La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caratteristiche del corso 66% pratico 33% teorico Programma pratico : dalla propedeutica alla scuola di base Programma teorico : storia, tennis ricreativo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caratteristiche del corso 66% pratico 33% teorico Programma pratico : dalla propedeutica alla scuola di base Programma teorico : storia, tennis ricreativo."— Transcript della presentazione:

1 Caratteristiche del corso 66% pratico 33% teorico Programma pratico : dalla propedeutica alla scuola di base Programma teorico : storia, tennis ricreativo e tennis agonistico, il tennis in Italia e nel mondo, modello fisiologico e modello funzionale della disciplina, strategia, tattica, tecnica del tennis, la propedeutica, le abilità pre-tecniche, i fondamentali, la parte complementare.

2 Caratteristiche del corso 75% di frequenza obbligatoria Esame scritto e orale Scritto:15 domande aperte + lezione a tema Orale : discussione degli elaborati scritti + eventuali altre domande Chi non supera la prima parte dello scritto (domande aperte ) non è ammesso allorale. Testi di riferimento : appunti a lezione, power- point, libro easy tennis.

3 Dagli albori alle prime regole Le origini della parola tennis NellEuropa tardo medioevale e rinascimentale La pallacorda, il royal tennis, jeu de pomme Il punteggio

4 La nascita del tennis moderno 1873 il Maggiore Wingfield scrive le regole del Lawn Tennis Nel 1887 – 88 nasce la Lawn Tennis Association Nel 1877 a Wimbledon si disputa la prima edizione dei campionati Nel 1913 nasce la FILT oggi ITF

5 I tornei dello Slam 1877 Wimbledon 1881 US Open 1905 Australian Open 1925 Rolland Garros Presente alle prime olimpiadi moderne Escluso dal1928 per professionismo è rientrato nel 1988 a Seul

6 Competizioni a squadre 1900Coppa Davis 1923Wightman Cup dal 1963 Federation Cup

7 I vincitori dello Slam 1938Don Budge USA Rod Laver AUS 1953Maureen ConnolyUSA 1970Margaret Smith Court AUS 1988Steffi GraffGER

8 Professionisti e dilettanti Il circuito internazionale compresi i tornei dello Slam e la Coppa Davis ai dilettanti Per le troupe di professionisti solo esibizioni Nel 1968 nasce il TENNIS OPEN Tutti professionisti, circuito con montepremi Nel 1972 nasce ATP e nel 1980 la WTA

9 Il tennis in Italia 1878 Bordighera Lawn Tennis 1894 Federazione Italiana Lawn Tennis 1930 Internazionali dItalia Nicola Pietrangeli vince Roland Garros 1976 Adriano Panatta vince Rolland Garros 1976 lItalia vince la sua prima e unica Coppa Davis

10 Circuito Internazionale Dura 50 settimane I primi 8 della classifica annuale a fine anno disputano il Master ; chi vince questo torneo è virtualmente campione del mondo I tornei distribuiscono punti in rapporto al montepremi Slam, super 9, regular series, challenger, satelliti Il circuito internazionale giovanile

11 Le Classifiche internazionali Due tipi di classifiche : ultimi 12 mesi di gioco, da inizio anno Cambiano ogni settimana Entry list, cut off, draw, qualificazioni, composizione dei tabelloni, wild card,special event, lucky luser Le classifiche giovanili

12 Le classifiche Italiane NC, quarto, terzo, secondo, primo gruppo suddivise in vari sottogruppi Tornei provinciali, regionali, nazionali, internazionali Le classifiche giovanili

13 Il sistema Italia I circoli Le Academy I P.I.A. Le Macro Aree Le gare a Squadre Le competizioni individuali Gli altissimi costi del sistema

14 Il regolamento Dallinterpretazione attenta e creativa del regolamento, nasce lo sviluppo di una strategia di gioco Il regolamento del tennis è molto stabile La rete, 2 tentativi per iniziare il gioco, le aree di battuta, il campo da singolare e quello del doppio, al rimbalzo o al volo, rimbalzo obbligatorio in una sola situazione

