La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

9001 Cap.51 CAP. 5 RESPONSABILITA DELLA DIREZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "9001 Cap.51 CAP. 5 RESPONSABILITA DELLA DIREZIONE."— Transcript della presentazione:

1 9001 Cap.51 CAP. 5 RESPONSABILITA DELLA DIREZIONE

2 9001 Cap.52 ISO 9001 Cap. 5 RESPONSABILITA DELLA DIREZIONE 5 RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE 5.1 Impegno della direzione 5.2 Attenzione focalizzata al cliente 5.3 Politica per la qualità 5.4 Pianificazione 5.5Responsabilità, autorità e comunicazione 5.6 Riesame da parte della direzione TOP MANAGEMENT ALTA DIREZIONE Elemento Chiave

3 9001 Cap Impegno della direzione NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE 2000 Il termine alta direzione è sinonimo di vertice dellorganizzazione (vedere ISO 9000) e ha il significato di persona o gruppo di persone che, dal livello più elevato di unorganizzazione, la guidano e la gestiscono (Nota nazionale al § 0.3 ISO 9001) 5.1 Impegno della direzione Lalta direzione deve fornire evidenza del suo impegno nello sviluppo e nella messa in atto del sistema di gestione per la qualità e nel miglioramento continuo della sua efficacia a)comunicando allorganizzazione limportanza di ottemperare ai requisiti del cliente ed a quelli cogenti applicabili, b)stabilendo la politica per la qualità, c)assicurando che siano definiti gli obiettivi per la qualità, d)effettuando i riesami da parte della direzione, e)assicurando la disponibilità di risorse. Elemento Chiave

4 9001 Cap.54 RESPONSABILITÀ DEL MANAGEMENT Dimostrare la capacità della propria Organizzazione di fornire con regolarità prodotti che ottemperino ai requisiti dei clienti ed a quelli cogenti applicabili e di accrescere la soddisfazione dei clienti tramite lapplicazione efficace del sistema, ivi inclusi i processi per il miglioramento continuo del sistema e l'assicurazione della conformità ai requisiti del cliente ed a quelli cogenti applicabili Elemento Chiave

5 9001 Cap Attenzione focalizzata al cliente NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Attenzione focalizzata al cliente Lalta direzione deve assicurare che i requisiti del cliente siano definiti e soddisfatti allo scopo di accrescere la soddisfazione del cliente stesso (vedere e 8.2.1). Elemento Chiave

6 9001 Cap.56 Analisi delle esigenze Identificare le esigenze e i requisiti dei clienti (e delle PI) Le altre Aziende Vincoli legislativi Focalizzare la missione, le politiche e gli obiettivi dellOrganizzazione sui requisiti e le esigenze dei clienti (e delle PI) Clienti LImpresa La Società

7 9001 Cap.57 Orientamento al Cliente Le organizzazioni dipendono dai propri clienti e dovrebbero pertanto capirne le esigenze presenti e future, soddisfarne i requisiti e mirare a superare le loro stesse aspettative (UNI EN ISO 9000)

8 9001 Cap.58 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Politica per la qualità Lalta direzione deve assicurare che la politica per la qualità: a) sia appropriata agli scopi dellorganizzazione, b) sia comprensiva dellimpegno al soddisfacimento dei requisiti ed al miglioramento continuo dell'efficacia del sistema di gestione per la qualità, c) preveda un quadro strutturale per definire e riesaminare gli obiettivi per la qualità, d) sia comunicata e compresa allinterno dellorganizzazione, e) sia riesaminata per accertare la sua continua idoneità. Elemento Chiave

9 9001 Cap.59 La strategia Si occupa di determinare quali sono le attività fondamentali

10 9001 Cap.510 La pianificazione strategica Le attività con le quali si definisce la MISSION di unimpresa, si stabiliscono gli obiettivi generali, si elaborano e sviluppano le azioni fondamentali che consentiranno a questa dagire con successo nel suo ambiente

