La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I VULCANI Scuola elementare A. Manzoni Jerago - classi terze Ins. Maria Clelia Ferrario Anno scolastico 2001 - 2002.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I VULCANI Scuola elementare A. Manzoni Jerago - classi terze Ins. Maria Clelia Ferrario Anno scolastico 2001 - 2002."— Transcript della presentazione:

1

2 I VULCANI Scuola elementare A. Manzoni Jerago - classi terze Ins. Maria Clelia Ferrario Anno scolastico

3 Come è fatta la Terra? Perché eruttano i vulcani?

4 Cosa sono i vulcani? I vulcani sono aperture naturali della crosta terrestre attraverso la quale vengono eruttati, a temperatura più o meno alta, materiali diversi, fluidi o solidi (gas, vapori, lava, lapilli). Nelle diapositive seguenti troverai queste informazioni: Come è fatto un vulcano Il centro della Terra Tipi di vulcani La lava I vulcani nel mondo I vulcani italiani

5 La struttura del vulcano In ogni vulcano si distingue un apparato vulcanico interno e uno esterno. Il primo comprende: il bacino magmatico o focolare vulcanico in cui si forma il magma; il camino o condotto vulcanico cioè la spaccatura per cui sale il materiale magmatico; il cratere che è lo sbocco esterno del camino. Ci sono poi i crateri laterali che sono spaccature minori da cui esce la lava.

6 La struttura del vulcano

7 Il cratere di un vulcano

8 Lapparato esterno Lapparato esterno, cioè il monte vulcanico è prodotto dalla stessa attività vulcanica, cioè dallaccumularsi della lava.

9 Come avviene leruzione? Dal mantello terrestre, il magma risale verso l'alto perché è meno denso, e quindi meno pesante, del materiale solido che gli sta intorno, come una bolla d'aria o un pezzo di legno che risale nell'acqua Per dar luogo a un'eruzione il magma deve risalire dalla camera magmatica e raggiungere la superficie.

10 La risalita del magma In ogni caso, perché il magma raggiunga la superficie terrestre si deve rompere la situazione di equilibrio creatasi tra il liquido fermo nella camera magmatica e le rocce intorno e in queste devono formarsi fratture lungo le quali il magma possa infiltrarsi. Tutte le ipotesi che si fanno sulla formazione e sulla risalita dei magmi nascono da osservazioni indirette essendo impossibile l'analisi diretta a quelle condizioni di profondità e di temperatura. Da dove viene il magma e cosè?

11

12 Il magma che arriva in superficie prende il nome di lava quando è emesso nel corso delle eruzioni e forma delle colate che scorrono lungo i fianchi del vulcano. Il termine ha origine dal dialetto napoletano, che con "lava" indica i torrenti di acqua mista a fango che scendono dalle colline intorno alla città dopo violenti acquazzoni.

13 La colata di lava Una colata di lava che scorre lungo le pendici di un vulcano può essere divisa in due parti: il canale e il fronte. Il canale è il tratto vicino al cratere entro il quale la lava scorre, il fronte è il punto più lontano dalla bocca eruttiva, dove la lava è meno calda, si ammucchia e comincia a fermarsi. Raggiungendo il fronte la lava rallenta e la colata si allarga lateralmente.

14

15 La crosta La colata disperde calore rapidamente dalle zone a contatto con l'aria e, dopo un percorso a volte molto breve, si ricopre di una crosta solida che aumenta di spessore con la distanza. Una volta formatasi la crosta, la lava ancora calda resta isolata dall'esterno e il raffreddamento rallenta.

16 Gli argini La parte di canale vicina al cratere, dove la lava scorre liberamente sopra il terreno è detta canale vero e proprio, mentre si dice canale arginato quando il detrito comincia ad ammucchiarsi ai lati

17 Il materiale piroclastico Si chiamano piroclasti tutti i prodotti vulcanici emessi nel corso delle eruzioni esplosive. I piroclasti hanno nomi diversi a seconda della loro origine e delle loro dimensioni: cenere, sabbia, blocchi, lapilli (piccoli sassi)

18 La Terra Il mantello Spesso circa 2900 chilometri, è costituito da rocce caldissime e non proprio solide in lento movimento. La loro velocità è quella con cui crescono le nostre unghie. Il nucleo interno È una sfera di ferro solida. Un po come una palla di cannone, ma incandescente: raggiunge i 5000 gradi. Il nucleo esterno Spesso 2000 chilometri, è di ferro fuso ed è agitato da correnti che salgono e scendono, simili a quelle dellacqua che bolle. La litosfera È il guscio rigido della Terra, spesso da 7 a 35 chilometri, sul quale viviamo noi, insieme alle piante e agli animali.

