 3)

15 15 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile è istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (art. 8 comma 1)

16 16 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile è istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (art. 8 comma 1) LUfficio deve stipulare convenzioni con Amministrazioni dello Stato, enti o organizzazioni pubblici e privati (art. 8 comma 2 lett. b)

17 17 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile è istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (art. 8 comma 1) LUfficio deve stipulare convenzioni con Amministrazioni dello Stato, enti o organizzazioni pubblici e privati (art. 8 comma 2 lett. b) promuovere e curare la formazione e l'addestramento degli obiettori (art. 8 comma 2 lett. C)

18 18 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Per un periodo massimo di due anni dalla data di entrata in vigore della presente legge l'Ufficio di cui al comma 1 si avvale della collaborazione del Ministero della difesa ai fini della gestione annuale del contingente (art. 8 comma 5)

19 19 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Per un periodo massimo di due anni dalla data di entrata in vigore della presente legge l'Ufficio di cui al comma 1 si avvale della collaborazione del Ministero della difesa ai fini della gestione annuale del contingente (art. 8 comma 5) Possibilità di partecipare a missioni umanitarie (art. 9)

20 20 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Gli enti e le organizzazioni pubblici e privati che intendano concorrere all'attuazione del servizio civile mediante l'attività degli obiettori di coscienza, per essere ammessi alla convenzione con l'Ufficio nazionale per il servizio civile, devono possedere i seguenti requisiti: a) assenza di scopo di lucro; b) corrispondenza tra le proprie finalità istituzionali e quelle di cui all'articolo 8, comma 2, lettera b; c) capacità organizzativa e possibilità di impiego in rapporto al servizio civile; d) aver svolto attività continuativa da non meno di tre anni (art. 11 comma 1)

21 21 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile In nessun caso l'obiettore può essere utilizzato in sostituzione di personale assunto o da assumere per obblighi di legge o per norme statutarie organiche dell'organismo presso cui presta servizio civile. (art. 11 comma 4)

22 22 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile A coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile è vietato detenere ed usare le armi. A coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile è vietato partecipare ai concorsi per larruolamento nelle Forze armate, nell'Arma dei carabinieri, nel Corpo della Guardia di finanza, nella Polizia di Stato, nel Corpo di polizia penitenziaria e nel Corpo forestale dello Stato o per qualsiasi altro impiego che comporti l'uso delle armi. (art. 15 comma 6/7)

23 23 LEGGE 8 LUGLIO 1998 N. 230: NUOVE NORME IN MATERIA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA (GURI N. 163 DEL 15 LUGLIO 1998) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Il cittadino che presta servizio civile non può assumere impieghi pubblici e privati, iniziare attività professionali, né iscriversi a corsi o a tirocini propedeutici ad attività professionali che impediscano il normale espletamento del servizio. (art. 16 comma 1)

24 24 LEGGE 23 AGOSTO 2004 N. 226: "SOSPENSIONE ANTICIPATA DEL SERVIZIO OBBLIGATORIO DI LEVA E DISCIPLINA DEI VOLONTARI DI TRUPPA IN FERMA PREFISSATA, NONCHE' DELEGA AL GOVERNO PER IL CONSEGUENTE COORDINAMENTO CON LA NORMATIVA DI SETTORE. (GURI N. 204 DEL 31 AGOSTO 2004) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile

25 25 LEGGE 23 AGOSTO 2004 N. 226: "SOSPENSIONE ANTICIPATA DEL SERVIZIO OBBLIGATORIO DI LEVA E DISCIPLINA DEI VOLONTARI DI TRUPPA IN FERMA PREFISSATA, NONCHE' DELEGA AL GOVERNO PER IL CONSEGUENTE COORDINAMENTO CON LA NORMATIVA DI SETTORE. (GURI N. 204 DEL 31 AGOSTO 2004) Storia del Servizio civile Volontario: dall'Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Le chiamate per lo svolgimento del servizio di leva sono sospese a decorrere dal 1 gennaio Fino al 31 dicembre 2004 sono chiamati a svolgere il servizio di leva, anche in qualità di ausiliari nelle Forze di polizia ad ordinamento militare e civile e nelle amministrazioni dello Stato, i soggetti nati entro il La durata del servizio di leva e' quella stabilita dalle disposizioni vigenti (art. 1)

26 26 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale.

