La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. Le scienze naturali Osservare i viventi 2 Jay Phelan, Maria Cristina Pignocchino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. Le scienze naturali Osservare i viventi 2 Jay Phelan, Maria Cristina Pignocchino."— Transcript della presentazione:

1 1

2 Le scienze naturali Osservare i viventi 2 Jay Phelan, Maria Cristina Pignocchino

3 La vita sulla Terra 3 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015

4 Lezione 1 L’unitarietà della vita 4 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015

5 1. Che cos’è la vita? 5 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Gli esseri viventi sono sistemi organizzati, capaci di svilupparsi autonomamente e di riprodursi; interagiscono con l’ambiente e gli altri organismi, e derivano per evoluzione da un antenato comune.

6 2. L’unità di base della vita è la cellula 6 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 L’unità di base di tutti gli organismi viventi è la cellula, la struttura più semplice in grado di svolgere in modo autonomo tutte le funzioni vitali, compresa la capacità di riprodursi. Tutti gli organismi viventi sono costituiti da una o più cellule e tutte le cellule provengono da cellule preesistenti.

7 3. Tutte le cellule hanno un’organizzazione simile /1 7 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Tutte le cellule hanno una membrana plasmatica, il citoplasma, DNA e ribosomi.

8 3. Tutte le cellule hanno un’organizzazione simile /2 8 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Il DNA contiene le informazioni per costruire le proteine e si duplica quando la cellula genera altre cellule. Le molecole di DNA sono il patrimonio genetico della cellula; un gene è un tratto di DNA che codifica una proteina.

9 4. Le cellule possono essere procariotiche o eucariotiche 9 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Le cellule eucariotiche sono più grandi, hanno un nucleo contenente le molecole di DNA e nel citoplasma presentano molti organuli delimitati da membrane. Le cellule procariotiche sono semplici e piccole, il DNA si trova nel citoplasma.

10 5. Negli organismi pluricellulari l’organizzazione è gerarchica /1 10 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Negli organismi pluricellulari le cellule sono specializzate (hanno forme e compiti differenti) e organizzate gerarchicamente in tessuti, organi, apparati.

11 5. Negli organismi pluricellulari l’organizzazione è gerarchica /2 11 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015

12 6. Gli organismi interagiscono con l’ambiente 12 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Gli organismi hanno bisogno di nutrienti come fonte di energia e di materie prime. Gli autotrofi producono i propri nutrienti partendo da molecole semplici, gli eterotrofi prendono i nutrienti di cui hanno bisogno dall’ambiente o da altri organismi.

13 7. La generazione spontanea della vita 13 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Gli organismi nascono solo da altri organismi. Ciò può avvenire per riproduzione asessuata (un solo genitore genera un figlio identico a sé stesso) o sessuata (i figli sono generati dall’unione di due cellule riproduttive nella fecondazione).

14 Lezione 2 La varietà e la complessità della biosfera 14 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015

15 8. Dall’individuo all’ecosistema 15 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Una specie è un insieme di organismi che possono riprodursi con successo; gli individui di una specie che vivono in un territorio formano una popolazione. Più popolazioni di specie diverse che abitano in un ambiente creano una comunità. Le relazioni tra comunità e ambiente formano un ecosistema.

16 9. L’evoluzione: tutte le specie sono imparentate 16 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 L’evoluzione è il cambiamento delle specie nel tempo. Tutte le specie hanno un antenato comune da cui derivano per modificazioni successive. La selezione naturale svolge un ruolo decisivo nell’evoluzione. Il naturalista inglese Charles Darwin formulò per primo il concetto di evoluzione per selezione naturale.

17 10. Gli organismi viventi sono raggruppati in tre domini 17 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Gli esseri viventi possono essere raggruppati in tre domini: batteri, archei ed eucarioti. Batteri e archei sono organismi procarioti; gli eucarioti comprendono piante, animali, funghi e protisti. Batteri Archei

18 Lezione 3 Le basi chimiche della vita 18 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015

19 11. La specificità chimica della vita 19 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Tutte le cellule sono costituite prevalentemente di biomolecole. Ogni biomolecola ha un compito specifico. Le biomolecole sono simili in tutti gli organismi e, sulla Terra, sono tipiche solo della vita.

20 12. Per la vita servono carbonio e acqua 20 Phelan, Pignocchino Le scienze naturali © Zanichelli editore 2015 Gli elementi indispensabili per la vita comprendono idrogeno e ossigeno, che unendosi formano le molecole di acqua, e il carbonio, costituente fondamentale delle biomolecole.


Scaricare ppt "1. Le scienze naturali Osservare i viventi 2 Jay Phelan, Maria Cristina Pignocchino."

Presentazioni simili


Annunci Google