La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LOGICA, KR e INTELLIGENZA ARTIFICIALE Matteo Palmonari, Alessandro Mosca DISCo - Università di Milano-Bicocca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LOGICA, KR e INTELLIGENZA ARTIFICIALE Matteo Palmonari, Alessandro Mosca DISCo - Università di Milano-Bicocca."— Transcript della presentazione:

1 LOGICA, KR e INTELLIGENZA ARTIFICIALE Matteo Palmonari, Alessandro Mosca DISCo - Università di Milano-Bicocca

2 Intelligenza e computazione Diversi modelli di intelligenza... filosofia, psicologia... Diversi modelli di intelligenza... filosofia, psicologia... Una tradizione... Intelligenza come calcolo. Una tradizione... Intelligenza come calcolo. Approccio formale allo studio della mente come manipolazione di simboli. Se lintelligenza è manipolare simboli, una macchina può pensare? Approccio formale allo studio della mente come manipolazione di simboli. Se lintelligenza è manipolare simboli, una macchina può pensare? Un Agente Intelligente secondo questo approccio ha una descrizione simbolica del mondo e delle regole per manipolare questi simboli. Un Agente Intelligente secondo questo approccio ha una descrizione simbolica del mondo e delle regole per manipolare questi simboli. Mente vs. Comportamento vs. Fisiologia: funzionalismo cognitivista vs comportamentismo e fisiologia Che cosè un calcolo? Alan Turing: una nozione formale di algoritmo: la Macchina di Turing

3 Intelligenza Artificiale... da questo punto di vista Uno studio empirico delle attività cognitive umane (modelli psicologici computrazionali). Una ricerca sugli strumenti di rappresentazione. Linguaggi, tecniche e modelli computazionali KR (Rappresentazione della conoscenza). Una disciplina ingegneristica; svolgimento di compiti complesso sulla base di tali modelli.

4 Conoscenza, Rappresentazione e Ragionamento La conoscenza è connessa alla nozione di verità La conoscenza è connessa alla nozione di verità E.g. John sa(crede?) che oggi non piova E.g. John sa(crede?) che oggi non piova Rappresentazione... Rappresentazione... representation is a relationship between two domains, where the first is meant to stand for, or take place of the second. (...) Usually the first domain, the representor, is more conrete, immediate, or accessible in some way of the second representation is a relationship between two domains, where the first is meant to stand for, or take place of the second. (...) Usually the first domain, the representor, is more conrete, immediate, or accessible in some way of the second Cioò che sta per sono i SIMBOLI Cioò che sta per sono i SIMBOLI Ragionamento: manipolazione formale di simboli che rappresentano un insieme di proposizioni ritenute vere (rappresentazioni), affinchè vengano prodotte nuove rappresentazioni Ragionamento: manipolazione formale di simboli che rappresentano un insieme di proposizioni ritenute vere (rappresentazioni), affinchè vengano prodotte nuove rappresentazioni

5 Una teoria della mente rappresentazionale Le rappresentazioni sono di tipo simbolico. The Phisical Symbolic System Hypothesis A phisical symbolic system has necessary and sufficient instruments to perform general intelligent actions. [Newell, Simon] 1.Simboli primitivi (atomi); 2.Strutture complesse; 3.Regole di Trasformazione dei simboli e delle strutture complesse; 4.Denotazione dei simboli.... La disciplina della Rappresentazione della Conoscenza.

6 1) Queste strutture, viste da un osservatore esterno al sistema, possano essere interpretate come rappresentazione della conoscenza di cui il sistema dispone; 2) Indipendentemente da tale attribuzione semantica, tali strutture devono poter essere manipolabili formalmente, in modo da poter giocare un ruolo causale nel determinare il comportamento del sistema. [The Knowledge Representation Hypothesis - Brian Smith, Prologue to Reflection and Semantics in a Procedural Language, 1982] Il fine di un sistema di rappresentazione della conoscenza è individuare strutture simboliche e meccanismi di inferenza appropriati sia per rispondere a domande che per acquisire nuove informazioni, in accordo con la teoria della verità del linguaggio di rappresentazione sottostante. [R. Brachman e H. Levesque, Readings in Knowledge Representation, 1985] Ogni sistema intelligente deve incorporare un insieme di strutture tali che:

7 Perchè la Logica come sistema simbolico... 1) La Logica è Formal (e quanto più generale possibile). 2) La Logica è Mathematical. 3) La Logica è Symbolic (sintassi, semantica). 4) La Logica ha un Calculus (corretto e completo).... La Logica è Rappresentazione della Conoscenza.

