La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lorenzo Rocca Università per Stranieri di Perugia CVCL (Centro per la Valutazione e Certificazione Linguistica) Lintegrazione linguistica in Italia: il.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lorenzo Rocca Università per Stranieri di Perugia CVCL (Centro per la Valutazione e Certificazione Linguistica) Lintegrazione linguistica in Italia: il."— Transcript della presentazione:

1 Lorenzo Rocca Università per Stranieri di Perugia CVCL (Centro per la Valutazione e Certificazione Linguistica) Lintegrazione linguistica in Italia: il possibile ruolo delle certificazioni il possibile ruolo delle certificazioni Bologna, Convegno APIDIS, 29 novembre 2010

2 Tradizionalmente parlare di certificazione linguistica significa parlare di esami esterni e indipendenti da corsi e programmi basati su standard rigorosi (condivisi dalla comunità scientifica e dalle istituzioni che operano in modo professionale in questo settore) spendibili a livello internazionale Parleremo oggi di certificazione linguistica nella prospettiva non tradizionale … di collaborazione fra chi si occupa di valutazione e chi di insegnamento di condivisione e scambio di esperienze e competenze per la realizzazione di

3 la funzione della certificazione viene collegata ad un coerente momento formativo la funzione della certificazione viene collegata ad un coerente momento formativo lapproccio alla verifica/valutazione riflette lapproccio allinsegnamento/apprendimento lapproccio alla verifica/valutazione riflette lapproccio allinsegnamento/apprendimento gli obiettivi di apprendimento del corso di lingua e degli esami CELI corrispondono, in quanto hanno un riferimento comune dato dalla cornice del QCER gli obiettivi di apprendimento del corso di lingua e degli esami CELI corrispondono, in quanto hanno un riferimento comune dato dalla cornice del QCER un percorso comune dove dove nella prospettiva dellEdA emerge

4 la dimensione sociale della certificazione possibile strumento per favorire la partecipazione alliter formativo possibile strumento per favorire la partecipazione alliter formativo incentivo motivazionale a proseguire nel percorso di inclusione sociale incentivo motivazionale a proseguire nel percorso di inclusione sociale riconoscimento tangibile e spendibile degli sforzi fatti riconoscimento tangibile e spendibile degli sforzi fatti come

5 Ciclicità di un processo Revisione Somministrazione Post-testanalysisScenarifuturi Motivazioni La popolazione: analisi dei bisogni Specificazioni Produzione dellesame

6 150enario Unità dItalia: una possibile chiave di lettura 25 milioni emigrati 5milioni immigrati

7 Il contesto - Italia 25,1% 12,8% 62,1% residenti (1:12) includendo i soggiornanti 7,2% popolazione (> media UE) con picchi (12% Brescia) ma Vs percezione 23% 1/6 atti notarili acquisto prima casa 1:8 matrimoni 11% PIL Nel nord est 1:3 neoassunti Veneto: 80% nuove partite IVA Dati 2010 ISTAT e Caritas Migrantes

8 Una crescita esponenziale 20 volte in 20 anni + 3milioni negli ultimi 10 anni + 1milione nellultimo biennio 2010: 5milioni Prime comunità 1.Romena (poco meno di 1milione) 2.Albanese (circa 550mila) 3.Marocchina(circa 500mila) 4.Cinese (circa 220mila) 5.Ucraina (circa 200mila) Presenza per continente 1.Europa (50%) 2.Africa (20%) 3.Asia (17%) 4.Americhe (10%) 5.Oceania (3%) 1970: 143mila

9 Polarizzazione? 1. Francia 40% area parigina; 2. Regno Unito oltre un terzo area di Londra; 3. Spagna circa la metà insediata a Madrid e nella Catalogna Italia Roma + Milano accolgono un quinto del totale degli immigrati Italia Roma + Milano accolgono un quinto del totale degli immigrati più marcata la diffusione territoriale* più marcata la diffusione territoriale* (particolarismi e retaggio storico) *Porto Recanati 20% popolazione, Airole (Imperia) 35%

10 A scuola … Quasi 1 milione: 1:6 romeno 1:7 albanese 1:8 marocchino Stranieri??? Il 37% è nato in Italia (70% nella scuola dellinfanzia!)

