La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 1 Diciassettesima lezione Introduzione Le dimensioni della analisi dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 1 Diciassettesima lezione Introduzione Le dimensioni della analisi dei."— Transcript della presentazione:

1 Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 1 Diciassettesima lezione Introduzione Le dimensioni della analisi dei costi Approcci alla analisi dei costi

2 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)2 Mario Benassi Introduzione: il concetto di costo Concetto di costo: destinazione di fattori ad un uso produttivo volto a generare valore economico il costo è la traduzione in termini economici delluso dei fattori impiegati nel processo produttivo differenza fra costi ed uscite monetarie i costi afferiscono alla dimensione economica dellazienda, ossia riguardano lammontare di fattori impiegati nel processo, quantificati in termini monetari le uscite monetarie afferiscono alla dimensione finanziaria, ossia alle modalità con cui avviene il reperimento delle risorse monetarie da trasformare in fattori produttivi

3 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)3 Mario Benassi Introduzione: lanalisi dei costi Esistono costi di diversa natura, a seconda delle modalità con cui partecipano al processo produttivo Le scelte di tecnologia (processo produttivo adottato) e di finanziamento danno origine ad una struttura di costo peculiare di ciascuna azienda; lindagine sulla struttura di costo prende il nome di analisi dei costi Perché unanalisi dei costi? per esaminare andamenti di gestione particolari (differenza con bilancio, rivolta sia allinterno che allesterno) per prendere decisioni con riguardo alla convenienza economica delle scelte (consumi e acquisizione di risorse) ci conviene produrre o acquistare il prodotto? a quanto conviene vendere? per analisi preventive (prima) e consuntive (dopo): loro nesso

4 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)4 Mario Benassi La struttura del sistema di controllo Processo di Controllo Azione manageriale che onsente di raggiungere obiettivi prefissati Sistema informativo Struttura tecnico-contabile Mappa delle responsabilità (struttura organizzativa) Fissazione obiettivi Azione manageriale Misurazione risultati Calcolo scostamenti Analisi scostamenti Azioni correttive

5 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)5 Mario Benassi Classificazione dei costi Per natura caratteristiche fisiche ed economiche dei beni impiegati nel processo produttivo) es. costo delle materie prime, costo del materiale ausiliario, costo della manodopera, etc. Per inerenza (coinvolgimento nel processo produttivo) diretti indiretti Per variabilità (relazione con i volumi di produzione) variabili fissi semivariabili

6 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)6 Mario Benassi I Costi: classificazione per variabilità Costi variabili proporzionali ai volumi di produzione es.: materie prime, materiale di consumo Costi fissi sostenuti indipendentemente dai volumi di produzione es.: costi amministrativi, ammortamenti, interessi passivi Costi semivariabili in parte proporzionali ai volumi di produzione es.: utenze elettriche

7 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)7 Mario Benassi I costi variabili Si tratta dei costi che sono strettamente e direttamente collegati al volume di produzione e vendita (consumi di materie prime, acquisto di semilavorati, lavorazioni esterne, provvigioni, manodopera in alcuni casi) volumi costi Costi variabili totali volumi costi Costi variabili totali intorno desiderato Relazione lineareRelazione effettiva

8 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)8 Mario Benassi I costi fissi Ci si riferisce a quei costi che non sono direttamente e strettamente correlati al volume di produzione (manodopera diretta, affitti, quote di ammortamento, pubblicità, consulenze legali e amministrative, manutenzioni) Differenza tra costi fissi di struttura e di sviluppo volumi Costi fissi totali volumi costi Costi fissi totali intorno desiderato Relazione lineareRelazione effettiva costi

9 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)9 Mario Benassi I costi Condizioni di produzione Di gestione finanziaria e fiscale Di gestione caratteristica A impiego ripetuto A impiego unico Non strettamente proporzionali ai volumi Strettamente proporzionali ai volumi Costi fissi di gestione corrente - ammortamenti -altri Costi fissi di sviluppo Costi variabili Costi finanziari Costi fiscali Costi Fissi Costi Var. Altri costi

10 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)10 Mario Benassi Costi totali e costi unitari Costi fissi costi Costi variabili Costi totali volumi Costo medio unitario Volumi prodotti

11 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)11 Mario Benassi Il Margine Lordo Unitario di Contribuzione Differenza tra il ricavo unitario e il costo medio variabile unitario di un dato prodotto Evidenzia quanto la vendita di ciascun pezzo contribuisce alla copertura dei costi fissi mostra quanta parte del ricavo unitario rimane per coprire i costi fissi, dopo avere coperto i costi variabili

12 Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 12 Esercitazione il margine di contribuzione State pensando di lanciare una azienda volante che venda spremute di limoni. Per la vostra attività dovete noleggiare un furgone perfettamente attrezzato (1000 euro), pagare le tasse di occupazione del suolo (100 euro), pagare gli allacci (100 euro) e i consumi (supposti fissi, pari a 10 euro mese) Inoltre sapete che per ogni spremuta vi servono due limoni (costo di un limone: 20 centesimi), un decilitro di acqua minerale: costo 5 centesimi) e altri consumi pari a 5 centesimi per spremuta supponete di vendere una spremuta a 1,50 euro Trovate il margine di contribuzione Fate la somma dei costi fissi e trovate il valore di spremute che occorre vendere affinchè il margine di contribuzione totale uguagli i costi fissi

