La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Interreg Marittimo PROGRAMMA DI COOPERAZIONE ITALIA-FRANCIA MARITTIMO 2014-2020.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Interreg Marittimo PROGRAMMA DI COOPERAZIONE ITALIA-FRANCIA MARITTIMO 2014-2020."— Transcript della presentazione:

1 Interreg Marittimo PROGRAMMA DI COOPERAZIONE ITALIA-FRANCIA MARITTIMO

2 Alcuni dati Approvato con decisione C (2015) 4102 del 11 giugno 2015 E’ un programma di cooperazione territoriale con una dotazione totale di € 199,649, di cui € 169,702, FESR 5 territori in Francia e in Italia: PACA, Corsica, Liguria, Toscana, Sardegna che rappresentano più di 6,5 milioni di persone Bilingue: italiano e francese

3 Il contesto Il Programma Italia-Francia Marittimo fa parte degli strumenti la politica di coesione e risponde alle linee guida generali dell'UE in base alla strategia Europa 2020 per la crescita SMART, sostenibile e inclusiva caratterizzata da alti livelli di occupazione, produttività e coesione sociale.

4 Gli Assi di intervento 4 ASSI PRIORITARI Asse 1 Promuovere la competitività delle imprese nei settori di frontiera Asse 2 Tutela e valorizzazione delle risorse naturali e culturali e gestione rischi Asse 3 Il miglioramento dei collegamenti tra territori e sostenibilità delle attività portuali Asse 4 Maggiori opportunità di occupazione sostenibile e di qualità, inserimento sulle basi delle attività economiche

5 Asse 1 L’asse 1 punta ad accrescere la competitività del tessuto imprenditoriale della zona di cooperazione -caratterizzato da piccole e medie imprese- attraverso l’identificazione di filiere prioritarie transfrontaliere legate alla crescita blu e verde, quali: la nautica /cantieristica navale il turismo innovativo e sostenibile Le biotecnologie "blu e verdi" e le energie rinnovabili "blu e verdi". Le azioni finanziate consentiranno la creazione di nuove realtà imprenditoriali e il consolidamento delle imprese esistenti attraverso l’aumento delle possibilità di espansione.

6 Asse 2 L’asse 2 mira a migliorare la capacità delle istituzioni pubbliche a promuovere, in modo congiunto, la prevenzione e la gestione di certi rischi specifici alla zona e strettamente collegati al cambiamento climatico (rischio idrologico, erosione costiera, incendi) e a migliorare la sicurezza in mare, quale rischio specifico legato alla navigazione. Questo asse si propone anche di favorire la gestione congiunta sostenibile e responsabile dell’inestimabile patrimonio culturale e naturale della zona, in particolare aumentando la protezione delle acque marine minacciate da rischi causati dalle attività produttive ed umane nei porti.

7 Asse 3 L’asse 3 prevede di contribuire al miglioramento delle connessioni tra nodi secondari e terziari transfrontalieri – ovvero infrastrutture di rete meno collegate- alle reti di trasporto trans-europee (TEN-T, acronimo inglese), aumentando l’offerta di trasporto e lo sviluppo della multi modalità quale vantaggio per le popolazione della zona, in particolare i cittadini situati in zone isolate- isole e zone interne. Lo stesso asse punta a migliorare la sostenibilità delle attività svolte nei porti riducendo l’inquinamento acustico e le emissioni di CO2.

8 Asse 4 L’asse 4, complementare dell’asse 1, mira ad aumentare le opportunità di lavoro e di inserimento attraverso l’attività economica nelle filiere transfrontaliere indicate nell’asse 1 sostenendo l'auto imprenditorialità, la microimpresa e l'impresa dell'economia sociale e solidale. Obiettivo di questo asse è anche il rafforzamento del mercato del lavoro transfrontaliero nelle filiere prioritarie e nell’impresa dell'economia sociale e solidale attraverso servizi congiunti per il lavoro e offerte di formazione integrate.