11 Limmigrazione come ricchezza: culturale, demografica, economica

12 Una ricchezza demografica … saldo nascite autoctoni = 1/6 bambini nati da genitore straniero … contro il rischio spopolamento dei Comuni < abitanti

13 Una ricchezza economica … entrate 14 miliardi di (contributi previdenziali e fiscali): entrate per le casse dello Stato) uscite 10 miliardi di (spesa sociale: uscite per le casse dello Stato) 14– 10 = 4 miliardi di saldo positivo

14 In questo puzzle che vede lItalia come Paese di nuova immigrazione, quale dovrebbe essere la tessera della lingua? In questo puzzle che vede lItalia come Paese di nuova immigrazione, quale dovrebbe essere la tessera della lingua?

15 Educazione interculturale Educazione Educazione Accettare le diversità per meglio gestire le conflittualità (Eco) Accettare le diversità per meglio gestire le conflittualità (Eco) Vedere nellinterazione con laltro da sé una forma di arricchimento e confronto costruttivo Vedere nellinterazione con laltro da sé una forma di arricchimento e confronto costruttivo Superare pregiudizi/stereotipi/visioni etnocentriche Superare pregiudizi/stereotipi/visioni etnocentriche Superare equilibri asimmetrici attraverso il concetto di reciprocità Superare equilibri asimmetrici attraverso il concetto di reciprocità alla nella differenza

16 Lalbum di etichette 3 pagine 3 pagine 1. Lo straniero 2. Limmigrato 3. Il neoautocnono Graziella Favaro

17 Lo straniero È lestraneo, il diverso, laltro È lestraneo, il diverso, laltro ha diritto di movimento sul territorio ha diritto di movimento sul territorio gli concediamo un vocabolario e assistenza sanitaria gli concediamo un vocabolario e assistenza sanitaria gli camminiamo accanto per spirito di tolleranza, ma senza occuparci della sua storia gli camminiamo accanto per spirito di tolleranza, ma senza occuparci della sua storia

18 Limmigrato È povero È povero è qui perché non ha lavoro là è qui perché non ha lavoro là il lavoro non lo trova, ma spesso non lo vuole trovare il lavoro non lo trova, ma spesso non lo vuole trovare progetta sempre a breve termine progetta sempre a breve termine oggi cè, domani si sposta oggi cè, domani si sposta

19 Il neoautocnono È lex straniero, lex immigrato È lex straniero, lex immigrato è il neocittadino perché ragiona a lungo termine è il neocittadino perché ragiona a lungo termine progetta in Italia e diventa risorsa anche per gli altri progetta in Italia e diventa risorsa anche per gli altri

20 Uneducazione interculturale che muova dalla cornice della didattica interculturale - Introducendo argomenti che richiamino il prestigio delle culture altre - Invitando alla scoperta delle differenze - Ma contestualmente mettendo in luce i punti di contatto, ciò che è comune Integrazione come reciprocità e non come assimilazione Integrazione come reciprocità e non come assimilazione - Presentando litaliano non come la lingua dei doveri burocratici o della sola sopravvivenza vs L1 che rimane lingua degli affetti - Insistendo sui temi del viaggio e delle radici - Utilizzando materiali autentici - Predisponendo attività di mediazione e negoziazione in esterna per contestualizzare lazione didattica rispetto alla realtà territoriale (lib. Favaro)

21 Il sillabo: due binari paralleli Italiano L2 Lingua per lintegrazione

22 compito funzioni n. generali n. specifiche morfosintassilessicogenere in contesti situazionali -Veste grafica autentica -Forte riduzione tasse esame Ed ancora, sul piano della certificazione …

23 Potenziali criticità Conflitto fra orientamenti politici (europei e nazionali) ed utilizzo distorto dei certificati linguistici da test di competenza a test di contenimento/controllo dei flussi! rischio

24 Responsabilità del processo valutativo legato a inclusione sociale La dimensione etica della certificazione Le ripercussioni politiche dellesito di un test Mettere in atto rigorose procedure di buona prassi nella costruzione di certificati linguistici rimane fondamentale ma NON è più sufficiente Bisogna riflettere sull impatto del test a livello sociale Language testers, non tecnici ( T.McNamara) The power of test (E.Shoahmy)

25 video interviste video interviste Analisi statistica questionarianonimi Impatto candidati Washback insegnanti Analisi statistica questionari anonimi Lobiettivo dei video è quello di enucleare determinate aree poi indagate in maniera analitica attraverso i questionari. Sottoporre il percorso a validazione investigando

26 Leit motive – in classe Maggior motivazione Più attenzione in genere Meno problemi disciplinari Clima più teso, meno rilassato, più ansia Frustrazione per chi non supera esame

