La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SINTASSI DEI CASI LINGUA LATINA PROF.CANANA' MASSIMILIANO 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SINTASSI DEI CASI LINGUA LATINA PROF.CANANA' MASSIMILIANO 1."— Transcript della presentazione:

1 SINTASSI DEI CASI LINGUA LATINA PROF.CANANA' MASSIMILIANO 1

2 IL NOMINATIVO E’ IL CASO DEL SOGGETTO, DEL PREDICATO NOMINALE E DEL PREDICATIVO DEL SOGGETTO. IL DOPPIO NOMINATIVO SI HA CON I VERBI COPULATIVI E VERBI TRANSITIVI DI FORMA PASSIVA NOMINATIVO – VERBO – PREDICATIVO DEL SOGGETTO. ESEMPIO: MILES FACTUS EST DUX. ANCHE VERBI TRANSITIVI DI FORMA PASSIVA COME GLI APPELLATIVI ELETTIVI ESTIMATIVI QUANDO I VERBI COPULATIVI SONO RETTI DA VERBI SERVILI HANNO IL DOPPIO NOMINATIVO PUR ESSENDO ALL’INFINITO. 2 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

3 COSTRUZIONE DI VIDEOR PERSONALE 1. MI SEMBRA CHE TU SIA BUONO= 2. TU SEMBRI A ME ESSERE BUONO= 3. TU MIHI VIDERIS ESSE BONUS PROF.CANANA' MASSIMILIANO Il soggetto dell’infinitiva diventa sogg. Di videor La persona a cui qualcosa sembra va in dativo Il verbo videor concorda con il soggetto Il verbo all’infinito secondo le regole delle infinitive e apposizione o attributo al nominativo

4 COSTRUZIONE DI VIDEOR IMPERSONALE 1. CON AGGETTIVI NEUTRI. 2. Mihi vidertur optime 3. CON IL SIGNIFICATO DI SEMBRARE BENE O OPPORTUNO. Ut mihi visum est 4. CON VERBI ASSOLUTAMENTE IMPERSONALI PIGET,TAEDET, PUDET,MISERET,PAENITET. 5. Mihi videtur nos paeniter hoc 6. CON VERBI CHE NON HANNO IL SUPINO E DEVONO ESSERE COSTRUITI CON FORE UT/FUTURUM ESSE UT + CONGIUNTIVO. Mihi videtur fore ut multa a magistro discatis. Mi sembra che voi imparerete molte cose dal maestro. 4 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

5 C OSTRUZIONE PERSONALE DEI VERBA NARRANDI I verba narrandi in italiano hanno costruzione impersonale al passivo: si narra, si dice ecc. In latino hanno: Costruzione personale nei tempi semplici: Caesar venturus esse dicitur = si dice che Cesare giungerà. Impersonale: nei tempi composti cioè perfetto e derivati, nella perifrastica passiva, con verbi servili, frasi incidentali. Esempi: traditum est homerum caecum fuisse: si tramanda che omero fosse cieco. Negandum est esse deos: bisogna negare che gli dei esistano Dici potest magistratum leggem esse loquentem: si può dire che il magistrato sia la legge che parla. Germani ad eum in castra venerunt, ut dicebatur, sui purgandi causa: i germani vennero da lui per scusarsi. Al posto della costruzione personale si può trovare la 3 plurale attiva: narrant, dicunt: si narra si dice. 5 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

6 C OSTRUZIONE PERSONALE DEI VERBA IUBENDI 6 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

7 VERBI INTRANSITIVI COSTRUITI CON L’ACCUSATIVO ALCUNI VERBI INTRANSITIVI IN LATINO SI COSTRUISCONO CON L’ACCUSATIVO DI RELAZIONE E SONO: VERBI DI SENTIMENTO VERBI DI SENSAZIONI FISICHE VERBI CON ACCUSATIVO DELL’OGGETTO INTERNO. 7 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

