La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. Analisi dei lavori svolti 2. Progressione nella costruzione del curricolo Prof.ssa Anna Maria Foresi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. Analisi dei lavori svolti 2. Progressione nella costruzione del curricolo Prof.ssa Anna Maria Foresi."— Transcript della presentazione:

1 1. Analisi dei lavori svolti 2. Progressione nella costruzione del curricolo Prof.ssa Anna Maria Foresi

2 Nella pedagogia basata sulle competenze la nozione centrale è quella dello studente come persona in azione ed in situazione. Ritroviamo in questa distinzione il concetto di situazione: lallievo per apprendere deve essere posto in una situazione apposita che gli consente di agire, ossia di attivare le sue capacità, le sue competenze. Azione e situazione costituiscono un binomio indissolubile nella pedagogia per competenze. (Vedi esperienza in giardino)

3 Il concetto non va mai scisso dalloperazione che lo accompagna, anzi operazione e concetto determinano un particolare campo di azioni, che in presenza di un diverso dinamismo operatorio, potrebbero significativamente modificarlo.

4 Gli studenti hanno bisogno di modellare e dare significato al loro apprendimento Allora il curricolo va costruito come un processo decisionale e strategico che parte dalla valutazione dell esistente e persegue obiettivi in funzione di risultati da valutare al termine del processo. La progettazione e la valutazione sono processi strettamente interdipendenti Quindi è necessario Decidere cosa dovrebbe essere insegnato Decidere come dovrebbe essere insegnato Decidere come dovrebbe essere valutato

5 Ossia decidere: i risultati, gli obiettivi, le intenzioni e gli scopi (obiettivi di apprendimento, traguardi per lo sviluppo delle competenze) vedi diapositive in appendice il contenuto le strategie le abilità formulare prove capaci di accertare i risultati desiderati pianificare le attività di apprendimento i materiali, le risorse, le strutture organizzative

6 le misure dellapprendimento dello studente: valutare e verificare abilità e conoscenze prestazioni di comprensione – evidenze delle comprensioni durevoli ( riferirsi quindi ad una valutazione autentica fondata su una prestazione reale e adeguata dellapprendimento).

7 Risultati come contenuti quali concetti e principi stanno apprendendo gli studenti? quali concetti o comprensioni voglio che i miei studenti sappiano come risultato di una attività? Cosa fare per aiutarli a comprenderli? Come saprò che hanno capito i concetti? Come la conoscenza sarà riconosciuta e valutata?

8 Risultati come processi Scegliere il contenuto per le sue qualità generative Il contenuto diviene un veicolo per sperimentare, praticare e applicare i processi necessari per pensare creativamente e criticamente: osservare e raccogliere informazioni, formulare e verificare ipotesi, trarre conclusioni e porre domande. I risultati del processo hanno più valore dei risultati del contenuto specifico di una disciplina perché per essere preparati nel contenuto, gli studenti devono conoscere e praticare i processi attraverso i quali quel contenuto ha avuto origine. Per cui: Quali processi voglio che i miei studenti pratichino e sviluppino? Che cosa farò per aiutarli a svilupparli? Come saprò se li praticano e li sviluppano? I risultati quindi vanno considerati in modo sistematico e progressivo

9 PONIAMOCI ALCUNE DOMANDE Sono in condizioni di dire cosa sa e sa fare ciascun alunno relativamente alla mia disciplina? Sono in condizione di dire cosa non sa e non sa fare rispetto a ciò che considero essenziale? So quali sono i prerequisiti mancanti? Le mie unità sono costruite in modo da poter essere fruite a livelli diversi? So dire qual è il nucleo essenziale di ogni unità, quello che se non viene acquisito richiederà un intervento di recupero? So dire di un contenuto scelto, quali sono le componenti concettuali implicite? E di una abilità, i diversi livelli di prestazione? So promuovere abilità trasversali anche se le attività sono centrate su contenuti disciplinari? So utilizzare strategie metacognitive ? So promuovere le abilità di studio? So individuare gli apprendimenti imprescindibili della mia disciplina in uscita da un segmento formativo? …

10 Gli insegnanti Devono: mettere in luce e lavorare con le preconcezioni dei loro studenti insegnare alcuni argomenti approfonditamente, fornendo molti esempi in cui lo stesso concetto funziona e offrire una base solida per la conoscenza fattuale linsegnamento di abilità metacognitive deve essere integrato nel curriculo nelle diverse discipline

11 Identificare i risultati desiderati (Standard conoscenze) Determinare levidenza accettabile (Prestazioni) Pianificare esperienze di apprendimento DOMANDA Cosa gli studenti dovrebbero essere in grado di conoscere, comprendere e fare? Cosa è meritevole di essere compreso in profondità? PER CUI

12 La comprensione Lallievo ha compreso se: 1.Sa spiegare quanto appreso 2.Sa fare degli esempi 3.Sa generalizzare 4.Sa applicare lidea e risolvere problemi 5.Propone analogie 6.Sa confrontare, criticare, esaminare 7.Rappresenta largomento in modo diverso 8.Spiegare come è giunto a comprendere

