La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Grandezze elettriche. ING. G. Cisci 20142 La corrente elettrica L’intensità di corrente elettrica è data dalla quantità di carica che attraversa la sezione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Grandezze elettriche. ING. G. Cisci 20142 La corrente elettrica L’intensità di corrente elettrica è data dalla quantità di carica che attraversa la sezione."— Transcript della presentazione:

1 Grandezze elettriche

2 ING. G. Cisci La corrente elettrica L’intensità di corrente elettrica è data dalla quantità di carica che attraversa la sezione di un conduttore in un secondo La corrente elettrica si misura in Ampere

3 ING. G. Cisci Cariche elettriche Sezione del conduttore

4 ING. G. Cisci La tensione Spesso chiamata anche Differenza di Potenziale (d.d.p.), o Voltaggio È la causa del movimento delle cariche elettriche La ddp tra due punti è l’energia che occorre spendere per spostare una carica elettrica da un punto all’altro. La tensione si misura in Volt

5 ING. G. Cisci Differenza di Potenziale Le cariche elettriche si muovono spontaneamente da punti a potenziale più alto a punti a potenziale più basso Differenza di potenziale

6 ING. G. Cisci Differenza di Potenziale Il generatore ha il compito di riportare le cariche ad un potenziale più alto Differenza di potenziale G

7 ING. G. Cisci Generatori Generatore di tensione continua Generatore di tensione alternata sinusoidale

8 ING. G. Cisci Generatore ideale di tensione Generatore ideale di corrente

9 ING. G. Cisci Il circuito elettrico Formato da Generatori Conduttori Utilizzatori G

10 ING. G. Cisci utilizzatori Hanno il compito di convertire l’energia elettrica in altre forme di energia Esempi: Le lampade convertono energia elettrica in energia luminosa Le stufe, i forni,le piastre ecc. in calore I motori, in energia meccanica Gli accumulatori in energia chimica

11 ING. G. Cisci La legge di OHM A V Voltmetro Conduttore Generatore variabile Amperometro

12 ING. G. Cisci Eseguo la misura modificando la tensione fornita dal generatore e leggendo, di volta in volta, la corrente che attraversa il conduttore

13 ING. G. Cisci VI 10 V2 A 20 V4 A 30 V6 A 35 V7 A 40 V8 A 60 V12 A

14 ING. G. Cisci Legge di OHM In un conduttore, il rapporto tra la tensione ai suoi capi e la corrente che lo attraversa è costante. Tale rapporto prende il nome di resistenza La resistenza indica quanto un conduttore si oppone al passaggio della corrente La resistenza si misura in Ω (Ohm)

15 ING. G. Cisci Legge di OHM La legge di Ohm si può esprimere anche nelle forme

16 ING. G. Cisci II legge di OHM Unendo due conduttori uno di seguito all’altro, è intuitivo che la resistenza complessiva aumenti rispetto al conduttore singolo. Resistenza e lunghezza di un conduttore sono quindi direttamente proporzionali R  l

17 ING. G. Cisci Se si confrontano due conduttori di diversa sezione si può ragionevolmente supporre che la corrente passi più facilmente in quello con sezione maggiore Quindi la resistenza è inversamente proporzionale alla sezione R  1/S Questo significa che la sua resistenza è più bassa

18 ING. G. Cisci La resistenza dipende poi dal materiale con il quale è realizzato il conduttore. La dipendenza viene espressa mediante un parametro chiamato resistività indicato dal simbolo ρ rho

19 ING. G. Cisci Resistività di alcuni conduttori Argento1,62 × Rame1,69 × Oro2,35 × Alluminio2,75 × Tungsteno5,25 × Ferro9,68 × Platino10,6 × Espresse in Ω·mm 2 /m alla temperatura di 20°C

20 ING. G. Cisci II legge di OHM Mettendo insieme le considerazioni precedenti Dove ρ = resistività del materiale (espressa in Ω·mm 2 /m) l = lunghezza del conduttore (espressa in m) S = sezione del conduttore (espressa in mm 2 )

21 ING. G. Cisci Resistenze in serie Due o più resistenze sono dette in serie se sono attraversate dalla stessa corrente È possibile sostituire due o più resistenze in serie sostituendole con una di valore opportuno senza alterare il funzionamento del circuito Tale resistenza si chiama resistenza equivalente ed è data dalla somma delle resistenze in serie R1R1 R3R3 R2R2 I

22 ING. G. Cisci Resistenze in parallelo Due o più resistenze sono dette in parallelo quando sono sottoposte alla stessa differenza di potenziale La resistenza equivalente, nel caso generale, si trova con la seguente espressione R1R1 UR2R2 R3R3

23 ING. G. Cisci Resistenze in parallelo Nel caso si abbiano solo due resistenze in parallelo si può utilizzare la seguente espressione R1R1 UR2R2


Scaricare ppt "Grandezze elettriche. ING. G. Cisci 20142 La corrente elettrica L’intensità di corrente elettrica è data dalla quantità di carica che attraversa la sezione."

Presentazioni simili


Annunci Google