9 Asse 5 Assistenza tecnica

10 Dotazione finanziaria Asse 1: € (21 % del totale) Asse 2: € (49% del totale) di cui: -€ per Ob. tematico 5 «adattamento climatico» -€ per Ob. tematico 6 «protezione e sviluppo sostenibile» Asse 3: € (15% del totale) Asse 4: € (9% del totale) Asse 5: € (6% del totale).

11 I Bandi Nell'ambito del programma sono previsti bandi per la selezione di progetti. I bandi sono concentrati nel 2015, 2016, 2017 e 2018 per consentire un eventuale riprogrammazione delle risorse dal 2018 Ciascun bando sarà strutturato in base a uno o più lotti riferiti agli Assi prioritari. I progetti potranno essere Semplici o Strategici.

12 Progetti semplici Azione bilaterale e / o multilaterale, con limitata dotazione finanziaria, realizzata da soggetti dell’area di cooperazione per introdurre metodi e strumenti innovativi e favorire la sperimentazione e la partecipazione su temi al centro della cooperazione. Semplici mono-azione: in linea con una singola azione Semplici multi-azione: articolati su più azioni.

13 Progetti strategici tematici integrati Un insieme di azioni complesso e articolato, di natura e portata significative, con ampia dotazione finanziaria, risultati di ampio impatto, coerenti e strettamente integrati, concentrati su un tema fondamentale per la crescita sostenibile, intelligente e inclusiva della zona di cooperazione. Questo tipo di progetti sarà applicato principalmente a: 1. la gestione congiunta dei rischi derivanti dal cambiamento climatico (alluvioni, erosione delle coste, incendi) 2. la gestione congiunta del patrimonio naturale e culturale 3. gestione congiunta di mobilità transfrontaliera-

14 Progetti strategici territoriali integrati Un insieme di azioni complesso e articolato, di natura e portata significative, con ampia dotazione finanziaria, indirizzato a un territorio chiaramente identificato geograficamente. In particolare, questi progetti potrebbero includere: Porzioni di programma di terra / mare con evidenti connotazioni confine geografico. Esempi: piccole isole aree marine protette corridoi marittimi frontiere terrestri.

15 Dotazione finanziaria 2015

16 Bandi 2015 Gli inviti riguardano sette lotti: 3 per l'asse 1, 3 per l’asse 2, 1 per l'asse 3. Le chiamate verranno lanciate nei primi giorni di Agosto. Le proposte devono pervenire entro 90 giorni dalla pubblicazione. Le domande devono essere presentate secondo le modalità indicate nella comunicazione ufficiale che sarà pubblicata anche sul sito del programma. Nel corso della procedura, sarà possibile contattare l'Autorità di Gestione e il Segretariato per l'assistenza all'indirizzo di posta elettronica: I progetti potranno essere valutati/selezionati entro la fine del 2015.

17 I lotti 2015 Asse 1 Lotto 1 - Promozione del sistema di trasferimento di know-how per incoraggiare processi di innovazione nelle imprese dei settori prioritari transfrontalieri Lotto 2 - Progetti semplici per la creazione di reti/cluster, per promuovere investimenti altamente qualificati e mirati, sfruttamento economico di nuove idee Lotto 3 - Progetti semplici finalizzati a rafforzare la competitività del territorio attraverso le imprese Asse 2 Lotto 1 - Progetto Strategico integrato "tematico" finalizzato alla prevenzione e gestione congiunta del rischio di alluvione Lotto 2 - Progetto Strategico integrato "tematico" finalizzato alla prevenzione e alla gestione del Rischio collegato all’erosione e progetti semplici per la creazione di sistemi comuni per il monitoraggio della insabbiamento dei porti Lotto 3 - Progetti semplici e progetto integrato strategico "tematici" per la conservazione, tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, progetto strategico Integrato Territoriale per la messa in rete del patrimonio storico e culturale delle piccole isole Asse 3 Lotto 1 – Progetti semplici finalizzati allo sviluppo di sistemi di trasporto multimodale per migliorare il collegamento dei nodi secondari e terziari dei corridoi TEN-T


Scaricare ppt "Interreg Marittimo PROGRAMMA DI COOPERAZIONE ITALIA-FRANCIA MARITTIMO 2014-2020."

Presentazioni simili


Annunci Google