La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alternanza scuola-lavoro Progetto Animatore sociale a.s. 2007/08 I.I.S.S. Cassano Ionio – Cosenza Classi: 4 a TSS - 5 a TSS Indirizzo: Servizi Sociali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alternanza scuola-lavoro Progetto Animatore sociale a.s. 2007/08 I.I.S.S. Cassano Ionio – Cosenza Classi: 4 a TSS - 5 a TSS Indirizzo: Servizi Sociali."— Transcript della presentazione:

1 Alternanza scuola-lavoro Progetto Animatore sociale a.s. 2007/08 I.I.S.S. Cassano Ionio – Cosenza Classi: 4 a TSS - 5 a TSS Indirizzo: Servizi Sociali

2 Organizzazione Direzione del corso: Prof. Antonino Morabito - Dirigente Scolastico Docente referente: Prof.ssa Rosa Maria De Pasquale Docenti tutor: Prof. ssa Rosa Maria De Pasquale Prof.ssa Felicetta Castellaneta Classe: 4° TSS – 5° TSS Indirizzo:Servizi Sociali

3 Obiettivi trasversali Potenziare la cultura del lavoro come valore Stimolare la presa di coscienza delle proprie capacità, conoscenze, attitudini e limiti Aumentare il senso di responsabilità,affidabilità e puntualità Potenziare le capacità relazionali, sviluppando la socializzazione Migliorare la comunicazione verbale e non verbale Conoscere le problematiche legate al mondo del lavoro Creare un collegamento stabile tra istituzione scolastica e il mondo dellimpresa Incentivare la motivazione allo studio

4 Discipline coinvolte (curvature didattiche) Cultura medico-sanitaria (docente interno) Psicologia generale ed applicata (docente interno) Diritto ed economia (docente interno) Tecnica amministrativa (docente interno) Italiano (docente interno) Tecniche danimazione (Esperto Esterno)

5 Obiettivi specifici (competenze da perseguire) 1. GESTIRE LE RELAZIONI 1.1 Riconoscere la tipologia della struttura/azienda e le sue finalità. 1.2 Riconoscere ruoli, compiti e competenze delle diverse figure professionali presenti nella struttura/azienda 1.3 Collaborare con gli operatori presenti nella struttura in modo costruttivo e responsabile, mantenendo un livello adeguato di autocontrollo, serietà e disciplina 2. PIANIFICARE INTERVENTI 2.1 Osservare gli operatori professionali individuando le procedure ed i metodi di lavoro adottati ed adeguandosi alla realtà dellazienda/struttura 2.2 Osservare gli utenti, individuando i bisogni e intervenendo in modo efficace secondo le procedure attese 2.3 Individuare negli utenti osservati,corrispondenze con patologie e disturbi oggetto di apprendimento scolastico 3. ATTUARE ATTIVITÀ DI SOSTEGNO 3.1 Eseguire in modo corretto e responsabile le indicazioni operative fornite dal tutor dellazienda/struttura 3.2 Agire in modo efficace, intervenendo a sostegno del singolo utente durante le attività proposte 3.3 Utilizzare le attività di animazione e le abilità sviluppate in ambito scolastico

6 Fase A – in aula Partecipanti: N° 18 alunni Moduli professionalizzanti relativi agli argomenti e alle discipline interessate Presentazione del progetto: informazione sugli obiettivi e sullorganizzazione e sullazienda Modulo Animazione ludico- culturale (docente Esterno)

7 Fase B – in azienda Comunità terapeutica Saman – Mauro Rostagno Partecipanti: n. 18 alunni Attività di apprendimento in azienda su percorsi individuati e progettati in collaborazione con i tutor aziendali (60 ore dal 13 al 20 Marzo 2008). Gli alunni durante lesperienza sono stati seguiti oltre che dal tutor aziendale anche dal tutor scolastico La fase operativa con gli alunni è successiva ad una impegnativa fase preparatoria curata dal docente referente e dal DSGA in merito ai contatti con l azienda, la formulazione di un percorso di apprendimento in azienda e lespletamento della parte burocratica riguardante la convenzione.

8 Monitoraggio Sondaggio pre – testing; scheda di rilevazione competenze trasversali; report dellallievo; scheda di monitoraggio competenze acquisite nel percorso di alternanza scuola lavoro: fase A e fase B; questionario di gradimento formazione in aula; relazione finale dellalunno; report docente ore teoriche; informazione del tutor al consiglio di classe; relazione finale del docente referente

9 FASI DI LAVORO: 1 - Presentazione e organizzazione Definizione degli obiettivi e finalità, dei moduli operativi e delle discipline coinvolte. Primi contatti con l azienda e lesperto per richiedere la disponibilità ad effettuare visite aziendali, lezioni e esperienza di lavoro con gli studenti. Stesura del progetto iniziale. Presentazione e approvazione del progetto da parte degli organi collegiali: Collegio Docenti, Consiglio di Classe, Consiglio dIstituto.

