La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le emozioni nella prospettiva dellAppraisal Theory di K. Scherer.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le emozioni nella prospettiva dellAppraisal Theory di K. Scherer."— Transcript della presentazione:

1 Le emozioni nella prospettiva dellAppraisal Theory di K. Scherer

2 APPRAISAL THEORIES (1) Definizione di emozione di KLAUS SCHERER LEMOZIONE ASSUME LA FUNZIONE DI MEDIATORE TRA I BISOGNI DELLORGANISMO E LE RICHIESTE DELLAMBIENTE

3 (2) Definizione di emozione di KLAUS SCHERER Lemozione è lesito di un processo di valutazione che comporta dei cambiamenti piuttosto ampi e interrelati in vari sottosistemi dellorganismo, e che si verifica in risposta a un evento scatenante che ha un significato fondamentale per lindividuo

4 Modello processuale-componenziale delle emozioni Klaus Scherer (1984, 93) I 5 sottosistemi che compongono lorganismo 1. Cognitivo 2. Fisiologico 3. Motorio/Espressivo 4. Esecutivo (Motivazionale) 5. Soggettivo

5 I 5 Controlli valutativi dello stimolo 1. Novità 2. Piacevolezza/spiacevolezza 3. Conduttività agli scopi 4. Potenzialità nel far fronte allevento 5. Conformità alle norme Modello processuale-componenziale delle emozioni Klaus Scherer (1984, 93)

6 CVS 1 Novità Determina se cè cambiamento nella forma di una qualche stimolazione interna o esterna e, in particolare, se un qualche evento nuovo è accaduto o ci si attende che accada. 1. Suddenness subcheck (quanto è improvviso) Familiarity subcheck (quanto è consueto)

7 CVS 2 Piacevolezza intrinseca Determina se un evento stimolo è piacevole, inducendo tendenze allavvicinamento, o spiacevole, inducendo tendenze allallontanamento. Tale tipo di controllo si basa sia su sistemi di rilevazione innata della valenza, intrinseca allevento o alloggetto in questione, sia su associazioni apprese

8 CVS 3 conduttività agli scopi Controllo del significato dello stimolo in rapporto alle mete o ai bisogni dellindividuo. Sottocontrolli ad esso subordinati: 1. RILEVANZA (relevance subcheck): determina se lo stimolo è rilevante rispetto a importanti obiettivi o bisogni dellindividuo

9 2. Esito (outcome subcheck): Determina se e in quale misura lesito dellevento stimolo influirà sugli obiettivi che lindividuo si pone. CVS 3 conduttività agli scopi

10 3. Aspettativa (expectation subcheck): Verifica se lesito dellevento è conforme o discrepante rispetto allo stato che ci si attendeva dovesse essere raggiunto, in quel dato momento, allinterno della sequenza obiettivo/piano. CVS 3 conduttività agli scopi

11 4. CONDUTTIVITA (Conduciveness subcheck): la conduttività rispetto allo scopo permette di valutare se levento favorisca oppure ostacoli il raggiungimento di un obiettivo o il soddisfacimento di un bisogno CVS 3 conduttività agli scopi

12 5. Urgenza (Urgency Subcheck): verifica se e in quale misura ciò che sta accadendo è urgente rispetto ai miei bisogni/scopi sia nel caso favorisca o ostacoli lobiettivo o il soddisfacimento di un bisogno. CVS 3 conduttività agli scopi

13 Sottocontrolli: 1. CAUSA (cause subcheck): individuare la causa di un evento (nel senso di identificare chi è l agente) e il motivo per cui riteniamo esso si sia verificato (motive) CVS 4 Potenzialità nel far fronte a un evento (COPING POTENTIAL)

14 1. CONTROLLO (control subcheck): monitoraggio di quali sono le capacità potenziali disponibili allorganismo in quel momento per farvi fronte, in particolare verificando qual è il grado di controllo sullevento o sulle sue eventuali conseguenze CVS 4 Potenzialità nel far fronte a un evento (COPING POTENTIAL)

