La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 1 PSICOLOGIA SOCIALE DELLA COMUNICAZIONE Modulo 2 – DALLA COMUNICAZIONE ALLA CONVERSAZIONE Prof.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 1 PSICOLOGIA SOCIALE DELLA COMUNICAZIONE Modulo 2 – DALLA COMUNICAZIONE ALLA CONVERSAZIONE Prof."— Transcript della presentazione:

1 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 1 PSICOLOGIA SOCIALE DELLA COMUNICAZIONE Modulo 2 – DALLA COMUNICAZIONE ALLA CONVERSAZIONE Prof. Carlo GALIMBERTI

2 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 2 Due oggetti: Metodi qualitativi per la ricerca nelle produzioni discorsive: il caso dellAnalisi delle Conversazioni Metodi qualitativi per la ricerca nellinterazione: il caso dellinterazione on-line (nel cyberspazio)

3 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 3 Un approccio qualitativo allinterazione psico-sociale che utilizza teorie, metodi e tecniche provenienti da: Lanalisi delle conversazioni pragmalinguistica etnometodologia psicologia sociale

4 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 4 Dalla comunicazione alla conversazione LAnalisi delle Conversazioni: una pratica di ricerca psicosociale

5 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 5

6 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 6 Argomenti della lezione La comunicazione Il modello di Shannon e Weaver Interazionismo sommario Interazionismo comunicativo

7 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 7 La Comunicazione Dal modello del codice alla costruzione congiunta dei processi comunicativi L approccio pragmatico-inferenziale-aperto dellinterazione comunicativa

8 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 8 Comunicazione è: …Cum – munus, ovvero ricchezza comune da mettere in circolazione …Cum – mœnia, ovvero costruzione di barriere a difesa del proprio patrimonio …Cum – humus, ovvero terreno fertile di riferimento comune

9 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 9 Modello di Shannon e Weaver

10 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 10 Fonte Decodif. Codif. Mess. Destinatario Mess. Rumore Ricevente Emittente Feedback contesto

11 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 11 Caratteristiche del modello

12 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 12 comunicazione come passaggio di informazioni messaggio in forma di segnale da una sorgente ad un destinatario attraverso la mediazione di unemittente e di un ricevente trasferimento influenzato da fenomeni intervenienti, rumori

13 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 13 Limiti del modello Lingua come codice Alternanza tra emittente e ricevente Soggetti disincarnati

14 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 14 La lingua non è solo un codice Mancanza di: processi di costruzione dei significati processi inferenziali Alternanza: i soggetti sono sempre contemporaneamente attivi

15 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 15 Esempi Piedini Impero o in pero = ambiguità fonica Organizzazione e conduzione delle riunioni = ambiguità semantica/ pragmatica

16 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 16 Interazionismo sommario S1 S2

17 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 17 Interazionismo sommario Interazione: azione (o reazione) che passa da un soggetto (S1) allaltro (S2); è uninfluenza retroattiva reciproca che ogni soggetto esercita sulle azioni verbali dellaltro

18 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 18 Linterazione è un susseguirsi di comportamenti caratterizzati da una relazione dordine, una sorta di modello dellalternanza Interazionismo sommario

19 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 19 Interazionismo comunicativo

20 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 20 R R S1 S2 Interazionismo comunicativo

21 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 21 Attorno al circuito che lega i due interlocutori viene a delinearsi un sistema dordine superiore rispetto alla coppia S1 e S2 tendente a mantenere caratteristiche autonome e una propria organizzazione ( R) Interazionismo comunicativo

22 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 22 Le parole pronunciate da ciascun attore sono indirizzate sia a sé sia allaltro, dando luogo ad un fenomeno di doppio ascolto: significare e comprendere non sono più azioni indipendenti Interazionismo comunicativo

23 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 23 Io ti presto lascolto della mia parola F. Jacques, 1982

24 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 24 La comunicazione è intesa come situazione caratterizzata da: una posta in gioco un gioco di reciprocità unattività congiunta finalizzata alla costruzione di mondi possibili

25 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 25 La comunicazione secondo Rodolphe Ghiglione Comunicare è co-costruire una realtà con laiuto di sistemi di segni accettando un certo numero di principi che permettono lo scambio e un certo numero di regole che lo gestiscono

26 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 26 I tre sistemi di segni – verbale, non verbale, paraverbale – sono in continua interazione tra loro nel lavoro di co-produzione del senso e co- costruzione del processo interlocutorio messo in atto dagli interlocutori La comunicazione secondo Rodolphe Ghiglione

27 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 27

28 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 28 Argomenti della lezione Le funzioni del linguaggio La conversazione

29 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 29 La comunicazione Codice + Sistema di inferenze

30 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 30 La comunicazione non è un trasferimento di informazioni ma: una relazione psicosociale una complessa attività congiunta La comunicazione

31 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 31 inserito in un tessuto relazionale orientato alla costruzione della realtà sociale un evento generatore di uno spazio dialogico La comunicazione

32 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 32 I soggetti sono interlocutori impegnati in unazione comunicativa comune di cui sono corresponsabili non più emittenti o riceventi, non solo locutori-allocutori sono co-enunciatori

33 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 33 Le potenzialità La lingua è costituita da: un codice un sistema di inferenze

34 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 34 La comunicazione è frutto di unattività congiunta I soggetti sono incarnati Le potenzialità

35 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 35 Le funzioni del linguaggio Referenziale Argomentativa Relazionale Espressiva +

