La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Collegio Provinciale I.P.A.S.V.I di Ferrara La formazione avanzata La formazione avanzata Ferrara, 20 ottobre 2006 Dott. Marisa Dellai.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Collegio Provinciale I.P.A.S.V.I di Ferrara La formazione avanzata La formazione avanzata Ferrara, 20 ottobre 2006 Dott. Marisa Dellai."— Transcript della presentazione:

1 Collegio Provinciale I.P.A.S.V.I di Ferrara La formazione avanzata La formazione avanzata Ferrara, 20 ottobre 2006 Dott. Marisa Dellai

2 Caratteristiche del modello di assistenza presa in carico dellutente continuità dellassistenza coordinamento degli interventi assistenziali educazione terapeutica

3 Quali capacità per un infermiere? di esprimere le tre dimensioni dellassistere di prevedere, risolvere, personalizzare con elevate competenze metodologiche di applicare le evidenze scientifiche di autovalutarsi ed aggiornarsi responsabile dellassistenza e dei risultati di integrarsi, collaborare di supervisione e di delega ….

4 Come sviluppare queste capacità? 1). Livello di formazione di base Infermiere responsabile dellassistenza generale 2). Livello di formazione avanzata Infermiere con competenze specialistiche

5 Riferimenti normativi -Profilo dellInfermiere (DM. 739/94) percorsi di formazione in specifiche aree di specializzazione -Legge 8/1/2002 n.1 requisiti di accesso ai corsi master di 1° livello -Decreto MURST 3/11/1999 n.509 Le Università possono attivare corsi di perfezionamento e di alta formazione permanente successivi al conseguimento della laurea, al termine dei quali vengono rilasciati diplomi di Master, valutabili ai fini della carriera.

6 Formazione infermieristica MASTER 2° LIVELLO (60 CFU) DOTTORATO DI RICERCA (180 CFU) LAUREA SPECIALISTICA (120 CFU) MASTER 1° LIVELLO (60 CFU) LAUREA IN INFERMIERISTICA (180 CFU) Formazione avanzata Formazione base

7 Differenze fra Corsi Master e Corsi di Laurea Specialistica Master - competenze approfondite rispetto ad unarea specifica - competenze di gestione di problemi delle persone e dei processi assistenziali caratterizzati da elevata complessità Laurea specialistica - visione sistemica del fenomeni organizzativi, assistenziali e formativi - Favorire i processi di sviluppo disciplinare e di ricerca - Fornire competenze spendibili in posizioni strategiche progettuali Si propongono di sviluppare…

8 Cosa sono i master? -percorsi formativi altamente professionalizzanti attivati dalle Università, in relazione al fabbisogno di sviluppare competenze specialistiche (area critica, geriatria, pediatria, psichiatria, igiene e sanità pubblica); -hanno una durata minima di un anno (60 CFU) -si accede con diploma di scuola secondaria superiore e laurea triennale in infermieristica o titolo di infermiere acquisito ai sensi del D.M. 27 luglio 2000 e L. 8 gennaio 2002 N.1 -diploma di master di 1° livello, riconosciuto ai fini della carriera

9 La competenza infermieristica avanzata La pratica infermieristica avanzata si realizza attraverso lesperienza clinica e percorsi di formazione avanzata (master in infermieristica o dottorati), che consentono agli infermieri di acquisire abilità e conoscenze specialistiche superiori, ma anche di estendere le loro competenze cliniche, attraverso lo sviluppo di capacità di ragionamento e di gestione dei problemi di assistenza ad elevata complessità. (American Nursing Association, 1999)

10 1. Assistenziale 2. Educativa 3. Ricerca 4. Consulenza 5. Leadership (Pearson 2002, Gillis 2000, Bourbonniere 2002) Quali competenze?

11 Indicatori di nursing CompetenteAvanzato Gestire efficacemente situazioni instabili prevedere cambiamenti nelle condizioni di un paziente promuovere la partecipazione e lautocura del paziente offrire supporto emotivo ed informativo al paziente applicare i risultati di ricerca alla pratica clinica Offrire consulenza nella gestione di situazioni instabili e complesse supportare i colleghi per definire le priorità assistenziali coordinare le attività assistenziali e linsegnamento nelléquipe guidare i colleghi meno esperti ( Meretoja, 2002)

12 Quali sono gli effetti sui pazienti? Infermieri con competenze avanzate - riduzione della durata di degenza - diminuzione del numero di riammissioni non programmate - abbassamento della mortalità dei pazienti - riduzione delle complicanze - diminuzione degli errori (Mundinger et al. 2000; Seago 2001; Needleman et al. 2002; Aiken 2003)