8 La Logica Sintassi Sintassi formule corrette formule corrette manipolazione simbolica manipolazione simbolica Semantica Semantica Interpretazione dei simboli, concetto di verità Interpretazione dei simboli, concetto di verità Inferenze Inferenze Tautologie e conseguenze logiche (semantica) Tautologie e conseguenze logiche (semantica) Derivabilità (sintassi) Derivabilità (sintassi) Espressività: Espressività: Logica Proposizionale Logica Proposizionale Logica Predicativa Logica Predicativa

9 Costituenti logici del linguaggio, Costituenti extra-logici del linguaggio, First Order Logic (FOL)

10 Termini Formule Atomiche Formule ben formate Alcune espressioni

11 1.Mario è un architetto oppure è un geometra. Se Mario fosse architetto, allora Mario sarebbe laureato. Mario non è laureato. Quindi: Mario è un geometra. 2.Giovanni Paolo II è siciliano. Tutti i siciliani sono giardinieri. Quindi: Giovanni Paolo II è giardiniere. 3.Tutti i cigni osservati sinora in Europa sono bianchi. Tutti i cigni osservati sinora in Nord America sono bianchi. Tutti i cigni osservati sinora in Sud America sono bianchi […] Non sono mai stati osservati cigni che non fossero bianchi. Quindi: Tutti i cigni sono bianchi. 4.Lassassino ha sporcato di fango il tappeto. Chiunque fosse entrato dal giradino avrebbe sporcato di fango il tappeto. Quindi: Lassassino è entrato dal giardino. 5.Gli uccelli, salvo eccezioni, sono in grado di volare. Titti è un uccello. Quindi: Titti è in grado di volare. Alcune inferenze

12 Scegliere un linguaggio: una sintassi una semantica Problemi: Espressività (cosa posso rappresentare?) Reasoning (cosa ci faccio?) Logica e modelli: cosè un modello? Logica come strumento di modellazione!

13 Qualche problema...

14 Problemi con FOL e la programmazione logica FOL è indecidibile FOL è indecidibile Esplosione combinatoria La complessità di una dimostrazione cresce esponenzialmente rispetto alla lunghezza della formula Sottoinsiemi decidibili : Clausole di Horn - Prolog Limiti di espressivitàEuristiche, raffinamento degli algoritmi di ricerca

15 Logicisti vs. Anti-logicisti nellIA simbolica Una lunga disputa: Una lunga disputa: Approccio logico: McCarthy, McDermott, R.C. Moore, Reiter, Kowalsky Approccio logico: McCarthy, McDermott, R.C. Moore, Reiter, Kowalsky Approcci anti-logici : Minsky, Simon, Newell Approcci anti-logici : Minsky, Simon, Newell

16 Anti-logicisti: considerazioni generali Minsky Minsky Il ragionamento logico non è abbastanza flessibile. Il ragionamento logico non è abbastanza flessibile. La Conoscenza non consiste in un insieme di proposizioni atomiche più un insieme di regole di inferenza: è molto più strutturata. La Conoscenza non consiste in un insieme di proposizioni atomiche più un insieme di regole di inferenza: è molto più strutturata. Un approccio puramente dichiarativo è discutibile: rilevanza delle descrizioni procedurali. Un approccio puramente dichiarativo è discutibile: rilevanza delle descrizioni procedurali. Shank e Rieger Shank e Rieger Dimostrazione logica (concetto formale)Dimostrazione logica (concetto formale)Vs Inferenza come processo psicologico (magari scorretto, guidato da associazioni)

17 Anti-logicisti: tre punti Concetti definiti (logica condizioni necessarie e/o sufficienti) vs prototipi (oggetti normali con valori di defaut). Concetti definiti (logica condizioni necessarie e/o sufficienti) vs prototipi (oggetti normali con valori di defaut). Le inferenze umane sono sistematicamente incorrette da un punto di vista logico. Il ragionamento del senso comune non segue regole logiche. Le inferenze umane sono sistematicamente incorrette da un punto di vista logico. Il ragionamento del senso comune non segue regole logiche. La memoria è strutturata in maniera più complessa che in teorie logiche (assiomi): vicinanza semantica (e.g. Cometa/Natale). La memoria è strutturata in maniera più complessa che in teorie logiche (assiomi): vicinanza semantica (e.g. Cometa/Natale).

18 Logicisti: tre punti I formalismi per la rappresentazione della conoscenza (KR) necessitano di una semantica adeguata per garantire la preservazione della correttezza I formalismi per la rappresentazione della conoscenza (KR) necessitano di una semantica adeguata per garantire la preservazione della correttezza (specialmente per programmi lunghi e complessi). (specialmente per programmi lunghi e complessi). Livello dellespressione vs livello dellimplementazione Livello dellespressione vs livello dellimplementazione [P. Hayes]. Logica al livello dellespressione: giustificazione delle inferenze. Logica al livello dellespressione: giustificazione delle inferenze. Logiche per modellare il ragionamento del senso comune. Logiche per modellare il ragionamento del senso comune. Estendere e modificare la logica matematica. Estendere e modificare la logica matematica.