10 FASI DI LAVORO: 2 - Realizzazione Presentazione del progetto agli alunni e all azienda Individuazione di percorsi didattici da svolgere in azienda Svolgimento delle lezioni tenute dai docenti interni e dallesperto. Compilazione della documentazione fornita dallufficio scolastico regionale Visite aziendali e svolgimento dellesperienza di lavoro da parte degli studenti

11 FASI DI LAVORO: 3 - Monitoraggio e valutazione Rielaborazione dei test di valutazione compilati dal tutor aziendale e dagli studenti Relazioni finali degli studenti Relazione finale del docente referente Presentazione dei risultati

12 VALUTAZIONE STAGE dal 13 al 20 Marzo Febbraio 2008 Valutazione finale del tutor aziendale

13 Valutazione del comportamento OttimoBuonoDiscretoSufficiente Deve migliorare Non accettabile PUNTUALITA 153 DECORO 1531 RISPETTO DELLE REGOLE STABILITE DALLAZIENDA 18

14 Valutazione dello svolgimento dei compiti assegnati OttimoBuonoDiscretoSuff. Deve migliora -re Non Accetta -bile Non Risponde CAPACITA DI PORTARE A TERMINE I COMPITI ASSEGNATI 1422 CAPACITA DI RISPETTARE I TEMPI NELLESECUZIONE DI TALI COMPITI 1152 CAPACITA DI SAPERE ORGANIZZARE AUTONOMAMENTE IL PROPRIO LAVORO 1422 CAPACITA DI PORSI ATTIVAMENTE VERSO SITUAZIONI NUOVE 1422

15 Valutazione dellinterazione con altri OttimoBuonoDiscretoSuff. Deve Migliora- re Non Accetta- bile Non Risponde CAPACITA DI COMUNICARE EFFICACEMENTE CON ALTRI 1422 CAPACITA DI COMPRENDERE E RISPETTARE LE REGOLE ED I RUOLI NELLAMBITO LAVORATIVO 1422 CAPACITA DI LAVORARE INTERAGENDO CON GLI ALTRI 1422

16 Disponibilità del tutor durante lo stage: BuonaSuffInsuf Disponibilità del tutor scolastico nelloffrire informazioni sulle attività assegnate Tutor aziendale 18 Stagista18 Disponibilità del tutor aziendale nelloffrire informazioni sulle attività assegnate Stagista153

17 Quali sono a parere del tutor aziendale i punti di forza dellesperienza?

18 Quali sono a parere del tutor aziendale i punti di debolezza dellesperienza?

19 SiNo In parte Non Risponde Lo studente ha interagito con la struttura aziendale individuando ed interiorizzando le norme di comportamento proprie dellazienda stessa? 162 Lo studente ha individuato i ruoli aziendali di riferimento rapportandosi con esso? 162 Lo studente ha interpretato e risposto in modo corretto alle aspettative di lavoro da parte dellazienda? 162 Lo studente ha sviluppato capacità operative specifiche relativamente agli obiettivi professionali previsti dal progetto, valorizzando e contestualizzando le competenze possedute e acquisendone di nuove? 153 valutazioni del tutor aziendale

20 Lo studente è riuscito ad essere operativo dopo quanto tempo?

21 In che percentuale lo studente ha lavorato in modo autonomo?

22 Lesperienza è stata :

23 Lazienda è disposta a ripetere lesperienza ?

24 Sulla base del comportamento tenuto in azienda, delle abilità di apprendimento dimostrate dallo stagista e dellimpegno profuso, lazienda valuta lesperienza in modo:

25 Questionario di autovalutazione Questionario di valutazione

26 Ti consideri soddisfatto di aver partecipato al progetto Alternanza scuola-lavoro ?

27 Relativamente ai compiti che ti sono stati assegnati, indica il grado di difficoltà incontrate

28 Sei soddisfatto dellimmagine di te che hai trasmesso?

29 Nella scelta di un lavoro, anche alla luce di questa esperienza per te è importante

30 Linserimento lavorativo in azienda ti è sembrato

31 Con questa esperienza di inserimento lavorativo credi di avere avuto la possibilità di: PocoAbbastanzamolto Conoscere il mondo del lavoro nel suo complesso 18 Comprendere il settore in cui si colloca lazienda 18 Conoscere lambiente, le tecniche, lorganizzazione del lavoro 18 Accrescere le tue conoscenze professionali 18 Sapere se in quel luogo di lavoro è possibile realizzarsi o meno 810 Aumentare la probabilità di trovare un posto di lavoro al termine dei tuoi studi 513

