La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elementi di Informatica Claudia Raibulet

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elementi di Informatica Claudia Raibulet"— Transcript della presentazione:

1 Elementi di Informatica Claudia Raibulet

2 Didattica

3 Orario lezioni Lezioni Martedi 13:30 – 15:30 Mercoledi 13:30 – 15:30 Giovedi 13:30 – 15:30 Ricevimento Martedi 16:00 – 18:00 Contatto U7, 4 piano, stanza 427

4 Laboratorio 2 turni: A e B Turno A: Dott. Paolo Mereghetti Turno B: Dott. Luigi Ubezio Edificio U16 – Terzo Piano Via Thomas Mann, 8

5 Orario laboratori - Turno A Lab1: lunedi 15 maggio, ore 14:00 – 18:00 Lab2: venerdi 26 maggio, ore 9:30 – 13:30 Lab3: lunedi 29 maggio, ore 14:00 – 18:00 Lab4: venerdi 16 giugno, ore 14:00 – 18:00 Lab5: lunedi 19 giugno, ore 9:30 – 13:30 Lab6: lunedi 26 giugno, ore 9:30 – 13:30

6 Orario laboratori – Turno B Lab1: lunedi 15 maggio, ore 10:00 – 13:00 Lab2: mercoledi 24 maggio, ore 13:30 – 16:30 Lab3: venerdi 26 maggio, ore 14:30 – 17:30 Lab4: lunedi 29 maggio, ore 9:30 – 12:30 Lab5: venerdi 9 giugno, ore 9:30 – 13:30 Lab6: venerdi 16 giugno, ore 9:30 – 13:30 Lab7: venerdi 23 giugno, ore 9:30 – 13:30

7 Obiettivi Conoscere le nozioni fondamentali dei sistemi di elaborazione e del software di base. hardware e software Scrivere semplici algoritmi

8 Supporto Sito del corso: ca/InfoBio2006 Libro: Informatica arte e mestiere, Ceri, Mandrioli, Sbattella, McGraw-Hill, 2004

9 Programma del corso (I) Introduzione (Cap. 1) Architettura dellelaboratore (Cap. 2): Larchitettura funzionale LUnita Centrale di Elaborazione (CPU) Memoria centrale e memoria di massa Dispositivi di Input/Output Rappresentazione dellinformazione nel calcolatore (Cap. 11): Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei caratteri Rappresentazione delle immagini

10 Programma del corso (II) La soluzione algoritmica dei problemi (Cap. 5 e 6): Operazioni primitive, esecutori, algoritmi Progettazione degli algoritmi e loro rappresentazione Programmazione strutturata: le strutture di controllo fondamentali: sequenza, selezione e iterazione Linguaggi di programmazione Interpreti e compilatori

11 Programma del corso (III) Lorganizzazione dei dati (Cap. 14): Le strutture di dati fondamentali L'architettura dei sistemi informatici (Cap. 13 e 15) Sistemi operativi Sistemi distribuiti e reti di calcolatori Internet (Cap. 16) Evoluzione dellinformatica (Cap. 19)

12 Che cose informatica? Possibile definizione: La scienza della rappresentazione e dellelaborazione dellinformazione. Tecnologie e strumenti formali per laquisizione, la rappresentazione, il trattamento automatico, la trasformazione e la comunicazione di informazioni INFORMAione automaTICA

13 Che cose informatica? Elaboratore = un sistema per lelaborazione automatica delle informazioni Risorse per la realizzazione automatica di compiti: Hardware – la struttura fisica prende il nome di hardware Software – linsieme di tutti i programmi che permettono di utilizzare lelaboratore si chiama software Informatica: Hardware + Software

14 Hardware & Software Hardware HW: componenti fisici circuiteria periferiche dispositivi Software SW: Programmi, dati e informazioni

15 Hardware & Software L Hardware è la parte del computer che puoi prendere a calci. Il Software è quella contro cui puoi solo imprecare.

16 Evoluzione dellelaboratore Obiettivo: Definire una macchina per il calcolo automatico (calcolatore) Due tipi differenti di calcolatori: Meccanici Digitali

17 Calcolatori meccanici Calcolatore Meccanico di Pascal Primo prototipo di macchina di calcolo (Pascalina) Addizioni e Sottrazioni Pascal la progettò alletà di 19 anni per agevolare il lavoro del padre che era funzionario del fisco

18 Calcolatori meccanici Regolo calcolatore del matematico inglese Gunter Esegue moltiplicazioni, divisioni ed operazioni complesse utilizzando scale logaritmiche.

