La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

15 Ottobre 2012 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare nel C ALCOLO e L 2 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "15 Ottobre 2012 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare nel C ALCOLO e L 2 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare."— Transcript della presentazione:

1

2 15 Ottobre 2012 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare nel C ALCOLO e L 2 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare nel C ALCOLO e L 2 A driana V olpato

3

4

5 DISCALCULIA DISCALCULIA CALCOLO CALCOLO NUMERI NUMERI deficit nell’ ELABORAZIONE

6 DISCALCULIA - calcolo Adriana Volpato

7 Sistema dei NUMERI capacità di associare quantità / numero capacità di associare quantità / numero avere in mente la linea dei numeri = ? capacità di leggere / scrivere i numeri capacità di leggere / scrivere i numeri capire il valore posizionale delle cifre ? 135? ? 120 riconoscere il nome del numero 5 = cinque = V centotrentacinque ? 135 SEMANTICA SINTASSI LESSICO

8 ERRORI del Sistema dei NUMERI 23 è minore di è minore di (scritto) 319 (scritto) 316 (letto) 1235 (dettato) 1235 (dettato) (scritto) 2005 (dettato) 2005 (dettato) 2050 (scritto) SEMANTICA SEMANTICA LESSICALE LESSICALEtranscodifica LESSICALIZZAZIONE LESSICALIZZAZIONEtranscodifica SINTATTICO SINTATTICOtranscodifica Adriana Volpato

9 Sistema del CALCOLO procedure del calcolo procedure del calcolo riconoscimento dei segni delle operazioni e riconoscimento dei segni delle operazioni e simboli matematici simboli matematici riconoscimento dei segni delle operazioni e riconoscimento dei segni delle operazioni e simboli matematici simboli matematici fatti aritmetici fatti aritmetici ()[]{} + — : x <> = = capacità di accedere direttamente alla solu- zione di semplici calcoli aritmetici senza ricor- rere alla procedura di calcolo = 14 =_____ = 94 =_____ x 13 x 54 = 54 =____________  ____________702 prestito - riporto - ordine di esecuzione incolonnamento -

10 ERRORI del Sistema del CALCOLO 5 x 2 = 7 5 x 2 = 7 3 x 8 = 27 3 x 8 = – 370 – 124 = = ELABORAZIONE delle informazioni numeriche ELABORAZIONE delle informazioni numeriche AUTOMATISMO AUTOMATISMO ROUTINE PROCEDURALI ROUTINE PROCEDURALI SINTASSI SINTASSI Adriana Volpato

11 OUTPUT risultato dell’operazione OUTPUT INPUT numero (quantità – posizione riconoscimento) riconoscimento) INPUT numero (quantità – posizione riconoscimento) riconoscimento) sistema del CALCOLO sistema del CALCOLO sistema dei NUMERI sistema dei NUMERI ELABORAZIONE(incolonnamento- prestito – riporto riconoscimento dei segni calcolo a mente) ELABORAZIONE(incolonnamento- prestito – riporto riconoscimento dei segni calcolo a mente) Adriana Volpato

12 pianifica il potenziamento dei processi cognitivi guida l’alunno al superamento dell’impotenza verso l’esperienza della propria competenza analizza l’errore per comprendere i processi cognitivi attivati gestisce in contesti collettivi interventi in modo individualizzato Linee Giuda D.S.A. punto 4.3.com.3. L’ INSEGNANTE cosa fa? L’ INSEGNANTE cosa fa?

13 Adriana Volpato TABELLINA = automatismo QUANDOQUANDO verifica orale rapiditàrapidità < 2 secondi > 2 secondi AUTOMATIZZATAAUTOMATIZZATA non automatizzata deficit nel Sistema del CALCOLO

14 dalla conoscenza della tabellina del: si conosce il 64% della Tavola Pitagorica Adriana Volpato

15 la tabellina del 9 con le dita … ed ora provate voi… Adriana Volpato

16 dalla conoscenza della tabellina del: si conosce il 76% della Tavola Pitagorica Adriana Volpato

