La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Laura Elena Pacifici C.A.R.A – Castelnuovo di Porto EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Laura Elena Pacifici C.A.R.A – Castelnuovo di Porto EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Laura Elena Pacifici C.A.R.A – Castelnuovo di Porto EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI

2 La vita non è sempre un fumetto

3 EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI LItalia si è trasformata da Paese di emigrazione

4 EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI Attualmente la popolazione straniera residente in Italia ammonta a circa 3 milioni 900 mila persone, facendo così registrare un incremento di 462 mila unità, il 12,6% in più rispetto al 1 gennaio ( stime Istat del 1 gennaio 2009 )

5 La popolazione residente straniera costituisce il 6,5% del totale (5,8% nel 2007). Le cittadinanze straniere maggiormente rappresentate sono quelle rumena (772 mila), albanese (438 mila) e marocchina (401 mila) che cumulate costituiscono il 40% delle presenze.

6 I richiedenti asilo vanno accolti – come previsto dalle direttive europee sull'asilo - per il periodo necessario alle Commissioni territoriali per il riconoscimento dello status di rifugiato.

7 Il Rifugiato è Una persona che: Per un fondato timore di persecuzione …

8 ...Per Motivi Di razza Religione Nazionalità Gruppo sociale Opinione politica

9 …SI TROVA FUORI DAL PAESE DI CUI HA LA CITTADINANZA, E NON PUO O NON VUOLE, A CAUSA DI TALE TIMORE, AVVALERSI DELLA PROTEZIONE DI TALE STATO… Convenzione di Ginevra 1951

10 Art.14 della Dichiarazione Universale dei Diritti dellUomo Ogni individuo ha diritto di cercare e godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni

11 L Art. 10 della Costituzione Italiana Riconosce il diritto dasilo nel nostro Paese a chi non può esercitare le libertà democratiche nel proprio Stato

12 Centri di Accoglienza

13 Variabili Demografiche

14

15

16 Nel Centro di accoglienza sotto la Direzione del Servizio 2° Interventi Emergenza della Croce Rossa Italiana, quotidianamente lavorano insieme per assistere gli ospiti nel miglior modo possibile 72 operatori: CRI ( logistici, volontari*, medico D.S.;) Personale sanitario operatori socio assistenziali ( psicologi, mediatori culturali e linguistici, assistenti sociali) Operatori Dei 32 operatori socio assistenziali 8 sono mediatori culturali dellassociazione CIES * Supporto componenti volontaristiche su media settimanale

17 Gli operatori della CRI svolgono le seguenti attività di base stabilite nella Convenzione: Primo ascolto e accoglienza Supporto psicologico individuale e di gruppo delle categorie vulnerabili Assistenza sociale (ricongiungimento di familiari che si trovano negli altri centri di accoglienza, segnalazione degli ospiti alla seconda accoglienza, iscrizione dei neonati allanagrafe …) Mediazione linguistica e culturale a supporto dellamministrazione, della direzione, della mensa, del presidio sanitario Orientamento legale (informazioni sulle qualifiche e le procedure per ottenere il riconoscimento della protezione internazionale, assistenza nellelaborazione della memoria integrativa) Attività di formazione Attività socio-assistenziali

18 In seguito al prolungarsi dei tempi di permanenza gli operatori hanno avviato le seguenti attività che non erano previste dalla Convenzione: Seminari informativi sul contesto sociale, culturale e lavorativo italiano. Attività ludico-ricreative per i bambini allinterno del Centro in collaborazione con i pionieri della CRI di Morlupo e presso il Centro ricreativo del Comune di Castelnuovo in collaborazione con la cooperativa sociale Myosotis m. m.. Attività sportive per gli adulti in collaborazione con la società sportiva Castelnuovese calcio e lAssociazione culturale Le Pleiadi. Cineforum sullintercultura. Attività socio-assistenziali Progetti: corso di educazione civica; tour virtuale nelle città italiane; corso di geografia fisica, politica ed economica; corso di storia; allenamenti e tornei di pallavolo e pallacanestro in collaborazione con lassociazione ASI.

