La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL MOBBING: APPUNTI PER UNA RIFLESSIONE DI GENERE Prof. Roberta Nunin Università di Trieste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL MOBBING: APPUNTI PER UNA RIFLESSIONE DI GENERE Prof. Roberta Nunin Università di Trieste."— Transcript della presentazione:

1 IL MOBBING: APPUNTI PER UNA RIFLESSIONE DI GENERE Prof. Roberta Nunin Università di Trieste

2 MOBBING: La radice etimologica Etologia: aggressività del branco verso un membro debole, malato e/o anziano Comportamento di una folla di persone disordinata, in tumulto mob = mafia

3 Caratteri del Mobbing (1) Il mobbing si realizza attuando una sorta di terrorismo psicologico, che implica un atteggiamento ostile e non etico posto in essere in forma sistematica da uno o più soggetti (datore di lavoro e\o colleghi), di solito nei confronti di un unico individuo che, a seguito di tale persecuzione, si viene a trovare in una situazione indifesa, di debolezza e sofferenza (Leymann)

4 Caratteri del Mobbing (2) Sistematicità Frequenza degli episodi Durata (secondo alcuni almeno sei mesi)

5 Chi sono gli attori Il mobbing può essere posto in essere tanto dal datore di lavoro (o dai superiori gerarchici, spesso quali longa manus dello stesso datore) quanto dai colleghi di lavoro; nel primo caso si parla di mobbing verticale, nel secondo di mobbing orizzontale non di rado peraltro le due tipologie finiscono per intrecciarsi Side Mobbers: tutti quei soggetti (superiori gerarchici, direttori del personale, ma anche semplici compagni di lavoro) che, pur non essendo direttamente responsabili delle condotte mobbizzanti, essendo a conoscenza dei fatti assistono passivamente

6 Cosa si propone il mobber? Espulsione della vittima dal contesto lavorativo

7 Effetti del mobbing sul rapporto di lavoro Dimissioni Licenziamento per giusta causa Nei casi più gravi: suicidio

8 Ma anche… Doppio mobbing: la vittima importa negatività nel contesto familiare

9 E di conseguenza… Possono andare in crisi anche le relazioni familiari: Separazioni Divorzi Violenza in famiglia

10 Le fasi del mobbing Il mobbing si realizza con una vera e propria ESCALATION Fase zero: qualcosa è cambiato? Iniziano le persecuzioni Le condotte vessatorie aumentano in intensità e frequenza La vittima viene emarginata e colpevolizzata Espulsione dal contesto lavorativo

11 Come si realizza il mobbing Per comodità possiamo individuare 5 possibili tipologie di condotte: A) comportamenti che incidono sulla possibilità della vittima di comunicare adeguatamente in azienda; B) condotte che ostacolano il mantenimento dei contatti sociali in ambito lavorativo (di cui è ipotesi tipica il confino del soggetto in un ambiente isolato e comunque lontano dai compagni di lavoro); C) comportamenti lesivi della reputazione della vittima; D) iniziative pregiudizievoli della posizione occupazionale (ad es., un demansionamento); E) iniziative pregiudizievoli della salute psichica.

12 Danni da Mobbing Danni economici Danni biologici (alla salute psichica e/o fisica: ed es. sindrome post-traumatica da stress) Danni esistenziali

13 Il danno esistenziale Consiste in un peggioramento della qualità della vita, senza che a ciò debba necessariamente conseguire una malattia psicofisica E ormai considerato voce di danno risarcibile

14 Gli strumenti normativi di tutela In assenza di una legge statale in materia…

15 Gli strumenti normativi di tutela Art c.c. Art c.c. Già il D. lgs. n. 626/94 (norme in tema di sicurezza sul lavoro) ed oggi il D. Lgs. n. 81/2008 Ma da poco anche…

16 Gli strumenti normativi di tutela …Il c.d. Codice per le pari opportunità: d. lgs. n. 198/2006 che allart. 26 definisce le molestie discriminatorie considerando anche quelle di carattere morale

17 La tutela giudiziaria Cosa chiedo al giudice? - Cessazione della condotta - Risarcimento del danno economico, biologico ed esistenziale

18 Problemi… In giudizio bisogna soddisfare pienamente lonere della prova: può non essere facile provare il mobbing necessità di curare con attenzione lacquisizione del materiale probatorio utilità della perizia psicologica

19 Il mobbing e le donne Le vittime: Sec. Leymann (Svezia): le vittime di sesso femminile sono il 55%; Sec. Ege (Italia, 1998) le donne vittime sono il 51,5 % Le lavoratrici madri di figli piccoli, assieme ai disabili e agli anziani sembrano essere le categorie più a rischio Non abbiamo però ancora dei dati statistici completi, quindi è la casistica giurisprudenziale che ci fornisce le prime indicazioni

20 Il mobbing e le donne (II) Uomini e donne, in Italia, stando alla giurisprudenza edita, sembrerebbero colpiti dal mobbing in percentuale quasi equivalente, a differenza di quanto accade nel resto d'Europa, dove le donne sono colpite più degli uomini. Il dato riflette, però, la minore partecipazione femminile al mercato del lavoro italiano.

21 Il mobbing e le donne (III) Vi è una particolare vulnerabilità legata alla suddivisione del lavoro di cura Glass-ceiling Scarsa valorizzazione delle capacità/competenze femminili Poca solidarietà tra donne …ma anche Maggiore attenzione delle donne ai segnali di disagio del proprio corpo che può aiutare nel contrasto al fenomeno

22 Il mobbing e i lavoratori anziani La fascia di età più colpita sembrerebbe essere in Italia quella tra i 41 e i 50 anni (sec. Ege, 1998: 47,8%) Il dato è riferibile ad uomini e donne, ma è proprio in questa fascia di età che le carriere delle donne – più lente – possono trovare un assestamento che ad alcuni può apparire come una minaccia e scatenare le condotte mobbizzanti.

23 Mobbing, che fare? …Parliamone.. Necessità di ascolto oltre che di assistenza, anche per… …distinguere il mobbing da ciò che mobbing non è

24 Lattivisimo dei legislatori regionali Hanno tra gli altri legiferato il Lazio, lUmbria, lAbruzzo e il Friuli Venezia Giulia La legge del Lazio è stata però dichiarata incostituzionale per aver invaso competenze legislative statuali (definiva il mobbing)

25 La legge del Friuli Venezia Giulia legge regionale del Friuli Venezia Giulia 8 aprile 2005 n. 7 (Interventi regionali per linformazione, la prevenzione e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori dalle molestie morali e psico-fisiche nellambiente di lavoro) è stata da poco giudicata costituzionalmente legittima dalla Consulta Ottica strettamente preventiva Istituzione di punti di ascolto Monitoraggio e raccolta dei dati

26 …Per concludere… Se il Mobbing è una patologia organizzativa, la cura si può immaginare proprio nel ripensare lorganizzazione e le relazioni sul luogo di lavoro – anche promuovendo opportune azioni informative e formative – valorizzando sempre e comunque la DIGNITA delle lavoratrici e dei lavoratori


Scaricare ppt "IL MOBBING: APPUNTI PER UNA RIFLESSIONE DI GENERE Prof. Roberta Nunin Università di Trieste."

Presentazioni simili


Annunci Google