19 Calcolatori meccanici Fine 1600 – calcolatore meccanico di Leibniz Moltiplicazioni e divisioni

20 Calcolatori Meccanici Programmabili Inizio 1800 – matematico e ingegnere inglese Babbage costrui la prima macchina programmabile (lantenato del moderno calcolatore elettronico) Operazioni complesse Osservazione: progetto estremamente innovativo, ma la complessita e la precisione richiesta per i suoi meccanismi e la mancanza dei fondi resero impossibile la realizzazione concreta di tale strumento Ada Augusta Byron, figlia del poeta George Byron, collaboro con Babbage seguendo i progetti della macchina analitica e arricchendo con numeroi ed importanti contributi il concetto di programmazione

21 Calcolatori Meccanici Programmabili 1930 – Zi di Zuse Calcolatore a relè (dispositivi atti ad effettuare, mediante opportuni segnali di comando, operazioni di connessione, interruzione e commutazione fra circuiti elettrici) I suoi calcolatori andarono distrutti con il bombardamento di Berlino nel 1944 Fine 1930 – Atanasoff e Stibbitz Condensatori per la memoria 1944 – Mark I di Aiken Realizza lidea di Babbage utilizzando i relè invece degli ingranaggi meccanici

22 Calcolatori digitali Colossus di Turing macchina segreta usata dagli inglesi durante il periodo bellico per decodificare i messaggi che i tedeschi inviavano ai propri sottomarini o segreto per 30 anni 1946: Electronic Numerical Integrator and Computer (ENIAC) di Eckert e Mauchley utilizzato per sostituire centinaia di donne americane che manualmente calcolavano le tabelle di puntamento per lartiglieria pesante

23 Macchina di Von Neumann IAS di Von Neumann o primo calcolatore con programma in memoria o aritmetica decimale sostituita con laritmetica binaria Memoria Unità di controllo ALU accumulatore input output

24 Prima generazione Anni 50 Dominata dallo sviluppo dei calcolatori Obiettivo: esecuzione di un altissimo numero di calcoli numerici per elaborazioni scientifiche Calcolatori di dimensioni enormi Programmazione in linguaggio macchina Problemi di ricerca relativi alla traduzione automatica

25 Seconda generazione i transistor sono inventati ai Bell Labs. Bardeen, Brattain e Shockley vincono il premio Nobel Hardware dedicato ad uno specifico software (Algol 60) Fino ad ora lhardware era al centro dellattenzione -> lattenzione si sposta sullingegneria del software Sviluppo dei linguaggi di programmazione di alto livello Cresce la potenza del calcolatore – come gestire tale potenza? -> tramite i sistemi operativi Operazioni effettuate in parallelo allinterno della CPU

26 Terza generazione 1958 – Invenzione dei circuiti integrati (dispositivi elettronici costituiti dall'integrazione di un circuito elettronico su di un substrato che può essere ceramico o semiconduttore) Costruzioni di calcolatori più piccoli, più veloci e meno costosi -> nasce il personal computer Lattenzione si foccalizza sui metodi di progettazione sia del hardware che del software Definizione piu rigorosa del significato dei programmi e una verifica piu affidabile della loro correttezza

27 Quarta generazione VLSI (Very Large Scale Integration) Milioni di transistor in un unico chip 1980, ognuno può acquistare un calcolatore (PC) IBM 8088, costruito con soli componenti esistenti o progetto reso pubblico per aumentare il numero dei componenti compatibili o nascono i cloni di altre aziende Storia Moderna: o INTEL, MICROSOFT, MS-DOS, OS/2, WINDOWS

28 Il futuro Calcolatori Miniaturizzati palmari, cellulari,... Calcolatori Pervasivi calcolatori invisibili, onnipresenti, comunicanti ed intelligenti DNA computing molecole di DNA come materiale per costruire i computer del futuro integrazione tra computer ed esseri viventi

29 Limpatto dellinformatica sullindividuo e sulla societa ?


Scaricare ppt "Elementi di Informatica Claudia Raibulet"

Presentazioni simili


Annunci Google