17 Adriana Volpato DISPENSARE dallo studio mnemonico delle TABELLINE Prot. n.4099/A4 del DISPENSARE dallo studio mnemonico delle TABELLINE Prot. n.4099/A4 del

18 Adriana Volpato COMPENSARE L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida COMPENSARE

19 Adriana Volpato deficit al Sistema dei NUMERI nessun giovamento dall’utilizzo della nessun giovamento dall’utilizzo della potrebbe digitare i numeri sbagliati … e allora

20 calcolatrici con SINTESI VOCALE Adriana Volpato

21

22 alunno DISCALCULICO espressioniespressioni frazioni algebriche radici quadrate proporzioniproporzioni funzionifunzioni altro … PARTEINTELLIGENTEPARTEINTELLIGENTE parte meccanica

23 Adriana Volpato deficit nella COMPRENSIONE del TESTO problemi di matematica problemi di geometria

24 Adriana Volpato Leggiamogli il TESTO del problema OPPUREOPPURE

25 Adriana Volpato Problemi di GEOMETRIA Problemi di GEOMETRIA può sbagliare il disegno FORNIAMOFORNIAMO

26

27

28

29 Adriana Volpato deficit nel RECUPERO dei DATI perché anche se non ricorda … perché anche se non ricorda … FORNIAMOFORNIAMO

30 Adriana Volpato Teorema di PITAGORA  in un Triangolo RETTANGOLO il quadrato costruito sull’ IPOTENUSA è equivalente alla somma dei sull’ IPOTENUSA è equivalente alla somma dei quadrati costruiti sui CATETI quadrati costruiti sui CATETI  in un Triangolo RETTANGOLO il quadrato costruito sull’ IPOTENUSA è equivalente alla somma dei sull’ IPOTENUSA è equivalente alla somma dei quadrati costruiti sui CATETI quadrati costruiti sui CATETI oppure …

31 Adriana Volpato  indicando con A, B, C, rispettivamente le lunghezze dei CATETI e dell’ IPOTENUSA, questa proprietà dei CATETI e dell’ IPOTENUSA, questa proprietà geometrica tradotta in simboli algebrici diventa:  indicando con A, B, C, rispettivamente le lunghezze dei CATETI e dell’ IPOTENUSA, questa proprietà dei CATETI e dell’ IPOTENUSA, questa proprietà geometrica tradotta in simboli algebrici diventa: C 2 = A 2 + B 2 C2 = A2 + B2 e…

32 Adriana Volpato se il triangolo è rettangolo ma isoscele? C 2 > A 2 + B 2 C 2 < A 2 + B 2

33 L2LINGUASTRANIERAL2LINGUASTRANIERA Adriana Volpato

34 ITALIANO = L ingua TRASPARENTE FONEMAFONEMA INGLESE = L ingua OPACA GRAFEMAGRAFEMA FONEMAFONEMA GRAFEMAGRAFEMA

35 Adriana Volpato fonemafonema combinazionigrafemichecombinazionigrafemiche ITALIANOITALIANO INGLESEINGLESE

36 quale lingua straniera per i D.S.A.? quale lingua straniera per i D.S.A.? Adriana Volpato 2 criteri 1. Affinità linguistica: italiano /spagnolo italiano /spagnolo parentela filologica parentela filologica lingue romanze lingue romanze 1. Affinità linguistica: italiano /spagnolo italiano /spagnolo parentela filologica parentela filologica lingue romanze lingue romanze 2. Trasparenza linguistica: relazione tra sistema relazione tra sistema fonetico e sistema fonetico e sistema grafico grafico 2. Trasparenza linguistica: relazione tra sistema relazione tra sistema fonetico e sistema fonetico e sistema grafico grafico

37 alunno Dislessico ITALIANO IMPORTANTEIMPORTANTE Adriana Volpato

38 DISLESSIADISLESSIA associata a fragilitàmotivazionalefragilitàmotivazionale basso grado di autostima autostima ansia linguistica riluttanza alla comunicazione comunicazione insegnante di L2 deve considerare che: insegnante di L2 deve considerare che:

39 Adriana Volpato TEMPI della DIDATTICA NON sono TEMPI dell’ APPRENDIMENTO

40 insegnare L2 passando per: insegnare L2 passando per:parlato (conversazioni, dialoghi) parlato cantato (canzoni, filastrocche) cantato giochi, attività balli con movimento (ritmo, accento tonico sulla 1° sillaba) balli con movimento (ritmo, accento tonico sulla 1° sillaba) fondamentale nell’insegnamento dell’ Inglese ai Dislessici è di non introdurre più di un elemento FONETICO o ORTOGRAFICO alla volta FONETICO o ORTOGRAFICO alla volta fondamentale nell’insegnamento dell’ Inglese ai Dislessici è di non introdurre più di un elemento FONETICO o ORTOGRAFICO alla volta FONETICO o ORTOGRAFICO alla volta Adriana Volpato

41

42

43 05/09/2015Adriana VolpatoPage 42

44 Adriana Volpato DISPENSARE DISPENSARE dallo studio della LINGUA STRANIERA SCRITTA L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida DISPENSARE DISPENSARE dallo studio della LINGUA STRANIERA SCRITTA L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida

45 software di SINTESI VOCALE

46 consolidamento  durante il consolidamento in classe attività domestica  per l’attività domestica VERIFICHE  durante le VERIFICHE in classe Esami di Stato  durante le prove scritte Esami di Stato prove nazionali INVALSI  per le prove nazionali INVALSI ammissioneesami facoltà  per le prove di ammissione ai corsi di laure e agli esami di facoltà TESTO per migliorare il TESTO Adriana Volpato

47 DISPENSARE dal RICOPIARE dalla LAVAGNA L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida DISPENSARE dal RICOPIARE dalla LAVAGNA L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida Adriana Volpato

48 DISPENSARE dallo scrivere SOTTO DETTATURA L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida DISPENSARE dallo scrivere SOTTO DETTATURA L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida Adriana Volpato

49 DISPENSARE dal prendere APPUNTI L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida DISPENSARE dal prendere APPUNTI L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida Adriana Volpato

50 STRUMENTI DISPENSATIVI L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida STRUMENTI DISPENSATIVI L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida Adriana Volpato 2012

51 gestione del DIARIO Adriana Volpato

52 DISPENSARE parte dello STUDIO DOMESTICO L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida DISPENSARE parte dello STUDIO DOMESTICO L.170 – Decreto n.5669 – Linee Guida Adriana Volpato

53  parlare in lingua straniera durante tutta la lezione  proporre attività per gruppi cooperativi  adottare una didattica di tipo orale con supporti visivi e uditivi visivi e uditivi  ove necessario, compensare la lingua scritta oralmente  prevedere attività per/con l’uso di sintesi vocale  personalizzare il lavoro domestico  dispensare il lavoro domestico  dare tempo aggiuntivo per le prove  predisporre prove personalizzate  consentire l’uso del PC (programmi di video/scrittura correttore ortografico – traduttore – glossario – correttore ortografico – traduttore – glossario – dizionario multimediale) dizionario multimediale) VADEMECUM -LEZIONE VADEMECUM - LEZIONE

54 non proporre verifiche scritte manualmente  non proporre verifiche scritte manualmente  predisporre interrogazioni programmate  privilegiare la lingua parlata  selezionare i contenuti  proporre liste chiare, spaziate, limitate, scritte in stampato maiuscolo stampato maiuscolo  favorire l’uso del registratore, MP3  consentire l’uso di tabelle, mappe, schemi  organizzare attività con compagni tutor per la lettura e la predisposizione di dialoghi e la predisposizione di dialoghi  dare più importanza alla comunicazione orale che alla competenza ortografica, grammaticale alla competenza ortografica, grammaticale Adriana Volpato

55 Grazie per la gentile collaborazione Grazie per la gentile collaborazione ed attenzione prestatami ! ed attenzione prestatami Grazie per la gentile collaborazione ed attenzione prestatami !


Scaricare ppt "15 Ottobre 2012 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare nel C ALCOLO e L 2 DISLESSIA e D.S.A.: didattiche per compensare e dispensare."

Presentazioni simili


Annunci Google