La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Modelli LA PRODUZIONE ARTIGIANALE ED IL COLLAUDO FINALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Modelli LA PRODUZIONE ARTIGIANALE ED IL COLLAUDO FINALE."— Transcript della presentazione:

1 I Modelli LA PRODUZIONE ARTIGIANALE ED IL COLLAUDO FINALE

2 INDICE DELLA LEZIONE l INTRODUZIONE l LE CARATTERISTICHE l Come sono svolte le attività l Con quale struttura organizzativa l Il controllo della qualità l LA PMI l I PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA

3 LA SCALA EVOLUTIVA SISTEMA GLOBALE TQMLECCELLENZA PRODUZIONE CQ DI PRODOTTO SISTEMA DI PRODUZIONE ASSICURAZIONE QUALITÀ TUTTA LAZIENDA QUALITÀ TOTALE ISO 9000 ISO Vision 2000 METODI/ATTIVITÀ AREE AZIENDALI INTEGRAZIONE AZIENDA/MERCATO MARKET IN MARKET ORIENTED PRODUCT OUT TEMPO COLLAUDO FINALE PRODOTTO FINITO

4 PRODUZIONE ARTIGIANALE ( Preindustriale ) Qualità antecedente la prima guerra mondiale E un Modello di gestione del fattore Qualità tipico del periodo antecedente la prima guerra mondiale ma molto diffusa ancora oggi in molti settori

5 Le botteghe artigiane Tipicamente nate dalla realtà corporativa dei comuni medievali, basano infatti il raggiungimento di prodotti di alta qualità attraverso tre fattori: l laddestramento (in campo) ricevuto da parte dellartigiano durante il periodo di apprendistato l lesperienza acquisita attraverso molteplici, ripetitivi cicli produttivi l il fatto che lartigiano svolge ogni singola operazione del processo produttivo

6 LO SVILUPPO INDUSTRIALE STORIA DELLINDUSTRIA AUTOMOBILISTICA La Macchina che ha cambiato il MondoLa Macchina che ha cambiato il Mondo MIT, Vomak&Jones Ed. Rizzoli = STORIADELLO SVILUPPO INDUSTRIALE, DEL MODO DI VIVERE, PENSARE DELLA SOCIETÀ = STORIA DELLO SVILUPPO INDUSTRIALE, DEL MODO DI VIVERE, PENSARE DELLA SOCIETÀ

7 LA PRODUZIONE ARTIGIANALE l Caratteristiche generali l bassi volumi l produzione per un mercato ristretto (nicchia o segmento) l utensili e macchine ed attrezzature semplici e universali l Dimensioni contenute (spazi, persone, mercato) l Organizzazione l manodopera (apprendista, lavorante e mastro artigiano) qualificata (polifunzionale, non specializzata) l coordinamento diretto del proprietario l Struttura organizzativa inesistente (le posizioni chiave, commerciale, acquisti, progettazione, produzione sono occupate dalla proprietà o dai soci in modo informale …) Elemento Chiave

8 Il controllo della qualità assenza di standardizzazioneassenza di standardizzazione mancanza di una cultura metrologicamancanza di una cultura metrologica collaudo e/o Ispezione finalecollaudo e/o Ispezione finale LA PRODUZIONE ARTIGIANALE 3 21 ConfrontoRisultato AttivitàCriterioObiettivo ControlloSoluzione 4

9 * Spesso effettuata dal cliente o dal Fornitore in sua presenza in sua presenza MODELLO DI GESTIONE DEL FATTORE QUALITÀ applicato nella Produzione Artigianale COLLAUDO/ ISPEZIONE FINALE *COLLAUDO/ ISPEZIONE FINALE * Verifica delle caratteristiche funzionali (prestazioni ed attributi) Elemento Chiave

10 l Centralità dellImprenditore l Capacità dellArtigiano (Qualità e Quantità insieme) (Qualità e Quantità insieme) l Verifica finale del Prodotto (le caratteristiche funzionali) Nel SISTEMA Nel PRODOTTO Sia a livello manageriale che operativo i valori, i criteri, i metodi (lapproccio), le tecniche e gli strumenti non sono codificati e quindi né valutabili e migliorabili né dimostrabili (trasparenza, visibilità allesterno) né facilmente trasferibili

11 LA PICCOLA MEDIA IMPRESA OGGI La PMI è il punto di forza delleconomia del Sistema Italia Nella PMI il modello di Gestione della Qualità è quello cosiddetto Artigianale

12 Un caso Aziendale di Produzione Artigianale (ISPEZIONE FINALE) dei nostri giorni La FEUBRICK

13

14 Il prodotto della Feubrick

15 Lorganigramma della FEUBRICK

16 Flusso del processo produttivo di stampaggio, con relativi punti di controllo

17 LANALISI DEL MODELLO: IL COLLAUDO/ISPEZIONE FINALE PUNTI DI FORZADI DEBOLEZZA A conclusione si possono individuare i PUNTI DI FORZA e DI DEBOLEZZAdi una Gestione del Fattore Qualità con un approccio orientato allispezione finale…

18 PUNTI DI FORZA Flessibilità produttiva (lazienda è snella) Flessibilità produttiva (lazienda è snella) Mano dopera motivata e qualificata Mano dopera motivata e qualificata Centralità e presenza del management Centralità e presenza del management Fidelizzazione del Cliente Fidelizzazione del Cliente Costi contenuti Costi contenuti Elemento Chiave

19 l Eccessivo accentramento dellimprenditore l Assenza di pianificazione operativa e strategica l Mancanza di standardizzazione e di sistematicità ( know-how concentrato in poche persone) l Elevato numero di difetti, di scarti e di reclami (CQ FINALE ISPETTIVO) PUNTI DI DEBOLEZZA Elemento Chiave

20 LA SCALA EVOLUTIVA PRODUZIONE CQ DI PRODOTTO METODI/ATTIVITÀMETODI/ATTIVITÀ AREE AZIENDALI INTEGRAZIONE AZIENDA/MERCATO MARKET IN MARKET ORIENTED PRODUCT OUT TEMPO COLLAUDO FINALE PRODOTTO FINITO


Scaricare ppt "I Modelli LA PRODUZIONE ARTIGIANALE ED IL COLLAUDO FINALE."

Presentazioni simili


Annunci Google