27 Leit motive – a casa Direzione più precisa, contorni maggiormente definiti Più semplice evidenziare le priorità nellinsegnamento Aiuto per la pianificazione della lezione e per lottimizzazione del tempo Tensione e preoccupazione: e se non ce la fanno? Mi sentirò in colpa? Farò una brutta figura? Minor libertà di scelta di compiti e materiali (sensazione di avere le mani legate) Omologazione del format (minor creatività)

28 Nellottica dellinsegnante Lo scenario desiderato dovrebbe essere … non si dovrebbe capovolgere la torta!

29 Risultati dellapproccio La costruzione di un percorso condiviso Le pubblicazioni in collaborazione Il Progetto Italiano, lingua nostra Il Progetto Italiano, lingua nostra CollaborazioneCondivisioneCoinvolgimento EdA ALTECoE

30 Italiano, lingua nostra Numeri 149 corsi149 corsi 10 regioni10 regioni 51 Comuni51 Comuni 2843 iscritti2843 iscritti Coinvolgimento del pubblicoCoinvolgimento del pubblico (fondamentale ruolo di scuole e soprattutto CTP) Coinvolgimento del privatoCoinvolgimento del privato (associazioni a carattere laico e religioso) Azione ed obiettivi definizione di un percorso rivolto ad adulti immigratidi: definizione di un percorso rivolto ad adulti immigrati di: apprendimento linguistico apprendimento linguistico orientamento civico orientamento civico certificazione certificazione

31 Patto Formativo Corsi di formazione linguistica e civica: 70 h /tre mesi Certificazione: CELI Impatto i (A1) e CELI 1 i (A2) Focus sui bisogni reali e sulla lingua corrente, determinata da vari contesti comunicativi

32 Elementi innovativi NON è un corso, NON è un esame NON è un corso, NON è un esame È UN PERCORSO UNICO GRATUITO È UN PERCORSO UNICO GRATUITO che accompagna lapprendente: dalla classe allesterno dalla gestione dellincontro col sistema - lingua alla gestione dei rapporti con la società dal corso allesame di certificazione dallo status di studente allo status possibile di candidato. Uniformità a livello EdA Italia: Uniformità a livello EdA Italia: stessi obiettivi stesso approccio stesso sillabo stessi materiali ed alla fine una coerente certificazione

33 Lingua ed integrazione linguistica: nei testi Manuale Italiano L2 + dispense di orientamento civico, ripartite per tematiche: Educazione ambientale Educazione stradale Educazione alla salute Educazione civica Sicurezza sul lavoro Annunci e pubblicistica Lineamenti di storia e geografia La Carta dei Valori della Cittadinanza e dellIntegrazione La Costituzione ed i Poteri dello Stato

34 Potenziali criticità Conflitto fra orientamenti politici (europei e nazionali) ed utilizzo distorto dei certificati linguistici da test di competenza a test di contenimento/controllo dei flussi! rischio

35 La stretta attualità LAccordo di Integrazione Il Decreto interministeriale e la Circolare attuativa

36 5 domande … solo retoriche? I governi hanno il diritto di imporre una lingua? I test linguistici obbligatori risolvono il problema della sicurezza? La lingua – come strumento di potere- può essere usata come un mezzo per regolare i flussi migratori? La sola conoscenza della lingua rende gli stranieri più integrati? Lintegrazione può esser ridotta a mera assimilazione? (Shohamy, McNamara, Van Avermaet)

37 PaeseLinguaLivelloKosdal AustraliaingleseA1/A2sì2007 AustriatedescoA2sì2006 FranciafranceseA1.1sì2001 GermaniatedescoB1sì2000 GreciagrecoA1sì- OlandaolandeseA2sì2007 LituanialituanoA2sì2003 Lussemburgolussemburghese (orale) francese e tedesco scritto) A2/B1no2008 BulgariabulgaroA2no1998 ALTE, LAMI Sig: 2007

38 PaeseLinguaLivelloKosdal CroaziacroatoA1no1991 DanimarcadaneseB2sì2005 EstoniaestoneA2/B1sì1999 RussiarussoA2/B1no2003 Regno Unito ingleseB1sì2005 SloveniaslovenoA2/B1no2001 FinlandiasvedeseB1no2006 ALTE, LAMI Sig: 2007

39 Update % Paesi CoE 75% Paesi CoE prevede corsi e test migration purposes Ma solo nel 38% con specifiche linee guida e percorsi dedicati (Van Avermaet: 2010)

40 … del 75%....

