La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Paolo Azzani. La definizione di sistema integrato nasce dalla spicciola esigenza di poter racchiudere in un unico nucleo logico apparati e sistemi che.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Paolo Azzani. La definizione di sistema integrato nasce dalla spicciola esigenza di poter racchiudere in un unico nucleo logico apparati e sistemi che."— Transcript della presentazione:

1 Paolo Azzani

2 La definizione di sistema integrato nasce dalla spicciola esigenza di poter racchiudere in un unico nucleo logico apparati e sistemi che fino ad oggi sono stati progettati per espletare una particolare funzione dedicata alla tipologia di campo per cui sono stati fabbricati Chi propone un sistema integrato, sia esso una persona singola o una struttura aziendale, deve essere a sua volta un Solution Provider Cos’è un Sistema Integrato ?

3 Strategico risolutivo consenta business auto promovente ciclo vitale supporto ai clienti performante Intuitivo mappe e foto grafico facile da usare multimediale multi-storico E’ necessario rispondere in modo corretto alle richieste del mercato fornendo il giusto prodotto Global solutions Tecnologico evoluto aggiornabile dinamicamente configurabile aperto a implementazioni Interconnettibile sicuro

4 Incendio Intrusione Controllo Accessi Presenze Gestione Interfacce Analogico Digitali Gas Avere un unico fornitore che possa offrire tutti i prodotti necessari alla gestione della Safety & Security... E che sia in grado di concentrarli e farli interagire tra loro, supervisionando e gestendo il tutto da una unica postazione

5 Controllo Ascensore Condizionamento Riscaldamento Rilevazione Presenze Rivelazione Incendio Antintrusione Centro di supervisione Controllo Accessi Illuminazione Gestione Parcheggio Rivelazio ne Gas

6

7 La principale caratteristica del sistema Euro-Net, è il bus di trasmissione dati basato sulla tecnologia ECHELON Neuron chip Echelon Il Transceiver FTT-10 consente una velocità di trasmissione di 78Kbaud MAC PROCESSOR NETWORK PROCESSOR APPLICATION PROCESSOR NETWORK COMM. PORT APPICATION GENERAL I/O DATA BUS RAM 2KByte Dispositivi di campo

8 Rete dati di facile stesura e connessione Immune ai disturbi “ABC” Addressing Binding Configuration automatico Monitorare l’intero impianto da un unico (o più) work station Alta velocità di trasmissione Protocollo criptato e a collisione di pacchetto Identificazione univoca dei dispositivi

9 Bus topology = 1200 mt. Free topology = 400 mt. altri 1200 mt. altri 400 mt.

10 Rete LonWorks Schede digitali Schede analogiche Antincendio Gestione e Supervisione CPU E-NET Telegestione Terminale gestione Impianto Controllo Accessi Rilevazione Presenze Antintrusione Sinottici e pannelli di comando CPU E-NET = Organo di governo centrale Microprocessore RISC a 32 MIPS S.O. multitask linee dati Lonworks operatori eventi

11 Schema è una applicazione Windows con la quale è possibile configurare e personalizzare le funzionalità del sistema. Il programma viene scaricato nella CPU che funge da organo di governo. Download del programma applicativo attraverso Schema Programma di gestione del sistema Communication Level Automatic Binding Configuration Gli applicativi sono basati sullo standard Microsoft Windows SCHEMA & MONITOR il software

12 Ethernet Bus di campo TCP/IP Lonworks Rete dati Quale soluzione adottare? Lonworks TCP/IP

13 Bus di campo: LonWorks doppino twistato Tramite Routers Echelon: Rilancio rame FTT-10 Conversione in Fibra Ottica Rilancio su Fibra Ottica Conversione 485 LonWorks Rete telefonica pubblica ERS Ethernet TCP/IP... RS-232

14 Bus di campo RS-232 LonWorks Bus di campo LonWorks Bus di campo LonWorks

15 Bus di campo Rete di comunicazione principale Centro di Supervisione Teleassistenza o Vigilanza o bck

16 Concetto di “SISTEMA” : Operatori, Funzioni, Programmi, Correlazioni....

17 Operatori Locali, Globali, Antipassback per aree funzionalità dei terminali in modalità degradata Bus Locale single line

18 Studiato e progettato per garantire la completa operatività in ambiente Microsoft Windows, consente ad operatori non esperti di poter gestire il sistema in modalità estremamente semplice: “User Friendly”

19 GESTIONE E SUPERVISIONE Incendio C.A. Luci Parcheggio Clima Personale Tecnologici

20

21  PIU’ IMPIANTI UNICA POSTAZIONE

22

23 LIVELLO DI VISIBILITA’ SUL SISTEMA CHI E’ ABILITATO A COSA  PER OPERATORE  PER GRUPPI LIVELLO DI VISIBILITA’ SUL SISTEMA CHI E’ ABILITATO A COSA  PER OPERATORE  PER GRUPPI ANAGRAFICA UTENTI

24

25

26

27

28 LE MAPPE GRAFICHE

29 Semplice - Intuitivo - Riduzione tempi di Reazione

30 ALLARME INTRUSIONE - PIANO PRIMO DIREZIONE - INGRESSO Integrazione con TVCC

31 Strumento di Test e Ricerca a Posteriori Diagnostica Manutenzione Schedulazioni Filtri di Ricerca (Allarmi, Guasti, Operatori, ecc) Stampa su File o supporto cartaceo dello Stato Impianto

32 Paolo Azzani


Scaricare ppt "Paolo Azzani. La definizione di sistema integrato nasce dalla spicciola esigenza di poter racchiudere in un unico nucleo logico apparati e sistemi che."

Presentazioni simili


Annunci Google