36 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 36 Referenziale Denominare oggetti Indicare stati del mondo Deissi

37 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 37 Referenzialità rivolta al mondo interno Come il linguaggio parla degli oggetti del mondo interno È studiata soprattutto dalla psicologia: rapporti tra linguaggio ed emozioni Espressiva

38 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 38 Creazione e alimentazione del legame sociale Relazionale Di grande interesse per la psicologia sociale

39 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 39 Passare da determinate premesse ad alcune conclusioni attraverso: Argomentativa induzione: dal caso particolare alla regola generale deduzione: dalla regola generale al caso particolare abduzione: da un caso particolare attraverso una regola generale ad un altro caso particolare

40 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 40 La conversazione

41 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 41 è un intreccio di attività svolte da due o più soggetti che costruiscono congiuntamente il senso delle proprie azioni soggetti disponibili a comunicare portatori di conoscenze comuni e negoziate

42 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 42 La conversazione diviene il congegno deputato alla conferma delle inferenze operate dagli interlocutori e alla risoluzione dellindecibilità dei loro messaggi

43 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 43 Fornire un contributo così come è richiesto, al momento opportuno, dagli scopi o dallorientamento del discorso in cui si è impegnati (Grice) Il principio di cooperazione

44 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 44 Le massime di Grice non dire nulla di meno, nulla di più di quanto richiesto dalla situazione (massima di quantità) non dire nulla di cui non sei sicuro (massima di qualità)

45 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 45 parla a proposito (massima di pertinenza) scegli la modalità giusta per dire ciò che intendi (massima di modo) Le massime di Grice

46 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 46 Io soggetto fisico (io enunciatore) Chi parla a chi Tu costruito da chi parla (tu destinatario) Io percepito/costruito dallaltro (io enunciatario) Tu soggetto fisico (tu interpretante)

47 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 47 Quando mi dici qualcosa, io verifico di aver compreso il tuo messaggio ripetendolo con parole mie, perché se lo ripetessi con le tue parole tu potresti dubitare che io abbia capito

48 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 48 Ma se uso le mie parole il risultato è che cambio il tuo significato, anche se solo di poco… La conversazione è come giocare a tennis con una palla fatta di gomma semiliquida, che ha una forma diversa ogni volta che attraversa la rete David Lodge, Small world

49 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 49

50 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 50 Argomenti della lezione Esempi di conversazione: i tre turni di parola Analisi del Contenuto

51 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 51 La comunicazione è composta da Modulo non verbale Modulo verbale, orale e scritto Modulo para-verbale Modulo prossemico: gestione dello spazio (fondamentale per la qualità dellinterazione )

52 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 52 La conversazione diviene il congegno deputato alla conferma delle inferenze operate dagli interlocutori e alla risoluzione dellindecibilità dei loro messaggi

53 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 53 Esempio G1: In questa stanza cè una corrente daria (asserzione valutativa): Atto iniziativa S1: chiude la porta = mi sembra che lei stia facendo una richiesta (attribuzione a G1 di unintenzione veicolata da un atto indiretto): Interpretazione in atto di G1

54 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 54 G2: Grazie Ratifica (o non ratifica) dellinterpretazione in atto S2: Prego Conferma della ricezione della ratifica dellinterpretazione in atto

55 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 55 È possibile avere tre tipi di inferenze diverse per questo scambio comunicativo = INDECIDIBILITÀ DEL LINGUAGGIO

56 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 56 Poiché ho freddo, chiudete porta e/o finestra per interrompere la corrente daria Questo è un esempio: la sua comprensione non richiede alcuna azione da parte vostra Poiché fa caldo, lasciate aperte porta e finestra per tenere attiva la corrente daria

57 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 57 È possibile capire che: Il terzo turno serve per comprendere come le persone interpretano quanto viene detto dai loro interlocutori Sono necessari tre turni di parola per comprendere cosa avviene nel corso di una conversazione

58 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 58 Esiste una differenza fra studio linguistico e pragmalinguistico delle conversazioni L Analisi della Conversazione è nata per studiare le coppie adiacenti e le trasformazioni operate da unintervento sul precedente

59 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 59 La conversazione funziona per approssimazione per difetto: bisogna stare attenti agli indicatori di problema e di difficoltà che mettono in evidenza i rapporti fra i soggetti e il modo in cui si costruisce linterazione

60 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 60 La comunicazione non è solo un fenomeno linguistico ma soprattutto un fenomeno sociale La conferma delle inferenze è un lavoro che i soggetti fanno sugli atti linguistici

61 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 61 La Conversazione Interfaccia fra cognitivo e sociale Ogni situazione sociale organizzata per turni e caratterizzata da scambi verbali e fenomeni extraverbali in cui i comunicanti fanno ricorso ad un codice condiviso e mettono in atto processi inferenziali

62 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 62 Nasce storicamente dallesegesi dei testi sacri Analisi di contenuto Anni 20-30: prime tecniche di analisi di Contenuto

63 licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 63 Oggetto: studio di messaggi scritti Caratteristiche: prevede una griglia di categorie da applicare al corpus per far emergere i temi di un testo Critica: arbitrarietà delle categorie usate


Scaricare ppt "Licent Modulo 2 – Dalla comunicazione alla conversazione 1 PSICOLOGIA SOCIALE DELLA COMUNICAZIONE Modulo 2 – DALLA COMUNICAZIONE ALLA CONVERSAZIONE Prof."

Presentazioni simili


Annunci Google