41 96% 69 26% 84% 46% 0% 100% 30%

42 Agenda CoE: 8 punti chiave Analisi dei bisogni Combattere drop-out Lavorare sulla motivazione Creare percorsi ad hoc Formazione specifica insegnanti Costruire test ad hoc Assicurare adeguate procedure di controllo della qualità Studiare limpatto

43 A:B = C:D Multilinguismo : plurilingusimo = multicultura : interculturaMultilinguismo : plurilingusimo = multicultura : intercultura da una semplice sommatoria ad un reale arricchimento La diversità è ricchezza (Costituzione Europea, 2004)

44 CoE o visione herderiana? La lingua è come una pianta che cresce e si sviluppa secondo la terra e il clima nel quale è piantata e pertanto, poiché ogni lingua ha il suo proprio carattere nazionale, la nostra lingua materna corrisponde al nostro carattere e al nostro peculiare modo di pensarelingua

45 Trascorsi 2 anni … verifica crediti 4 possibili scenari 30 C < 40 estinzione dellAccordo per adempimento C 40 attività culturali/formative premiali ( a carico del Ministero) 0 < C< 30 proroga dellAccordo di 1 anno C 0 espulsione

46 Accordo di integrazione – allegato B: incremento dei crediti 1 Il peso delle Certificazioni linguistiche Crediti non cumulabili Livello certificatoCrediti conseguiti A114 A224 B128 B2, C1, C230

47 ATS: funzioni e compiti Elaborazione (in termini di contenuti: funzioni, strutture, lessico ecc.) di un Sillabo di riferimento per apprendenti di livello A2 in contesti migratori Definizione, nelle linee generali, delle Specificazioni del test previsto dal Decreto(tipologie di materiali desame, modalità di testing, componenti delle prove desame, criteri per lassegnazione del punteggio, durata della prova ecc.) Tali Specificazioni dovranno essere rispondenti a quanto descritto nel Sillabo elaborato, con lobiettivo ultimo di conferire maggiore standardizzazione al processo valutativo, nello spirito di una riflessione condivisa in merito alleticità di tale processo con particolare riferimento al contesto migratorio.

48 CTP/CPIA: funzioni e compiti unici a tale Sillabo e a tali Specificazioni dovranno attenersi scrupolosamente tutti i CTP/CPIA individuati dal MIUR come gli unici soggetti chiamati a: 1. Produrre 2. Somministrare 3. Valutare IMPORTANTE: detto test NON sarà una certificazione, bensì una prova unicamente legata al Decreto e funzionale allassolvimento degli obblighi di legge: al candidato che supererà la prova, infatti, non sarà rilasciato alcun documento cartaceo, non verrà dato nessun titolo attestante competenze in lingua italiana. il test A2 previsto dal Decreto

49 La Circolare ed il bicchiere 1. 1.Evitate le procedure informatiche per la somministrazione del test (vade retro totem!) 2. 2.Evitato che il test fosse somministrato in questura e da personale di polizia 3. 3.Abbassato il punteggio taglio dall80% al 60% 4. 4.Salvaguardato il legame fondamentale fra momento della formazione e momento della valutazione

50 Progettifici FEI e risorse Fondi statali di carattere sociale: da 2520 milioni del 2008 siamo crollati a 349 milioni nella legge di stabilità appena approvata diminuzione del 76,3% Corriere della Sera, 19 novembre 2010, p. 25 su dati ufficiali Ministero

51 La mia operatività Scale e criteri per Decreto Formalizzare 3 sessioni A2 - CELI 1 i Come coordinatore LAMI (per tutti Paesi CoE): - - Framework for adult illiterate - - Questionnaire to investigate impact/washback

52 Pensai che forse non sarei più tornato o che invece non avrei fatto altro che tornare per tutta la vita. Cercai nella valigia il quaderno giallo. Cera ancora una pagina. Sulla pagina, in diagonale, scrissi in italiano la parola CIAO. Pensai che il viaggio cominciava adesso Salah Methati, Immigrato, p. 130 Ciao e … grazie!!


Scaricare ppt "Lorenzo Rocca Università per Stranieri di Perugia CVCL (Centro per la Valutazione e Certificazione Linguistica) Lintegrazione linguistica in Italia: il."

Presentazioni simili


Annunci Google