La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCUOLA DELLINFANZIA E. AGNELLI VILLAR PEROSA ANNO SCOLASTICO 2007/2008 INSEGNANTI DI BIASE, RICHARD, VAUTERO GRUPPO DEI GUFI SAGGI (CINQUENNI)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCUOLA DELLINFANZIA E. AGNELLI VILLAR PEROSA ANNO SCOLASTICO 2007/2008 INSEGNANTI DI BIASE, RICHARD, VAUTERO GRUPPO DEI GUFI SAGGI (CINQUENNI)"— Transcript della presentazione:

1 SCUOLA DELLINFANZIA E. AGNELLI VILLAR PEROSA ANNO SCOLASTICO 2007/2008 INSEGNANTI DI BIASE, RICHARD, VAUTERO GRUPPO DEI GUFI SAGGI (CINQUENNI)

2 PERCORSI DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA STRADALE E DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. IN RIFERIMENTO ALLE PROPOSTE DEL CRESS (COORDINAMENTO REGIONALE EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA STRADALE)….. Include obiettivi che fanno riferimento ai seguenti campi di esperienza: Lo spazio, lordine, la misura; Le cose, il tempo, la natura; Il corpo e il movimento; I discorsi e le parole.

3 OBIETTIVI Sensibilizzare i bambini allimportanza del muoversi a piedi Mettere in atto comportamenti di autonomia e autocontrollo. Mantenere comportamenti corretti in qualità di pedone Individuare nel proprio ambito di vita i servizi utili al cittadino Promuovere in modo corretto e costruttivo luso dei servizi del territorio (biblioteca, farmacia, spazi pubblici, ecc…) Conoscere i mutamenti stagionali del nostro territorio. ATTIVITA conversazioni guidate uscite sul territorio visita guidata dai Vigili Urbani a Pinerolo confronto con i genitori formulazione di ipotesi letture di racconti riordino in sequenze temporali posizionamento di oggetti e di persone attraverso luso di indicatori spaziali (dentro – fuori, vicino – lontano, sopra – sotto, ecc …) spostamenti lungo percorsi individuazione di punti di partenza e di arrivo rappresentazioni grafiche che implichino strutturazioni spaziali individuazione e collocamento dei principali servizi utili al cittadino approccio alle parole: strada, segnaletica stradale, marciapiede, strisce pedonali, ecc … individuazione di unarea verde del paese osservazione dei mutamenti stagionali nellarea verde individuata

4 I suoi amici animali: nomi dei gruppi Racconti vari (i discorsi e le parole) Invenzione di situazioni problematiche e loro soluzione. Input per operazioni di tipo logico-matematico (lo spazio, lordine, la misura) Proposte per le uscite sul territorio (progetto Ti muovi) Gli ambienti: il bosco e il castello (le cose, il tempo e la natura) Giochi e giocattoli (progetto Patouà) I sentimenti e le emozioni (il sé e laltro) Filastrocche e canti (messaggi, forme e media)

5 Uscita sul territorio; rielaborazione grafica; conversazione sul tipo di strada percorsa; individuazione di diversi tipi di strade (strette, larghe, lunghe, corte, dritte, con curve, dove passano le macchine, dove si va solo a piedi, sterrate, asfaltate); cartellone e scheda.

6

7 IL NOSTRO CARTELLONE CON LE STRADE: ASFALTATE – STERRATE – PER I PEDONI. ABBIAMO GIOCATO CON LE MACCHININE, I CAMION, GLI OMINI. OCCHIO ALLE STRISCE PEDONALI E AI MARCIAPIEDI

8 Grazie alla strega Griselda, che ci ha offerto lo spunto per luscita, abbiamo trovato unarea verde poco distante dalla scuola, ma con una strada da percorrere molto ricca di negozi e servizi. Rielaborazione grafica. Osservazione delle fotografie scattate e riordino in sequenza dei principali elementi su cui si è voluta portare lattenzione dei bambini. Uscita con visita alla banca, al giornalaio, al bar e alla farmacia (esperienza vissuta con la collaborazione dei gestori e degli impiegati nei vari servizi). I bambini si sono molto divertiti e hanno apprezzato la possibilità di prelevare dei soldi in banca e poi di usarli per comprarsi le figurine. Al rientro a scuola, riproduzione dei diversi locali con scatoloni colorati, poi usati per la drammatizzazione. Ulteriore rappresentazione grafica. Riproduzione su foglio a striscia degli elementi incontrati dal punto di partenza al punto di arrivo: la scuola, le strisce pedonali, il giornalaio, la banca, la fermata del pullman, il bar, la farmacia, la gelateria, lalbero e la fontana dellarea verde. Verifica finale con luso degli indicatori spaziali.