11 9001 Cap.511 POLITICA PER LA QUALITA Obiettivi ed indirizzi generali di unorganizzazione, relativi alla qualità, espressi in modo formale dallalta direzione Nota: La politica per la qualità dovrebbe essere coerente con la politica complessiva dellorganizzazione e fornire un quadro di riferimento per individuare gli obiettivi per la qualità DEFINIZIONE ISO 9000:2000 Elemento Chiave

12 9001 Cap.512 Elemento Chiave

13 9001 Cap.513 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Pianificazione Obiettivi per la qualità Lalta direzione deve assicurare che, per i pertinenti livelli e funzioni dellorganizzazione, siano stabiliti gli obiettivi per la qualità, compresi quelli necessari per ottemperare ai requisiti dei prodotti. Gli obiettivi per la qualità devono essere misurabili e coerenti con la politica per la qualità.

14 9001 Cap.514 OBIETTIVO PER LA QUALITÀ Qualcosa cui si aspira o a cui si mira, relativo alla qualità Nota 1: Gli obiettivi per la qualità si basano generalmente sulla politica per la qualità dellorganizzazione Nota 2: Gli obiettivi per la qualità sono generalmente specificati per i pertinenti livelli e funzioni nellorganizzazione DEFINIZIONE ISO 9000: 2000 Elemento Chiave

15 9001 Cap.515 Valutabilità degli obiettivi Gli obiettivi devono essere espressi in modo che siano valutabili ex ante per il loro livello qualitativo ex post per il grado in cui sono effettivamente raggiunti

16 9001 Cap.516 Caratteristiche degli obiettivi Specific Measurable Affordable Realistic Time-scheduled

17 9001 Cap.517 Carta dei Servizi di Trenitalia Puntualità dei treni Treni Eurostar che giungono con un ritardo non superiore a 15 minuti 92% Treni interregionali che giungono con un ritardo non superiore a 15 minuti 91% Confort del viaggio Treni climatizzati programmati sulla lunga percorrenza 79% Carrozze climatizzate sul traffico regionale14% Servizi per portatori di handicap Lunga percorrenza 41% Treni regionali circolanti giornalmente con carrozze attrezzate 10% Informazioni alla clientela Telefonate con attesa inferiore a 20 secondi 82% Pulizia dei treni Numero minimo dei treni provvisti di personale viaggiante addetto alla pulizia 100% Carrozze circolanti senza graffiti 99% Politica per la Qualità Trenitalia, in stretta coerenza con la politica del Gruppo FS che ispira i propri servizi alle esigenze del Paese e della collettività, ha emanato una propria Carta dei Servizi. Il Sistema delle Carta dei Servizi (SCS) rappresenta il segno tangibile del patto che il Gruppo FS ha stretto con la clientela per orientare il proprio Sistema di Gestione per la Qualità alle aspettative, ai bisogni ed alle esigenze del cittadino viaggiatore. Il Sistema delle Carte dei Servizi si fonda su impegni precisi, puntuali e misurabili, che riguardano tutti gli aspetti del servizio e tutti i segmenti dellofferta e si traducono, in pratica, in un orientamento dellintera organizzazione verso questi obiettivi. I valori di riferimento per la determinazione degli obiettivi e degli indirizzi generali (politica) a tutti i livelli dellOrganizzazione (Gruppo, Divisioni, Direzioni Regionali) ed in ogni campo (dalla direzione e pianificazione strategica, al personale, alla gestione delle risorse e dei processi, alla qualità del servizio) sono i seguenti 5 Principi (riportati in tutte le carte dei Servizi) 1.Eguaglianza, imparzialità e libertà di scelta 2.Continuità 3.Partecipazione 4.Efficienza ed efficacia 5.La soddisfazione della clientela Relativamente alla qualità del servizio ferroviario offerto alla clientela le caratteristiche sono rappresentate da dodici Fattori (Fattori della Qualità): 1.regolarità e puntualità 2.sicurezza personale e patrimoniale 3.attenzione allambiente 4.integrazione modale 5.pulizia dei mezzi e delle stazioni 6.comfort del viaggio 7.servizi aggiuntivi 8.servizi per viaggiatori con handicap 9.informazioni alla clientela 10.aspetti relazionali/comunicazionali del personale di contato 11.livello di servizio 12.sicurezza dellesercizio ferroviario Relativamente alla politica adottata per la qualità del Sistema Organizzativo, il Gruppo FS ha adottato metodi, piani, investimenti, programmi ed azioni coerenti con il modello di eccellenza EFQM, intendendo perseguire il miglior risultato di soddisfazione della propria clientela, dei propri azionisti e dei propri dipendenti, integrando questi principi con quelli richiesti dal mercato a livello di specifico centro di business (per esempio lapplicazione della 9001: 2000 ed il conseguimento della relativa Certificazione entro ….. per le Direzioni Regionali della Divisione Trasporto Regionale). In tale ambito il Gruppo Ferrovie dello Stato ha determinato e diffuso attraverso la Carta dei valori del Gruppo Ferrovie dello Stato le seguenti scelte: limpegno ad un cambiamento che mira ad orientare sempre di più al mercato ed al cliente lintera organizzazione. la centralità del cliente e di conseguenza ladozione di una strategia della qualità imperniata sul coinvolgimento di tutto il personale, per ottenere il quale è necessario che la qualità stessa diventi cultura di gestione aziendale conosciuta, compresa e assimilata dal management tutto. lo sviluppo di sistema per la qualità che permei ad ogni livello lorganizzazione come unica possibilità di garantire la soddisfazione del cliente e la produzione di valore aggiunto per il Gruppo La Direzione Generale

