La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cattedra di Storia Economica Facoltà di Economia - Palermo Enrico Camilleri I divari internazionali Lo sviluppo italiano dal secondo dopoguerra ad oggi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cattedra di Storia Economica Facoltà di Economia - Palermo Enrico Camilleri I divari internazionali Lo sviluppo italiano dal secondo dopoguerra ad oggi."— Transcript della presentazione:

1 Cattedra di Storia Economica Facoltà di Economia - Palermo Enrico Camilleri I divari internazionali Lo sviluppo italiano dal secondo dopoguerra ad oggi

2 2 Lo sviluppo diverso DISTRIBUZIONE DELLA PRODUZIONE MANIFATTURIERA NEL MONDO ( ) Paesi sviluppati92,592,8 93,591,590,188,0 Economie di mercato76,780,376,577,570,57066,9 Europa40,835,437,326,126,524,522,9 * FRA6,16,04,43,23,83,53,3 * DEU14,811,612,75,96,45,95,3 * ITA2,42,72,82,32,9 * UK13,69,910,78,46,44,94,0 Primi quattro paesi36,930,230,619,819,517,215,5 Fuori Europa35,944,939,251,544,045,544,0 * CAN0,91,51,42,22,1 2,0 * USA32,039,331,444,735,133,031,5 * JPN2,73,35,22,95,18,89,1 Primi tre paesi35,644,13849,842,343,942,6 Economie socialiste15,812,516,316,020,920,121,1 * USSR8,25,3910,714,214,414,8 Terzo Mondo7,57,2 6,58,59,912,0 * IND1,41,92,41,71,82,12,3 * BRA0,50,6 0,81,11,4 * MEX0,30,2 0,30,40,50,6 * CHN3,63,43,12,33,53,95,0 MONDO100,0 G 880,779,677,680,376,075,572,9

3 3 La nuova struttura delleconomia mondiale 1944: il sistema di Bretton Woods 1944 – 1971 Gold Exchange Standard Aiuti dellERP (European Recovery Plan), meglio conosciuto come Piano Marshall (Italia terzo paese dopo FRA e UK per dimensione daiuti) Nascono la Banca Internazionale per la Ricostruzione e Sviluppo (BIRS) Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale (FMI)

4 4 La nuova struttura delleconomia mondiale Consumi di massa Mobilità sociale ed emigrazione Mobilità sociale ed emigrazione Nasce il welfare state (Piano Beveridge) Nasce il welfare state (Piano Beveridge) Crescita inflattiva Aree di libero scambio es. EFTA Crescita del commercio mondiale crescita delle multinazionali nuove forme di organizzazione da impresa familiare ad impresa manageriale

5 5 La nuova struttura delleconomia mondiale La crescita dellestremo oriente: Il Giappone Produttività del lavoro Produttività del lavoro Vantaggi del late comer Vantaggi del late comer Crescita qualitativa della forza lavoro: produttività modelli di compartecipazione Crescita qualitativa della forza lavoro: produttività modelli di compartecipazione La modernizzazione del paese La modernizzazione del paese

6 6 La nuova struttura delleconomia mondiale Le economie pianificate: il blocco sovietico I piani quinquennali I piani quinquennali Il Comecon e la cooperazione internazionale Il Comecon e la cooperazione internazionale La modernizzazione della Cina La riforma dellagricoltura La riforma dellagricoltura Lurbanizzazione e la crescita industriale Lurbanizzazione e la crescita industriale

7 7 La nuova struttura delleconomia mondiale Il Terzo Mondo Il problema demografico dellAmerica Latina Il problema demografico dellAmerica Latina Linfluenza degli investimenti statunitensi Linfluenza degli investimenti statunitensi I paesi del Medio Oriente Il ruolo del petrolio LOPEC gli shock petroliferi Il ruolo del petrolio LOPEC gli shock petroliferi La crescita indiana Economia mista Economia mista Eccessiva variabilità dei raccolti Eccessiva variabilità dei raccolti Le difficoltà demografiche Le difficoltà demografiche

8 8 La globalizzazione Cosè la globalizzazione Quando comincia con gli scambi internazionali Quando comincia con gli scambi internazionali Come gestire la globalizzazione cooperazione internazionale vs neo colonialismo Come gestire la globalizzazione cooperazione internazionale vs neo colonialismo Le crisi energetiche Gli shock petroliferi Gli shock petroliferi La contrazione nei consumi fine del periodo di crescita ininterrotta La contrazione nei consumi fine del periodo di crescita ininterrotta Il ruolo dellambiente e la scarsità di risorse naturali Il ruolo dellambiente e la scarsità di risorse naturali

9 9 La globalizzazione La New Economy Terziarizzazione delleconomia Terziarizzazione delleconomia La tecnologia da bene di lusso a bene di massa La tecnologia da bene di lusso a bene di massa Le Biotecnologie e soluzioni per i problemi demografici Le Biotecnologie e soluzioni per i problemi demografici Lintegrazione mondiale Le istituzioni internazionali Le istituzioni internazionaliWTO NAFTA - MERCOSUR Il predominio della finanza Il predominio della finanza Il persistere degli squilibri Il persistere degli squilibri

10 10 I cambiamenti strutturali Fine del mondo diviso in due blocchi : il termine del blocco sovietico La leadership solitaria degli USA La nascita ed il consolidamento dellUnione Europea I paesi emergenti Il colosso cinese Il colosso cinese Lo sviluppo indiano Lo sviluppo indiano

11 11 Ricostruzione e miracolo economico (1945 – 1962) Sistema industriale sostanzialmente non distrutto dalla guerra Aiuti dellERP (European Recovery Plan), meglio conosciuto come Piano Marshall (Italia terzo paese dopo FRA e UK per dimensione daiuti) Linea Einaudi stabilità nello sviluppo Le basi per il grande decollo economico italiano

