La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cina: Alcuni Scenari di Mercato Torino, 7 Luglio 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cina: Alcuni Scenari di Mercato Torino, 7 Luglio 2009."— Transcript della presentazione:

1 Cina: Alcuni Scenari di Mercato Torino, 7 Luglio 2009

2 2 La Cina e le Altre Nazioni Nel corso degli ultimi anni la dipendenza dagli Stati Uniti di molte delle maggiori economie mondiali è diminuita progressivamente. Il peso economico di alcune grandi piazze emergenti continua ad aumentare. La Cina sembra aver superato la Germania e può a tutti gli effetti essere considerata la terza potenza economica a livello mondiale. La Cina ha contribuito per il 12% alla crescita globale nel Rapporto tra Export verso USA ed Export Totali :

3 3 Dinamiche del Prodotto Interno Lordo Nel 2009, gli analisti di UBS WMR si attendono che la crescita si attesti al 7.8%. Nel 2008 era stata del 9.0%. Le cause del rallentamento sono da attribuire alla minore crescita globale, ad un contesto finanziario deteriorato e ad un rallentamento della produzione industriale. In Cina, la crescita a lungo termine sarà tuttavia sostenuta dato che leconomia non ha ancora raggiunto il suo pieno potenziale e le fonti di crescita sostenibile rimangono intatte. Nel breve termine, i rischi di downside sono rappresentati dalla domanda globale per le esportazioni cinesi. Previsioni di Crescita (UBS WMR) PIL e Produzione Industriale

4 4 Bilancio Fiscale, Commerciale e Riserve Valutarie Il bilancio fiscale, che indica la capacità di generare sufficiente capitale per remunerare le spese governative, mostra segnali di costante aumento (surplus fiscale). Tale situazione di vantaggio dovrebbe proteggere la struttura di crescita produttiva. Il forte avanzo delle partite correnti e 2000 miliardi di Dollari statunitensi in riserve valutarie stanno sostenendo la politica fiscale aggressiva cinese e la sua transizione verso uneconomia maggiormente basata sulla domanda domestica. Surplus Commerciale e Partite CorrentiRiserve Valutarie

5 5 Caratteristiche della Crescita Reale Dal 2005 al 2007, le esportazioni hanno contribuito per una percentuale significativa alla crescita del PIL reale. Leffetto ricchezza che deriva dal surplus della bilancia commerciale fornisce benefici aggiuntivi alla formazione dei consumi delle famiglie e degli investimenti lordi. La diminuzioni nelle esportazioni nette rallenteranno inevitabilmente il ritmo di crescita nei prossimi anni. Caratteristiche della Crescita del Pil Reale

6 6 Dinamiche delle Esportazioni La crescita degli investimenti reali è diminuita con il deterioramento della crescita delle esportazioni, a causa della riduzione delleffetto ricchezza e a più severe norme sui prestiti. Le esportazioni cinesi sono diminuite del 19.1% Y/Y nel primo trimestre. La spirale deflazionistica, la scarsa capacità di utilizzazione dei macchinari e la riduzione degli inventari ha causato l' erosione dei margini aziendali e molti problemi in termini occupazionali. Esportazioni nell'Area AsiaticaProduzione Industriale ed Export

7 7 Indicatori di una Veloce Ripresa Gli indicatori riguardanti l'attività economica reale in Cina sembrano suggerire una ripresa veloce. Lindice PMI è rimbalzato dal suo minimo, suggerendo che il processo di riduzione delle scorte è vicino al termine. In Febbraio, la produzione di elettricità ha registrato una crescita positiva anno su anno, dopo quattro mesi di calo. Politiche monetarie espansive hanno mostrato i primi effetti. Afflussi di liquidità sono stati provati dallaumento di nuovi prestiti e da una forte crescita dellaggregato M2. PMI Cinese e Produzione IndustrialeCrescita dei Prestiti ed Investimenti

8 8 Le Misure di Sostegno all' Economia Il Governo cinese ha mostrato la sua determinazione a promuovere la crescita economica annunciando misure di stimolo in vari settori. I provvedimenti principali sono seguiti all'acuirsi della crisi finanziaria legata al fallimento di Lehman nel Settembre Lobiettivo principale è quello di passare dalla tradizionale economia basata sulle esportazioni, ad una maggiormente guidata dalla domanda domestica. Le misure principali comprendono: monetary easing, piani di rilancio industriale, spesa pubblica per infrastrutture ecc. Politiche di Monetary EasingAumento della Base Monetaria

9 9 Il Piano Governativo nei Dettagli In aggiunta al monetary easing ed ai tagli fiscali, è stato annunciato a Novembre 2008 un considerevole pacchetto di stimoli del valore di 4 trilioni di RMB (pari circa a 580 miliardi di Dollari statunitensi). La spesa non dovrebbe supportare solamente la domanda domestica nel breve termine, ma anche preparare il terreno per una crescita sostenibile nel lungo periodo 2008: CNY 100 bln 2009: CNY 2.3 tln 2010: CNY 1.60 tln Il piano, pari a circa il 15% del PIL domestico, è focalizzato principalmente sulle infrastrutture e su 'social projects'; comprenderà iniziative in 10 aree settoriali: immobiliare ed infrastrutture principalmente (acqua, elettricità, trasporti, energie rinnovabili). È evidente l'intenzione di perseguire un'attiva politica fiscale (Governo) ed una altrettanto vigile politica monetaria (Banca Centrale).

