La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Acromegalia nellantico Egitto. Deficit di ormone della crescita.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Acromegalia nellantico Egitto. Deficit di ormone della crescita."— Transcript della presentazione:

1 Acromegalia nellantico Egitto

2 Deficit di ormone della crescita

3 Il gozzo

4 Esoftalmo

5 Concetto tradizionale di sostanza ormonale GhiandolaBersaglioCircolo

6 Ampliamento del concetto tradizionale di sostanza ormonale ormoni, fattori di crescita, messaggeri

7 Tipi di azione ormonale EndocrinaEndocrina ParacrinaParacrina AutocrinaAutocrina

8 ? psico neuro endocrino immunologia psico-neuro-endocrino-immunologia (PNEI) PNEI

9 Classi di ormoni struttura peptidicastruttura peptidica –ormoni peptidici e proteici –catecolamine –fattori di crescita struttura steroideastruttura steroidea –steroidi –vitamina D –ormoni tiroidei

10 Ormoni steroidei lipofilialipofilia forte legame con proteine vettriciforte legame con proteine vettrici interazione con recettori nucleari e citoplasmaticiinterazione con recettori nucleari e citoplasmatici controllo della sintesi di enzimi che regolano il metabolismo cellularecontrollo della sintesi di enzimi che regolano il metabolismo cellulare secrezione di proteine (ovalbumina)secrezione di proteine (ovalbumina)

11 Ormoni tiroidei lipofilialipofilia forte legame con proteine plasmaticheforte legame con proteine plasmatiche interazione con recettori nucleari o citoplasmatici e controllo dellattività biosintetica e metabolicainterazione con recettori nucleari o citoplasmatici e controllo dellattività biosintetica e metabolica azioni per molti versi analoghe a quelle degli steroidi

12 Ormoni peptidici IdrofiliaIdrofilia debole legame con proteine vettricidebole legame con proteine vettrici interazione con recettori di membranainterazione con recettori di membrana mantenimento della differenziazione e funzione cellularemantenimento della differenziazione e funzione cellulare azione sui processi metabolici cellulariazione sui processi metabolici cellulari

13 Azioni ormonali in generale ormoni steroidei e tiroidei –eventi nucleari ormoni peptidici –modulazione di effetti citoplasmatici e di membrana

14 Interazione ormone - proteina legante H H proteina legante proteina legante

15 Interazione ormone - recettore H H Recettore Segn. Recettore Segn.

16 Sequenza dellazione ormonale >secrezione >circolazione >interazione recettoriale >trasmissione del messaggio >azione ormonale

17 organizzazione gerarchica releasing hormone Tropina ipofisaria

18 Adrenal cortex Pituitary Hypothalamus CRH ACTH cortisol feed-back mechanism

19 ipotalamoipofisi CRHTRHGnRHGRHSRIF PIF (dopamina) ACTH TSH FSH LH GH PRL ghiandole bersaglio

20 releasing hormones TRHTSHTRHTSH GnRHFSHGnRHFSH LH LH CRHACTHCRHACTH GHRHGHGHRHGH PRL PRL

21 Meccanismi generali di attivazione della cellula bersaglio Citoplasma Nucleo recettori di membranarecettori di membrana cAMP Ca ++ fosforilazione Regolazione enzimatica

22 Meccanismi generali di attivazione della cellula bersaglio Citoplasma Nucleo mRNA Proteina Risposta recettori intracellularirecettori intracellulari

23 recettoreormone proteina regolatrice adenilato ciclasi trasmissione del messaggio

24 trasmettere il messaggio e produrre un evento Ricezione del messaggioDetector Arrivo del messaggioSwitch Innesco delleventoGenerator Durata delleventoTimer

25 GTP NsNs RsRs s Detector localizzato nellestremità carbossi terminale della subunità Anatomia delle proteine G

26 GTP NsNs RsRs s Switch Anatomia delle proteine G

27 GTP NsNs RsRs s Generator Anatomia delle proteine G

28 GTP NsNs RsRs s GDP Timer Anatomia delle proteine G

29 principi generali di radioimmunologia massima specificità ottenuta con reattivi biologici: anticorpimassima specificità ottenuta con reattivi biologici: anticorpi massima sensibilità ottenuta con reattivi radioattivimassima sensibilità ottenuta con reattivi radioattivi AB AG AG*

30 dosaggio in eccesso o in difetto di anticorpi principi generali di radioimmunologia

31 dosaggio immunoradiometrico (IRMA) (tipo sandwitch in fase solida)

32 Diagnostica genetica in endocrinologia Neoplasie Endocrine Multiple tipo 2, ca. midollare familiare (mutazioni germinali del gene RET) Neoplasie Endocrine Multiple tipo 2, ca. midollare familiare (mutazioni germinali del gene RET) Neoplasie Endocrine Multiple tipo 1 (Mutazioni germinali della MENINA ) Neoplasie Endocrine Multiple tipo 1 (Mutazioni germinali della MENINA ) Oligo-azoospermie (microdelezioni del cromosoma Y ) Oligo-azoospermie (microdelezioni del cromosoma Y ) Deficit enzimatici della steroidogenesi (adrenoleucodistrofia, 21 idrossilasi, ecc…) Deficit enzimatici della steroidogenesi (adrenoleucodistrofia, 21 idrossilasi, ecc…) Ipotiroidismo congenito (mutazioni di PAX8) Ipotiroidismo congenito (mutazioni di PAX8) Follow-up carcinoma differenziato della tiroide (mRNA da sangue periferico) Follow-up carcinoma differenziato della tiroide (mRNA da sangue periferico)

33 C T G>A C T C Gene RET e tecniche di identificazione delle mutazioni Gene RET Sequenza automatica Sequenza manuale Analisi con enzimi di restrizione

34 Dosaggio della Tg da sangue e/o linfonodi sangue linfonodi Estrazione RNA Sintesi cDNA Amplificazione con PCR Analisi per Tg su gel

35 Terapia genica in endocrinologia PatologieEndocrine IperfunzioneIpofunzione MalattieautoimmuniNeoplasie correzione dei geni correzione dei geni attivazione geni con attivazione geni con promoter tessuto specifici promoter tessuto specifici oligonucleotidi antisenso oligonucleotidi antisenso correzione dei geni correzione dei geni geni suicidi geni suicidi correzione dei geni correzione dei geni immunoterapia immunoterapia immunomodulazione immunomodulazione

36 Prima del trattamento Dopo ciclo di terapia genica Terapia genica nel carcinoma anaplastico della tiroide


Scaricare ppt "Acromegalia nellantico Egitto. Deficit di ormone della crescita."

Presentazioni simili


Annunci Google