8 VERBI ASSOLUTAMENTE IMPERSONALI QUESTI VERBI SI COSTRUISCONO CON ACCUSATIVO DELLA PERSONA CHE PROVA IL SENTIMENTO E GENITIVO DELLA COSA CHE PROVOCA IL SENTIMENTO. SE LA COSA CHE DETERMINA IL SENTIMENTO è UN PRONOME NEUTRO VA AL NOMINATIVO; SE E’ UN VERBO ALL’INFINITO, O COME CAUSALE, INFINITIVA,INTERROGATIVA INDIRETTA. SE I VERBI IMPERSONALI DIPENDONO DA UN VERBO SERVILE, IL SERVILE DIVENTA IMPERSONALE MENTRE L’IMPERSONALE VA ALL’INFINITO 8 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

9 OSSERVAZIONI SUI VERBI IMPERSONALI Se la cosa è rappresentata è rappresentata da un verbo si pone all’infinito o si rende con quod + indicativo o congiuntivo Se essi sono preceduti da verbi di volontà volo, nolo, malo questi si rendono personalmente mentre il verbo impersonale va al congiuntivo presente o imperfetto senza ut. I verbi impersonali sono tali anche nella perifrastica passiva ma la persona non va all’accusativo ma in dativo. I verbi impersonali non hanno l’imperativo che viene sostituito dal congiuntivo presente esortativo. 9 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

10 DOCEO E CELO I VERBI DOCEO E CELO SI COSTRUISCONO COL DOPPIO ACCUSATIVO DELLA COSA E DELLA PERSONA = DOCEO ALIQUEM ALIQUID. DOCEO E CELO POSSONO ANCHE COSTRUIRSI CON ACCUSATIVO DELLA PERSONA E DE + ABLATIVO DELLA COSA. DOCEO al passivo è usato solo come aggettivo= doctus. Il passivo del verbo insegnare è sostituito da erudior, imbuor e instituor + ablativo della cosa e a, ab e ablativo della persona da cui si apprende. Erudior aliqua ab aliquo 10 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

11 OSSERVAZIONI SU DOCEO E CELO Al passivo doceo non è usato se non nel participio passato doctus=saggio Al posto di doceo si usa erudior, imbuor, istituor + ablativo della cosa e a, ab + ablativo della persona. Erudior aliqua re ab aliquo Disco aliquid ab aliquo Celo al passivo si costruisce personalmente con nominativo della persona e de+ ablativo della cosa = aliquis de aliqua re. 11 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

12 ABLATIVO ASSOLUTO È una costruzione tipicamente latina costituita da due elementi uno nominale e l’altro verbale in caso ablativo. ablativo( nome/pronome + participio) participio presente se l’azione è contemporanea alla reggente. (si traduce o col participio italiano o con gerundio semplice) Participio passato se l’azione è anteriore alla reggente( si traduce o con participio passato o con gerundio composto passivo). 12 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

13 CONDIZIONI PER APPLICARE L’ABLATIVO ASSOLUTO Non ci deve essere nessun legame grammaticale con la reggente. Il soggetto dell’ablativo assoluto deve essere diverso dalla reggente La proposizione reggente non deve contenere né pronome, né altro elemento che si riferisca ad un termine dell’ablativo assoluto. USO DEL PARTICIPIO Il participio presente si può usare con tutti i verbi. Il participio perfetto si può usare solo con verbi transitivi attivi e deponenti intransitivi. 13 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

14 PARTICOLARITA’ DELL’ABLATIVO ASSOLUTO L’ablativo assoluto si può tradurre anche con funzione di complemento di mezzo, compagnia, tempo, qualità, di modo o di causa. Infatti alcuni ablativi assoluti sono senza participio come: Vento secundo = con vento favorevole Caelo sereno = a cielo sereno Natura duce = sotto la guida della natura Caesare imperatore = sotto il comando di Cesare Cicerone consule = sotto il consolato di Cicerone 14 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

15 GENITIVO DI PERTINENZA INDICA LA PERSONA A CUI SPETTA IL COMPITO DI FARE QUALCOSA. IL GENITIVO è ACCOMPAGNATO DAL VERBO ESSERE E SI TRADUCE: è dovere di……….è compito di…………….ecc. L’espressione meum, tuum, nostrum, vestrum est = è mio, tuo, nostro, vostro dovere. Mentre l’espressione è suo dovere si rende con eius/eorum est. 15 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

