La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione pubblica Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione pubblica Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione."— Transcript della presentazione:

1 Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione pubblica Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione pubblica F. De Cindio, L. Ripamonti Dip. Scienze dellInformazione, Univ. Milano F. Gnecchi Ist. Economia dImpresa, Univ. Milano Bicocca C. Mariani Congresso Annuale AICA Como, 21 settembre questo convegno ha testimoniato una volta di +, se ce ne era bisogno, linteresse e limportanza che la P.A.da ad Internet per migliorare la comunicazione pubblica un concetto - quello di CP - che la rete ed il su sviluppo ha profondamente contribuito a modificare contribuendo anche a togliere alla PA il monopolio della stessa questo convegno ha testimoniato una volta di +, se ce ne era bisogno, linteresse e limportanza che la P.A.da ad Internet per migliorare la comunicazione pubblica un concetto - quello di CP - che la rete ed il su sviluppo ha profondamente contribuito a modificare contribuendo anche a togliere alla PA il monopolio della stessa

2 2 La comunicazione pubblica ne sono oggetto questioni che riguardano lintera collettività (informazioni, atti, decisioni, servizi,…) mira a soddisfare interessi generali può essere messa in atto dalla Pubblica Amministrazione, ma anche da soggetti terzi si è modificata nel tempo propagandistica (< 80) informativa (80) trasparenza (90) bidirezionalità (seconda metà 90) come emerge considerando le date, Internet esplode non a caso a cavallo tra le ultime due fasi: viene usata per informare e come strumento di trasparenza e poi ci si accorge che pero e qualcosa di +, che apre nuovi spazi di comunicazione tra PA e cittadini quali sono gli ambiti virtuali della comunicazione pubblica? ovviamente anzitutto i siti dei comuni, che sono molto cresciuti in numero negli ultimi anni, anche se e bene tenere presente che, ad es in Lomb il numero dei siti sono: come emerge considerando le date, Internet esplode non a caso a cavallo tra le ultime due fasi: viene usata per informare e come strumento di trasparenza e poi ci si accorge che pero e qualcosa di +, che apre nuovi spazi di comunicazione tra PA e cittadini quali sono gli ambiti virtuali della comunicazione pubblica? ovviamente anzitutto i siti dei comuni, che sono molto cresciuti in numero negli ultimi anni, anche se e bene tenere presente che, ad es in Lomb il numero dei siti sono:

3 3 Obiettivi del lavoro sviluppare un approccio di indagine: criteri e relativi indicatori che: assuma il punta di vista utente che noi preferiamo sempre ricordare essere un cittadino sovrano risulterà rilevante dal punto di vista quantitativo dal punto di vista qualitativo, consideri tutti gli aspetti della comunicazione (contenuti) metterlo alla prova su una realtà nota e già studiata per verificarne lattendibilità proprio queste indagini, tuttavia, specie le prime, mal riescono a fotografare gli aspetti qualitativi oltre a quelli quantitativi per 2 fattori: 1. svolgono le indagni attraverso questioanri somministrati ai gestori dei siti e/o ai decisori politici; le risposte sono spesso fotografano + i desideri che la realta (che inconra chi usa la rete) 2. non sono molto attente nel catturare il tipo di comunicazione che si realizza tra Ente e utenti: la mail al sindaco non e molto diversa dalla lettera, e spesso e come questa un buco nero - come ben sappiamo la rete rende possibile forme di comunicazione piu ricche di questa proprio queste indagini, tuttavia, specie le prime, mal riescono a fotografare gli aspetti qualitativi oltre a quelli quantitativi per 2 fattori: 1. svolgono le indagni attraverso questioanri somministrati ai gestori dei siti e/o ai decisori politici; le risposte sono spesso fotografano + i desideri che la realta (che inconra chi usa la rete) 2. non sono molto attente nel catturare il tipo di comunicazione che si realizza tra Ente e utenti: la mail al sindaco non e molto diversa dalla lettera, e spesso e come questa un buco nero - come ben sappiamo la rete rende possibile forme di comunicazione piu ricche di questa

4 4 Siti web dei Comuni (sul totale dei Comuni) in Lombardia è attivo il sito nel 57,6 % dei grandi comuni nel 18,2 % dei medi comuni nel 6,1 % dei piccoli comuni fonte: Siti Internet della P.A. in Lombardia, IReR, 2001 queste indagini segnalano anche quello che possiamo chiamare --->

