La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 www.informaticisenzafrontiere.org Milano 25 febbraio 201425 febbraio 201425 febbraio 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 www.informaticisenzafrontiere.org Milano 25 febbraio 201425 febbraio 201425 febbraio 2014."— Transcript della presentazione:

1 1 Milano 25 febbraio febbraio febbraio 2014

2 2 Contenuti Introduzione –Prof. Norberto Patrignani, Computer Professionals for Social Responsibility (CPSR) Chi è ISF –Gigi Sernaglia, Informatici Senza Frontiere Linee di intervento Prospettive Conclusioni –Vico Grompo, Informatici Senza Frontiere

3 3 Contenuti Introduzione –Prof. Norberto Patrignani, Computer Professionals for Social Responsibility (CPSR) Chi è ISF –Gigi Sernaglia, Informatici Senza Frontiere Linee di intervento Prospettive Conclusioni –Vico Grompo, Informatici Senza Frontiere

4 4 Norberto Patrignani

5 5 Contenuti Introduzione –Prof. Norberto Patrignani, Computer Professionals for Social Responsibility (CPSR) Chi è ISF –Gigi Sernaglia, Informatici Senza Frontiere Linee di intervento Prospettive Conclusioni –Vico Grompo, Informatici Senza Frontiere

6 6 Immagini quotidiane

7 7 Ma non qui.....

8 8...o qui.....

9 9 La comunità internazionale si mobiliti per garantire anche ai paesi poveri un pieno accesso alle nuove tecnologie. Lobiettivo è di connettere tutti i villaggi del mondo a Internet. Solo così avremo la democrazia digitale –Kofi Annan, segretario generale dell'Onu, al Vertice mondiale sulla società dell'informazione,Tunisi, 16 novembre 2005 DA DOVE SIAMO PARTITI

10 10 Mentre per la maggior parte della popolazione mondiale l'Information Technology e' una risorsa tanto fondamentale quanto irraggiungibile, per ragioni economiche e di digital divide nei paesi sviluppati esiste un grande spreco di tecnologia, hardware ritenuto obsoleto e know-how non utilizzato appieno Paradossi

11 11

12 12 Digital Divide

13 13 INFORMATICI SENZA FRONTIERE ONLUS NASCE ALLA FINE DEL 2005 DALLINIZIATIVA DI UN GRUPPO DI MANAGER, IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI OPERANTI NEL SETTORE INFORMATICO. OBIETTIVO DELLINIZIATIVA E QUELLO DI METTERE A DISPOSIZIONE COMPETENZE E PROFESSIONALITA A FAVORE DI SOGGETTI, COMUNITA E POPOLAZIONI SVANTAGGIATE. ISF

14 14 Contenuti Introduzione –Prof. Norberto Patrignani, Computer Professionals for Social Responsibility (CPSR) Chi è ISF –Gigi Sernaglia, Informatici Senza Frontiere Linee di intervento Prospettive Conclusioni –Vico Grompo, Informatici Senza Frontiere

15 15 LE LINEE DI INTERVENTO 1.ATTIVAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI PRESSO STRUTTURE DI ATTIVITA SOCIALE SIA IN ITALIA CHE ALLESTERO. 2.ATTIVAZIONE DI PROGRAMMI DI SCOLARIZZAZIONE INFORMATICA –CHE CONSENTANO AL PERSONALE UTILIZZATORE DEI SISTEMI DI ACQUISIRE AUTONOMIA OPERATIVA; –CHE AIUTINO SOGGETTI SVANTAGGIATI AD ABBATTERE UNULTERIORE BARRIERA ALLINGRESSO NEL MONDO (PROFESSIONALE)......

16 16 Ospedale St. Lukes di Angal in Uganda (in collaborazione con i Padri Comboniani): Realizzazione e installazione software OpenHospital per la gestione di un ospedale rurale (8 mesi da scratch a go live) Ospedale North Kinangop Kenya (in collaborazione con diocesi di Padova) Realizzazione e installazione software per la gestione di un ospedale rurale Centro Servizi per il Volontariato-Treviso: Realizzazione di un portale web ad uso delle associazioni di volontariato Casa dellOspitalità di Mestre-Venezia: Realizzazione di unapplicazione per la gestione degli ospiti PROGETTI GIA REALIZZATI (LINEA VERDE)

17 17 Carcere di Santa Bona-Treviso: Consegna di infrastrutture informatiche per laula di informatica e realizzazione di corsi per i carcerati Casa dellOspitalità di Mestre-Venezia: Creazione di unaula di informatica. Piano di formazione di corsi per i senza tetto. Missionari della Consolata – Kinshasa (R.D. Congo) Realizzazione aula informatica e scolarizzazione informatica di base PROGETTI GIA REALIZZATI (LINEA ROSSA)