15 3. POTERE (power subcheck): quantificare il potere relativo dellorganismo di esercitare unazione finalizzata a modificare il corso dellevento o ad evitarne lesito attraverso lattacco o la fuga 4. ADATTAMENTO (adjustment subcheck): comprendere quali sono le potenzialità presenti nellindividuo per adattarsi allesito finale dellevento mediante una ristrutturazione cognitiva interna. CVS 4 Potenzialità nel far fronte a un evento (COPING POTENTIAL)

16 CVS 5 Conformità alle norme Controllo della compatibilità alle norme interne/esterne: 1. NORME ESTERNE (external subcheck): determina se levento, in particolare lazione propria o altrui, è conforme rispetto alle norme sociali, culturali, convenzionali, o rispetto alle attese delle persone significative per il soggetto.

17 2. NORME INTERNE (Internal subcheck): valuta quanto levento è conforme rispetto alle norme e gli standards interiorizzati come parti del concetto di sé o del proprio sé ideale. CVS 5 Conformità alle norme

18 1. Raggiungo il parcheggio e… mi hanno rubato lauto 2. Una sera in discoteca con una musica eccezionale 3. Non avrei dovuto essere così schietto sui suoi difetti 4. Un capello in un piatto di pasta al ristorante 5. Vedere un adulto che maltratta un bambino 6. Un mio caro amico si è tolto la vita 7. Devo parlare in pubblico di fronte a 100 persone 8. Il mio primo 30 e lode ad un esame 9. Davanti ad un magnifico paesaggio… 10. Riunione di condominio: impossibile decidere! 11. Una zingara mi chiede lelemosina: niente da fare! 12. Ho dimenticato di spegnere il cellulare a teatro 13. Un camion mi taglia la strada, corro a 140 Km/h 14. Mi sfrattano e devo lasciare la mia casa amata Esperienza pratica: Valutare le seguenti situazioni, in gruppo:

19 QUANTO CONTA ciascun CVS? Esperienza pratica: … valutando ogni singola situazione in base ai 5 CVS: QUANTO CONTA ciascun CVS? CVS 1: Novità CVS 2: Piacevolezza intrinseca CVS 3: Conduttività agli scopi: Rilevanza Esito Aspettativa Conduttività Urgenza CVS 4: Potenzialità nel far fronte a un evento: Causa/motivo Controllo Potere Adattamento CVS 5 Conformità alle norme: Norme esterne Norme Interne

20 Prerequisiti della valutazione dello stimolo per lo sviluppo ontogenetico delle emozioni Espressione emotiva Età di comparsa (in mesi) Controllo valutativo dello stimolo richiesto trasalimento0 Novità Dispiacere0 Piacevolezza Intrinseca Sorpresa1-3 Conduttività rispetto allo scopo Gioia3-5 Conduttività rispetto allo scopo Rabbia4-6 Potenziale di adattamento Paura5-9 Potenziale di adattamento Vergogna/colpa12-15 Conformità a norme (int) Disprezzo15-18 Conformità a norme (est)

21 La teoria unificata di Leventhal e Scherer(1987): aspetti evolutivi Il sistema di conoscenza emozionale evolve seguendo 3 stadi: 1. Livello senso-motorio 2. Livello schematico 3. Livello concettuale

22 I 3 stadi 1. Novità 2. Piacev olezza 3. Condut tività a Scopi 4. Coping potenti al 5. Compa tibilità a norme Senso- motorio Stimolazion e intensa ed improvvisa Preferenza/ avversione innata Bisogni di base Energia disponibile Sche matico Familiarità: appaiament o con dati in memoria Preferenze o avversioni apprese Bisogni/ motivazioni acquisiti Schema corporeo Chemi sociali e schemi del sè Concet tuale Aspettative sulla relazione caus/effetto probabilità stimata Valutazioni positive/ne gative ricordate, anticipate o derivate Opiani ed obiettivi pienamente coscienti Abilità di problem- solving Ideale del sé Valutazioni morali


Scaricare ppt "Le emozioni nella prospettiva dellAppraisal Theory di K. Scherer."

Presentazioni simili


Annunci Google