La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Lezione 2 Introduzione alle Tecnologie Didattiche e alle applicazioni delle tecnologie informatiche e multimediali nella didattica Istituto Tecnologie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Lezione 2 Introduzione alle Tecnologie Didattiche e alle applicazioni delle tecnologie informatiche e multimediali nella didattica Istituto Tecnologie."— Transcript della presentazione:

1 1 Lezione 2 Introduzione alle Tecnologie Didattiche e alle applicazioni delle tecnologie informatiche e multimediali nella didattica Istituto Tecnologie Didattiche Consiglio Nazionale Ricerche SSIS di Genova, corso Tecnologie Didattiche, a.a. 2004/2005

2 Tecnologie Didattiche

3 Le vostre definizioni n Tecnologie multimediali applicate alla didattica n Le tecnologie didattiche servono a tenere gli insegnanti al passo con i tempi, forniscono il modo per poter interagire con gli alunni di oggi abituati alla velocità e al linguaggio tecnologico n Tecnologie (computer) applicate all'insegnamento n Strumenti (contenuti e dispositivi) atti a favorire l'apprendimento "in assenza". Si occupano di studiare le metodologie più efficaci per garantire adeguati feed-back docente-discente n Strategie d'uso del computer nella didattica n L'uso di supporti informatici nell'insegnamento n Secondo me sono metodi, basati sull'impiego di computer, che possono agevolare il lavoro di un insegnante n Le tecnologie didattiche mi fanno subito pensare all'informatica e al computer anche se in realtà forse può essere anche altro. In ogni caso per me sono tutti gli strumenti tecnologici che veicolano un apprendimento.

4 Tecnologie Didattiche mezzi metodi e processi tecnologie didattica tecnologie didattica Le due anime delle TD

5 TD: una definizione ufficiale...le TD si occupano dello sviluppo, applicazione e valutazione di sistemi, tecniche e mezzi per migliorare il processo di apprendimento umano NCET, 69, UK

6 Commissione Instructional Technology, USA, 70..le tecnologie didattiche sono un approccio sistematico al progetto, allo sviluppo, alla valutazione di processi di insegnamento/apprendimento in termini di obiettivi specifici basato sia su risorse umane che tecnologiche e finalizzato ad una istruzione più efficace." TD: unaltra definizione ufficiale

7 TD: le origini Le locuzioni instructional technology ed educational technology nascono in ambito anglosassone negli anni 50/60 come sintesi di due settori distinti Uso di mezzi audiovisivi nella didattica Teorie dellapprendimento

8 Mezzi AV: linee di evoluzione Da tecniche di uso di mezzi a interesse su…... Metodi di realizzazione di materiale didattico Teorie dellapprendimento a sostegno di scelte ed usi Modelli di comunicazione nel processo didattico

9 Le origini delle TD: listruzione programmata Approccio teorico che applica alla didattica i principi del comportamentismo B.F. Skinner The science of learning and the art of teaching (Harward Educational Review, 1954) …quando studiamo il pensiero studiamo il comportamento delluomo...

10 Apprendimento come esercizio ed effetto di associazione tra stimolo e risposta (valore del feedback positivo) Presentazione/stimolo Attività/risposta Feed-back Frazionamento in unità minime (item) del contenuto Presentazione -stimolo-risposta- feedback immediato Individualizzazione dellapprendimento Ritmi individuali di apprendimento Punti chiave trasposizione didattica Le origini delle TD: istruzione programmata

11 Istruzione programmata: linee di evoluzione b 2 1c 1a 3a 3 IP lineare IP ramificata Ricerca di strumenti in grado di gestire percorsi individualizzati (teaching machines) (linea che inizia luso del computer con il cosiddetto CAI Computer Assisted Instruction)

12 Dal comportamentismo al cognitivismo Concentra lattenzione sui processi mentali (dentro) piuttosto che sui comportamenti (fuori) Si sviluppano sistemi che cercano di riprodurre il funzionamento della mente umana (Intelligenza Artificiale) Si privilegiano i processi mentali di ordine superiore (memoria, linguaggio, capacità logiche/inferenziali) Studiosi di riferimento: Allen Newell, Herbert Simon, Marvin Minsky, Noam Chomsky, Donald Norman…