19 Tipi di vulcani: a scudo I vulcani a scudo si formano da eruzioni effusive con colate di lava molto fluida; hanno in pianta una forma allargata e fianchi poco inclinati. Il nome deriva dal fatto che i vulcani a scudo sono grossolanamente rotondi, presentano spesso un piccolo cono al centro e coni laterali che li fanno somigliare a scudi borchiati di antichi guerrieri.

20 Tipi di vulcani: strato vulcani Quando un vulcano è formato dalla sovrapposizione di prodotti eruttati sia da eruzioni esplosive che da eruzioni effusive, viene chiamato strato-vulcano I fianchi di questi vulcani hanno pendii molto ripidi e non è raro individuare i resti di precedenti crateri parzialmente distrutti dalle fasi esplosive più intense

21 Tipi di vulcani: duomi lavici Quando durante un'eruzione viene emessa una lava tanto viscosa da non riuscire a scorrere, questa si accumula vicino alla bocca eruttiva e forma dei rilievi a cupola detti duomi lavici. La formazione di un duomo rappresenta spesso la fase finale di un'eruzione, durante la quale sono emessi magmi sempre più acidi e viscosi. Molti duomi si formano all'interno di crateri svuotati da precedenti eruzioni

22 Tipi di vulcani: monogenici I vulcani monogenici sono strutture di piccole dimensioni che si formano da un'unica eruzione. Possono avere forme diverse che dipendono dal grado di esplosività dell'eruzione. Si chiamano coni di scorie gli apparati costituiti prevalentemente da scorie vulcaniche, con fianchi molto ripidi.

23 I vulcani nel mondo

24 Le placche continentali

25 Le zone sismiche

26 Lultima eruzione: il vulcano Nyiragongo in Africa GOMA - Fuggono a migliaia inseguiti dalla lava che ha già ucciso 45 persone. Lasciano le case mentre, metro dopo metro, la lava le inghiotte. Sono scene di panico e devastazione quelle che arrivano dal Congo, dove l'eruzione del vulcano Nyiragongo ha distrutto gran parte della città di Goma, poi l'ha oltrepassata e adesso punta sul lago Kivu. (La Repubblica )

27 I vulcani italiani I vulcani italiani attivi sono quelli siciliani (Isole Eolie, Etna e Canale di Sicilia) e quelli campani (Vesuvio, Campi Flegrei e Ischia). Non si può stabilire se un vulcano inattivo deve essere considerato definitavamente spento essendo i tempi di un vulcano, e in generale i tempi geologici, troppo lunghi per l'osservazione umana. Ritenere che un vulcano non tornerà in attività richiede una certa cautela, dal momento che si conoscono vulcani i cui periodi di riposo si sono protratti per molte centinaia di anni.

28 I vulcani italiani Questo è un giro turistico per conoscere alcuni dei vulcani italiani: clicca sul nome del vulcano per vedere delle foto. Quando trovi la parola FINE clicca su una delle lettere per tornare qui. Etna Vesuvio Stromboli Lisola di Vulcano Filmati: Esplosioni dallEtna Bocche eruttive dellEtna Quando hai terminato di vedere il filmato clicca sulla freccia per tornare qui Dopo questo giro, il documento è terminato. Clicca sulla freccia per tornare allinizio, oppure premi ESC per uscire dalla presentazione.

29 Fenomeni esplosivi in località Laghetto

30 Panorama delle Bocche poste a 2100 m.

31 Etna tour

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43

44

45

46

47

48

49

50

51

52

53

54

55

56

57

58

59 Vesuvio tour

60

61

62

63

64 Stromboli tour

65

66

67

68

69

70

71

72

73

74

75

76

77

78

79

80

81

82

83

84

85

86 Isola di Vulcano tour

87

88

89

90

91

92

93

94

95

96

97

98

99

100

101

102

103

104

105


Scaricare ppt "I VULCANI Scuola elementare A. Manzoni Jerago - classi terze Ins. Maria Clelia Ferrario Anno scolastico 2001 - 2002."

Presentazioni simili


Annunci Google