La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caso di studio: Librandi SpA PROGETTO FIRB – GESTIONE DELLA CONOSCENZA (GECON) Caso di studio: Librandi SpA Unità operativa: Università della CALABRIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caso di studio: Librandi SpA PROGETTO FIRB – GESTIONE DELLA CONOSCENZA (GECON) Caso di studio: Librandi SpA Unità operativa: Università della CALABRIA."— Transcript della presentazione:

1 Caso di studio: Librandi SpA PROGETTO FIRB – GESTIONE DELLA CONOSCENZA (GECON) Caso di studio: Librandi SpA Unità operativa: Università della CALABRIA

2 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Limpresa Settore Produzione e commercializzazione di vino imbottigliato Localizzazione Cirò Marina. Calabria orientale: Terra degli Enotri Dati di sintesi (2005) Fatturato8,5 ML (+10% allanno negli ultimi 5 anni) Numero bottiglie vendute Organico 130, di cui: 10 quadri 30 addetti tempo indeterminato 90 stagionali

3 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Settore, strategia e distribuzione Evoluzione del settore Ultimo decennio: crescita Vini di pregio in crescita: DOC, DOCG, IGT fino al 25-30% del totale Paesi nuovi consumatori: UK, USA, Australia, Giappone, Cina Strategia Segmento target: medio-alto Strategia di nicchia, differenziazione Mktg relazionale Distribuzione Canale Ho.Re.Ca. Ripartizione fatturato per canale Tipologia di canale% Enoteche34% Ristoranti28% Grossisti14% Alberghi8% Pizzerie7% Bar6% Supermarket3% Totale100%

4 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Struttura produttiva e portafoglio prodotti Tenute di proprietà 359 ettari (di cui 232 vitati e 100 olivati) Cantina 7000 m 2 Capacità produttiva Lavorazione di quintali uva / giorno Imbottigliamento di bottiglie / ora Portafoglio prodotti 2 linee: DOC (Denominazione Origine Controllata): bottiglie vendute (2005) IGT (Indicazione Geografica Tipica): bottiglie vendute (2005)

5 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Persone intervistate Imprenditore e Amministratore Nicodemo Librandi Responsabile Acquisti Donato Abenante

6 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Iniziative (implicite) di Gestione della Conoscenza Processo: Produzione Forte orientamento allinnovazione di prodotto e di processo Particolare cura nella Gestione delle Risorse Umane (addestramento e formazione) Gestione delle relazioni con clienti, fornitori, specialisti, università: gran parte degli investimenti

7 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Breve storia Missione: valorizzare una viticoltura antichissima Anni 50: nascita Anni 80: vini da vitigni non autoctoni (cabernet, chardonnay, sauvignon) : costituzione di 3 vigneti sperimentali Caratteristiche dei vigneti sperimentali Anno di costituzione TipologiaCaratteristicheAttività svolte ° vigneto sperimentale 25 varietà di vitigni in 2500 viti Studio delle colture, composizione/trasformazione dei terreni ° vigneto sperimentale Campo semenzale di 2786 piante Studio delle microvinificazioni ° vigneto sperimentale 156 varietà di vitigni regionali in 2800 viti Studio del DNA

8 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Obiettivi della costituzione dei campi sperimentali Miglioramento qualitativo delle varietà del territorio già vinificate Indagine sulle potenzialità inespresse dei vitigni antichi regionali con lobiettivo di lanciare nuovi prodotti unici Acquisizione e conservazione, attraverso uno studio storico e scientifico, del patrimonio viticolo regionale

9 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Classificazione degli strumenti di Gestione della Conoscenza (1/3) Gestione delle Risorse Umane AttivitàCaratteristichePeriodicità Tipologia di attività di Gestione della Conoscenza 1. Corsi per tecnici Tecniche di coltura delle viti Tecniche di produzione del vino Tecniche di valutazione qualitativa del prodotto finale Visite presso strutture produttive di altre aziende Almeno 1 allanno Trasferimento di conoscenza 2. Riunioni periodiche Coinvolgimento nel processo decisionale Mensile Condivisione di conoscenza Coinvolgimento del personale 3. Occasioni di incontro non formali Riunioni informali Cene aziendali Appuntamenti fissi + variabili 5-6 allanno (fissi) Condivisione valori e cultura Identificazione con lazienda 4. Corsi per addetti non tecnici Corsi per sommelier Altro Condivisione cultura Identificazione con lazienda 5. Corsi per esterni Tecniche/cultura vino Ogni 2 anni Trasferimento conoscenza Diffusione cultura

10 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Classificazione degli strumenti di Gestione della Conoscenza (2/3) Gestione dei legami interaziendali AttivitàCaratteristichePeriodicità Tipologia di attività di Gestione della Conoscenza 6. Legami con fornitori Comunicazione/sensibilizzaz. su: Tecniche di coltura delle viti Tecniche di vinificazione Cultura della qualità Trasferimento di conoscenza Diffusione cultura 7. Legami con clienti Sistematico monitoraggio enoteche di prestigio e importatori internazionali Seminari di aggiornamento verso i rivenditori Annuale Condivisione/scambio/acquisizio ne di conoscenza Diffusione cultura 8. Legami con specialisti Tecniche innovative Programmi di formazione Comunicazione scientifica e di settore Mensile Creazione/acquisizione di conoscenza Trasferimento di conoscenza 9. Legami con Università Programmi di ricerca e formazione congiunti Struttura ricettiva per ospitare ricercatori e tirocinanti Creazione/acquisizione di conoscenza Condivisione di conoscenza

11 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Classificazione degli strumenti di Gestione della Conoscenza (3/3) Attività di Ricerca e Sviluppo e Tecnologia AttivitàCaratteristiche Tipologia di attività di Gestione della Conoscenza 10. Ricerca su campi sperimentali Studio colture Tecniche di microvinificazione Studio del DNA Creazione di conoscenza 11. Controllo vigneti via satellite Rilevazione e monitoraggio di sviluppo, temperatura, radiazioni assorbite, livello qualitativo uve Obiettivi: tempi e modalità concimazione, dosaggio trattamenti antiparassitari, tempi di vendemmia Creazione di conoscenza Immagazzinamento/memorizzazione di conoscenza (Knowledge Store)

12 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set Risultati ottenuti dal progetto/iniziative di gestione della conoscenza Risorse umane Aumento soddisfazione del personale: forte senso di appartenenza e coinvolgimento Processi Diminuzione costi/sfridi di lavorazione Clienti Diminuzione reclami clienti e fidelizzazione

13 Riunione Firb Brixen - Ven 15 Set ROI ROE Liquidità Struttura Fatturato per addetto Valore Aggiunto per addetto …….. Azionisti Soddisfazione clienti Fedeltà clienti N. clienti nuovi Reclami ricevuti ……… Clienti Produttività Qualità Tempo di processo Sfridi …….. Processi interni Aumento competenze Soddisfazione del personale Nuovi prodotti, brevetti ………. Crescita e Apprendimento Possibile griglia per la valutazione dei risultati


Scaricare ppt "Caso di studio: Librandi SpA PROGETTO FIRB – GESTIONE DELLA CONOSCENZA (GECON) Caso di studio: Librandi SpA Unità operativa: Università della CALABRIA."

Presentazioni simili


Annunci Google