9 Ciao bambini, vi ricordate di me? Sono Griselda la strega! Sentite: ho bisogno di un grosso piacere da parte vostra. Laltro giorno sono partita da casa mia, il bosco di Sansisel, e con la mia scopa sono venuta giù in paese, a Villar. Sono atterrata dove ci sono degli alberi molto belli (lo sapete che a me piacciono gli alberi). Ho giocato con le foglie secche e ho guardato le macchine che passano su una strada molto grossa. Lì cè anche una fontana, dove stanno facendo dei lavori. Ah lo sapete? Mi sono anche comprata un bel gelato nella gelateria lì vicino. Poi sono ripartita, chiacchierando con il mio amico Anacleto, il gufo, e mi sono dimenticata la scopa. Sì ho lasciato la mia scopa lì. Che disdetta: sono disperata! Non è che potreste cercarla e poi riportarmela su nel bosco di Sansisel? Sareste proprio gentili. Ah unaltra cosa: se mi dite dovè la vostra scuola, io vengo a trovarvi. Fino agli alberi e alla gelateria so arrivare, ma dopo che strada devo fare per arrivare dai gufi saggi e dai topolini, miei amici? Fatemi sapere! Ciao, a presto! Griselda

10 Dopo luscita, una prima rappresentazione grafica

11 Rappresentazione grafica degli elementi del percorso La scuola Strisce pedonali Giornalaio La banca Fermata pullman Il bar Farmacia Gelateria Area verde

12 Costruiamo a scuola gli elementi del percorso

13 VERIFICA 1) Disponi le immagini secondo la sequenza 2) Disponi gli omini: - DAVANTI alla gelateria - DI FIANCO alla fermata del pullman - FUORI dal giornalaio - SOPRA alle strisce pedonali - VICINO alla scuola 3) Cerchia di ROSSO i servizi molto utili, di VERDE quelli utili, di BLU quelli meno utili.

14 Uscita per spedire i disegni a Babbo Natale. Osservazione dellufficio postale, intervista alla postina. Rappresentazione grafica dellesperienza. Spediamo una lettera: conversazione sullindirizzo; preparazione dei disegni da spedire; ricerca del proprio indirizzo con laiuto dei genitori; acquisto della busta e dei francobolli; spedizione nella buca delle lettere. Rappresentazione grafica. Ricostruzione dei puzzle con le immagini dellufficio postale, dellingresso alla posta, della postina e della macchina da lei utilizzata.

15

16 CONVERSAZIONE DELL 8 GENNAIO 2008 USCITA ALLUFFICIO POSTALE Venerdì prima di Natale siamo andati alla POSTA a spedire la lettera per Babbo Natale. Abbiamo spedito i disegni fatti da noi per Babbo Natale. Abbiamo comprato la busta grande e il francobollo e la maestra Filomena aveva lindirizzo e così abbiamo potuto spedire la lettera. COME FATTA LA POSTA DA FUORI? La posta è la casa delle postine È grigia Il segno è giallo e bianco Ci sono le cassette per mettere la posta; sono fuori; la posta la mettono dentro le postine. Si può prendere la chiave per aprire. CHI E LA POSTINA? Quella lì che dà la posta, una donna È vestita di giallo, di bianco, di blu Chiede la posta alle signore che lavorano dentro la posta e loro gliela danno Mettono la posta dentro alle cassette che abbiamo visto Mettono la posta dentro alle cassette delle case. Le cassette si chiamano buca delle lettere CHE COSA PORTA LA POSTINA? Le cartoline, i giornali, le lettere, le bollette (è un foglio con dei soldi da pagare scritto sopra) La postina usa la macchina. La macchina è gialla, bianca e blu come il vestito della postina. Può usare anche la bici e la moto (sono del colore della postina) Le postine vanno dai camion, gli danno la posta e poi i camion la portano lontano, di nuovo dai signori che lavorano nella posta di un altro paese.

