La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 STRUMENTI DIDATTICI E FINALITA FORMATIVE FINALITA PREMINENTI DI APPRENDIMENTO STRUMENTI PRIVILEGIATI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 STRUMENTI DIDATTICI E FINALITA FORMATIVE FINALITA PREMINENTI DI APPRENDIMENTO STRUMENTI PRIVILEGIATI."— Transcript della presentazione:

1 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 STRUMENTI DIDATTICI E FINALITA FORMATIVE FINALITA PREMINENTI DI APPRENDIMENTO STRUMENTI PRIVILEGIATI Concetti, informazioni, schemi interpretativi Lezione, relazione, lettura e dibattito Organizzazione delle esperienze presentiGriglie di analisi, ceck list, strumenti di ricerca Dominio razionale di situazioni e problemi complessi Analisi di casi Capacità di agire in tempo realeSimulazioni, giochi di ruolo, role playing, dinamica di gruppo Gestione di strumenti in tempo realeSimulazioni operative, affiancamento, addestramento

2 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 GRIGLIA DI ANALISI Serve a differenziare i fattori che compongono un fenomeno Scompone loggetto di ricerca nelle sue parti costituenti attraverso la definizione di indicatori di indagine per poi ricomporlo con una conoscenza più consapevole

3 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 GRIGLIA DI ANALISI Utile strumento per organizzare lesperienza Usata nelle situazioni di apprendimento induttivo recupera, dai partecipanti, esperienze per trarne informazioni, riflessioni, analisi e suggerimenti Serve per consapevolizzare, elaborare tutti quei fenomeni, situazioni che non hanno avuto adeguate occasioni per farlo

4 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 CASO QUANDO Non esiste una one best wayma si ragiona in termini di vantaggi e svantaggi Il docente deve proporre una situazione complessa, con molti fattori e concause, che sarebbe confusivo trattare in una lezione Momento di verifica di apprendimenti effettuati attraverso diverse discipline

5 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 IL CASO FINALITA sviluppa capacità di analisi razionale di situazioni complesse ed articolate della medesima natura di quelle che i partecipanti si trovano a gestire nella loro vita lavorativa. addestra a prendere decisioni frutto di elaborazione consapevole e non di sollecitazioni altamente emotive. permette il confronto tra i componenti del gruppo recupera lesperienza dei partecipanti

6 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 CASO OBIETTIVO GRIGLIA DI NARRAZIONE STORIA DOMANDE FINALI

7 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 SEQUENZA PER PROBLEMI PROBLEMA MATERIALE UTILE PER POSSIBILI SOLUZIONI SOLUZIONE

8 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 SIMULAZIONI Tecniche esperienziali dove lapprendimento avviene tramite la verifica in situazione sperimentale e protetta, della validità o meno di certe scelte comportamentali, in termini di efficacia sia di emozioni proprie che di emozioni altrui che ne derivano

9 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 SIMULAZIONI ADDESTRATIVE Hanno come obiettivo lacquisizione di un comportamento operativo Viene ripetuta la sequenza di comportamenti operazionabili in modo da acquisire fluidità e padronanza della tecnica

10 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 ROLE – PLAY Permette ai partecipanti di vivere in condizione protetta situazioni organizzative, lavorative, sociali che si troveranno a vivere nella realtà non protetta della quotidianità della vita

11 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 ROLE – PLAY La realta PROTETTA Permette lutilizzo positivo degli errori in termini di apprendimento In modo tale da fronteggiare meglio la realtà NON PROTETTA.

12 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 LA LEZIONE VANTAGGISVANTAGGI Permette di passare un elevato n di contenuti in breve tempo Attenzione alleccesso: numerose informazioni passate in ununica sess. possono generare confusione Gruppi numerosiRapida caduta dellattenzione Pareggia le disparità di conoscenze Scarsa memorizzazione Richiama le abitudini scolastiche Scarso coinvolgimento Facile gestioneContenuti filtrati dal docente

13 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 DOCENTE CONTENUTI RELAZIONE Percorso logico- cronologico Strumenti e metodo Messaggi chiave Sintesi Materiale Logistica Contratto daula Comunicazione verbale Com. non verbale Com. metaforica

14 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 ATTENZIONE A: TEMPI PAROLA/TEMPI ASCOLTO VOCABOLARIO MESSAGGI GRAFICI PERMANENTI PARTECIPAZIONE

15 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 PERCORSI LOGICI1 SEQUENZA DEDUTTIVA PREMESSA CONCETTI ESEMPI

16 materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 PERCORSI LOGICI2 SEQUENZA INDUTTIVA CASO PARTICOLARE/SITUAZIONE SPECIFICA RIFLESSIONI CONCETTI


Scaricare ppt "Materiale zeziola francesco collegio infermieri 2011 STRUMENTI DIDATTICI E FINALITA FORMATIVE FINALITA PREMINENTI DI APPRENDIMENTO STRUMENTI PRIVILEGIATI."

Presentazioni simili


Annunci Google