La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE: STRUMENTI, PERCORSI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO 22 Marzo 2010 Oscar Sovani Dirigente Struttura Sviluppo Società dell’Informazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE: STRUMENTI, PERCORSI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO 22 Marzo 2010 Oscar Sovani Dirigente Struttura Sviluppo Società dell’Informazione."— Transcript della presentazione:

1 PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE: STRUMENTI, PERCORSI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO 22 Marzo 2010 Oscar Sovani Dirigente Struttura Sviluppo Società dell’Informazione Presidenza

2 QUADRO DI RIFERIMENTO PER LO SVILUPPO DELL’E-GOVERNMENT SUL TERRITORIO LOMBARDO Le iniziative che RL vuole promuovere sono relative ad un quadro di riferimento definito in continuità e coerenza sia con le iniziative nazionali (in particolare il Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione e il piano e-gov 2012) sia con quelle regionali promosse negli anni precedenti (Lombardia Integrata e Carta Regionale dei Servizi - CRS)

3 QUADRO DI RIFERIMENTO PER LO SVILUPPO DELL’E-GOVERNMENT SUL TERRITORIO LOMBARDO L’obiettivo è quello di avviare iniziative che permettano agli enti locali lombardi una maggior focalizzazione sull’erogazione dei propri specifici servizi, utilizzando e valorizzando infrastrutture, standard ed esperienze messe a “fattor comune” dall’Amministrazione regionale

4 QUADRO DI RIFERIMENTO PER LO SVILUPPO DELL’E-GOVERNMENT SUL TERRITORIO LOMBARDO

5 LINEE STRATEGICHE DI RIFERIMENTO Si vuole passare dall’offerta sollecitata dall’alto con avvisi nazionali, approccio che ha caratterizzato la prima fase di sviluppo dell’e-Government, a quella nata da accordi costruiti sulla domanda, e quindi alla logica della costruzione di percorsi strategici e operativi condivisi con i sistemi locali. DPEFR 2010

6 LINEE STRATEGICHE DI RIFERIMENTO DPEFR 2010 In sintesi due gli obiettivi prioritari: Estensione dei servizi infrastrutturali per la costruzione della community network lombarda; Potenziamento dell’offerta di servizi della PA, in particolare utilizzando la Carta Regionale dei Servizi (CRS)

7 RUOLO DI REGIONE LOMBARDIA Interoperabilità e Cooperazione Applicativa in RL Innovare per semplificare affinché la P.A. si possa presentare all’utente come soggetto unitario Governance della filiera pubblica lombarda

8 AZIONI E STRUMENTI Protocollo d’Intesa RL – Anci Lombardia 13 giugno 2008 Attivazione di progetti per la cooperazione applicativa a livello territoriale, in attuazione di quanto realizzato con il progetto interregionale ICAR Sostegno allo sviluppo di processi d’innovazione Iniziative comuni per lo sviluppo del Sistema Pubblico di Connettività (SPC) e della CRS

9 AZIONI E STRUMENTI Il Protocollo d’intesa tra il Ministero per la Pubblica amministrazione e l’innovazione e Regione Lombardia per La digitalizzazione della pubblica amministrazione e la realizzazione di servizi avanzati per cittadini ed imprese Ambiti di intervento Protocollo d’intesa con il Ministero P.A. e l’Innovazione – 10 novembre 2008

10 AZIONI E STRUMENTI Progetti Strategici

11 CRS - FIRMA DIGITALE E PEC I moduli, le istruzioni e il Vademecum per richiedere gratuitamente Firma Digitale e PEC sono reperibili all’indirizzo Destinatari dell’iniziativa: Enti sul territorio lombardo (Comuni, Province, Comunità Montane, Unioni di Comuni)

12 FIRMA DIGITALE SU CRS Regione Lombardia in collaborazione con le Camere di Commercio si è attivata per la distribuzione gratuita di 4000 firme digitali da caricare sulla CRS. Il progetto, rivolto ai dipendenti e agli amministratori degli enti locali, ha l’obiettivo di incentivare l’utilizzo delle nuove tecnologie sia per semplificare l’attività amministrativa nei rapporti con le imprese e i cittadini sia per sostenere i processi di dematerializzazione all’interno degli enti stessi.firme digitali

13 FIRMA DIGITALE SU CRS Con la Firma Digitale di un documento informatico si ottiene un risultato equivalente alla tradizionale firma autografa apposta sui documenti cartacei. Di fatto la sua apposizione ad un documento elettronico permette di ottenere: l’autenticazione dell’origine il controllo dell’integrità la non-ripudiabilità la piena validità legale La firma digitale permette l’utilizzo di Sintel, piattaforma digitale di e-procurement, che consente agli Enti Locali di espletare le proprie gare on-line in completa autonomia.

14 FIRMA DIGITALE E’ autorizzato il rilascio gratuito di: 2 certificati di firma per comuni con popolazione fino a 5000 abitanti 3 certificati di firma per comuni con popolazione fino a abitanti 4 certificati per comuni con popolazione superiore ai abitanti o enti sovracomunali (Unioni, Comunità Montane e Province) Sono rilasciabili ulteriori certificati (10 euro + iva) con onere, tuttavia, in capo al singolo ente richiedente.