10 10 La Valuta (CNY) ed Inflazione Durante il 2007 il renmimbi si è notevolmente apprezzato (7% Vs USD nel 2007) salvo poi ritracciare nel 2008 in concomitanza dell'aggravarsi della crisi finanziaria. Le previsioni per USD/CNY sono: 6.75 (6 mesi), 6.65(12 mesi). Le autorità governative e la Banca Centrale Cinese (PBOC) faranno in modo di mantenere la valuta cinese il più possibile ancorata al Dollaro americano permettendo solo un graduale apprezzamento. Se nel lungo periodo la valuta cinese dovrebbe tornare ad apprezzarsi, nel breve periodo le misure espansive adottate manterranno la valuta sui livelli di parità attualmente in essere. La ripresa del prezzo delle commodity, la grossa base monetaria in circolo e la ripresa economica ed occupazionale dovrebbero portare nuovamente inflazione. Cambio USD/CNYPrevisioni InflazioneAndamento Inflazione

11 11 Outlook nel Medio Termine La riforma del settore agricolo da parte del Partito Comunista Cinese dovrebbe dare maggiore impulso ai redditi dei lavoratori agricoli: il piano prevede di raddoppiare il reddito pro capite ed azzerare il tasso di povertà nelle aree rurali entro il Il positivo budget fiscale e la quota di debito/pil sotto il 20% sono tali da poter perseguire le politiche di investimento infrastrutturale già intraprese nel decennio passato. La ricostruzione nella regione dello Sichuan e i progetti d'investimento nel campo delle energie rinnovabili dovrebbero controbilanciare il calo dell'attività nel real estate e nell'export. Dopo mesi in cui l'economia si è confrontata con una decelerazione delle attività industriali e dell'export, si sta finalmente assistento a importanti segnali di ripresa. La Cina dovrebbe risultare una delle più brillanti economie a livello globale insieme all' India.

12 12 Il Mercato Azionario Cinese Il Mercato Azionario rimane ancora attraente a livello valutativo dopo il rally del primo semestre (MSCI China %). A Ottobre 2008, lindice era scambiato a circa 6.7 volte gli utili del 2009, mentre attualmente è a 11 volte gli utili attesi. Lattuale rapporto P/BV è di circa 1.5. Si guarda con interesse al settore bancario in virtù della capacità creditizia del sistema finanziario cinese e della limitata esposizione ad asset tossici. Anche nel settore delle telecomunicazioni ed energetico vi sono realtà che potrebbero rispondere efficientemente al pacchetto di riforme industriali varate. P/E e P/B a Termine 12 Mesi Azioni Scambiate sul Mercato

13 13 Temi d'Investimento nell'Area Asiatica 'Azioni Energetiche' 'Non solo Agricoltura' 'Consumismo Sfrenato' 'Utili Attraenti'

14 14 Contatti UBS (Italia) S.p.A. Casella postale 1104 I Milano Tel Cristiano Vietti, P&S Consulting tel.: Piazza degli Affari, Milano

15 15 Disclaimer Questa pubblicazione viene distribuita al solo fine informativo e non deve essere intesa come unofferta o come la sollecitazione di unofferta, di comprare o vendere strumenti finanziari o ogni altra forma di investimento. Sebbene tutte le informazioni e le opinioni espresse in questo documento siano state ottenute da fonti ritenute credibili ed in buona fede, nessuna garanzia viene data, espressamente o implicitamente, relativamente alla loro accuratezza e completezza. Tutte le informazioni e le opinioni così come i prezzi indicati sono soggetti a cambiamenti senza preavviso da parte nostra e categorie ed allocazione d'attivo e strumenti d'investimento sono unicamente indicativi. Vi raccomandiamo di rivolgervi a un consulente finanziario per discutere le implicazioni, comprese quelle fiscali, dell'investimento in uno qualunque dei prodotti menzionati nel presente documento. UBS non fornisce servizi di consulenza fiscale. Questo documento non può essere riprodotto e copie di questo documento non possono essere distribuite senza la preventiva autorizzazione di UBS (Italia) SpA. Questo documento non può essere distribuito nel territorio degli Stati Uniti d'America e/o a "US-persons", né in giurisdizioni in cui UBS non è autorizzata a operare. Approvato da UBS (Italia) SpA, autorizzata dalla Banca d'Italia alla prestazione dei servizi di investimento e soggetta alla vigilanza della Consob. © UBS (Italia) SpA, via del Vecchio Politecnico, 3 - Milano


Scaricare ppt "Cina: Alcuni Scenari di Mercato Torino, 7 Luglio 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google