18 9001 Cap.518 Politica Ferrari Lettera del Presidente ed A.D. Il nostro Sistema di Gestione per la Qualità è ormai consolidato, dopo anni di lavoro rivolto al miglioramento continuo, come anche dimostrato dalle vendite e dall'apprezzamento dei Clienti e delle Riviste specializzate. La chiave della eccellenza, sempre perseguita, risiede nella tenacia, e nella determinazione quotidiana, e nell'essere riusciti a coniugare una serie di fattori quali passione, creatività e dedizione. Altri fattori del ns. successo sono l'innovazione nei prodotti, nei processi, e negli ambienti, l'evoluzione organizzativa, lo sviluppo delle persone, tutto questo unito al necessario rigore metodologico. Partendo dalle tre fondamentali scelte organizzative: Salvaguardia delle caratteristiche specifiche di ciascuna delle tre principali aree di business (Granturismo Ferrari, Maserati e Gestione Sportiva) garantendo il massimo delle sinergie; Organizzazione per processi, secondo una modalità di lavoro in Team con forte valenza di interfunzionalità Coinvolgimento dei fornitori in un rapporto strategico di Partnership sono state definite le seguenti linee guida, che devono costituire un costante riferimento: Formazione permanente ed educazione alla Qualità; Chiara individuazione delle esigenze e delle aspettative del Cliente; Sviluppo delle vetture e dei componenti in totale coerenza con i requisiti richiesti dal cliente; Rigoroso controllo dei processi in tutte le loro fasi; Promozione e verifica della qualità delle forniture e suo costante miglioramento; Costante impegno di tutti per il miglioramento continuo in ogni aspetto e processo aziendale. Come Presidente rinnovo la mia richiesta di far vostra questa politica, per consentirci di guardare, con entusiasmo immutato, ad un futuro ricco di traguardi. Maranello 28/08/2003Il Presidente

19 9001 Cap.519 OBIETTIVI… qualche esempio Fornire un servizio di degenza con aumentato indice di complessità (indice di case-mix) Fornire un servizio ambulatoriale che configuri veri e propri percorsi assistenziali facilitando laccesso ed incrementando le prestazioni Potenziare gli aspetti di trasparenza ed orientamento allutente nellerogazione dei servizi (liste di attesa, comfort alberghiero, scheda di presentazione dellU.O....) Mantenimento volumi ricovero ordinario Incremento ICM ricoveri ordinari Riduzione day hospital diagnostici (70%) Tempi consegna SDO 90 % entro 48 ore dalle dimissioni 10% entro 10 gg Diminuire del 5% la degenza media casistica reparto Schede di presentazione dellU.O. Protocolli diagnostici per attività ambulatoriali Incremento orario di accesso ambulatori e diagnostica Aumento (10%) prestazioni amb. e diagnostiche per esterni Riduzione tempi di attesa prestazioni ambulatoriali Definizione concordata Registri prenotazione Criteri inserimento e gestione liste di attesa Diminuzione Trend tempi di attesa referti sanitari Tempi di attesa in p.S. Casi non di emergenza Diminuzione reclami

