La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La nuova gestione delle flotte Sicurezza Logistica Controllo Carburante.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La nuova gestione delle flotte Sicurezza Logistica Controllo Carburante."— Transcript della presentazione:

1 1 La nuova gestione delle flotte Sicurezza Logistica Controllo Carburante

2 2 I nuovi localizzatori SISTEMI DI GESTIONE LOGISTICA Il dispositivo MiniEvo Arm Edition è in grado di rilevare intrusioni, laccensione del motore, lattivazione di un antifurto, gestire dati provenienti da sensori di bordo e di inviare un segnale dallallarme alla Centrale Operativa a fronte di condizioni non definite standard.

3 3 I nuovi localizzatori SISTEMI DI LOCALIZZAZIONE Apparati di bordo che consentono: Localizzazione della posizione in real time Archiviazione log dei viaggi fino a punti Acquisizione dati di consumo dal veicolo Interfaccia interconnessione utenze esterne

4 4 I nuovi localizzatori SISTEMI DI LOCALIZZAZIONE Lapparato di bordo è costituito da tre distinti moduli: Gestore degli ingressi Sistema di comunicazione; può essere interfacciato con i più moderni apparati di trasmissione, quali: Radio PMR, applicabile per Localizzazione Short-Range Modem GSM/GPRS per Localizzazione Long-Range Satellitari (Inmarsat, Iridium, ecc) per Localizzazione Long-Range Apparato di rilevamento della posizione (GPS)

5 5 Identificazione puntuale del consumo del carburante …a bordo… -Il dispositivo tiene costantemente monitorato il livello del serbatoio -Ad intervalli regolari il dato viene rilevato e mediato (15 letture), in modo da effettuare un primo filtro delle oscillazioni. -Periodicamente il dato viene spedito in centrale corredato delle seguenti informazioni: Livello medio serbatoio Posizione GPS Stato del motore -QUESTO CONSENTE DI VEDERE LA POSIZIONE NELLA QUALE E STATO FATTO IL RIFORNIMENTO

6 6 Identificazione puntuale del consumo del carburante …in centrale… La periodicità del rilevamento può essere sia temporale (una posizione ad es. ogni 60 minuti), sia su distanza (ad es. ogni 1000 metri) -Vengono scartati tutti i punti rilevati a motore spento (non sono significativi e servono solo per monitorare il funzionamento del dispositivo. -Vengono individuate le accensioni del motore (passaggio da motore spento a motore acceso) -Se il motore è rimasto acceso per un tempo sufficientemente lungo (almeno 1 minuto), vengono calcolate le medie del livello prima e dopo laccensione. -Se la differenza è di almeno 5 litri si può ipotizzare che si sia trattato di un riempimento

7 7 CENTRALE OPERATIVA VIRTUALE Gestione Consumo Carburante

8 8 CENTRALE OPERATIVA VIRTUALE Percorso effettuato dal veicolo

9 9 CENTRALE OPERATIVA VIRTUALE Andamento medio della lettura. Si notano i due riempimenti (4/6 e 12/6)

10 10 CENTRALE OPERATIVA VIRTUALE Lo stesso grafico con i soli punti attendibili

11 11 CENTRALE OPERATIVA VIRTUALE Utile Implementazione -Definizione della media di consumo per classe di veicolo -Contabilizzazione dei Km percorsi sulla base dei dati GPS -Segnalazione dei veicoli che risultano fuori dai limiti di deviazione standard dalla media


Scaricare ppt "1 La nuova gestione delle flotte Sicurezza Logistica Controllo Carburante."

Presentazioni simili


Annunci Google