La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO URBANO DEL TRAFFICO VERKEHRSPLAN 2013. n n Migliorare la qualità di vita dei cittadini, garantendo al contempo la mobilità degli stessi n n Pianificare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO URBANO DEL TRAFFICO VERKEHRSPLAN 2013. n n Migliorare la qualità di vita dei cittadini, garantendo al contempo la mobilità degli stessi n n Pianificare."— Transcript della presentazione:

1 PIANO URBANO DEL TRAFFICO VERKEHRSPLAN 2013

2 n n Migliorare la qualità di vita dei cittadini, garantendo al contempo la mobilità degli stessi n n Pianificare la mobilità sostenendo le forme a ridotto impatto ambientale in modo da consentire la salvaguardia della salute e del clima; n n Rallentare e convogliare il traffico in modo da aumentare la qualità di vita e la sicurezza degli utenti; n n Rendere la città attrattiva sia per i propri abitanti che per i visitatori. GLI OBIETTIVI

3 GLi obiettivi a lungo termine (circonvallazioni e nuove linee trasporto pubblico moderno) sono inseriti nel Piano della Mobilità, che definisce gli obiettivi strategici e di pianificazione. Gli obiettivi a breve termine sono invece oggetto del PUT 2013, che prosegue il percorso già intrapreso e punta: n n ad aumentare la sicurezza degli utenti della strada, in modo particolare dei pedoni e dei ciclisti; n n a limitare il traffico nel centro storico e nelle zone residenziali; n n ad ampliare la rete delle piste pedo-ciclabili; n n ad attuare il piano parcheggi e quello dei garage interrati per residenti; n n ad ampliare l’offerta dei mezzi di trasporto pubblici e a migliorare il collegamento con i nuovi quartieri residenziali ed i paesi periferici; n n a creare i presupposti necessari alla riduzione del traffico di passaggio.

4 Mezzo utilizato Bewegungsart2009 Obiettivo 2014 Ziel 2014 Obiettivo 2016 Ziel 2016 Pedoni/Fussgänger29,5%31%31% Bici/Fahrrad29%30%30% Bus/öffent.V.7,6%9%10% Moto/Motorrad6,7%5%5% Auto27,2%25%24% Altro/anderes0,2% Scelta modale – OBIETTIVI 66% 70% 71%

5 La circolazione in bicicletta 50 Km di rete di percorsi ciclabili 29% modal split, oltre spostamenti al giorno ca. 220 incidenti/anno

6 Per migliorare la sicurezza sono previsti l’ampliamento/completamento della rete, interventi infrastrutturali sui nodi critici e campagne informative e di sensibilizzazione. Interventi previsti

7 CICLABILE CASANOVA-FIRMIAN CICLABILE PONTE ADIGE CICLABILE M.NUSSER-STAZIONE Stazione biciclette, Centro per la mobilità elettrica, centro informazioni 1. Centro informazioni per la mobilità integrata 2. Attività commerciali e servizi vari correlati alla mobilità 3. Stazione di noleggio biciclette provinciale (partenza/arrivo per escursioni in tutta la provincia) 4. Servizio di noleggio biciclette cittadino/combinazioni per la mobilità integrata 5. Officina biciclette e servizi 6. Centro per la mobilità elettrica con showroom e centro di prova, noleggio 7. Car sharing 8. Stazione di ricarica elettrica alimentata con energie rinnovabili - fotovoltaico

8 La circolazione pedonale Misure previste: l’abbattimento delle barriere architettoniche a garanzia della sicurezza e della libertà di movimento dei pedoni; l’ampliamento e lo sgombero dei marciapiedi; la creazione di più punti dove potersi sedere, interventi infrastrutturali (segnaletica, opere, illuminazione) sulle carreggiate stradali all’altezza degli attraversamenti pedonali; riassetto di diverse piazze (piazza Don Bosco, piazza Gries, piazza Università, piazza Vittoria e riqualificazione c.so Libertà); controllo elettronico della zona a traffico limitato;

9 ponte pedociclabile sull’Isarco tra p.te Roma e p.te Palermo per collegare quartieri cittadini molto popolosi (Europa e Don Bosco) con la zona produttiva Bolzano Sud

10 ponte pedo-ciclabile sopra l’areale ferroviario (con accesso diretto ai binari) per collegare il centro storico ai Piani di Bolzano (zona residenziale, zona produttiva e uffici pubblici) con l’obiettivo migliorare la qualità della vita e creare spazi che permettano una maggiore socializzazione tra i cittadini. riduzione del traffico di transito lungo alcune strade residenziali,

11 Il trasporto pubblico locale TRASPORTO AUTOBUS: passeggeri nel 2012 Misure previste: priorità per bus ai semafori (grazie ad appositi rilevatori, riduzione tempi di attesa con il semaforo rosso) miglioramento delle fermate(accessibilità, comfort, info) realizzazione di nuove corsie preferenziali (ca. 3,5 km) nuovi collegamenti autobus deviazione parziale transiti asse p.zza Walter/Domenicani