15 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) Posta Elettronica Certificata (PEC) Per promuovere modalità di trasmissione dei documenti più efficienti e sicure, Regione Lombardia prevede la distribuzione, a titolo gratuito, di una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) agli Enti locali e agli Enti del Sistema Regionale La PEC è un sistema di posta elettronica, nel quale è fornita al mittente una ricevuta elettronica, con valenza legale, attestante l'invio e la consegna (o la mancata consegna) di documenti informatici.

16 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) I principali vantaggi dell’uso della PEC rispetto alla mail tradizionale sono: certificazione dell’avvenuta consegna del messaggio e dei suoi contenuti nella casella di posta del destinatario garanzia dell’identità del mittente titolare della casella elevati requisiti di qualità e continuità del servizio certificazione degli allegati del messaggio

17 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) Le caselle PEC fornite hanno l’indirizzo e possono essere utilizzate dagli Enti per gestire la corrispondenza formale con Regione Lombardia, gli altri Enti del Sistema Regionale, altri Enti pubblici (Comuni, Comunità montane, ASL, Ministeri), cittadini e imprese.

18 ProvinceComuniPEC%Richieste Firme% Bergamo %6928% Brescia %3717% Como %3119% Cremona %8372% Lecco %2022% Lodi %4268% Mantova %4970% Milano %3223% Monza Brianza %2138% Pavia %3417% Sondrio %2734% Varese %2316% Totali %46830% DISTRIBUZIONE PEC E FD PER PROVINCIA

19 Ruoli ed obiettivi per la circolarità anagrafica in Regione Lombardia INA-SAIA Facilitatore Data Hub Comuni Cooperazione applicativa Utenti interni ed esterni al SIR Lombardia Ministero Interno SIR Regione Lombardia Facilitatore: Fornisce supporto organizzativo, tecnologico, economico ai comuni Data Hub: Aggiorna i dati anagrafici nei sistemi degli utenti del SIR Garantisce livelli di servizio adeguati alle necessità delle regioni attraverso un’infrastruttura efficiente il costante aggiornamento di INA-SAIA Ministero Interni (INA-SAIA)

20 Infrastruttura d’accesso ai dati anagrafici agli utenti SIR Verifica prestazioni dei servizi e qualità dei dati Ampliamento dei servizi e gestione popolamento iniziale Ampliamento funzionalità Data hub Supporto tecnico ed organizzativo per connettersi al CNSD Verifica Qualità Supporto ai Comuni 2010: linee di sviluppo del sistema di circolarità anagrafica per Regione Lombardia

21 Obiettivi abilitare l’interoperabilità e la cooperazione applicativa in rete tra i sistemi informativi di diverse amministrazioni pubbliche, nei domini applicativi (servizi applicativi e procedure erogate da un singolo ente) che richiedono cooperazione tra le varie amministrazioni; abilitare l'integrazione degli oggetti informativi (procedure e dati) e delle politiche di diversi domini, favorendo la comunicazione tra entità omogenee garantendo autonomia alle singole amministrazioni e lasciando inalterato il loro patrimonio informativo. INTEROPERABILITA’ E COOPERAZIONE APPLICATIVA

22 Dispiegamento dell’infrastruttura di cooperazione applicativa con PdD SPCooP Compliant Sperimentazioni sul territorio Es. Polo catastale di Corbetta (23 comuni): Sperimentazione per l’attivazione di scambi informativi in cooperazione applicativa fra RL e il CST di Corbetta nell’ambito delle attività collegate al DB topografico Realizzazione della Community Network lombarda intesa come articolazione regionale del Sistema Pubblico di connettività

23 INIZIATIVE PER LA RIORGANIZZAZIONE DEGLI ENTI LOCALI Regione Lombardia promuove lo sviluppo di nuovi servizi online attraverso la riorganizzazione del back office e l’interoperabilità di sistemi informativi tra Enti Locali lombardi in forma sovracomunale Soggetti beneficiari: Comuni Unioni di Comuni Azioni e Strumenti: Riorganizzazione degli enti locali (Sistemi Integrati di Governo Locale – SIGL) Integrazione del back-office con il front-office Valorizzazione delle best practices degli enti coinvolti Temi Principali : Circolarità Anagrafica Governo del territorio Attività produttive (SUAP)

24 ATTIVITA’ DI FORMAZIONE - ACCOMPAGNAMENTO Attività di formazione/accompagnamento Formazione agli EE.LL. presso le sedi STER per la diffusione di servizi offerti da RL (PEC e FD su CRS) Possibilità di utilizzare una piattaforma regionale di e- learning per formare gli EE.LL. sui temi dell’e- government Attività di Coaching: accompagnamento e formazione personalizzata su tutte le attività di interesse comune Realizzazione di una Social Web Community in ambiente web 2.0 costituita da funzionari di EE.LL. Attività che stiamo realizzando Attività da realizzare

25 CONCLUSIONICONCLUSIONI Evoluzione ICT in Lombardia

26 GRAZIEGRAZIE Oscar Sovani


Scaricare ppt "PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIGITALE: STRUMENTI, PERCORSI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO 22 Marzo 2010 Oscar Sovani Dirigente Struttura Sviluppo Società dell’Informazione."

Presentazioni simili


Annunci Google