19 Riassumendo La Logica è estremamente generale e non necessita di assunzioni ontologiche [Moore]. La Logica è estremamente generale e non necessita di assunzioni ontologiche [Moore]. Rappresentazione in termini di individui, relazioni e funzioni praticamente ogni dominio. Rappresentazione in termini di individui, relazioni e funzioni praticamente ogni dominio.

20 Differenti risposte Flessibilità Incertezza Incompletezza delle informazioni Approcci più vicini alla logica classica Approcci basati sull analisi numerica Logiche Fuzzy e della probabilità, reti neurali e algoritmi genetici Approcci differenti: Elemento comune non monotonia LOGICHE NON MONOTONE

21 Ragionamento del senso comune Inferenze sulla base di informazioni incomplete Inferenze sulla base di informazioni incomplete Non abbiamo bisogno di conoscere tutti i dettagli di una situazione per trarre ragionevolmente molte inferenze Non abbiamo bisogno di conoscere tutti i dettagli di una situazione per trarre ragionevolmente molte inferenze Incertezza Incertezza Queste inferenze posso non essere così certe come le inferenze in matematica Queste inferenze posso non essere così certe come le inferenze in matematica Flessibilità Flessibilità La base di conoscenza cambia. Nuovi fatti sono aggiunti La base di conoscenza cambia. Nuovi fatti sono aggiunti La logica è classicamente monotona Il ragionamento del senso comune è NONMONOTONO!

22 Bibliografia [1] Stuart Russell, Peter Norvig, Artificial Intelligence. A modern Approach, Prentice Hall, New Jersey, [2]Michael R. Genesereth, Nils J. Nilsson, Logical Foundations of Artificial Intelligence, Morgan Kaufmann Publishers Inc., California, [3]Corrado Mangione e Silvio Bozzi, Storia della Logica. Da Boole ai giorni nostri, Garzanti, Milano, [4]Maurizio Negri, Elementi di Logica, LED - Edizioni Universitarie di Lettere, Economia, Diritto, Milano, [5]John McCarthy e Patrick J. Hayes, Some Philosophical Problems from the Standpoint of Artificial Intelligence, Computer Science Department, Stanford University, Stanford, [6]John McCarthy, Epistemological Problems of Artificial Intelligence, Computer Science Department, Stanford University, Stanford, [7]Randall Davis, Howard Shrobe e Peter Szolovits, What is a Knowledge Representation?, Artificial Intelligence Laboratory and Laboratory for Computer Science at MIT, published by AI Magazine, 14(1):17-33, [8]Robert Kowalski, The limitations of Logic, Department of Computing, Imperial College, London. An earlier version of this paper was presented at the Workshop on Knowledge Base Management System, Creta, Giugno 1985 [published by Springler Verlag]. [9]Frixione, M. (1994), Logica, Significato e Intelligenza Artificiale. - Milano: Francoangeli. [10]J. Cheng, Logical Tool of Knowledge Engineering: Using Entailment Logic rather than Mathematical Logic, Depertment of Computer Science and Communication Engineering, Kyushu University, Fukuoka, Japan, 1991.

23 NONMONOTONIC REASONING [11]BREWKA, G. (1991), Nonmonotonic Reasoning: Logical Foundations of Commonsense. - Cambridge: Cambridge University Press. [12]BREWKA, G., DIX, J. AND KONOLIGE, K. (1997), Non Monotonic Reasoning: An Overview. - Stanford: Center For The Study Of Language And Information. [13]FISHER SERVI, G. (2001), Quando l'eccezione è la regola: le logiche non monotone. - Milano: McGraw-Hill. [14]GABBAY, D.M., HOGGER, C.J. e ROBINSON, J.A. (a cura di) (1993 e 1994), Handbook of Logic in Artificial Intelligence and Logic Programming, Vol. III: Non Monotonic and Uncertain Reasoning. - Oxford. Bibliografia (logiche non monotone)

24 La possibilità di costruire sistemi logici diversi mostra che la logica non è ristretta alla riproduzione dei fatti, ma è un libero prodotto delluomo come unopera darte. Jan Łukasiewicz

25


Scaricare ppt "LOGICA, KR e INTELLIGENZA ARTIFICIALE Matteo Palmonari, Alessandro Mosca DISCo - Università di Milano-Bicocca."

Presentazioni simili


Annunci Google