13 Quali sono gli effetti sugli infermieri? Infermieri con competenze avanzate - aumenta la capacità di trattenere gli infermieri - aumenta la soddisfazione e la performance lavorativa - si riduce lo stress e il turn-over - sono più orientati allautoformazione - aumenta il reclutamento dei giovani (Watson, 2000; Whoule, 2001)

14 Un esempio… Un programma assistenziale gestito da infermieri con formazione avanzata in geriatria è efficace nei pazienti affetti da scompenso cardiaco? (Blue et al ) -RC condotto su 165 pazienti ospedalizzati e dimessi con diagnosi di scompenso cardiaco per valutare limpatto di un programma assistenziale gestito da infermieri con formazione avanzata in geriatria -Campione: età media 75 anni, classe NYHA IV (38%), III (42%), II (20%), vive da solo (47%), precedente ricovero per SC (44%), con supporto sociale (35%). -Durata follow up

15 Gruppo di intervento assistenza domiciliare ( visite programmate a frequenza decrescente) supporto telefonico, se necessario interventi sulla terapia (secondo protocollo) educazione (malattia, dieta, esercizio fisico, riconoscimento precoce segni/sintomi, supporto psicologico, utilizzo di materiale informativo) intervento di rete con i curanti (medico, altri professionisti) Gruppo di controllo Terapia e assistenza tradizionali Un programma assistenziale gestito da infermieri con formazione avanzata in geriatria è efficace nei pazienti affetti da scompenso cardiaco? continua

16 riammissioni non programmate per SC media giorni degenza per peggioramento mortalità InterventoControllo 31 3,47,6 25 Risultati Un programma assistenziale gestito da infermieri con formazione avanzata in geriatria è efficace nei pazienti affetti da scompenso cardiaco? continua 43 25

17 Elementi chiave… - intensità e continuità dellintervento infermieristico - possibilità di ottimizzare il trattamento - possibilità di correggere precocemente i segni di scompenso - intervento domiciliare per favorire il contatto regolare con il paziente

18 Caratteristiche del nursing avanzato - gestione di processi ad elevata complessità assistenziale - coordinamento del team - personalizzazione dellassistenza (figure di riferimento) - continuità del processo di cura nei diversi contesti - educazione al paziente/famiglia per sviluppare l autocura - guida e supervisione dei colleghi - consulenza infermieristica (Benner 1996, Meretoya 2002)

19 - differenziazione delle competenze infermieristiche - valorizzazione delle competenza avanzate - riconoscimento contrattuale e concorsuale In conclusione…

20 Bibliografia - Benner P. Leccellenza nella pratica clinica dellinfermiere. Lapprendimento basato sullesperienza. Edizione italiana a cura di Calamandrei C e Rasero L. Milano:Mc-Graw Hill Gillis C. Education for Advanced Practice Nursing. In: Hockey JV, Omette RM, Venegoni SL. Advanced Practice Nursing. Changing roles and clinical applications. Second Ed. Lippincott Pearson A, Peels S. Advanced practice in nursing: international perspective. Intern J Nurs Practice 2002;8:S1-S4. - Blue L, Lang E, McMurray JJV, Davie AP, McDonagh TA et al. Randomised controlled trial of specialist nurse intervention in hearth failure. BMJ 2001;323: Bourbonniere M, Evans LK. Advanced Practice Nursing in the Care of frail Older Adults. J Am Geriatr Soc 202;50: Meretoja R, Eriksson E, Leino-Kilpi H. Indicators for competent nursing practice. Journal of Nursing Management 2002;10: Naylor M, Brooten D, Campbell R, Jacobsen B, Mezey M, Puly M, et el. Comprehensive Discharge Planning and home Follow-up of Hospitalized Elders. A Randomized Clinical Trial. JAMA 1999;281(7): Cunningham R. Advanced Practice Nursing Outcomes: a review of selected empirical literature. Oncology Nursing Forum 2004; 31(2): Mundinger M.O., Kane R.L., et al., Primary care outcomes in patients treated by nurse practitioners or physicians, JAMA 2000; 283 (1): Dellai M, Ruocco M, Roat O, Dallapè F. la competenza infermieristica superiore/avanzata (advabced). AIR 2006;25(2):92-97


Scaricare ppt "Collegio Provinciale I.P.A.S.V.I di Ferrara La formazione avanzata La formazione avanzata Ferrara, 20 ottobre 2006 Dott. Marisa Dellai."

Presentazioni simili


Annunci Google