La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Aekoo USR 22 settembre 2003. Che cosè le-learning Una definizione di e-learning condivisa Nellanalizzare il settore delle-learning è necessario innanzitutto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Aekoo USR 22 settembre 2003. Che cosè le-learning Una definizione di e-learning condivisa Nellanalizzare il settore delle-learning è necessario innanzitutto."— Transcript della presentazione:

1 Aekoo USR 22 settembre 2003

2 Che cosè le-learning Una definizione di e-learning condivisa Nellanalizzare il settore delle-learning è necessario innanzitutto definire cosa si intende oggi per e-learning. Questa è la definizione proposta da Anee: 0 L'e-learning è una metodologia di insegnamento e apprendimento che coinvolge sia il prodotto sia il processo formativo. Per prodotto formativo si intende ogni tipologia di materiale o contenuto messo a disposizione in formato digitale attraverso supporti informatici o di rete. Per processo formativo si intende invece la gestione dell'intero iter didattico che coinvolge gli aspetti di erogazione, fruizione, interazione, valutazione. In questa dimensione il vero valore aggiunto dell'e-elearning emerge nei servizi di assistenza e tutorship, nelle modalità di interazione sincrona e asincrona, di condivisione e collaborazione a livello di community. 0 Peculiarità dell'e-learning è l'alta flessibilità garantita al discente dalla reperibilità sempre e ovunque dei contenuti formativi, che gli permette l'autogestione e l'autodeterminazione del proprio apprendimento; resta tuttavia di primaria importanza la scansione del processo formativo, secondo un'agenda che responsabilizzi formando e formatore al fine del raggiungimento degli obiettivi didattici prefissati.

3 E-learning nella scuola 0 I processi di innovazione didattica e tecnologica stanno da tempo investendo anche il mondo della scuola in virtù di spinte sia endogene che esogene. Le prime riguardano la riflessione, maturata da un numero sempre maggiore di insegnanti, sulla necessità di ripensare la didattica e il parco competenze del personale docente; ciò al fine di non aumentare il gap esistente tra metodologie ed obiettivi dellistruzione obbligatoria, da un lato, ed i reali bisogni formativi della società attuale dallaltro. Le spinte esogene provengono invece dalle direttive europee sulla società della conoscenza, che affermano del pari lurgenza di aggiornare la cultura dellinsegnamento sulle conquiste dei nuovi modelli di apprendimento e delle nuove tecnologie didattiche - con particolare focus sulla formazione degli insegnanti, chiavi di volta dellintero sistema. Linteresse, dunque, non è più solo legato alle problematiche infrastrutturali e di connettività, quanto piuttosto alla qualità dei prodotti, dei servizi e del contesto pedagogico duso.

4 Azioni 0 Riforma Moratti prevede, a valle di un investimento di circa Euro nel 2002: 0 la formazione di migliaia di dipendenti in modalità blended su vari contenuti 0 il collegamento delle sezioni pediatriche degli ospedali per permettere agli studenti ospedalizzati di seguire le lezioni a distanza 0 ladozione di tecnologie e metodologie per permettere agli studenti di partecipare alle attività scolastiche anche a distanza (ad esempio iniziative rivolte alle comunità montane e alle isole).

5 I vantaggi delle-learning 0 Economicità 0 Flessibilità 0 Efficacia 0 Facilità di aggiornamento 0 Uniformità 0 Scalabilità 0 Personalizzazione 0 Facilità di monitoraggio e valutazione 0 Requisiti tecnici minimi

6 Dodici domande per la scelta di un LMS 1. Useremo la piattaforma per erogare corsi completamente per via telematica ovvero come supporto a corsi in presenza? 2. Chi gestirà lLMS? 3. Quanti sono gli studenti e i corsi destinati a utilizzare sulla piattaforma? 4. Abbiamo necessità di tracciare il percorso didattico (accessi e tempi di permanenza sui contenuti) degli studenti con assoluta certezza o possiamo ammettere un certo livello di errore? 5. Qual è il livello di riservatezza della documentazione inserita? Quanto è accettabile il rischio che estranei al corso possano fruirne? Quante difficoltà accettate di fare superare al fruitore per mantenere questa riservatezza?

7 Dodici domande per la scelta di un LMS (cont.) 6. Nella scelta della piattaforma volete privilegiare le funzionalità disponibili oppure la facilità di uso da parte degli utenti (studenti, docenti e tutor)? 7. Nella scelta della piattaforma volete privilegiare le funzionalità disponibili oppure la facilità di uso da parte degli utenti (studenti, docenti e tutor)? 8. Gli utenti usano tutti la stessa lingua? Vi è la necessità di prevedere l'uso anche da parte di disabili sensoriali? 9. Ci sono utenti con banda molto ridotta (ad esempio se alcuni utenti accedono da postazione mobile)? 10. È necessario che il vostro sistema accetti documenti di ogni tipo, oppure solo in un formato definito? Il sistema deve seguire uno standard (SCORM,AICC…) per l'archiviazione dei documenti?