5 5 Siti web dei Comuni (sul totale dei Comuni) in Lombardia è attivo il sito in provincia di Milano, nel 19,4 % dei comuni nelle province di BS, PV, LE, MN ,2 % dei comuni nelle provincie di LO, CO, BG, CR, SO 8,1 - 2,5 % dei comuni fonte: Siti Internet della P.A. in Lombardia, IReR, 2001 queste indagini segnalano anche quello che possiamo chiamare --->

6 6 Analisi quantitativa (IULM) % siti civici per provincia

7 7 Analisi quantitativa (noi) la differenza sta nel ruolo giocato dal privato: aziende (informatiche, ISP) che sviluppano alcune pagine relative ad Comune per proporsi come sviluppatori del sito (es prov Lecco e Lodi) - aziende (non inf) che ospitano il (micro) sito del comune, ma cmq corretto (es Castano Primo) % siti civici per provincia

8 8 Definizione del campo di indagine siti civici tutti i siti che fanno riferimento ad una ben specifica realtà territoriale: idea che sta dietro questa caratterizzazione ampia del campo dnindagine: pto di vista di chi in rete cerca info e serv, non bada molto alla adeguatezza istituzionale che e cmq difficile valutare (es virgilio per le mappe) NB: possibilita di + siti IULM integra (aggiusta ) lindagine via web, con consultazione telefonica; non considera lultima categoria; considera rete civica chi si dichiara tale (ma qta differenza non incide) idea che sta dietro questa caratterizzazione ampia del campo dnindagine: pto di vista di chi in rete cerca info e serv, non bada molto alla adeguatezza istituzionale che e cmq difficile valutare (es virgilio per le mappe) NB: possibilita di + siti IULM integra (aggiusta ) lindagine via web, con consultazione telefonica; non considera lultima categoria; considera rete civica chi si dichiara tale (ma qta differenza non incide) i siti delle Amministrazioni Comunali le Reti Civiche (di nome o di fatto) i siti, qualunque ne sia il promotore (anche privato), che si propongono di dare informazioni su una ben precisa realtà territoriale, inclusi i portali territoriali

9 9 Il fenomeno reti civiche ha luogo in contemporanea con lo sviluppo dei siti web dei Comuni, con essi si interseca, si sovrappone, si confonde ha come origine una vision of change A National Strategy for Civic Netwoking The Center for Civic Networking la realta nota e quella della RL a cui si fa riferimento dellarticolo, mentre la tesi di cui e al tempo stesso una restrizione e uno sviluppo considerava tutti i capoluoghi italiani citare la quasi contemporanea indaagine IULM di cui siamo venuti a conoscenza proprio in fase di stesura dellarticolo pur nella sostanziale omogeneità di approccio, differenze non irrilevanti, di cui una emerge dallanalisi quantitativa: diff nella def del campo di indagine la realta nota e quella della RL a cui si fa riferimento dellarticolo, mentre la tesi di cui e al tempo stesso una restrizione e uno sviluppo considerava tutti i capoluoghi italiani citare la quasi contemporanea indaagine IULM di cui siamo venuti a conoscenza proprio in fase di stesura dellarticolo pur nella sostanziale omogeneità di approccio, differenze non irrilevanti, di cui una emerge dallanalisi quantitativa: diff nella def del campo di indagine

10 10 Il punto innovativo e qualificante della rete la possibilità per i cittadini di essere in immediate touch con la loro P.A. e con i servizi da essa erogati Attraverso la rete oggi i cittadini, le imprese, i consumatori, tutti i gruppi sociali, hanno una possibilità in più per comunicare le proprie idee, le proprie valutazioni e il proprio scontento. Edoardo Garrone, Pres. Giovani Industriali, vedere se dir qui che la RL ha colto anzitempo questo aspetto sostenendo lo sviluppo delle RC, Direz Cultura, ECN 97 e AIREC

11 11 Analisi qualitativa Servizi di informazione: territoriali, destinate ai non residenti per promuovere il territorio (info turistiche, facilitazioni alle imprese, eventi) istituzionali, destinate ai residenti e a chi opera: uffici comunali: funzioni e orari; organismi comunali e statuto, bilancio, leggi e delibere (trasparenza)

12 12 Analisi qualitativa Servizi di informazione: Servizi on-line: riproposizione on-line di servizi che gli enti pubblici sono tenuti ad erogare quali: autocertificazione sportello unico alle imprese cataloghi delle biblioteche calcolo ICI prenotazioni dire che ovviamente il non pubblico, che non puo proporre qto tipo di servizi viene qui penalizzato nella valutazione qualitativa

13 13 Analisi qualitativa Servizi di informazione: Servizi on-line: Comunicazione istituzionale: servizi destinati alla comunicazione tra P.A. e cittadini: private: di sindaco, vicesindaco, assessori, consiglieri, funzionari comunali di servizio: comune, URP, uffici comunali forum pubblico

