La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La trasformazione in generale La nozione di trasformazione La nozione di trasformazione –Trasformazione come cambiamento del tipo di società (trasf.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La trasformazione in generale La nozione di trasformazione La nozione di trasformazione –Trasformazione come cambiamento del tipo di società (trasf."— Transcript della presentazione:

1 1 La trasformazione in generale La nozione di trasformazione La nozione di trasformazione –Trasformazione come cambiamento del tipo di società (trasf. omogenea), o come passaggio da società ad altro ente giuridico o comunione dazienda (trasf. eterogenea) e viceversa Regola fondamentale: la continuità dei rapporti giuridici Regola fondamentale: la continuità dei rapporti giuridici

2 2 La trasformazione prima della riforma del 2003 Ante riforma la trasformazione era concepita come fenomeno endosocietario Ante riforma la trasformazione era concepita come fenomeno endosocietario Era espressamente vietata la trasformazione di società cooperativa in lucrativa (art. 14, l. n. 127 del 1971) Era espressamente vietata la trasformazione di società cooperativa in lucrativa (art. 14, l. n. 127 del 1971) La trasformazione da società ad altro ente collettivo si riteneva implicasse un doppio passaggio, dissolutivo e ricostitutivo La trasformazione da società ad altro ente collettivo si riteneva implicasse un doppio passaggio, dissolutivo e ricostitutivo

3 3 Le novità della riforma La trasformazione come modifica dellatto costitutivo La trasformazione come modifica dellatto costitutivo È escluso che la trasformazione implichi scioglimento e ricostituzione, anche per le ipotesi che comportano il passaggio da e in enti diversi dalle società È escluso che la trasformazione implichi scioglimento e ricostituzione, anche per le ipotesi che comportano il passaggio da e in enti diversi dalle società È ammessa, con qualche limite, la trasformazione delle cooperative È ammessa, con qualche limite, la trasformazione delle cooperative

4 4 In particolare, le fattispecie della trasformazione eterogenea È ammessa espressamente: –la trasformazione di società di capitali in consorzi, società consortili, cooperative, associazioni non riconosciute, fondazioni e comunioni dazienda, e –la trasformazione di consorzi, società consortili, cooperative (a mutualità non prevalente), fondazioni, associazioni riconosciute, comunioni dazienda in società di capitali

5 5 (Segue) Le fattispecie della trasformazione eterogenea Problema centrale (aperto al dibattito degli studiosi, in attesa di riscontro giurisprudenziale): Problema centrale (aperto al dibattito degli studiosi, in attesa di riscontro giurisprudenziale): –Sono fattispecie tassative, quelle indicate dal codice? –… se anche fosse, il vincolo in qualche caso è superabile con un doppio passaggio (si pensi alla trasf.eterogenea delle società di persone)

6 6 La trasformazione eterogenea delle società di capitali Maggioranza rafforzata: la delibera è presa con il voto dei due terzi degli aventi diritto: … 2/3, riferito alla partecipazione del capitale o al numero dei soci? Maggioranza rafforzata: la delibera è presa con il voto dei due terzi degli aventi diritto: … 2/3, riferito alla partecipazione del capitale o al numero dei soci? Occorre comunque il consenso di coloro che, con la trasformazione, assumono responsabilità illimitata Occorre comunque il consenso di coloro che, con la trasformazione, assumono responsabilità illimitata N.B.: queste regole valgono anche per la trasformazione IN COOPERATIVA N.B.: queste regole valgono anche per la trasformazione IN COOPERATIVA

7 7 (Segue) La particolare figura della trasformazione in comunione dazienda La particolare figura della trasformazione in comunione dazienda –Se dopo la trasformazione i comproprietari esercitano lattività di impresa in forma collettiva, si ha una società di fatto … –… e allora? È una trasformazione in comunione dazienda o in società di persone (società di fatto)?

