La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 1 Quinta Lezione La Concentrazione Industriale Esercitazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 1 Quinta Lezione La Concentrazione Industriale Esercitazione."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 1 Quinta Lezione La Concentrazione Industriale Esercitazione

2 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)2 Prof. Mario Benassi La concentrazione industriale Situazione perfettamente concorrenziale Le imprese sono molte (libertà di entrata e uscita) Lofferta di ciascuna impresa rappresenta una quota molto piccola del totale e le imprese sono price-takers I prodotti sono indifferenziati Le informazioni sono disponibili a costo zero Nella realtà…. In numerosi mercati opera un numero ristretto di imprese (es. tlc) Anche laddove le imprese sono molte, una (piccola) parte di esse svolge un ruolo di assoluta prevalenza, influenzando tanto la domanda quanto il resto dellofferta Quindi ….. Occorre studiare il diverso grado di influenza delle imprese

3 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)3 Prof. Mario Benassi La concentrazione industriale Il potere di mercato (grado di influenza) viene espresso attraverso il concetto di concentrazione: tanto più concentrato un mercato (o un settore), tanto maggiore il potere di mercato esercitabile dalle imprese che vi operano I due poli del continuum Concorrenza perfetta=concentrazione nulla Monopolio (monopolio naturale; monopolio legale, etc.)=concentrazione massima Loligopolio Utilità del concetto di concentrazione: Studiare le condizioni intermedie e interrogarsi sulle ragioni che le hanno prodotte

4 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)4 Prof. Mario Benassi La concentrazione industriale Grado di concentrazione (di un mercato o di un settore): si riferisce al numero e alla distribuzione per dimensioni delle imprese che ad esso appartengono Processi di concentrazione: indagare le ragioni e sviluppare analisi confrontando paesi e industrie Sottoporre a verifica diverse teorie: -teoria crescente intensità di capitale (di origine marxiana) -teoria del gigantismo industriale (di derivazione galbraithiana) Avviare azioni appropriate per stimolare la concorrenza -Unione Europea -Authorities di settore e non (concorrenza, tlc, etc.)

5 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)5 Prof. Mario Benassi La concentrazione industriale Le diverse accezioni Globale (di una area, di un Paese) Di un settore (es. tlc ma: attenzione alla definizione) Tecnica (numerosità e diseguaglianza dimensionale delle unità produttive) Economica (riferita a fenomeni analoghi relativi alle imprese) Finanziaria (riferita a fenomeni di diffusione e di diseguaglianza nella proprietà o nel controllo dei capitali) Statica (elemento comune, stesso tempo) Dinamica (elemento comune, tempi diversi) Natura multidimensionale del concetto

6 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)6 Prof. Mario Benassi La concentrazione industriale Scelta dei parametri: Vendite Forza lavoro Investimenti Effetti nascosti Effetto holding e gruppi di imprese (mimetismo, viene oscurata la reale dimensione economica e finanziaria) Effetto partecipazioni di minoranza e interlocking directorates (viene oscurato il reale potere di influenza)

7 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)7 Prof. Mario Benassi Indici di concentrazione industriale Rapporto di concentrazione: puo essere applicato a diverse unità di misura e misura il valore complessivo detenuto dalle m imprese più grandi (m=1,2, 3, …) In simboli: Rc= Qi (i=1…m) Indice di Herfindahl-Hirschman: misura la sommatoria dei quadrati delle quote di mercato delle m imprese appartenenti al settore H= 1/X 2 X 2 per H=1 valore massimo, per H= 1/n equiripartizione

8 Economia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5)8 Prof. Mario Benassi La concentrazione industriale: indici Indice di Gini: si calcola dopo avere costruito la curva di Lorenz (ascisse: valore % cumulato delle imprese, in ordine crescente; ordinate: valore % cumulato del fattore dimensionale; Indice di Gini dato dal rapporto tra retta di equidistribuzione e curva di Lorenz e retta equidistribuzione e assi cartesiani (varia da 0 a 1))

9 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 9 La concentrazione Limportante banca daffari per la quale lavorate è stata contattata da una società straniera del settore della rubinetteria interessata a penetrare nel nostro mercato tramite lacquisizione di società italiane. La cliente vuole dalla Banca una valutazione dellopportunità di entrare sul mercato domestico e, in seconda battuta, vuole un supporto nellindividuazione della controparte e nella conduzione delloperazione di acquisizione. La banca affida ad un team, di cui fate parte anche voi, lincarico di individuare la società più appetibile per loperazione di acquisizione. Allinterno del gruppo vengono suddivisi i compiti fra chi analizza il settore e chi valuta le imprese presenti. In particolare voi venite incaricati di analizzare il livello di concentrazione tecnica e finanziaria del settore. Avete tempo una settimana. Come vi comportate?

