La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IIS “Chino Chini” Relazione Funzioni Strumentali 2014-2015 Funzione Strumentale: Qualità e la Valutazione Docente/ incaricato/i: prof. A. Mainolfi Coordinamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IIS “Chino Chini” Relazione Funzioni Strumentali 2014-2015 Funzione Strumentale: Qualità e la Valutazione Docente/ incaricato/i: prof. A. Mainolfi Coordinamento."— Transcript della presentazione:

1 IIS “Chino Chini” Relazione Funzioni Strumentali Funzione Strumentale: Qualità e la Valutazione Docente/ incaricato/i: prof. A. Mainolfi Coordinamento del gruppo: p Commissione Qualità e Commissione Invalsi

2 Organizzazione del lavoro Rispetto allo scorso anno, il quadro organizzativo è stato migliorato grazie all’ampliamento del numero di componenti della Commissione Qualità (docente incaricato di figura strumentale più altri 2 componenti). Infatti, oltre alla prof.ssa C. Sannino, che già faceva parte della Commissione, si è aggiunto il prof. D. Paglianiti come esperto esterno in materia di ISO 9001:2008. Quest’ultimo ha apportato un importante contributo nel circoscrivere il campo di azione del Sistema Qualità ex ISO 9001:2008. Il lavoro continuerà, comunque, anche oltre la data di consegna della seguente relazione, in vista dell’ispezione del certificatore (RIESAME DEL SISTEMA E PIANO DI MIGLIORAMENTO 2016/17) che molto probabilmente anche quest’anno avverrà nel mese di settembre/ottobre COORDINAMENTO DATI INVALSI Anche in questo anno scolastico si è costituita una Commissione Invalsi formata oltre che dai proff. A. Mainolfi e C. Sannino (con compiti di direzione e coordinamento) anche da diversi insegnanti dell’Istituto, tutti impegnati nella correzione e nell’inserimento dei dati sulla piattaforma Invalsi (vedi DATI INVALSI)

3 Organizzazione del lavoro FORMAZIONE Partecipazione al convegno “ISO 9001:2015, COSA CAMBIA? INNOVAZIONI E MODIFICHE” del 14 Novembre 2014, organizzato dall’Associazione AICQ (Associazione Italiana Cultira Qualità Tosco-Ligure) presso CIPAT – FIRENZE Corso di Formazione Sistema Nazionionale di Valutazione (SNV), organizzato dal CIPAT – FIRENZE, dicembre 2014 Seminario sul Sistema Nazionale di Valutazione presso Istituto Russel-Newton, Firenze il 26 febbraio 2015 promosso dall’USR Toscana Formazione sul campo in itinere su ISO 9001:2008, grazie alla collaborazione con il prof. D. Paglianiti esperto in materia. VERIFICHE ISPETTIVE SUBITE In seguito al Recesso Unilaterale da parte della GLOBAL CERTIFICATION GROUP, ad inizio anno scolastico, e dopo una serie di valutazioni interne, l’Istituto ha iniziato, a partire dal mese di dicembre 2014, un nuovo rapporto contrattuale con un diverso ente certificatore: TÜVE ITALIA – GRUPPO TÜVE SÜD, sede di FIRENZE (organizzato il lavoro per la visita ispettiva - 9/12/2014 e 15/12/2014 COORDINAMENTO CON REFERENTE AGENZIA FORMATIVA – SISTEMA SAFORET/REGIONE TOSCANA gestione del passaggio ad altro Ente Certificatore, comunicazione verbale di Certificazione Qualità UNI EN 9001:2008 e analisi della situazione prossime scadenze(maggio/settembre/ottobre).

4 Organizzazione del lavoro AZIONE Sono state analizzate le Esigenze Formative della nostra scuola attraverso la distribuzione di nuovi questionari. I nuovi modelli sono stati predisposti sulla base del Rapporto di Autovalutazione (RAV) che il nostro Istituto è tenuto a compilare (la sua pubblicazione deve avvenire entro il mese di luglio sul sito del MIUR). In questo anno scolastico i questionari sono stati rivolti a tutti i : Genitori, studenti, personale docente e personale ATA. Si è messo a punto un nuovo sistema di somministrazione dei questionari on-line. In questa fase ha dato il suo contributo anche il prof. V. Cerullo. E’ stato analizzato il Servizio Formativo, che tende al controllo della gestione dei servizi formativi ed educativi erogati, attraverso il monitoraggio dei dati relativi alle valutazioni in itinere e finali, oltre che attraverso l’analisi dei questionari di cui sopra. Incontri periodici tra i membri della Commissione qualità per monitorare il sistema e mettere a punto i miglioramenti necessari. Un’attenzione particolare merita il processo Erogazione e Monitoraggio dei percorsi formativi promossi dalla nostra scuola come Agenzia Formativa.