18 18 Herat (Afghanistan) per conto del Ministero Affari Esteri –Installazione OpenHospital in ospedali in costruzione Comunità Missionaria Villaregia (Rovigo) –Consulenza informatica su scelte strutturali Ospedale di Brescia –Realizzazione rete di pc x collegare bambini lungodegenti tra loro, con la scuola, con le famiglie Orfani Bielorussia (ospitati periodicamente ad Ancona) –Scolarizzazione informatica di base finalizzata allavviamento al lavoro RICHIESTE APERTE

19 19 Contenuti Introduzione –Prof. Norberto Patrignani, Computer Professionals for Social Responsibility (CPSR) Chi è ISF –Gigi Sernaglia, Informatici Senza Frontiere Linee di intervento Prospettive Conclusioni –Vico Grompo, Informatici Senza Frontiere

20 20 1.Cè una domanda forte Ci sono centinaia di piccoli ospedali rurali nel mondo 2.Abbiamo la conferma di essere in grado di realizzare e di governare progetti di questo tipo 3.Cè una buona risposta da parte degli operatori locali 4.Abbiamo imparato quali sono i limiti culturali, tecnologici e logistici da affrontare Non pensavo di vedere il progetto funzionante in tempi così brevi e soprattutto sono rimasto colpito della facilità con la quale gli operatori hanno assimilato il sistema.L'entusiasmo con cui il personale ugandese ha approcciato OpenHospital ha permesso di superare la mancanza di famigliarità con gli strumenti informatici, rendendo immediatamente operativa l'applicazione."Dichiarazione di Mario Marsiaj, il medico che da molti anni segue lospedale di Angal OPEN HOSPITAL - LESSON LEARNED

21 21 Da 1 ospedale a 100 ospedali

22 22 Da 1 ospedale a 100 ospedali Uganda Catholic Medical Bureau 27 ospedali

23 23 1 ospedale100 ospedali Software monolingua (inglese)Software multilingua Software orientato alla gestione del paziente Software che gestisce anche la parte finanziaria Attività di puro volontariato Struttura permanente supportata da volontari (per assistenza sistemistica, formazione, sviluppo del software) Approssimativa individuazione delle esigenze hardware e networking Precisa individuazione delle esigenze hardware e networking Assistenza tecnica su richiesta Nucleo permanente di assistenza tecnica, preferibilmente africano

24 24 LA NON-CONOSCENZA DI NOZIONI ELEMENTARI DI INFORMATICA (USO DEL PC E DI STRUMENTI DI OFFICE AUTOMATION) COSTITUIRA NEGLI ANNI A VENIRE UNULTERIORE BARRIERA ALLINGRESSO NEL MONDO DEL LAVORO PER SOGGETTI GIA SVANTAGGIATI PER ALTRE CAUSE (BASSA SCOLARIZZAZIONE DI BASE, POVERTA, EX CARCERATI, DIVERSAMENTE ABILI,.....) PARADOSSALMENTE NEL NOSTRO MONDO ESISTE INVECE UN ECCESSO DI TECNOLOGIA E COMPETENZE INFORMATICHE (HARDWARE OBSOLETO, GIOVANI CON FORTE SCOLARIZZAZIONE INFORMATICA SOTTOUTILIZZATA,...) IL PROGETTO PATENTE ECDL X TUTTI - premesse

25 25 PROGETTO: –COSTITUZIONE DI UNA STRUTTURA STABILE DI FORMAZIONE VOLTA AL CONSEGUIMENTO DEL PATENTINO ECDL – EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE –PASSI ACCORDO CON AICA (ASSOCIAZIONE ITALIANA CALCOLO AUTOMATICO) PER LA CONCESSIONE DEL TITOLO DI TEST CENTER A ISF RECLUTAMENTO DI STUDENTI (UNIVERSITARI) PER LA PREPARAZIONE DI PIANI E MATERIALE FORMATIVO ORGANIZZAZIONE DELLA FORMAZIONE E DEI TEST –HARDWARE –SOFTWARE –INFRASTRUTTURE RETE –ORGANIZZAZIONE LEZIONI, TRASFERTE,..... ACCORDI CON ONLUS X LA QUALIFICAZIONE DEI DISCENTI IL PROGETTO PATENTE ECDL X TUTTI

26 26 Si può fare

27 27 Anche tu? Come? Iscrivendoti a ISF Donando tempo: –Per preparare materiale formativo –Contribuire a gestire lorganizzazione –Facendo il formatore, ad es. a Castelplanio (AN) –Sviluppando idee e cercando informazioni –Sviluppando (per ISF) tesi di laurea sul DD –Aiutandoci a non inventare la ruota –....

28 28


Scaricare ppt "1 www.informaticisenzafrontiere.org Milano 25 febbraio 201425 febbraio 201425 febbraio 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google