32 Relazione finale Ecco alcune considerazione fatte dagli studenti durante i dibattiti a fine giornata: Lalternanza è utile allo studente per capire se è quello il lavoro che vorrà fare in futuro e se, a scuola, ha acquisito le giuste conoscenze per svolgerlo. E di grande stimolo sentirsi pronto ed autonomo nello svolgere mansioni che sono state assegnate. Lattività svolta mi è piaciuta ed è stata un importante conferma alla giusta scelta dellindirizzo scolastico. Rosa Visto dallesterno con gli occhi di uno studente, il lavoro sembra facile, ma non è così. La principale difficoltà è stata quella di inserirmi in un ambiente in cui non conoscevo nessuno e nel mettere in pratica le mie poche conoscenze scolastiche, ma grazie ai tutors sono riuscita a superarle. Maria Antonietta Ho rilevato che autonomamente sono in grado di svolgere mansioni assegnatemi e nei tempi prestabiliti e, sono in grado, di integrarmi bene e velocemente nellambiente lavorativo. Lalternanza scuola-lavoro è stata positiva e mi ha incentivato maggiormente a proseguire gli studi e, grazie ai tutors, mi ha permesso di approfondire argomenti trattati a scuola. Emilia

33 Relazione finale Con questa esperienza ho scoperto qualcosa di me e credo che non bisognerebbe scoraggiarsi di fronte alle difficoltà, ma affrontarle un po alla volta. Ho dimostrato a me stessa di non essere timida come invece pensavo, sia con le relazioni avute con gli operatori che con gli utenti della struttura. Marilyn Le mie aspettative sono state pienamente confermate e credo che il passaggio dalla scuola al mondo lavorativo, non sia poi così traumatico, purché si possieda una buona formazione di base ed una grande disponibilità di ascolto e rispetto verso gli altri. Lucia Credo che questo progetto possa essere un ottima occasione per ogni studente che ha la possibilità di confrontarsi con se stesso e soprattutto con il mondo del lavoro. Credo che se mi venisse offerta la possibilità di ripeterlo, accetterei e lo consiglierei a tutti i miei compagni, anche di altri classi. Mariella Questa esperienza seppur breve, mi è servita per responsabilizzarmi per quanto riguarda il rispetto degli orari di lavoro, delle scadenze dei lavori assegnati e per verificare le mie capacità di lavorare insieme agli altri. Esterina

34 Relazione finale Grazie a questa esperienza ho avuto la possibilità di testare le mie conoscenze e di applicarle in campo lavorativo e ho potuto riscontrare che molti argomenti studiati a scuola, sono poi ripresi sul lavoro; quindi molte nozioni per me, non erano del tutto nuove. Veronica Penso che questa settimana sia stata molto utile per comprendere meglio gli argomenti studiati a scuola. Non ho avuto difficoltà ad inserirmi in questo ambiente nuovo che mi ha ben accolto. È stata unesperienza bella, che mi ha mostrato il mondo del lavoro al quale la scuola mi sta preparando. Antonella Questa esperienza avrà un risvolto positivo sulla mia carriera scolastica, perché mi ha fatto capire che solo con limpegno si possono raggiungere risultati nella vita, e che lo studio è fondamentale per la formazione di ogni persona. Anelia

35 Relazione finale Da queste brevi considerazioni si può dedurre che le alunne hanno capito limportanza delle competenze e delle conoscenze acquisite durante il corso teorico degli studi e durante lesperienza pratica, dellautonomia, della capacità di assumersi responsabilità e della capacità di interagire in modo sereno, costruttivo e collaborativo con gli altri. Le studentesse e i tutors hanno sottolineato che 60 ore in azienda sono poche per avere una visione completa del mondo del lavoro. Si può comunque affermare, che tutti gli obiettivi stabiliti nel progetto sono stati raggiunti e che tale esperienza potrà e dovrà essere ripetuta. La referente del progetto Prof.ssa Rosa Maria De Pasquale


Scaricare ppt "Alternanza scuola-lavoro Progetto Animatore sociale a.s. 2007/08 I.I.S.S. Cassano Ionio – Cosenza Classi: 4 a TSS - 5 a TSS Indirizzo: Servizi Sociali."

Presentazioni simili


Annunci Google