5 Obiettivi perseguiti e raggiunti Risultati attesiRaggiunti (si/parz./no) Analisi dei dati per l’attivazione percorsi di autoanalisi d’Istituto, attraverso statistiche, indicatori della qualità ed elaborazione report: analisi dell’efficacia e dell’efficienza delle azioni formative (debiti formativi, dispersione scolastica, esito scrutini, ricaduta occupazionale e formativa outcome a.s. 2011/12) si Aggiornamento dell’organigramma e del manuale della qualitàIl lavoro deve essere completato Predisposizione delle verifiche e della programmazione di interventi futuri. si Elaborazione del piano di miglioramento (a.s. 2014/15) in funzione della visita ispettiva programmata inizialmente per ottobre 2014, ma avvenuta a dicembre 2014 in seguito al cambio dell’organismo di certificazione. si Aggiornamento delle procedure e processi del Sistema necessari per la prossima visita ispettiva sull’a.s. 2014/15. Il lavoro deve essere completato

6 Obiettivi perseguiti e raggiunti Risultati attesiRaggiunti (si/parz./no) Predisposizione di una prima bozza del RAV - rapporto di autovalutazione - richiesto dal Sistema di Valutazione Nazionale; il lavoro si concluderà con la compilazione del riesame del sistema e l’elaborazione di un nuovo piano di miglioramento 2015/16. Questi due documenti (Riesame del Sistema e Piano di Miglioramento) soddisfano, allo stesso tempo, anche quanto previsto dalle norme UNI EN ISO 9001:2008 relativa alla scuola intesa come Agenzia Formativa. Parz iale. Il lavoro continuerà anche nel mese di Luglio e si concluderà nei tempi previsti dalla normativa di riferimento Supervisione e monitoraggio relativo al processo di apprendimento - prove Invalsi e conseguente valutazione dell’opportunità dell’interpretazione dei Dati Invalsi 2014 (a.s. 2013/14). si Elaborazione e somministrazione dei questionari genitori/studenti/personale docente/personale ATA. si Aggiustamento procedure per la valutazione degli apprendimenti Parziale

7 Obiettivi perseguiti e raggiunti Risultati attesiRaggiunti (si/parz./no) tenuta dei rapporti con l’Ente di Certificazione. cura dei rapporti con Saforet e Regione per il mantenimento dell’accreditamento dell’agenzia formativa. si promozione/coordinamento della formazione dei docenti sulle problematiche relative alla qualità e alla valutazione. si

8 Punti di forza Aver messo a punto un miglioramento dell’organigramma relativo alla Funzione Strumentale. Sta aumentando la consapevolezza sulla complessità del coordinamento e sulla necessità di coinvolgere un maggior numero di persone affinché ognuna possa apportare il proprio contributo. Aver garantito una continuità nello svolgimento dell’incarico : il confronto tra le parti è migliorato; la modalità di acquisizione dei dati è divenuta più efficiente; il Sistema di Qualità è maggiormente compreso; il personale della scuola riconosce in maniera più agevole un interlocutore con il quale rapportarsi.

9 Aspetti di criticità Un elemento di difficoltà è stato contemperare le diverse esigenze provenienti dalla normativa ISO 9001:2008 (e delle sue modifiche ex ISO 9001:2015) e dalla normativa RAV (Rapporto di Autovalutazione). La prima analizza la nostra scuola solo sotto l’aspetto di Agenzia Formativa, la seconda analizza tutta la scuola, nei suoi molteplici aspetti. L’ eccessiva mole di lavoro nell’ambito scolastico non ha dato la possibilità di poter effettuare gli incontri formali previsti con il Nucleo di Autovalutazione. Sono avvenuti, comunque, una serie di incontri informali che hanno aperto la strada ad un tipo di confronto tra le parti più rapido ed efficiente (vedi le schede di sintesi nelle quali ogni figura strumentale e di sistema riporta i propri dati sulla base di alcune domande guida, le cui risposte sono necessarie per una buona tenuta del Sistema di Qualità)

10 Indicazioni di lavoro per il prossimo anno scolastico Aumentare la condivisione degli obiettivi del sistema di qualità, vista non come una serie di regole astratte e comportamenti da tenere obbligatoriamente, ma uno standard di interesse generale a cui tendere credendo negli obiettivi da raggiungere insieme per migliorare la struttura Scuola. Il Sistema Qualità è uno strumento attraverso il quale può essere raccolto tutto un insieme di osservazioni e non deve essere percepito come qualcosa di impostato dall’alto, ma come un qualcosa di condiviso. Si preoccupa di monitorare alcuni dati, al fine di verificare il raggiungimento di obiettivi preposti, obiettivi che possono anche essere modificati, se ritenuti non più opportuni o considerati irraggiungibili. Insistere sulla programmazione della consegna di Schede di Sintesi per le figure strumentali e di Sistema, al fine di sostituire incontri formali. In tali schede dovranno essere indicati i punti di forza e di debolezza riscontrati nella gestione dell’incarico assegnato, i target da raggiungere per l’anno scolastico successivo sulla base dei dati posseduti e definire, ognuno nel proprio ambito, le strategie, le azioni e le metodologie da attuare per il conseguimento degli obiettivi fissati. Sarà compito della Figura strumentale della Qualità far confluire gli esiti delle varie schede in un unico documento di raccordo. Continuare nell’aggiornamento e formazione per i docenti coinvolti nella Commissione Qualità.

11 Files e/o link di riferimento Questionari on-line Dati a.s. 2014/15 Schede di Sintesi RAV (con ipotesi di Piano di Miglioramento)


Scaricare ppt "IIS “Chino Chini” Relazione Funzioni Strumentali 2014-2015 Funzione Strumentale: Qualità e la Valutazione Docente/ incaricato/i: prof. A. Mainolfi Coordinamento."

Presentazioni simili


Annunci Google