10 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 10 La concentrazione Il settore della rubinetteria in Italia Da una analisi di pubblicazioni di settore concludete che quello della rubinetteria è un settore maturo, in cui linnovazione tecnologica di maggiore risalto è intervenuta quindici anni or sono con lintroduzione del miscelatore a dischi ceramici. Il settore in Italia vede la presenza di 5 gruppi, con stabilimenti presenti prevalentemente in Lombardia, e una serie di aziende minori, sovente legate da rapporti di fornitura con i grandi gruppi, sebbene non da essi controllate. Da diversi Rapporti reperiti presso le CCIAA, il Ministero dellIndustria e Confindustria, e infine direttamente dai Bilanci delle singole società, raccogliete dati importanti sulle imprese del settore e sugli stabilimenti. Riordinandoli ottenete le informazione di seguito riportate:

11 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 11 Le imprese del settore Ideal Water SpA: è limpresa con il marchio più conosciuto in Italia (primo nella percezione del consumatore); controlla direttamente la Paradise srl Gruppo Bath International: è un gruppo internazionale presente in Italia direttamente con 2 stabilimenti; detiene una partecipazione di maggioranza nella Waterlite SpA Cipolletti SpA: è limpresa di più antiche tradizioni nel settore: il marchio si situa al secondo posto nella percezione del consumatore. Non controlla altre imprese Condotti&Canapa SpA: insieme a Cipolletti è presente da lungo tempo sul mercato; detiene svariati marchi, con prodotti di fascia medio-bassa Pazzi-Genomi SpA: impresa attiva nel settore delle ceramiche da bagno, da circa un decennio è entrata nel settore della rubinetteria in ragione di una politica di diversificazione in un settore contiguo a quello dominato; lofferta si caratterizza per elevata tecnologia e design BBB Srl: nata da uno spinn-off della Pazzi-Genomi, serve solo il mercato del NordItalia, con prodotti sostanzialmente di sostituzione, usando come canale distributivo la grande distribuzione commerciale

12 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 12 Stabilimenti e produzione per stabilimento in tonnellate e valore

13 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 13 Le imprese del settore gli stabilimenti IdealWater Paradise Gruppo Bath International WaterLite Cipolletti Pazzi-Genomi BBB Condotti&Canapa Milano 1 e 2 Limbiate 1 e 2 Erba Canzo Lecco Lonate Domodossola Trecate Lainate Varese Como Gravellona Domodossola 2 e 3 Castellanza 1, 2 e 3 Seveso Seveso 2 Luino 1 e 2 Malgrate

14 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 14 Dati della produzione per impresa

15 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 15 Concentrazione tecnica

16 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 16 Concentrazione economica Q.tà % IdealWater Paradise Bath Int.231 6,4 Waterlite190 5,2 Cipolletti645 17,7 Cond&Canapa396 10,9 Pazzi-Genomi652 17,9 BBB 24 0,7 Altri ,8

17 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 17 Concentrazione Finanziaria Valore % IdealWater ,6 Paradise400 6,9 Bath Int.262 4,5 Waterlite470 8,2 Cipolletti ,2 Cond&Canapa496 8,6 Pazzi-Genomi ,5 BBB 24 0,05 Altri364 6,4

18 Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 18 Concentrazione Finanziaria :segue Valore % Gruppo IdealWater Paradise ,5 Gruppo Bath Int. Waterlite ,7 Cipolletti ,2 Cond&Canapa496 8,6 Pazzi-Genomi ,5 BBB 24 0,05


Scaricare ppt "Prof. Mario BenassiEconomia e Gestione delle Imprese CdL Informatica per le TLC (5) 1 Quinta Lezione La Concentrazione Industriale Esercitazione."

Presentazioni simili


Annunci Google