13 Dunque cè apprendimento se: Linformazione può essere usata in ogni contesto Linformazione può essere rivisitata ed usata in qualunque momento

14 Ricercare : iNuclei fondanti e le relazioni ( selezionare il sapere) Il rapporto tra allievo e disciplina o ambito di conoscenza VA VISTO alla luce della possibilità effettiva di padroneggiamento del sapere E VA associato al valore formativo della disciplina

15 APPENDICE

16 SCOPO DELLISTRUZIONE : Formare competenze culturali per la cittadinanza INTENZIONI Valorizzare lesperienza e le conoscenze degli alunni Favorire lesplorazione e la scoperta Promuovere lapprendimento cooperativo Promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere Promuovere linclusione Questo implica: La valorizzazione delle discipline come... superamento della frammentazione dei saperi superamento della scuola trasmissiva Dare ai ragazzi: Comprensioni più profonde Un set di strategie per imparare ad imparare Da qui la scelta nelle Indicazioni: della verticalità e progressione delle aree disciplinari e complessità

17 I traguardi per lo sviluppo delle competenze rappresentano riferimenti per gli insegnanti, indicano piste da percorrere aiutano a finalizzare lazione educativa allo sviluppo integrale dellalunno Nella scuola del primo ciclo: favoriscono lapprendimento e la costruzione dellidentità degli alunni ponendo le basi per lo sviluppo delle competenze indispensabili per continuare ad apprendere a scuola e lungo lintero arco della vita.

18 LA SCUOLA È LUOGO DI APPRENDIMENTO e COSTRUZIONE DELLA IDENTITÀ PERSONALE, CIVILE E SOCIALE COMPETENZE DI CITTADINANZA AL TERMINE DELLOBBLIGO COSTRUZIONE DEL SE Imparare ad imparare Ogni giovane deve acquisire un proprio metodo di studio e di lavoro. Progettare Ogni giovane deve essere capace di utilizzare le conoscenze apprese per darsi obiettivi significativi e realistici. RELAZIONE CON GLI ALTRI Comunicare Ogni giovane deve poter comprendere messaggi di genere e complessità diversi nella varie forme comunicative e deve poter comunicare in modo efficace utilizzando i diversi linguaggi Collaborare e partecipare Ogni giovane deve saper interagire con gli altri comprendendone i vari punti di vista Agire in modo autonomo e responsabile Ogni giovane deve saper riconoscere il valore delle regole e della responsabilità personale.

19 RAPPORTO CON LA REALTA Risolvere problemi Ogni giovane deve saper affrontare situazioni problematiche e saper contribuire a risolverle. Individuare collegamenti e relazioni Ogni giovane deve possedere strumenti che gli permettano di affrontare la complessità del vivere nella società globale del nostro tempo. Acquisire ed interpretare linformazione Ogni giovane deve poter acquisire ed interpretare criticamente l'informazione ricevuta valutandone lattendibilità e lutilità, distinguendo fatti e opinioni. Lanalfabeta del futuro non sarà la persona che non saprà leggere, bensì la persona che non saprà come imparare Alvin Toffler

20 20 LE COMPETENZE, CONOSCENZE, ABILITÀ secondo il Quadro Europeo delle Qualifiche per un apprendimento permanente (Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio europeo del )La COMPETENZA è la capacità dimostrata di utilizzare le conoscenze, le abilità e le attitudini personali, sociali e/o metodologiche in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale. Nel QEQ le COMPETENZE sono descritte in termini di responsabilità e autonomia LE CONOSCENZE sono il risultato dellassimilazione di informazioni attraverso lapprendimento. Le conoscenze sono un insieme di fatti, principi, teorie e pratiche relative ad un settore di studio o di lavoro. Nel contesto del QEQ sono descritte come TEORICHE E/O PRATICHE LE ABILITÀ : indicano le capacità di applicare conoscenze e di utilizzare Know – how per portare a termine compiti e risolvere problemi.

21 CONOSCENZE ED ABILITÀ: sono manifestazioni misurabili di una competenza attraverso: verifiche quantitative e qualitative COMPETENZE : contestualizzare la prestazione attraverso: compiti di prestazione

22 Il modello di curricolo si basa su: - lidea di profilo formativo dellallievo (inteso come sistema di talenti e di padronanze) che deve produrre apprendimento significativo (Ausubel), - lo sviluppo di una offerta culturale ancorata a modelli esperti di conoscenza, cioè alla capacità di cogliere le relazioni e non solo le strutture dei saperi (competenze metacognitive) -un metodo, come insieme di immagini mentali, che aiuti alla navigazione tra saperi Margiotta


Scaricare ppt "1. Analisi dei lavori svolti 2. Progressione nella costruzione del curricolo Prof.ssa Anna Maria Foresi."

Presentazioni simili


Annunci Google