13 Dal cognitivismo al costruttivismo - apprendimento attivo - sapere come costruzione personale - insegnante come facilitatore di processi - apprendimento collaborativo - importanza del contesto Studiosi di riferimento: John Dewey, Jean Piaget, Lev Vygotsky, Jerome Bruner, Seymour Papert,….. Lapprendimento è visto come processo di costruzione autonoma di conoscenza

14 Tecnologie informazione e comunicazione Teorie apprendimento Mutamenti socio-culturali Formazione a distanza Apprendimento extra scuola Formazione continua Multimedialità Ipertesti Telematica Costruttivismo Apprendimento cooperativo Situated learning …. Le TD oggi

15 Le TD oggi: quali contenuti MEDIA Ambienti di apprendimento virtuali VALUTAZIONE dellapprendimento METODI DI SVILUPPO di interventi formativi COMPUTER e telematica TEORIE dellapprendimento comportamentismo costruttivismo testo audio video

16 Caratteristiche del computer multimedialità programmabilità interattività Connettività (comunicazione a distanza) Memoria (accesso alle informazioni)

17 I possibili ruoli del computer come strumento didattico Docente ed esercitatore Ambiente di apprendimento Fonte di informazioni Strumento di lavoro Ambiente di supporto alla comunicazione interpersonale

18 INTERATTIVITA E MULTIMEDIALITA STUDENTE SOFTWARE INTERATTIVO Il computer come docente ed esercitatore, ossia come agente didattico direttivo e adattivo

19 Il computer come ambiente di apprendimento reattivo SOFTWARE INTERATTIVO STUDENTE programmabilità

20 Il computer come strumento di lavoro Il computer può essere visto come amplificatore delle abilità intellettuali (cognitive, informative, espressive, computazionali e…comunicative)

21 Il computer come fonte di informazioni e come ambiente di comunicazione n …se ne parla nelle prossime lezioni!

22 Specificità disciplinari n In ambito scientifico: –Ambienti di apprendimento (Cabrì, G-mondo, Ecolandia, ambienti di simulazione, sistemi per lacquisizione di dati online…) –Strumenti di lavoro (Fogli elettronici, Derive, CAS, DBMS, Word Processor, sistemi di produzione ipertestuali…) –Eserciziari, drill and practice, spesso arricchiti da una componente ludica (green globes, factory deluxe, …) –Opere di consultazione (Atlanti ed enciclopedie multimediali) n In ambito letterario-umanistico: –Pochi gli ambienti di apprendimento, molti gli strumenti di lavoro e le opere di consultazione n Lingue straniere: –Molti Drill and practice (spesso multimediali e modificabili da parte del docente), ambienti di apprendimento basati sulla comunicazione, banche dati di materiali in lingua originale

23 Due parole sui criteri di scelta degli strumenti tecnologici n Non esiste la panacea, e nemmeno un algoritmo decisionale ben definito n Le variabili che vanno considerate sono molteplici: obiettivi didattici e natura dei contenuti, caratteristiche della popolazione obiettivo, vincoli del contesto (valutazione costi/benefici) n Qualità dei materiali disponibili: –sfruttano adeguatamente le caratteristiche del computer? –adottano una strategia didattica adeguata al conseguimento degli obiettivi?

24 Facciamo il punto… Data 15 marzo 22 marzo 19 aprile 10 maggio 7 giugno Incontro in presenza L1L2L3L4L5 Settimana 15 marzo - 4 aprile 5-18 aprile19 aprile - 9 maggio maggio 31 maggio – 7 giugno Moduli online Mod. 1 Familiarizzazione Mod. 2 Risorse online per la didattica Mod. 3 Uso didattico del web Mod. 4 Apprendimento collaborativo e comunità di apprendimento Mod. 5 Conclusioni Mod. Trasversale 2 Metariflessione Mod. Trasversale 1 Socializzazione

25 Modulo 2 - Risorse online per la didattica Durata:2 settimane Periodo:5-19 aprile Obiettivo:Analizzare risorse online per la didattica dei diversi ambiti disciplinari e riflettere sui criteri di scelta e sulle modalità di utilizzo delle stesse Descrizione:Verranno analizzate le funzionalità didattiche di alcuni siti e riferimenti di interesse per valutarne le diverse potenzialità per il contesto scolastico Approccio:Suddivisione in gruppi disciplinari, di numerosità variabile


Scaricare ppt "1 Lezione 2 Introduzione alle Tecnologie Didattiche e alle applicazioni delle tecnologie informatiche e multimediali nella didattica Istituto Tecnologie."

Presentazioni simili


Annunci Google