20 9001 Cap.520 OBIETTIVI Attivare il sistema di budget nella gestione aziendale Sviluppare lattività libero-professionale intramoenia Potenziare lattività di donazione e trapianto di organi e di tessuti Aumento numero donazioni organi e tessuti Aumento numero trapianti

21 9001 Cap.521 Deployment degli obiettivi Deployment verticale Obiettivi dellazienda Obiettivi di divisione Obiettivi di stabilimento … Elemento Chiave

22 9001 Cap.522 Deployment degli obiettivi Deployment orizzontale OBIETTIVI DI STABILIMENTO OBIETTIVI DI LINEA OBIETTIVI DI CONTROLLO OBIETTIVI DI MOVIMENTAZIONE OBIETTIVI DI TRASPORTO Elemento Chiave

23 9001 Cap.523 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Pianificazione Pianificazione del sistema di gestione per la qualità Lalta direzione deve assicurare che: a) la pianificazione del sistema di gestione per la qualità sia condotta in modo da ottemperare ai requisiti riportati in 4.1 e conseguire gli obiettivi per la qualità, b) l'integrità del sistema di gestione per la qualità sia conservata quando sono pianificate ed attuate modifiche al sistema stesso.

24 9001 Cap.524 PIANIFICAZIONE DELLA QUALITÀ Nota : Predisporre piani della qualità può far parte della pianificazione della qualità. Parte della gestione per la qualità mirata a stabilire gli obiettivi per la qualità ed a specificare i processi operativi e le relative risorse necessari per conseguire tali obiettivi. DEFINIZIONE ISO 9000:2000

25 9001 Cap.525 La Pianificazione Il processo con il quale si stabiliscono gli obiettivi e si determina qual è il modo migliore per conseguirli Elemento Chiave

26 9001 Cap.526 PIANIFICAZIONE DELLA QUALITÀ Strategie dellorganizzazione Obiettivi organizzativi definiti Esigenze e aspettative dei clienti e delle parti interessate Requisiti cogenti Valutazione dei dati sulle prestazioni dei prodotti e dei processi Insegnamenti da precedenti esperienze Opportunità per il miglioramento Valutazione dei rischi e loro riduzione ISO 9004 RIESAMEPERIODICO Abilità e conoscenze necessarie per lorganizzazione Responsabilità e autorità per lattuazione dei piani di miglioramento Risorse necessarie (finanziarie e infrastrutturali) Indicatori per la misurazione dei progressi nel miglioramento Esigenze per il miglioramento Esigenze per la documentazione

27 9001 Cap.527 UNA MASSIMA......Se non si conoscono i piani dei signori vicini, non si possono stringere alleanze; se non si conosce la conformazione di monti e foreste, paesaggi pericolosi e acquitrini, non si possono muovere eserciti....Si rifletta con cura prima di muoversi; vince chi per primo conosce le strategie dirette e indirette... (Sun Tzu, IV sec a.C)

28 9001 Cap.528 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Responsabilità, autorità e comunicazione Responsabilità ed autorità Il vertice deve assicurare che le responsabilità e le autorità siano definite e rese note nell'ambito dell'organizzazione. Elemento Chiave

29 9001 Cap.529 ORGANIZZAZIONE Insieme di mezzi e persone con definite responsabilità, autorità ed interrelazioni DEFINIZIONE ISO 9000: 2000 Elemento Chiave