27 27 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. E' istituito il servizio civile nazionale finalizzato a: a) concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari; b) favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale; (art. 1)

28 28 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. c) promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli; d) partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, anche sotto l'aspetto dell'agricoltura in zona di montagna, forestale, storico- artistico, culturale e della protezione civile; (art. 1)

29 29 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. e) contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all'estero. (art. 1)

30 30 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. e) contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all'estero. (art. 1) A decorrere dalla data della sospensione del servizio obbligatorio militare di leva, il servizio civile è prestato su base esclusivamente volontaria. (art. 2 comma 1)

31 31 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Gli enti e le organizzazioni privati che intendono presentare progetti per il servizio civile volontario devono possedere i seguenti requisiti: a) assenza di scopo di lucro; b) capacità organizzativa e possibilità d'impiego in rapporto al servizio civile volontario; c) corrispondenza tra i propri fini istituzionali e le finalità di cui all'articolo 1; d) svolgimento di un'attività continuativa da almeno tre anni. (art. 3)

32 32 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Sono ammessi a prestare servizio civile su base volontaria, della durata di dodici mesi: a)le cittadine italiane che ne fanno richiesta e che al momento di presentare la domanda hanno compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventiseiesimo; b) i cittadini riformati per inabilità al servizio militare, anche successivamente alla chiamata alle armi o in posizione di congedo illimitato provvisorio, se non hanno superato il ventiseiesimo anno d'età. (art. 5 comma 4)

33 33 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Compiti dellUfficio Nazionale (art. 7)

34 34 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Compiti dellUfficio Nazionale (art. 7) Il servizio civile può essere svolto all'estero presso sedi ove sono realizzati progetti di servizio civile da parte di amministrazioni ed enti, nell'ambito di iniziative assunte dall'Unione europea in materia di servizio civile, nonché in strutture per interventi di pacificazione e cooperazione fra i popoli, istituite dalla stessa Unione europea o da organismi internazionali operanti con le medesime finalità ai quali l'Italia partecipa. (art. 9 comma 1)

35 35 LEGGE 6 MARZO 2001 N. 64: ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE (GURI N. 68 DEL 22 MARZO 2001) 06/03/2001 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Le Università degli studi possono riconoscere crediti formativi, ai fini del conseguimento di titoli di studio da esse rilasciati, per attività formative prestate nel corso del servizio civile o militare di leva rilevanti per il curriculum degli studi. (art. 10 comma 3)

36 36 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale.

37 37 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Sono ammessi a svolgere il servizio civile, a loro domanda, senza distinzioni di sesso i cittadini italiani, muniti di idoneità fisica, che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventottesimo. (art. 3 comma 1)

38 38 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Sono ammessi a svolgere il servizio civile, a loro domanda, senza distinzioni di sesso i cittadini italiani, muniti di idoneità fisica, che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventottesimo. (art. 3 comma 1) la durata del servizio può essere prevista o articolata per un periodo maggiore o minore in relazione agli specifici ambiti e progetti di impiego. (art. 3 comma 2)

39 39 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Lorario di svolgimento del servizio è stabilito in relazione alla natura del progetto, e prevede comunque un impegno settimanale complessivo compreso tra un minimo di trenta ed un massimo di trentasei ore. (art. 3 comma 4)

40 40 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Lorario di svolgimento del servizio è stabilito in relazione alla natura del progetto, e prevede comunque un impegno settimanale complessivo compreso tra un minimo di trenta ed un massimo di trentasei ore. (art. 3 comma 4) Presso lUfficio nazionale per il servizio civile è tenuto l'albo nazionale al quale possono iscriversi gli enti e le organizzazioni in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 3, della legge 6 marzo 2001, n. 64. (art. 5 comma 1)

41 41 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Le domande di ammissione al servizio civile non accolte possono essere ripresentate. Non può presentare domanda il giovane che ha in corso con lente rapporti di lavoro subordinato e di collaborazione coordinata e continuativa ovvero che abbia avuto tali rapporti nellanno precedente. (art. 8 comma 2)

42 42 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Le domande di ammissione al servizio civile non accolte possono essere ripresentate. Non può presentare domanda il giovane che ha in corso con lente rapporti di lavoro subordinato e di collaborazione coordinata e continuativa ovvero che abbia avuto tali rapporti nellanno precedente. (art. 8 comma 2) Coloro i quali hanno prestato servizio civile nazionale non possono presentare ulteriore domanda. (art. 8 comma 3)

43 43 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Lattività svolta nellambito dei progetti di servizio civile non determina linstaurazione di un rapporto di lavoro e non comporta la sospensione e la cancellazione dalle liste di collocamento o dalle liste di mobilità. (art. 9 comma 1)