14 14 Analisi qualitativa Servizi di informazione: Servizi on-line: Comunicazione istituzionale Community aree e servizi che favoriscono laggregazione dei cittadini piazze virtuali (un forum di discussione) più forum e newsgroup tematici (event.:mailing list) chat giochi e concorsi piu importate e la possibilita da parte dei cittadini di proporre nuove aree di discussione confronto per com. istituz e community si e andato a valutare (quando possibile) il numero di msg mensili presenti piu importate e la possibilita da parte dei cittadini di proporre nuove aree di discussione confronto per com. istituz e community si e andato a valutare (quando possibile) il numero di msg mensili presenti

15 15 Analisi qualitativa Servizi di informazione: Servizi on-line: Comunicazione istituzionale Community ogni area pesa per il 25% del totale per ciascuna area si è considerato il numero di tipologie di servizi offerti; per le ultime due si è considerato il numero di messaggi maggiori dettagl sui criteri di analisi nel paper prima di passare ai risultati e alle valutazioni conclusive, confrontiamo i ns criteri e quelli messi a punto dalla ricerca condotta dallo IULM maggiori dettagl sui criteri di analisi nel paper prima di passare ai risultati e alle valutazioni conclusive, confrontiamo i ns criteri e quelli messi a punto dalla ricerca condotta dallo IULM

16 16 Analisi qualitativa: indicatori IULM un triangolo di qualità: Servizi di informazione: ricchezza di contenuti, senza la distinzione territoriali vs istituzionali Servizi on-line: valore di servizio Comunicazione istituzionale livello di interattività Community manca

17 17 Siti analizzati 24 siti civici per 11 provincie distributzione teritoriale 3 Milano, Bergamo*, Brescia, Mantova, Pavia, Varese* (* uno è in costruzione ) 2 Lodi 1 Como, Cremona, Lecco, Sondrio Tipologia dei soggetti 11 comuni, 4 volte in partnership (CO, VA, MN, CR) 2 aziende ed Enti Locali 3 Università 8 aziende come emerge considerando le date, Internet esplode non a caso a cavallo tra le ultime due fasi: viene usata per informare e come strumento di trasparenza e poi ci si accorge che pero e qualcosa di +, che apre nuovi spazi di comunicazione tra PA e cittadini quali sono gli ambiti virtuali della comunicazione pubblica? ovviamente anzitutto i siti dei comuni, che sono molto cresciuti in numero negli ultimi anni, anche se e bene tenere presente che, ad es in Lomb il numero dei siti sono: come emerge considerando le date, Internet esplode non a caso a cavallo tra le ultime due fasi: viene usata per informare e come strumento di trasparenza e poi ci si accorge che pero e qualcosa di +, che apre nuovi spazi di comunicazione tra PA e cittadini quali sono gli ambiti virtuali della comunicazione pubblica? ovviamente anzitutto i siti dei comuni, che sono molto cresciuti in numero negli ultimi anni, anche se e bene tenere presente che, ad es in Lomb il numero dei siti sono:

18 18 Considerazioni conclusive nessuno raggiunge la sufficienza ! (60/100) in ogni categoria emergono i siti specializzati nella informazione istituzionale: meglio la P.A. nella informazione territoriale: meglio i privati nella comunicazione e community, si avverte linfluenza delle reti civiche la comunicazione pubblica per essere efficace richiede forme di partnership tra soggetti diversi: amministrazioni locali, imprenditoria, cittadini e loro associazioni: il portale territoriale il risultato complessivamente insufficiente e sostanzialmente confermato da IULM - la insuff significa che non ce un sito che integra bene i vari aspetti; e infatti si puo ben dire che…il sito riflette la mission è bene che ciascuno faccia ciò che sa e vuole fare, ma…. questa partnership è il senso profondo del terimine portale territoriale che preso da solo resta un modo diverso (forse alla moda per chiamare un sito web) ma che acquista senso se e la porta per chi vuole accedere ad una comunita locale il risultato complessivamente insufficiente e sostanzialmente confermato da IULM - la insuff significa che non ce un sito che integra bene i vari aspetti; e infatti si puo ben dire che…il sito riflette la mission è bene che ciascuno faccia ciò che sa e vuole fare, ma…. questa partnership è il senso profondo del terimine portale territoriale che preso da solo resta un modo diverso (forse alla moda per chiamare un sito web) ma che acquista senso se e la porta per chi vuole accedere ad una comunita locale


Scaricare ppt "Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione pubblica Siti civici e comunità virtuali locali come strumento di comunicazione."

Presentazioni simili


Annunci Google