12 Corsie preferenziali (3,5km)

13 Nuovi collegamenti autobus

14 Nuova fermata piazza Walther

15 TRASPORTO SU ROTAIA Le linee ferroviarie devono essere potenziate e verrà realizzata una nuova stazione presso la zona residenziale Bivio/Kaiserau. Fra gli obiettivi a lungo termine sono previste lungo la linea del Brennero nuove fermate ad Oltrisarco e presso l’aeroporto. La tramvia per l’Oltradige, prevista nel P.U.M., rimane un obiettivo dell’Amministrazione per garantire un collegamento moderno, ecologico, ad alta capacità. A breve termine tale collegamento verrà migliorato con la realizzazione di corsie preferenziali e l’introduzione di moderni mezzi di trasporto pubblico. TRASPORTO FUNIVIARIO Per S.Genesio deve essere individuata la soluzione ottimale, basata sull’ammodernamento dell’impianto esistente e ottimizzazione orari. Per la funivia del Colle è previsto l’inserimento della stessa nel sistema tariffario integrato.

16 Interventi nelle zone residenziali L’obiettivo è limitare il traffico di transito nelle zone residenziali tramite limitazioni alla circolazione, consentendo solamente il traffico con destinazione locale, per un miglior utilizzo dello spazio stradale e maggiore sicurezza per pedoni e ciclisti. Via Puccini Via Mozart Via Piacenza Via Verona Via Genova

17 Viale Puccini Pucciniallee

18 Via Mozart Mozartstr.

19 Via Piacenza Piacenzastr.

20 Via Verona Veronastr. Via Genova Genuastr.

21 Interventi in ambito stradale A lungo termine sono previsti gli interventi del PUM:

22 A breve termine sono previsti: interventi atti a migliorare il sistema STRADA ARGINALE (nuova uscita di via Ressel e miglioramento uscita p.te Palermo) il rifacimento delle seguenti vie: via s.Quirino via Fiume viale Venezia via Cassa Risparmio via Cl.Augusta con l’inserimento della pista ciclabile via Montecassino con piazza Don Bosco c.so della Libertà (al termine lavori garage) via Macello via Torino

23 Siemens-Str. Eisackuferstr. Nuova uscita via Ressel Ausfahrt Resselstr. v.le Venezia – Venedigerst.Via Cassa di Risparmio-Sparkassenstr.

24 LE ZONE A TRAFFICO LIMITATO Ampliamento della ZTL del centro con rifacimento vie accesso, nuovi cartelli avvio parcheggi pubblici e controllo automatico varchi d’accesso

25 Altre forme di zone a traffico limitato sono previste a Don Bosco, come la via Montecassino e in futuro il rifacimento della piazza Don Bosco stessa, anche con interventi di tipo urbanistico La rivalutazione di corso Libertà, funzione di collegamento tra Gries ed il centro storico. La costruzione del garage interrato in piazza della Vittoria permette la trasformazione urbanistica dell’intero comparto composto da Corso Libertà, piazza della Vittoria e via Longon con il polo bibliotecario. Con la riorganizzazione del mercato del sabato, potrà essere introdotta una limitazione del traffico lungo questo asse.

26 LA SICUREZZA STRADALE E’ un obiettivo primario, le misure prevedono: attenta pianificazione delle infrastrutture; buona manutenzione stradale e della segnaletica; prevenzione mirata nelle scuole;

27 controlli della Polizia su velocità ed abusi alcol; servizio nonni vigili; riduzione velocità anche con interventi infrastrutturali quali le rotatorie: Duca d’Aosta/C.Battisti ed Emeri/Rasmo. realizzazione isole spartitraffico; messa in sicurezza attraversamenti pedo-ciclabili; diversificazione fasi semaforiche; indicatori di velocità come forma di prevenzione; campagne informative rivolte a ciclisti e motociclisti e campagne di sensibilizzazione per genitori riguardo la guida e la sosta in vicinanza delle scuole; realizzazione di un piano emergenza della Galleria del Virgolo, con videosorveglianza e deviazione dei flussi in caso di chiusura.

28 IL PIANO PARCHEGGI Liberare strade/piazze per perseguire gli obiettivi del Piano Traffico e del Piano della Mobilità, e precisamente: ampliamento/completamento rete piste ciclabili percorsi pedonali adeguati corsie preferenziali per i bus abbellimento piazze creare spazi e punti d’incontro per i cittadini e visitatori Viene confermato il principio: per ogni parcheggio realizzato sotto terra ne viene eliminato uno in superficie.

29

30 SISTEMI TECNOLOGICI, SEGNALETICA informazione all’utenza con messaggi variabili, internet, smartphon anche attraverso progetti europei controllo e gestione del traffico, ottimizzazione semafori gestiti in base ai flussi di traffico e in futuro a basso consumo (tecnologia a LED con 90% risparmio energetico) segnaletica notturna a LED per aumento sicurezza Acquisto di bici elettriche con stazioni di ricarica e veicoli elettrici


Scaricare ppt "PIANO URBANO DEL TRAFFICO VERKEHRSPLAN 2013. n n Migliorare la qualità di vita dei cittadini, garantendo al contempo la mobilità degli stessi n n Pianificare."

Presentazioni simili


Annunci Google