19 Sono state avviate attività di empowerment degli ospiti: Laboratori di cucina e sartoria Orientamento al lavoro (valutazione e bilancio delle competenze, elaborazione CV) Seminari sui diritti e i doveri dei richiedenti protezione internazionale sui servizi offerti dal territorio e le relative modalità di accesso e fruizione si sta costruendo una rete di enti, associazioni e società locali che funga da supporto allinclusione sociale e lavorativa degli ospiti Progetti: Ciclo di seminari sullorientamento al lavoro regolare in collaborazione con lUGL Attività socio-assistenziali

20 Tenendo in considerazione la prospettiva di genere e la particolare vulnerabilità delle donne e delle mamme sono stati organizzati: Incontri in collaborazione con il Presidio sanitario e con lassociazione I diritti civili nel 2000 – Salvabebè / Salvamamme per il sostegno alla genitorialità Festa della donna Incontri sulle materie di genere (Mutilazioni Genitali Femminili, Diritti delle donne e delle madri) in collaborazione con lassociazione I Nostri Diritti - NO.DI. Progetti: Spazio per la cura dei bambini per le neomamme in collaborazione con i medici del Presidio sanitario Attività socio-assistenziali

21 La sensibilizzazione del territorio sui richiedenti protezione internazionale attraverso lincontro e lo scambio culturale è stata realizzata mediante: La partecipazione a convegni organizzati presso il Comune di Castelnuovo di Porto. La realizzazione di progetti individuali di integrazione dei bambini stranieri iscritti presso la scuola elementare di Castelnuovo di Porto in collaborazione con le insegnanti. Il supporto allorganizzazione del concerto della compagnia La Castelluzza organizzato dal Comune di Castelnuovo di Porto. Organizzazione di un convegno di sensibilizzazione dei cittadini italiani dei Comuni di Castelnuovo di Porto, Fiano Romano, Riano, Capena e Monterotondo sulle condizioni dei richiedenti protezione internazionale. Progetti: In viaggio tra identità e diversità: dal pre-giudizio al giudizio consapevole elaborato dalla cooperativa sociale Myosotis m. m. per le scuole secondarie di primo grado Attività socio-assistenziali

22 Per quanto riguarda la procedura di riconoscimento della protezione internazionale, la Direzione ha ritenuto indispensabile avvalersi della collaborazione di alcune specifiche figure professionali: Legale per lassistenza dei diniegati nel ricorso avverso alla decisione della Commissione territoriale e per la raccolta della storia Medico legale per laccertamento e la certificazione di torture e violenze subite dai richiedenti protezione internazionale Psicanalista/psichiatra esperto in patologie post-traumatiche dei richiedenti protezione internazionale per la supervisione degli operatori dellufficio socio assistenziale ed in particolare degli psicologi. Attività socio-assistenziali

23 Oggi è possibile ricostruire in modo sufficientemente accurato il profilo epidemiologico della popolazione immigrata. Che cosa è leffetto migrante sano?

24 Il patrimonio di salute in dotazione ai migranti più o meno rapidamente si depaupera a causa della continua esposizione ai fattori di rischio presenti nel Paese ospite: effetto migrante esausto. Uno dei più importanti fattori di rischio è rappresentato dalla difficoltà di accesso ai servizi sociosanitari.

25 EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI THE GOOD ENOUGH GUIDE

26 Sia l'assistenza sia qualsiasi programma di prevenzione debbono tenere conto del contesto generale offrendo una particolare protezione ai gruppi a maggiore vulnerabilità. Si è provveduto ad identificare: – Gruppi maggiormente vulnerabili – I più importanti problemi sanitari – Definire delle priorità – Fissare degli obiettivi

27 Le attività riguardano : – l'organizzazione di una struttura sanitaria appropriata – il controllo delle malattie transmissibili – l'epidemiologia correlata – l'alimentazione e la nutrizione – l'acqua e i problemi igienici, sia di comunità che personali – leducazione alla salute

28 Rapport sur la santé dans le monde 2008 WHO Les soins ne devraient cependant pas se limiter au moment où le patient vient consulter ni être confinés dans les quatre murs de la salle de consultation. Le souci dobtenir des résultats impose une approche conséquente et cohérente de la prise en charge du problème du patient,jusquà ce que ce problème soit résolu ou que le risque justifiant un suivi ait disparu.