16 GENITIVO PARTITIVO Indica il tutto di cui si considera solo una parte. Esso può dipendere da: Sostantivi che indicano numero o quantità; Aggettivi di grado comparativo e superlativo; Numerali, pronomi e aggettivi indefiniti; Pronomi neutri, aggettivi neutri sostantivati e avverbi quantitativi; Avverbi di luogo. 16 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

17 GENITIVO DI QUALITA’ Indica le doti di una persona o le proprietà caratteristiche di una cosa. Si rende: Genitivo/ ablativo se si tratta di qualità morali, (virtù, coraggio, prudenza, costanza, ingegno ecc.) Genitivo se si tratta di determinazioni di peso, misura, tempo, numero. Ablativo se si tratta di qualità fisiche. 17 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

18 POSCO, REPOSCO, FLAGITO Doppio accusativo della persona e della cosa Posco aliquem aliquid= chiedere a qualcuno qualche cosa. 18 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

19 IUBEO E IMPERO IUBEO aliquem + infinito del verbo che esprime il comando. se manca la persona a cui è rivolto il comando l’infinito va posto in forma passiva. Impero alicui ut/ne + congiuntivo presente o imperfetto dell’azione comandata. 19 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

20 INTERST E REFERT Interest alicuius facere id Mea, tua, nostra, vestra interest Eius, eorum interest mai sua a meno che non ci sia identità di soggetto con la reggente. La cosa mai con sostantivo ma con pronome neutro, infinitiva, interrogativa, ut/ne + congiuntivo. Quanto una cosa interessa con avverbio o con genitivo di stima. Multum, magni. 20 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

21 VERBI CHE REGGONO IL DATIVO 1. Benedico, maledico, gratulor, irascor, fido, confido, diffido + dativo. 2. Verbi transitivi in italiano e intransitivi col dativo in latino. Invideo, faveo, ignosco, servio, plaudo, nubo, suadeo 3. Al passivo si costruiscono: Il soggetto è in dativo Il verbo passivo è impersonale Il complemento d’agente va con a/ab + ablativo Es. victis a victoribus parcitur= i vinti sono risparmiati dai vincitori. 21 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

22 OPUS EST COSTRUZIONE IMPERSONALE Opus est è una locuzione latina per tradurre “bisogna, è necessario”. COSTRUZIONE IMPERSONALE -LA COSA di cui c’è bisogno va in ABLATIVO - LA PERSONA che ha bisogno va in DATIVO IL VERBO SUM ALLA 3°SING. La costruzione impersonale è la più frequente soprattutto nelle frasi negative ed interrogative introdotte da quid Esempio: ho bisogno di pace per scrivere Trad. mihi pace opus est ad scribendum 22 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

23 OPUS EST COSTRUZIONE PERSONALE La costruzione personale è meno frequente ma si usa quando la cosa di cui si ha bisogno è rappresentata da un pronome o aggettivo neutro. -la cosa va in NOMINATIVO La persona va in DATIVO Il verbo sum concorda con il soggetto Ho bisogno delle tavolette Tabulae mihi opus sunt. 23 PROF.CANANA' MASSIMILIANO

24 DIGNUS E INDIGNUS DIGNUS E INDIGNUS + ABLATIVO DI LIMITAZIONE MAI SEGUITI DALL’INFINITO MA DAL SOSTANTIVO CORRISPONDENTE AL VERBO ALL’INFINITO ITALIANO QUI, QUAE, QUOD + CONGIUNTIVO PRESENTE O IMPERFETTO SOLO QUANDO NON ESISTE UN SOSTANTIVO CORRISPONDENTE AL VERBO Sono degno di lode = dignus sum laude Non siamo degni di essere lodati = digni non sumus laude opp. Digni non sumus qui laudemur 24 PROF.CANANA' MASSIMILIANO


Scaricare ppt "SINTASSI DEI CASI LINGUA LATINA PROF.CANANA' MASSIMILIANO 1."

Presentazioni simili


Annunci Google