13 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)13 Mario Benassi Approcci alla analisi dei costi: il direct costing Il direct costing: Assunto: i costi generali sono sempre attribuiti su base arbitraria Richiede la considerazione dei soli costi variabili Costi rilevati per naturaprodotti Diretti Personale Materie Servizi Ammortamento Energia Indiretti Personale Materie Servizi Ammortamento Energia Quantità consumata per valore unitario Conto Economico di contabilità analitica

14 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)14 Mario Benassi Approcci alla analisi dei costi: il full costing Il full costing e la attribuzione dei costi generali attribuzione su base unica attribuzione su base multipla

15 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)15 Mario Benassi Attribuzione a base unica secondo criteri volumetrici Costi rilevati per natura Diretti Personale Materie Servizi Ammortamento Energia Indiretti Personale Materie Servizi Ammortamento Energia Quantità Consumata Per valore unitario Parametro Volume-based Costo diretto+ Quota costi generali Prodotti Ricavi - costi Margini di profitto per prodotto

16 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17)16 Mario Benassi Attribuzione a base multipla Costi rilevati per natura Diretti Personale Materie Servizi Ammortamento Energia Indiretti Costi industriali Costi amministr. Costi commerc. Quantità Consumata Per valore unitario Ore macchina Costo diretto+ Quota costi generali Prodotti Ricavi - costi Margini di profitto per prodotto Costo diretto Fatturato

17 Mario Benassi Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 17 Analisi dei costi: il caso McKinley McKinley è unazienda americana specializzata nellabbigliamento tecnico per larrampicata e il trekking, la cui offerta si caratterizza per lampio ricorso a materiali innovativi. Tre sono le linee di prodotto proposte: McKinley Underwear, abbigliamento intimo studiato per luso sportivo; McKinley Outdoor, abbigliamento adatto alluso allaria aperta, sia per arrampicata sia per trekking impegnativo; McKinley Extreme, abbigliamento tecnico per uso in condizioni estreme, caratterizzato da materiali ad alta tecnologia per garantire la massima traspirabilità, isolazione e affidabilità. Alle tre linee di prodotto corrispondono altrettante distinte linee di produzione, dal momento che le tecnologie impiegate sono differenti. In particolare i prodotti McKinley Underwear vengono tagliati e cuciti presso aziende terziste, sotto la supervisione di McKinley, la quale disegna i modelli, detta le specifiche tecniche e appone poi il suo marchio occupandosi della distribuzione. McKinley Outdoor è prodotta interamente allinterno, in una linea dedicata sia al taglio (che avviene con taglierine tradizionali) sia alla cucitura (che avviene con macchine da cucire). La linea McKinley Extreme è pure prodotta allinterno, con luso di una macchina al laser per il taglio di precisione dei tessuti sintetici e una macchina termosaldatrice per ottenere cuciture perfettamente impermeabili. Le tre linee di prodotto condividono le medesime funzioni di staff (laboratorio di R&S, Design, funzioni di Marketing, Distribuzione, Amministrazione e Finanza), che rappresentano complessivamente il 40% dei costi aziendali.

18 Mario Benassi Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 18 Analisi dei costi: il caso McKinley (segue) Quando giunse in McKinley il nuovo direttore amministrativo i costi indiretti (essenzialmente quelli delle funzioni di staff) per semplicità venivano attribuiti alle tre linee in parti uguali, dal momento che non si disponeva di una contabilità analitica; i costi diretti di produzione erano invece facilmente determinabili: lunderwear conosceva come costo diretto essenzialmente il prezzo riconosciuto ai fornitori del prodotto finito; loutdoor e lextreme avevano linee completamente autonome sia di taglio che di cucito. Il primo compito che si assunse il nuovo direttore fu quello di comprendere quanto ciascuna linea di prodotto doveva essere gravata dai costi indiretti. La prima scelta fu quella di distribuire i costi indiretti sulla base dei volumi di vendita, supponendo che più un prodotto veniva venduto maggiore era lo sforzo che veniva richiesto alla struttura per supportare quei volumi. Presto ci si rese conto che parametrare ai volumi di fatturato falsava lattribuzione dei costi, perché lextreme godeva di considerevoli margini nelle vendite, cosìcchè pochi pezzi venduti davano alto fatturato, mentre nellintimo i margini erano ridotti e occorrevano ampi volumi di vendite per ottenere ampi valori di fatturato. Così si decise di ripartire i costi indiretti sulla base delle quantità vendute, misurate in numero di pezzi, ritenendo che maggiore fosse il numero di pezzi maggiore fosse lassorbimento di risorse richiesto alla struttura. Occorsero cinque anni affinchè McKinley si dotasse di una contabilità analitica in grado di registrare il reale assorbimento di costi che ciascuna linea di prodotto richiedeva a ciascuna funzione. Alla fine si scelse di adottare parametri differenziati per ciascuna funzione di staff, misurando quale effettivamente fosse il tempo dedicato da ciascuna ad ogni linea di prodotto. Per la R&S si scelse di misurare il tempo dedicato allo sviluppo di nuovi materiali ripartendolo poi sulle linee in cui tali materiali venivano usati; per il design fu lo stesso, e così pure per il marketing; per la distribuzione si scelsero i volumi di pezzi trattati; i costi delle funzioni amministrazione e finanza vennero attribuiti in base ai volumi di fatturato.


Scaricare ppt "Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (17) 1 Diciassettesima lezione Introduzione Le dimensioni della analisi dei."

Presentazioni simili


Annunci Google