29 La popolazione del CARA è stata sottoposta, nel rispetto della normativa vigente a livello nazionale ed internazionale, a screening specifici con finalità di tutela di salute individuale e collettiva. Le malattie prese in considerazione: tubercolosi, epatiti B e C, sifilide, HIV, parassitosi intestinali. Screening di alcune malattie infettive

30 COMMUNITY HYGIENE e « HYGIENE PROMOTION » Si è dato un particolare risalto ai temi dell educazione alla salute al fine di favorire i comportamenti positivi in tal senso.

31 Programmi Specifici « Health and Food » : si tratta di un programma specifico per insegnare in particolare alle mamme o future mamme a conoscere i valori nutritivi dei principali alimenti, con lo scopo di indirizzarne al meglio le scelte nutrizionali della propria famiglia ma anche in senso più ampio della comunità.

32 EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI

33 Rapport sur la santé dans le monde 2008 WHO Laccès aux dossiers médicaux et aux résumés dhospitalisation, quils soient électroniques, conventionnels ou détenus par le client, améliore le choix du traitement et la coordination des soins.

34 L'ORGANIZZAZIONE DI UNA STRUTTURA SANITARIA APPROPRIATA ha richiesto la standardizzazione dei protocolli di trattamento e la selezione dei farmaci essenziali corrispondenti ai bisogni identificati. Il personale sanitario formato da unéquipe di : nove medici. Tutto il team, con esperienza in PVS, parla correttamente francese e inglese. Del team fanno parte anche un infettivologo camerunense e una pediatra somala. nove infermieri professionali Infermiere Volontarie della CRI

35 Lambulatorio è aperto h.24 – In media viene fornita assistenza sanitarie a un numero di ospiti fra tra i 30 e i 60. La struttura dispensa, oltre al primo soccorso, due livelli di assistenza – livello primario : assistenza comunitaria e di medicina di base – livello secondario : assistenza specialistica (infettivologica, pediatrica, internistica e neurologica). Solo per il livello terziario ( necessità di esami strumentali o di consulenze di specialisti non presenti nel team del CARA) i pazienti vengono inviati in ospedale o in centri specializzati Le Attività della Struttura

36 Consultazioni La visita medica, standardizzata secondo le indicazioni del WHO e CICR, prevede lanamnesi raccolta attraverso una serie di domande che tengono conto delle realtà di provenienza dei pazienti Al momento del loro arrivo al CARA, gli ospiti vengono sottoposti a visita medica con valutazione dello stato nutrizionale e dei relativi bisogni secondo i parametri delletà, sesso, attività, stato fisiologico (gravidanza, allattamento, crescita) e fattori socioculturali

37 Ogni paziente che sia stato visitato presso il CARA è fornito di un dossier sanitario composto di una prima parte anamnestica e di seconda parte concernente le problematiche sanitarie verificatesi durante il soggiorno presso il CARA Lesame clinico del paziente segue un ordine rigoroso. Stabilita la diagnosi, si prescrive la terapia basata su protocolli internazionali di trattamento.

38 Sistema di sorveglianza epidemiologica che permette, a fronte della corretta valutazione iniziale della situazione, di poterla comparare nel tempo con gli interventi compiuti e le nuove situazioni creatisi Sistema d'allerta precoce per poter individuare rapidamente possibili situazioni durgenza e mettere in atto misure preventive o di risposta allurgenza. Risultati

39 Health as a Bridge for Peace (WHO) le questioni sanitarie trascendono le divisioni politiche, economiche, sociali ed etniche tra le persone e forniscono una connessione per il dialogo su molteplici livelli


Scaricare ppt "Dott.ssa Laura Elena Pacifici C.A.R.A – Castelnuovo di Porto EMIGRANTI IMMIGRATI MIGRANTI."

Presentazioni simili


Annunci Google