12 12 Ricostruzione e miracolo economico (1945 – 1962) Trasferimento gratuito di beni sulla base di un piano quadriennale di sviluppo e prestiti a lungo termine Piano Saraceno: investimenti in infrastrutture e beni capitali come pre – condizione per lo sviluppo Risultati eccellenti. Crescita della popolazione, del reddito nazionale, di consumi, investimenti, import ed export Il Piano Marshall

13 13 Ricostruzione e miracolo economico (1945 – 1962) Base: aumento degli investimenti pubblici e privati, crescita nella stabilità monetaria e finanziaria Il Boom economico Tasso di sviluppo 5,4% Inflazione2,4% Disoccupazione6,3% Deficit/PIL3,2% Debito pubblico/PIL 45,4% Pressione fiscale 23,8% Tasso di crescita del PIL 22,5% Alcuni indici Valori medi annui Inoltre… Cambio fisso verso il $ dal 1949 al 1971 Bilancia corrente attiva dal 1957 Bilancia dei pagamenti in attivo dal 1955

14 14 Il dualismo nord sud Un problema vicino: il dualismo Nord – Sud e lintervento straordinario nel Mezzogiorno Andamento dei divari regionali del PIL pro-capite, (Italia=100) Nord-OvestNord-EstSud Centro

15 15 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Lintervento straordinario nel Mezzogiorno 1950: Nasce la Cassa per il Mezzogiorno: obiettivi migliorare le condizioni di vita delle popolazioni del Centro Sud ridurre il divario regionale

16 16 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Fasi dellintervento straordinario 1950 – 55 investimenti in agricoltura e infrastrutture 1955 –70: industrializzazione Approccio TOP Down Incentivazione Grandi Imprese Private Investimenti diretti di Imprese Pubbliche Creazione di POLI DI SVILUPPO

17 17 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Fasi dellintervento straordinario 1971 Rifinanziamento dellintervento straordinario 1971 – 76: Incentivi alle PMI Fiscalizzazione Oneri sociali Credito Agevolato 1980 – 1984: lento declino, 1984 posta in liquidazione Conclusioni: miglioramento delle condizioni di vita raggiunto, restringimento dei divari regionali no

18 18 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Riduzione fisiologica del tasso di crescita Squilibri nella bilancia dei pagamenti, specie nelle partite correnti 1971: fine del sistema di Bretton Woods Squilibrio nei conti pubblici Crescita dellinflazione inflazione a due cifre shocks petroliferi (1973 – 1979) Crescita dellinflazione vertenze sindacali (fine anni 60 inizio anni 70) aumento del costo del lavoro I difficili anni 70

19 19 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri 1976: tentativo di stabilizzazione monetaria aumento del tasso di sconto dal 8 al 12% 1978: adesione allo SME sistema di cambi semi fissi reciproca assistenza fra le Banche Centrali per mantenere stabile il valore delle monete nazionali I difficili anni 70

20 20 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Influenza del secondo shock petrolifero (1979) rallentamento della produzione industriale Conflitti nel mondo del lavoro: introduzione di scala mobile e cassa integrazione peggioramento dei conti pubblici ed aziendali Enorme crescita del debito pubblico spinto anche dalla spesa per interessi Necessità di una graduale restrizione monetaria inflazione: 22% (1980), 9% (1984), 5% (1987) 1986: notevole ribasso dei prezzi del petrolio contro shock petrolifero Gli anni Ottanta

21 21 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Fortissimo apprezzamento del dollaro: 856 lire (1980) (1985) boom export, danno per import e bilancia capitali peggioramento della bilancia dei pagamenti Riprende la crescita solo a fine anni 80: tasso di crescita del PIL da 1986 a % medio Gli anni Ottanta

22 22 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Esplosione del debito pubblico: nel 1991 supera il 100% del PIL Rallentamento degli investimenti dovuto agli altissimi tassi dinteresse Rallentano gli investimenti industriali nel terziario non compensati dal terziario aumento del costo del lavoro + apprezzamento della lira = minore competitività delle imprese Gli anni Novanta

23 23 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Luglio 1992: Patto sociale fra governo, sindacati ed imprenditori per il contenimento dei costi del lavoro 1992: Adesione al trattato di Maastricht vincoli alla politica fiscale e monetaria Settembre 1992: attacco speculativo alla lira Banca dItalia intacca le riserve per la difesa della moneta abbandono dello SME Gli anni Novanta

24 24 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri 1992 – 1995: rigidissime manovre di bilancio pubblico e politica monetaria restrittiva = risanamento Crescita del mercato mobiliare Inizio del processo di privatizzazione delle aziende statali Conti pubblici in miglioramento: base per la diminuzione dei tassi dinteresse e quindi per la ripresa degli investimenti 1993: Nuova legge bancaria ritorno alla despecializzazione 1997 – 2000: Lento miglioramento delloccupazione Gli anni Novanta

25 25 Andamenti ciclici e politiche economiche dagli anni 60 ai giorni nostri Competitività del sistema Italia: dimensione dimpresa medio piccola in tutti i settori economici Ricerca e sviluppo: nuove tecnologie Ripresa dei conflitti sociali Governare la globalizzazione Persistenza di unItalia a due velocità Le sfide del presente, le strade per il futuro


Scaricare ppt "Cattedra di Storia Economica Facoltà di Economia - Palermo Enrico Camilleri I divari internazionali Lo sviluppo italiano dal secondo dopoguerra ad oggi."

Presentazioni simili


Annunci Google