44 44 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Lattività svolta nellambito dei progetti di servizio civile non determina linstaurazione di un rapporto di lavoro e non comporta la sospensione e la cancellazione dalle liste di collocamento o dalle liste di mobilità. (art. 9 comma 1) LUfficio nazionale, tramite l'ISVAP, provvede a predisporre condizioni generali di assicurazione per i rischi connessi allo svolgimento del servizio civile. (art. 9 comma 3)

45 45 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Il periodo di servizio civile è riconosciuto valido, a tutti gli effetti, per l'inquadramento economico e per la determinazione dell'anzianità lavorativa ai fini del trattamento previdenziale del settore pubblico e privato. (art. 9 coma 4)

46 46 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Il periodo di servizio civile è riconosciuto valido, a tutti gli effetti, per l'inquadramento economico e per la determinazione dell'anzianità lavorativa ai fini del trattamento previdenziale del settore pubblico e privato. (art. 9 coma 4) L'assistenza sanitaria agli ammessi a prestare attività di servizio civile è fornita dal Servizio sanitario nazionale. (art. 9 comma 5)

47 47 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. La prestazione del servizio civile è incompatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo. (art. 10 comma 2)

48 48 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. La prestazione del servizio civile è incompatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo. (art. 10 comma 2) La formazione ha una durata complessiva non inferiore ad un mese e consiste in una fase di formazione generale al servizio ed in una fase di formazione specifica. (art. 11 comma 1)

49 49 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. lUfficio nazionale, le Regioni e le Province autonome, nei limiti delle rispettive competenze, possono stipulare convenzioni con associazioni di imprese private, con associazioni di rappresentanza delle cooperative e con altri enti senza finalità di lucro, al fine di favorire il collocamento nel mercato del lavoro di quanti hanno svolto il servizio civile.

50 50 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Le università degli studi possono riconoscere crediti formativi ai fini del conseguimento di titoli di studio da esse rilasciati, per attività formative prestate nel corso del servizio civile, rilevanti per il curriculum degli studi. (art. 13 comma 3)

51 51 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. A decorrere dal 1° gennaio 2006, nei concorsi relativi allaccesso nelle carriere iniziali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e del Corpo forestale dello Stato sono determinate riserve di posti nella misura del 10 per cento per coloro che hanno svolto per almeno dodici mesi il servizio civile nelle attività istituzionali di detti corpi. (art. 13 comma 4)

52 52 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. La cessazione anticipata del rapporto di servizio civile comporta la decadenza dai benefici previsti. (art. 13 comma 5)

53 53 DECRETO LEGISLATIVO N APRILE 2002 I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. La cessazione anticipata del rapporto di servizio civile comporta la decadenza dai benefici previsti dal presente articolo. (art. 13 comma 5) 1.Il presente decreto entra in vigore dal 1° giugno 2004.

54 54 DECRETO-LEGGE 9 novembre 2004, n.266 Proroga o differimento di termini previsti da disposizioni legislative. I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale.

55 55 DECRETO-LEGGE 9 novembre 2004, n.266 Proroga o differimento di termini previsti da disposizioni legislative. I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. All'articolo 14, comma 3, del decreto legislativo 5 aprile 2002,n. 77, le parole: «1° gennaio 2005» sono sostituite dalle seguenti:«1° gennaio 2006, ad eccezione delle disposizioni di cui all'articolo 3, comma 1, che entrano in vigore il 1° gennaio 2005». (art. 2 comma 1)

56 56 Norme in materia di servizio civile nazionale I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale.

57 57 Norme in materia di servizio civile nazionale I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Gli enti di cui all'articolo 3 della legge n. 64 del 4 marzo 2001 sono tenuti a cooperare per l'efficiente gestione del servizio civile e la corretta realizzazione dei progetti.

58 58 Norme in materia di servizio civile nazionale I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. Gli enti di cui all'articolo 3 della legge n. 64 del 4 marzo 2001 sono tenuti a cooperare per l'efficiente gestione del servizio civile e la corretta realizzazione dei progetti. Al decreto legislativo 5 aprile 2002, n. 77, sono apportate le seguenti modifiche: trenta ore, ovvero di un monte ore annuo minimo corrispondente a millequattrocento ore. Non possono svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo, se incompatibile con il corretto espletamento del servizio.

59 59 Norme in materia di servizio civile nazionale I Principi Costituzionali: la difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi d'utilità sociale. I soggetti che hanno prestato il servizio civile nazionale non possono presentare ulteriore domanda.


Scaricare ppt "1 FORMAZIONE GENERALE SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROGETTI: E-CIBUS UM, MITIC."

Presentazioni simili


Annunci Google