30 9001 Cap.530 Articolazione di responsabilità, autorità e interrelazioni tra persone STRUTTURA ORGANIZZATIVA Nota 1: Tale articolazione è generalmente ordinata Nota 2: Il manuale della qualità o il piano della qualità di un progetto spesso riporta la struttura organizzativa Nota 3: La struttura organizzativa può presentare anche le pertinenti interfacce con organizzazioni esterne DEFINIZIONE ISO 9000: 2000 Elemento Chiave

31 9001 Cap.531 Organigramma Schema o diagramma (ad albero) che riporta le principali posizioni di direzione (livelli e linee di autorità e di coordinamento) e di esecuzione delle attività di una Organizzazione e le relative linee di dipendenza e di relazione

32 9001 Cap.532 ORGANIZZAZIONE LORIENTAMENTO ISO Definire chi fa che cosa (compiti, responsabilità) per le attività che hanno diretta influenza sulla qualità del prodotto Stabilire le linee di autorità e di comunicazione interne ed esterne Individuare un rappresentante della direzione Elemento Chiave

33 9001 Cap.533 Organizzazione orientata al TQM Lattività di definizione degli obiettivi e delle strategie (pianificazione strategica) di suddivisione del lavoro, di guida, di coordinamento e di controllo (leadership, management e gestione del personale e del Sistema) è orientata ai principi della Qualità La cultura dellascolto e del confronto (il coinvolgimento di tutti I partners interni ed esterni), dellefficacia e dellefficienza, della pianificazione e della sistematicità, della prevenzione, della verifica e del miglioramento continuo La cultura dellascolto e del confronto (il coinvolgimento di tutti I partners interni ed esterni), dellefficacia e dellefficienza, della pianificazione e della sistematicità, della prevenzione, della verifica e del miglioramento continuo

34 9001 Cap.534 Le caratteristiche ideali di una Organizzazione orientata al TQM Struttura organica flessibile gestita per processi e/o a piccoli gruppi o squadre a piramide rovesciata con grande sviluppo della comunicazione (informatizzata) interna ed esterna Elemento Chiave

35 9001 Cap.535 Organizzazione aziendale funzionale ACQUISTIACQUISTIACQUISTIACQUISTI AMMINISTRAMMINISTRAMMINISTRAMMINISTR PRODUZIOPRODUZIOPRODUZIOPRODUZIO PROGETTAZPROGETTAZPROGETTAZPROGETTAZ COMMERCCOMMERCCOMMERCCOMMERC

36 9001 Cap.536 Organizzazione gerarchico-funzionale marketing progettazione livello di compiti e responsabilità approvvigionamenti commerciale f l u s s o o p e r a t i v o CLIENTE

37 9001 Cap.537 Organizzazione per processi

38 9001 Cap.538 Definire una struttura formale che impieghi nel modo migliore le risorse (materiali ed umane) Raggruppare le diverse attività assegnandone la responsabilità di guida e di coordinamento ad un manager Stabilire le relazioni fra i vari gruppi specializzati nello svolgimento di determinate attività (funzioni) Assegnare a livello operativo compiti, mansioni e responsabilità necessari al conseguimento degli obiettivi. Le principali attività organizzative

39 9001 Cap.539 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Rappresentante della direzione Lalta direzione deve designare un componente della propria struttura direzionale, che, indipendentemente da altre sue responsabilità, abbia la responsabilità ed autorità anche per: a)assicurare che i processi per il sistema di gestione per la qualità siano predisposti, attuati e tenuti aggiornati b)riferire allalta direzione sulle prestazioni del sistema di gestione per la qualità e su ogni esigenza per il miglioramento c)assicurare la promozione della consapevolezza dei requisiti del cliente nellambito di tutta lorganizzazione. Nota: La responsabilità del rappresentante della direzione può estendersi anche ai collegamenti con organizzazioni esterne su argomenti riguardanti il sistema di gestione per la qualità. 5.5 Responsabilità, autorità e comunicazione Elemento Chiave

