La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Procedimento analitico. 1) Raccolta del campione Campioni più comuni Trattamento del campione: es sangue Provetta normale: si forma il coagulo (siero)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Procedimento analitico. 1) Raccolta del campione Campioni più comuni Trattamento del campione: es sangue Provetta normale: si forma il coagulo (siero)"— Transcript della presentazione:

1 Procedimento analitico

2 1) Raccolta del campione Campioni più comuni Trattamento del campione: es sangue Provetta normale: si forma il coagulo (siero) Provetta con anticoagulante: EDTA; Li- eparina per analisi di sangue intero Provetta con F: analisi del glucosio Provetta per metalli

3 Errori di campionamento Tecnica di prelievo Campione insufficiente Sito di campionamento non appropriato (es. sangue prelevato a valle di fleboclisi) Modalità di conservazione sbagliata Contenitore sbagliato: es. se si deve dosare il Ca in un campione di sangue non deve essere presente EDTA

4 Caso clinico N°1 Un campione di sangue prelevato da un cane alla sera è stato lasciato dal veterinario in auto tutta la notte. Al mattino dopo in laboratorio sono state misurate elevate concentrazioni di K, fosfato e LDH. Giusto o prelievo da ripetere?

5 2) Trasporto del campione 3) Accettazione e identificazione

6 4) Analisi del campione Scopo dellanalisi: fornire un dato il più possibile fedele al valore reale Le misure analitiche variano in base a due fonti di variabilità 1) variabilità analitica 2) variabilità biologica

7 Parametri importanti Specificità e sensibilità Precisione e accuratezza Controllo di qualità Intervalli di riferimento

8 Specificità, Sensibilità Specificità: bontà del saggio che deve discriminare tra lanalita che si deve misurare e tutte le possibili interferenze Sensibilità strumentale e limite di rivelabilità (LOD)

9 Precisione Accuratezza

10 Controllo di qualità Lesecuzione della analisi viene controllata usando dei campioni di controllo (standard) i cui valori sono noti e certificati Intercalibrazione

11 Intervalli di riferimento La variabilità analitica è generalmente inferiore alla variabilità biologica riscontrabile a livello di popolazione I risultati delle analisi vengono confrontati con intervalli di riferimento che comprendono il 95% dei valori trovati in soggetti volontari sani SIVR

12 Variabilità biologica Molti fattori intraspecifici Sesso, età, dieta, stress, esercizio fisico, gravidanza, uso di farmaci Fattori interspecifici

13 Glicemia intervalli di riferimento in mg glucosio/dl uomo cane gatto cavallo bovino37-71 maiale65-95 storione 37-74


Scaricare ppt "Procedimento analitico. 1) Raccolta del campione Campioni più comuni Trattamento del campione: es sangue Provetta normale: si forma il coagulo (siero)"

Presentazioni simili


Annunci Google