La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Compromissione dellaccesso alla memoria semantica in relazione alla cognizione dello spazio geografico nella Malattia di Alzheimer (MA) Neurofisiologia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Compromissione dellaccesso alla memoria semantica in relazione alla cognizione dello spazio geografico nella Malattia di Alzheimer (MA) Neurofisiologia."— Transcript della presentazione:

1 Compromissione dellaccesso alla memoria semantica in relazione alla cognizione dello spazio geografico nella Malattia di Alzheimer (MA) Neurofisiologia Clinica Università di Genova D Mazzei, A Brugnolo, C De Leo, B Dessi, NG Girtler, F Nobili, R Rotunno, G Rodriguez

2 Malattia di Alzheimer Deficit progressivo di più funzioni cognitive, tra cui il deficit di memoria Deficit cognitivi sufficientemente gravi da causare una compromissione delle attività della vita quotidiana

3 La malattia di Alzheimer interessa precocemente l ippocampo, necessario per la formazione dei nuovi ricordi. Il disturbo conseguente a tale interessamento è lamnesia anterograda (rapido oblio di nuove informazioni fugacemente acquisite), mentre si ha conservazione dei ricordi più antichi, ed in particolare di quelli appresi da lunghissimo tempo LA MEMORIA

4 La progressione della malattia genera una riduzione della rappresentazione mentale dello spazio geografico IPOTESI DELLO STUDIO

5 SOGGETTI CRITERI DI INCLUSIONE: -MMSE alla prima visita 20 (t0) -almeno una visita di controllo ad almeno 1 anno di distanza (t1) 21 pazienti Alzheimer lieve: 15 donne e 6 uomini Età 74,62 + 7,83 Scolarità 7,1 + 4,02 CRITERI DI INCLUSIONE: -MMSE 29 -Non farmaci neuropsicoattivi GRUPPO DI CONTROLLO * p<0,05; ** p<0, soggetti sani: 11 donne e 3 uomini Età 67,64 + 8,61* Scolarità 10,93 + 2,7**

6 METODI Dalla estesa valutazione neuropsicologica eseguita è stato tratto il: Test di Fluenza Verbale per categorie semantiche Da cui è stato calcolato: 1. Il numero assoluto di città ricordate in 2 (valutazione convenzionale) 2.Il perimetro (in Km) del poligono delimitato dalle città ricordate 3.La media delle distanze tra ciascuna città ricordata e la città natale

7

8 T0T1

9 RISULTATI

10 Variazione punteggio MMSE al follow-up FOLLOW-UP medio nei pazienti con MA: 2,19 + 0,75 anni FOLLOW-UP medio nei controlli: 2,21 + 0,7 anni MA: p < 0,000005C: p = n.s.

11 Variazione numero città nominate al follow-up MA: p < 0,001C: p = n.s.

12 Variazione del perimetro in Km al follow-up MA: p < 0,05C: p = n.s.

13 2028 km 1005 km T0 Seconda valutazione T1

14 Distanza media in Km dalla città di nascita MA: p < 0,05C: p = n.s.

15 T1 581 km 174 km T0

16 CONCLUSIONI I soggetti MA hanno mostrato: La riduzione del numero di città nominate Perdita della categoria semantica nomi di città La riduzione del perimetro da esse delimitato La diminuzione della distanza media dalla città di nascita Restringimento della RAPPRESENTAZIONE MENTALE DELLO SPAZIO geografico Rievocazione di città legate alle memorie più antiche

17 Lo studio ha mostrato, per la prima volta, che con laggravamento della MA (confermato dal decremento significativo del punteggio del MMSE) si verifica non solo una riduzione della produzione di nomi di città (accesso al magazzino semantico), ma anche della rappresentazione mentale dello spazio geografico, indicando quindi anche un deficit mnesico di tipo visuo-spaziale e non solo verbale. Le informazioni contenute in questo test, se opportunamente trattate, potrebbero quindi consentire una pesatura sia della funzione di memoria verbale che di memoria visuo-spaziale. I correlati fisiopatologici di questi deficit devono, tuttavia, essere ulteriormente indagati tramite le correlazioni con le neuroimmagini.

18 Grazieperlattenzione


Scaricare ppt "Compromissione dellaccesso alla memoria semantica in relazione alla cognizione dello spazio geografico nella Malattia di Alzheimer (MA) Neurofisiologia."

Presentazioni simili


Annunci Google