40 9001 Cap.540 Tale persona o gruppo era svincolato gerarchicamente dai responsabili dei costi, dal rispetto dei programmi, dalla produzione, ecc. al fine di poter riferire direttamente ad un livello direttivo capace di prendere ad un livello direttivo capace di prendere le necessarie decisioni le necessarie decisioni Il Sistema GQ Anni 60/70 Prevedeva l'obbligo della costituzione di una specifica posizione organizzativa di GQ/AQ (indipendente dalle altre unità operative) Elemento Chiave

41 9001 Cap.541 Il RESPONSABILE DI GQ È stato tradizionalmente collocato –allo stesso livello dei responsabili delle attività controllate –in posizione di staff al Top Management Di conseguenza... Elemento Chiave

42 9001 Cap.542 Le norme di GQ della serie ed. 94 e la 9001:2000 non obbligano il fornitore a formalizzare una posizione di GQ (a porla in posizione indipendente) Elemento Chiave

43 9001 Cap.543 Viene lasciato libero di assegnare le funzioni relative alla GQ/CQ ad altre posizioni organizzative purché abbiano adeguati LIVELLI DI AUTORITÀ E DI LIBERTÀ ORGANIZZATIVA l'indipendenza in senso stretto è richiesta solo per le attività di AUDITING

44 9001 Cap.544 Ma chi "fa" la qualità in azienda? La visione moderna della gestione della qualità non prevede più posizioni "formali" di CQ/GQ/AQ o della Qualità LA QUALITÀ È COMPITO DI TUTTI dalle responsabilità di guida ed indirizzo strategico (TOP MANAGEMENT) a quelle di direzione e di coordinamento operativi (MANAGEMENT) (MANAGEMENT) fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione tecnica e gestionale (QUADRI) tecnica e gestionale (QUADRI) ed a quelle operative dalle responsabilità di guida ed indirizzo strategico (TOP MANAGEMENT) a quelle di direzione e di coordinamento operativi (MANAGEMENT) (MANAGEMENT) fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione tecnica e gestionale (QUADRI) tecnica e gestionale (QUADRI) ed a quelle operative Elemento Chiave

45 9001 Cap.545 Presidio del Fattore Qualità è sempre opportuno assegnare a persone qualificate compiti di supporto, di assistenza, di coordinamento e di supervisione generale per la Gestione della Qualità in Azienda le attività di CQ (in particolare quelle di misurazione, di rilevazione, di verifica, di prova e di collaudo) non sono eliminate ma indispensabili Ruoli che possono essere svolti da ogni posizione organizzativa che ne abbia la competenza, il livello di autorità e la libertà organizzativa necessari Ruoli che possono essere svolti da ogni posizione organizzativa che ne abbia la competenza, il livello di autorità e la libertà organizzativa necessari Elemento Chiave

46 9001 Cap.546 La visione moderna della gestione della qualità non prevede più posizioni "formali" di CQ/GQ/AQ o della Qualità LA QUALITÀ È COMPITO DI TUTTI dalle responsabilità di guida ed indirizzo strategico (TOP MANAGEMENT) a quelle di direzione e di coordinamento operativi (MANAGEMENT) (MANAGEMENT) fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione tecnica e gestionale (QUADRI) tecnica e gestionale (QUADRI) ed a quelle operative dalle responsabilità di guida ed indirizzo strategico (TOP MANAGEMENT) a quelle di direzione e di coordinamento operativi (MANAGEMENT) (MANAGEMENT) fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione fino a quelle di guida, di coordinamento e di supervisione tecnica e gestionale (QUADRI) tecnica e gestionale (QUADRI) ed a quelle operative