8 8 Trasformazione eterogenea in società di capitali Nei consorzi, la trasformazione deve essere deliberata dalla maggioranza assoluta dei consorziati Nei consorzi, la trasformazione deve essere deliberata dalla maggioranza assoluta dei consorziati Nelle società consortili e nelle associazioni, la si delibera con le maggioranze richieste per lo scioglimento anticipato (di regola, maggioranze rafforzate) Nelle società consortili e nelle associazioni, la si delibera con le maggioranze richieste per lo scioglimento anticipato (di regola, maggioranze rafforzate)

9 9 (Segue) Nella comunione dazienda la trasformazione è decisa con il consenso di TUTTI i comproprietari Nella comunione dazienda la trasformazione è decisa con il consenso di TUTTI i comproprietari Nelle fondazioni, la trasformazione è disposta dallautorità governativa, su proposta dellorgano competente della fondazione Nelle fondazioni, la trasformazione è disposta dallautorità governativa, su proposta dellorgano competente della fondazione

10 10 Lopposizione Il (possibile) doppio regime di pubblicità Il (possibile) doppio regime di pubblicità La trasformazione NON ha effetto immediato, ma solo dopo che siano decorsi 60 gg. dallultimo adempimento pubblicitario richiesto; La trasformazione NON ha effetto immediato, ma solo dopo che siano decorsi 60 gg. dallultimo adempimento pubblicitario richiesto; entro tale termine, i creditori possono fare OPPOSIZIONE

11 11 Il regime dellinvalidità: la c.d. pubblicità sanante Compiuto lultimo adempimento pubblicitario, la trasformazione non può più essere invalidata Compiuto lultimo adempimento pubblicitario, la trasformazione non può più essere invalidata Leventuale vizio potrà essere fatto valere dallinteressato per ottenere il risarcimento del danno (stessa disciplina che per la fusione e la scissione) Leventuale vizio potrà essere fatto valere dallinteressato per ottenere il risarcimento del danno (stessa disciplina che per la fusione e la scissione)

12 12 (Segue) Ratio dichiarata della disciplina dellinvalidità (stabilizzazione degli effetti) Ratio dichiarata della disciplina dellinvalidità (stabilizzazione degli effetti) In caso di trasformazione eterogenea, si ritiene che tale stabilizzazione sia differita al termine entro cui i creditori possono fare opposizione In caso di trasformazione eterogenea, si ritiene che tale stabilizzazione sia differita al termine entro cui i creditori possono fare opposizione

13 13 La trasformazione della cooperativa Norme di riferimento: art decies e undecies c.c. Norme di riferimento: art decies e undecies c.c. Può essere decisa solo da una cooperativa non agevolata, con il voto favorevole di almeno la metà dei soci (anche quelli che hanno il voto plurimo?) Può essere decisa solo da una cooperativa non agevolata, con il voto favorevole di almeno la metà dei soci (anche quelli che hanno il voto plurimo?)

14 14 (Segue) Il valore effettivo del patrimonio netto esistente al momento della trasformazione viene devoluto ai fondi mutualistici, dedotto il capitale versato e rivalutato e i dividendi non distribuiti Il valore effettivo del patrimonio netto esistente al momento della trasformazione viene devoluto ai fondi mutualistici, dedotto il capitale versato e rivalutato e i dividendi non distribuiti Si deve allegare alla delibera di trasformazione una perizia giurata di stima di un esperto nominato dal Tribunale Si deve allegare alla delibera di trasformazione una perizia giurata di stima di un esperto nominato dal Tribunale

15 15 (Segue) Ciò non vuol dire che una coop. a mutualità prevalente non possa trasformarsi: sarà sufficiente che essa, in precedenza, dismetta il regime agevolato Ciò non vuol dire che una coop. a mutualità prevalente non possa trasformarsi: sarà sufficiente che essa, in precedenza, dismetta il regime agevolato A tal fine (art octies, 2° comma c.c.): gli amministratori, sentito il revisore, debbono redigere il bilancio, che va poi verificato da società di revisione – al fine di immobilizzare le riserve indivisibili A tal fine (art octies, 2° comma c.c.): gli amministratori, sentito il revisore, debbono redigere il bilancio, che va poi verificato da società di revisione – al fine di immobilizzare le riserve indivisibili

16 16 (Segue) È discusso se, in questultima ipotesi, si possa fare tutto in unico contesto (approvazione del bilancio, verifica della società di revisione, relazione dellesperto nominato dal Tribunale, trasformazione) È discusso se, in questultima ipotesi, si possa fare tutto in unico contesto (approvazione del bilancio, verifica della società di revisione, relazione dellesperto nominato dal Tribunale, trasformazione)


Scaricare ppt "1 La trasformazione in generale La nozione di trasformazione La nozione di trasformazione –Trasformazione come cambiamento del tipo di società (trasf."

Presentazioni simili


Annunci Google