15 La gara Durata e distanza : 2/3 3/5 IL PUNTEGGIO : il game, il set, il tie- break Particolarità del punteggio : I punti non hanno lo stesso valore sostanziale, si riparte sempre da zero a zero, si può vincere un incontro totalizzando meno punti dellavversario

16 Classificazione degli sport e delle discipline sportive Attivitàstandardizzante di situazione Movimentociclicoaciclico Azioneclosed skillopen skill Avversariodirettoindiretto Contatto fisicodiretto tramite attrezzo senza contatto Precisione del movimento alta media bassa Dinamica azione reazione semplice reazione complessa Utilizzando corpo libero attrezzi Eventuale tempo di risposta breve medio alto Impegno organico muscolare altomedio basso Impegno strategico altomedio scarso Impegno tattico altomedio scarso Impegno tecnico altomedio scarso Difficoltà coordinative altemedie scarse Stabilità del regolamentoaltamedia scarsa Vittoria tempo misura/puntitempo/punti/misura Valore dei punti tutti uguali diverso peso Sostituzioni non previste possibili Caratteristiche della sostituzione obbligate indifferenziate una sola volta

17 IL TENNIS Sport di situazione ( servizio) aciclico open skills individuale rapido preciso in condizioni variabili con impegno: Organico muscolare medio tecnicomedio strategico tattico elevato mentale elevato

18 IL TENNIS Sport di anticipazione e di reazione Avversario diretto Concetto di vittoria Forza esplosiva e forza veloce Potenza anaerobica Potenza aerobica

19 Educare, Insegnare, allenare, Ciò che si decide di fare allinterno di una seduta di un microciclo, di un mesa ciclo o di una periodizzazione annuale o pluriennale ………………… toglie tempo e spazio ad altro Siamo certi di fare la cosa più giusta?

20 Per sbagliare il meno possibile Obiettivo finale Caratteristiche della disciplina Caratteristiche dellallievo Tempo a disposizione

21 Per costruire atleti competitivi Atleti di vertice mondiale Modelli di gioco che utilizzano i migliori giocatori al mondo Il modello delle competizioni internazionali Il modello funzionale e quello fisiologico della specialità Nuove tendenze e nuovi percorsi possibili

22 Strategia Il concetto di strategia Definizione Aspetti closed del gioco Rispetto al campo e alla rete Rispetto allavversario I tre modi di conquistare il punto gli spostamenti in campo

23 Definizione di strategia Insieme delle decisioni dei comportamenti delle azioni dei movimenti degli schemi che in situazioni normali danno vita ad un modello di risposte standardizzabili La strategia è indipendente dal comportamento dellavversario

24 Tattica Il concetto di tattica Perchè cambio tattica Quando cambio tattica

25 Definizione di tattica Insieme delle azioni dei comportamenti delle decisioni dei movimenti riferibili ai contendenti, in una precisa situazione di gioco, in quel preciso istante della gara, con quelle particolari condizioni socio-ambientali

26 Tecnica Definizione di tecnica Definizione di tecnica nei giochi sportivi I riferimenti della tecnica : zona dimpatto, peso del corpo, movimento rotatorio

27 Definizione di tecnica Esecuzione del movimento adatta alle condizioni della situazione di gioco,al tipo di giocatore, funzionale ed economica, improntata al ragiungimento dello scopo della gara (Doebler 1969) Non esiste un modello assoluto di tecnica, ma concezioni che prendono forma da stili individuali secondo le caratteristiche costituzionali e secondo le personali tendenze (Rieder1991) È lazione,il movimento, ciò che appare visibile ad un osservatore della soluzione strategico tattica ( Rossi1999)

28 Le abilità pre tecniche arresto e rimando ( mani, pinza ) Controllo e rimando ( bimane, mano dominante mano opposta Rimando diretto (bimane, mano dominante mano opposta )

29 I campi da tennis Il mini campo Il campo midi Il middone Il campo standard

30 I fondamentali Volley Smash Servizio Risposta al servizio Diritto Rovescio Gli altri fondamentali


Scaricare ppt "Caratteristiche del corso 66% pratico 33% teorico Programma pratico : dalla propedeutica alla scuola di base Programma teorico : storia, tennis ricreativo."

Presentazioni simili


Annunci Google