47 9001 Cap.547 Rappresentante della Direzione Può essere, quando è previsto, il Quality System Manager o il Responsabile di altre funzioni aziendali o, nelle piccole unità, lo stesso imprenditore Ha la funzione di braccio destro dellAlta Direzione per gli aspetti di applicazione (garanzia) della norma, un riferimento di supporto e monitoraggio del Sistema E elemento di interfaccia con lesterno, in particolare con il Cliente (o gli Organismi di Controllo o Registrazione) e le altre PI per tutti gli aspetti di applicazione della norma Il Rappresentante della Direzione e/o il Quality System Manager e i relativi collaboratori (in relazione alle dimensioni dellAzienda e alla sua tipologia): predispone tutto quanto necessario per i Riesami della Direzione (per es. i rapporti sullo stato della qualità) Fornisce supporto ed assistenza e ne effettua il monitoraggio e il coordinamento per lattuazione del SGQ, in particolare per quanto attiene la Documentazione Ha diretto controllo su e/o esegue le attività di misurazione, analisi e valutazione (ed autovalutrazione) Tiene sotto controllo i fornitori Predispone/collabora alla stesura ed attuazione dei piani di sensibilizzazione, addestramento e di sviluppo della motivazione Sovrintende allo sviluppo delle azioni di miglioramento, dallanalisi e monitoraggio delle NC alle AC e P, alle azioni di BPR… E il riferimento per gli aspetti di controllo e gestione dei processi, dellapplicazione della statistica, la validazione di processi, persone, progetti, prodotti ……… Elemento Chiave

48 9001 Cap.548 Il caso di una piccolissima azienda che confeziona e commercializza prodotti caseari

49 9001 Cap.549 IL CASO DI UNAZIENDA MEDIA DEL SETTORE DIAGNOSTICO PER LO SVILUPPO, LA PRODUZIONE E LA COMM DI REAGENTI E STRUMENTIAZIONE PER ANALISI BIOCHIMICHE

50 9001 Cap.550 IL CASO DI UNA MEDIA AZIENDA DI PRODUZIONE E VENDITA DI SCAFFALUTURE PER MAGAZZINI

51 9001 Cap.551 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Comunicazione interna Lalta direzione deve assicurare che siano attivati adeguati processi di comunicazione allinterno dellorganizzazione e che siano fornite anche comunicazioni riguardanti lefficacia del sistema di gestione per la qualità. 5.5 Responsabilità, autorità e comunicazione Elemento Chiave

52 9001 Cap.552 raccoglie, classifica, seleziona, elabora i dati e le informazioni utili ai processi decisionali ed alla comunicazione aziendale Il sistema informativo aziendale Chi gestisce le informazioni in azienda? che

53 9001 Cap.553 Realizzare comunicazioni efficaci La comunicazione deve essere:

54 9001 Cap.554 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Riesame da parte della direzione Generalità Lalta direzione deve, ad intervalli prestabiliti, riesaminare il sistema di gestione per la qualità dell'organizzazione per assicurarsi della sua continua idoneità, adeguatezza ed efficacia. Questo riesame deve comprendere la valutazione delle opportunità per il miglioramento e le esigenze di modifiche del sistema di gestione per la qualità, politica ed obiettivi per la qualità inclusi. Le registrazioni dei riesami effettuati dalla direzione devono essere conservate (vedere 4.2.4). 5.6 Riesame da parte della direzione Elemento Chiave

55 9001 Cap.555 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Elementi in ingresso per il riesame Gli elementi in ingresso per il riesame da parte della direzione devono comprendere informazioni riguardanti a)i risultati delle verifiche ispettive, b)le informazioni di ritorno da parte del cliente, c)le prestazioni dei processi e la conformità dei prodotti, d)lo stato delle azioni correttive e preventive, e)le azioni a seguire da precedenti riesami effettuati dalla direzione f)le modifiche che potrebbero avere effetti sul sistema di gestione per la qualità, g)le raccomandazioni per il miglioramento. 5.6 Riesame da parte della direzione Elemento Chiave

56 9001 Cap.556 NORMA ITALIANA Sistemi di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9001 DICEMBRE Elementi in uscita dal riesame Gli elementi in uscita dal riesame effettuato dalla direzione devono comprendere decisioni ed azioni relative a)al miglioramento dell'efficacia del sistema di gestione per la qualità e dei suoi processi, b)al miglioramento dei prodotti in relazione ai requisiti del cliente, c)ai bisogni di risorse. 5.6 Riesame da parte della direzione Elemento Chiave

57 9001 Cap.557

58 9001 Cap.558


Scaricare ppt "9001 Cap.51 CAP. 5 RESPONSABILITA DELLA DIREZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google