La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBBLIGO DI ISTRUZIONE LINEE GUIDA DEL 27 dicembre 2007 (Attuazione Decreto Ministro della Pubblica Istruzione del 22 agosto 2007, n. 139)‏ Paola Senesi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBBLIGO DI ISTRUZIONE LINEE GUIDA DEL 27 dicembre 2007 (Attuazione Decreto Ministro della Pubblica Istruzione del 22 agosto 2007, n. 139)‏ Paola Senesi."— Transcript della presentazione:

1

2 OBBLIGO DI ISTRUZIONE LINEE GUIDA DEL 27 dicembre 2007 (Attuazione Decreto Ministro della Pubblica Istruzione del 22 agosto 2007, n. 139)‏ Paola Senesi

3 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Linee guida del 27 dicembre sintesi La missione: La sfida: La scuola deve corrispondere ai bisogni posti dall’ attuale fase di sviluppo tecnico-scientifico e dalla complessità sociale Rinnovare l’insegnamento per garantire percorsi educativi e di apprendimento fondati sui valori tradizionali, in grado però di cogliere le opportunità del momento

4 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Linee guida del 27 dicembre sintesi La finalità da raggiungere: Il contesto: Acquisizione delle competenze chiave per l’esercizio della cittadinanza attiva Raccomandazione della Commissione e del Consiglio dell’Unione Europea del Legge 296/06, art.1, c. 622 D.M. 139/07

5 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Linee guida del 27 dicembre sintesi Il compito: I cardini: Progettazione dei curricoli: 1. in forza dell’autonomia didattica, organizzativa e di ricerca 2. in continuità verticale e orizzontale Concetto di competenza come combinazione di conoscenze, abilità, e attitudini appropriate al contesto (cfr. Raccomandazione del , citata)‏

6 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Linee guida del 27 dicembre sintesi I cardini: Ruolo degli assi culturali quale trama su cui si definiscono le otto competenze chiave; collegamento di essi con i saperi disciplinari Interazione disciplinare e trasversalità degli insegnamenti/apprendimenti

7 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Linee guida del 27 dicembre sintesi I cardini: Centralità del giovane Valutazione continua e verifica dei risultati di apprendimento, quale strumento di motivazione e di sostegno allo sviluppo della persona Certificazione trasparente delle competenze, anche in prospettiva europea

8 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Linee guida del 27 dicembre sintesi I tempi e il percorso: A. S. 2007/08 1. Conoscenza dei profili essenziali e qualificanti dell’innovazione; approfondimenti tra pari 2. Riorganizzazione della didattica e prima graduale revisione del POF; sperimentazione, verifica, valutazione intermedia A. S. 2008/09 Sperimentazione, verifica, valutazione conclusiva

9 Tematiche emergenti (Rif.to LINEE GUIDA del 27 dicembre 2007)‏ (Attuazione Linee Guida paragrafo 6)‏

10 tematiche emergenti (Rif.to Linee guida del – paragrafo 6)‏ Obiettivi del percorso: Approfondimento dei contenuti e degli aspetti dell’innovazione Elaborazione di proposte di formazione e/o di sperimentazione

11 tematiche emergenti (Rif.to Linee guida del – paragrafo 6)‏ Ambito didattico e metodologico: Aspetti fondanti degli assi culturali e competenze chiave; correlazioni con i saperi disciplinari e con gli obiettivi curricolari Flessibilità didattica, metodologica e organizzativa delle istituzioni scolastiche nella prospettiva dell’innovazione

12 tematiche emergenti (Rif.to Linee guida del – paragrafo 6)‏ Ambito della verifica e valutazione: Valutazione in termini di risultati di apprendimento e verifica sia delle conoscenze disciplinari sia delle competenze acquisite Certificazione delle competenze, anche in prospettiva europea

13 tematiche emergenti (Rif.to Linee guida del – paragrafo 6)‏ Ambito della continuità: Continuità tra I e II ciclo: aspetti didattici, metodologici, organizzativi e valutativi in riferimento anche alle attività connesse al recupero dei debiti formativi

14 Il processo di Innovazione (Rif.to LINEE GUIDA del 27 dicembre 2007)‏ (I soggetti e le azioni)‏

15 Il processo di innovazione Soggetti e azioni Elaborano piani d’intervento, in accordo con le scuole, per realizzare: Il confronto Il collegamento con i diversi livelli territoriali Osservano il processo Facilitano la costituzione di gruppi di lavoro territoriali Effettuano il monitoraggio in itinere Redigono i rapporti Rilevano i profili qualitativi e quantitativi delle competenze dei giovani al termine dell’obbligo Effettuano la comparazione con gli esiti internazionali Istituiscono gruppi di lavoro Promuovono l’innovazione su richiesta delle scuole Forniscono consulenza on – line Costituiscono una biblioteca on - line USRGruppo Naz.le/ANSAS /INVALSI MPI / INVALSI MPI / ANSAS / USR MPI / ANSAS

16 Il processo di innovazione Soggetti e azioni Osserva no e analizza no i risultati di apprendi mento dei giovani, per motivarli e sostenerli Utilizzano gli spazi di flessibilità curricolare e organizzativa per individuare soluzioni idonee alla realizzazione degli obiettivi Elaborano e attuano la programmaz ione educativa e didattica, recuperando gli svantaggi e promuovend o le eccellenze Progettano e realizzano percorsi di studio nell’ottica della continuità verticale e orizzontale (facilitazione dei passaggi)‏ Costituiscono i nuclei operativi Sostengono il lavoro collegiale Partecipano a iniziative sia nazionali che territoriali Promuovono e realizzano l’orientamen to, fondato sul concetto di centralità del giovane Coinvolgono gli studenti e le famiglie Istituzioni scolastiche autonome


Scaricare ppt "OBBLIGO DI ISTRUZIONE LINEE GUIDA DEL 27 dicembre 2007 (Attuazione Decreto Ministro della Pubblica Istruzione del 22 agosto 2007, n. 139)‏ Paola Senesi."

Presentazioni simili


Annunci Google