8 Dodici domande per la scelta di un LMS (cont.) 11. Sono richieste funzioni di ricerca all'interno dell'ambiente di apprendimento? 12. La piattaforma di erogazione dei servizi per l'istruzione in rete sarà un "mezzo" di puro servizio oppure sarà una piattaforma di lavoro essa stessa per affinare le tecniche didattiche in itinere?

9 AICC Aviation Industry CBT Committee – Associazione Internazionale di Professionisti della formazione per mezzo di tecnologie didattiche. La AICC, nata per sviluppare linee guida per lindustria dellaeronautica militare statunitense riguardanti lo sviluppo e la valutazione di computer- based training e tecnologie didattiche correlate. La sua esperienza pluriennale ha portato allo sviluppo di specifiche molto efficaci nel campo dellistruzione supportata da computer in genere. Prevede per la definizione della piattaforma la possibilità di assolvere cinque funzioni fondamentali: 0 definire la struttura di un corso di formazione; 0 utilizzare test di valutazione; 0 gestire studenti e classi; 0 erogare materiale didattico; 0 elaborare i dati.

10 IEEE 0 Institute of Electrical and Electronic Engineers – Si occupa, attraverso una task force interna denominata Learning Technology Standards Committee di creare specifiche per ognuna delle aree connesse allapprendimento come i metadata, il profilo studenti, la sequenzialità dei corsi, la definizione delle competenze, la localizzazione e sviluppo dei contenuti.

11 IMS Global Learning Consortium – Organizzazione americana che sta promuovendo delle specifiche aperte per facilitare le attività didattiche on line, come localizzare ed usare contenuto didattico, tener traccia dei progressi dello studente, produrre report sulla sua performance e scambiare questi report tra diversi sistemi amministrativi. LIMS ha due obiettivi principali: 0 definire gli standard tecnici per linteroperabilità delle applicazioni e dei servizi per la formazione in rete; 0 supportare lincorporazione a livello mondiale delle specifiche IMS in prodotti e servizi.

12 ADL 0 Gli oggetti didattici devono avere, secondo ADL (Advanced Distributed Learning), quattro caratteristiche principali: 0 essere accessibili, cioè devono esserci degli standard accettati da tutti per archiviarli e quindi ritrovarli quando serve; 0 una volta trovati, questi oggetti devono essere usabili, cioè devono poter funzionare (interoperabilità) su diverse piattaforme, sistemi operativi, browser; 0 una volta implementati, gli oggetti didattici devono essere affidabili, cioè se la piattaforma o sistema operativo o browser sottostante viene modificato, devono continuare a funzionare come prima; 0 devono essere riusabili, cioè poter funzionare ed anche essere modificati da altre piattaforme, sistemi operativi, browser.

13 SCORM Timeline

14 Le figure professionali 0 Instructional Designer (ID) Esegue l'analisi tenendo in particolare considerazione le esigenze della docenza e della discenza coinvolti nel progetto. Traccia la struttura di base del corso Crea la documentazione e/o le specifiche di base per lo sviluppo dei contenuti. Collabora con gli altri menbri del team per assicurare la integrità e la coerenza del materiale prodotto. 0 Subject Matter Expert (SME) Lavora con l'ID, gli autori e gli sviluppatori per garantire che i materiali, nella struttura di base e nei successivi sviluppi, siano tecnicamente accurati e coerenti in funzione delle carrateristiche dell'audience finale e siano in accordo con le aspettative e le necessità del cliente. Potrebbe lavorare direttamente per il cliente.

15 Le figure professionali (cont.) 0 Content Author/Developer Riceve la documentazione e/o le specifiche per lo sviluppo e la struttura di base del corso dall'ID e ricerca o realizza tutto il codice che integra col materiale. Può anche creare i materiali multimediali o avvalersi del servizio di terzi. 0 Programmer/Developer E' il responsabile per l'assemblaggio del corso in una struttura organica ai fini della fruizione. Si occupa della dell'interfacciamento del corso con la piattaroma di eLearning. Si assicura che la piattaroma possa erogare correttamente i contenuti didattici ai discenti. Lavora a stretto contatto con l'ID per garantire che le strutture dei contenuti ed la sequenzializzazione delle varie parti del corso siano corrette e ben funzionanti.

16 Le figure professionali (cont.) 0 Graphic Artist/Media Producer Realizza le parti grafiche e/o multimediali in base alle richieste del Content Author/Developer e dell'ID.


Scaricare ppt "Aekoo USR 22 settembre 2003. Che cosè le-learning Una definizione di e-learning condivisa Nellanalizzare il settore delle-learning è necessario innanzitutto."

Presentazioni simili


Annunci Google