17 USCITA ALLA POSTA: le foto sono state usate per produrre dei puzzle (dopo aver tagliato le immagini in vario modo, i bambini le hanno ricomposte su cartoncino) LUFFICIO POSTALE LA MACCHINA DELLA POSTA LA POSTINA LENTRATA DELLA POSTA

18 SPEDIAMO UNA LETTERA (SETTIMANA DAL 7 ALL11 GENNAIO) CHE COSE LINDIRIZZO? Un numero A COSA SERVE? Per mandare la posta SIAMO USCITI PER SCOPRIRE CHE COSE LINDIRIZZO Siamo usciti dalla scuola e abbiamo trovato i nomi delle strade (per esempio Via Roma e Via Nazionale) Le case hanno dei numeri Per scrivere una lettera serve il nome del signore a cui vogliamo mandare la lettera Abbiamo trovato la buca da lettere vicino al giornalaio, in via Nazionale La postina apre la cassa della posta e porta la posta allufficio postale e la posta la smista nei vari paesi. Siamo andati a prendere le buste e i francobolli per spedire i nostri disegni ad un compagno. Abbiamo fatto un disegno e labbiamo messo dentro alla busta; le maestre hanno scritto lindirizzo e noi abbiamo incollato il francobollo. Siamo usciti e abbiamo spedito le lettere dentro alla buca da lettere. LINDIRIZZO è una scritta con il nome della persona, con il nome della via e il numero della casa; cè anche il numero del paese e il nome del paese.

19

20 Il Maresciallo è venuto a farci visita ed ha risposto ad una serie di domande e di curiosità in merito alloperato dei Carabinieri, dopodichè ci ha condotti a visitare il cortile della Caserma e la macchina veloce chiamata gazzella. Ne è scaturito un simpatico libro con foto, disegni dei bambini e scritte sulle conoscenze acquisite.

21 In realtà è una Vigilessa quella che ci ha accompagnati a Pinerolo, facendoci conoscere segnaletica stradale e segnali del Vigile Urbano. Giochi vari e successiva osservazione delle foto scattate. Realizzazione del cartello di strada pedonale e osservazione della scheda che riproduce il Vigile allopera con il semaforo per i pedoni sia manuale sia meccanico. Luso delle strisce pedonali e conoscenza di alcuni segnali stradali utili anche al pedone. Classificazione in base alle segnalazioni di DIVIETO, di PERICOLO, di INDICAZIONE. Realizzazione di un semplice semaforo. Dopo aver portato a scuola i propri tricicli, biciclette o altro, i bambini hanno effettuato un percorso nel cortile della scuola, tenendo conto dei segnali stradali, procurati dai cantonieri, e delle Vigilesse improvvisate che davano indicazioni o richiedevano la patente. Questultima è stata realizzata per ogni bambino. Riproduzione grafica dellesperienza.

22 AREA PEDONALE: dopo aver visto che cosè, i bambini hanno riprodotto il cartello che la indica (di forma rotonda, colore azzurro, con lomino bianco in centro)

23 LA VIGILESSA: abbiamo giocato alle macchine, che si dovevano muovere o arrestare ai comandi manuali della vigilessa

24 Il semaforo per i pedoni Con lomino rosso i pedoni non passano Con lomino arancione i pedoni vanno veloci Con lomino verde possono passare solo i pedoni e non le macchine

25 I segnali stradali che abbiamo conosciuto meglio

26 Classifico i segnali in base alla forma e ne indico il significato generale

27 IL SEMAFORO

28 Rappresentazione grafica delluscita con la vigilessa

29 Il percorso a scuola

30 Rappresentazione grafica del percorso

31 IN MUNICIPIO ABBIAMO VISITATO LUFFICIO DELLA POLIZIA MUNICIPALE, LA SALA CONSILIARE, LUFFICIO TECNICO, LUFFICIO ANAGRAFE E LUFFICIO RAGIONERIA

32

33 PIANTINA DI UNA PARTE DEL COMUNE DI VILLAR PEROSA. COLORO GLI ELEMENTI INCONTRATI NEL PERCORSO DEL PROGETTO TI MUOVI


Scaricare ppt "SCUOLA DELLINFANZIA E. AGNELLI VILLAR PEROSA ANNO SCOLASTICO 2007/2008 INSEGNANTI DI BIASE, RICHARD, VAUTERO GRUPPO DEI GUFI SAGGI (CINQUENNI)"

Presentazioni simili


Annunci Google